PDA

Visualizza la versione completa : Carte di credito o contanti?



vitalba paesano
24-09-09, 17:44
Dalla rassegna stampa di oggi: carte di credito o contanti? Leggiamo l'articolo e votiamo. Come preferite pagare?

Maria Bertuzzo
25-09-09, 08:33
Certo le nostre banche non favoriscono l'incremento dell'uso delle carte di credito, se non hai un regolare stipendio o una pensione, è piuttosto faticoso avere a disposizione anche solo un bancomat, parlo per esperienza personale. Qualche anno fa cambiai banca per convenienza di spese, in questa non pago nulla per la tenuta del conto, (non cito ora il nome perchè non so se posso ma se Vitalba autorizza dirò che banca è e che tipo di conto è), e non avendo uno stipendio fisso e neppure la pensione, ma solo il versamento di un assegno mensile, ho dovuto attendere circa un anno per ottenere il rilascio di un semplice banomat! Non pretendevo neppure una carta di credito mi accontentavo di quello. Nel frattempo mi servivo di carte prepagate, perchè comunque non mi piace circolare con denaro contante, passato quel periodo mi sono stati rilasciati bancomat e una carta revolving ma solo per gentile concessione della banca! Tutt'ora non mi vengono concesse altre carte di crediito, nonostante siano passati oltre 5 anni e i versamenti dei miei assegni siano stati sempre regolari! Se questo è un aiuto da parte delle banche, giudicate voi...
Problemi di questo genere naturalmenti li hanno anche i nostri ragazzi, anche per loro è difficoltoso ottenere carte bancomat e tanto meno di credito, non dando garanzia di lavori fissi ma a tempo...

Nello Lo Monaco
06-10-09, 08:02
Nell'era telematica mi sembra sciocco l'uso dei contanti, però in Italia si sa che siamo molto spesso arretrati su tante cose tra cui questa.
All'estero già una ventina di anni fa notavo l'uso delle card anche per pagare dal panificio, qui i commercianti storcono il naso anche per spese di una certa entità.
Quando posso, preferisco usare carte (preferibilmente bancomat).

Attilio A. Romita
06-10-09, 09:25
Sono un fautore delle Carte di Credito che uso da quando ho preso il primo stipendio, più o meno al tempo di Garibaldi.
Sono varie le ragioni per le quali in Talia la diffusione è scarsa.
La nostra poca predisposizione è dovuta anche ad una scarsa dimestichezza con strumenti "che non vediamo come funzionano".
Altro fattore di poco uso è il costo, sia per l'utente che per il "negoziante" che non calcolano il valore della sicurezza: la carta di credito è sempre coperta, un assegno, spesso preferito e richiesto, può valere solo per il peso della carta su cui è stampato.
Infine una certa campagna di disinformazione sulla poca sicurezza delle carte, sulla facilità di clonazione, etc. per cui si preferisce viaggiare con il portafoglio imbottito di denaro contante, piuttosto che con una carta facilmente bloccabile in caso di furti e simili e che tra l'altro rimborsa spese "truffaldine".
Prima o poi ......andremo avanti!