PDA

Visualizza la versione completa : Idee per piatti e menu da Natale all'Epifania!



vitalba paesano
24-11-09, 15:54
Tacchini e cappelletti, panettone e pandoro, croccanti e rosolio.... patè e insalata russa... non vorrete farci credere che starete a dieta?!?!

Adriana Peratici
24-11-09, 19:56
ciao Vitalba vuoi per piacere spostare i la ricetta dei miei panzerotti alla piacentina in questo spazio? Sono ottimi per chi fa il cenone della vigilia di Natale (rigorosamente di Magro) che per Natale! Si possono congelare così a Natale si mette solo in forno!:p:p:p

vitalba paesano
25-11-09, 08:06
ciao Vitalba vuoi per piacere spostare i la ricetta dei miei panzerotti alla piacentina in questo spazio? Sono ottimi per chi fa il cenone della vigilia di Natale (rigorosamente di Magro) che per Natale! Si possono congelare così a Natale si mette solo in forno!:p:p:p
Cara adriana, io non posso perchè per comparire come tuoi dovrei utilizzarela tua password che non conosco. Copia e incolla e un simpatico "fai da te". grazie-vp

Adriana Peratici
25-11-09, 13:29
Cara adriana, io non posso perchè per comparire come tuoi dovrei utilizzarela tua password che non conosco. Copia e incolla e un simpatico "fai da te". grazie-vp

Ho provato ma non ci sono riuscita. Comunque chi volesse cimentarsi nei panzerotti alla piacentina vada su Noi protagonisti - Una piccola inchiesta Natalizia - Pag. 3 - Buon Appetito :p:p:p

Maria Bertuzzo
25-11-09, 14:19
ecco la tua ricetta:

Panzerotti Alla Piacentina
Ecco una ricetta che si può preparare in anticipo e congelare per il Natale -Impegnativa ma con successo assicurato:
Al mattino:
Preparare le crespelle: 3 uova 2 hg di farina 1/2 litro di latte 3 prese abbondanti di sale. Montare a neve gli albumi, aggiungere i tuorli e il resto degli ingredienti, lasciare riposare un'ora e fare tante crespelle in un pentolino da 25 cm.
Quando vi sarete riposate preparate il ripieno:
4hg di ricotta romana - 1 hg di mascarpone - 1 hg abbondante di parmigiano - una manciata di spinaci e biete (metà e metà) - noce moscata - un rosso d'uovo - sale. (assaggiate che sia tutto un'armonia, si deve sentire il parmigiano)

All'indomani potete preparare il ragu:
1/2 hg di salsiccia - 2 hg di carne di manzo tritata - i/2 di burro e altrettanto di olio - una cipolla - pelati - un cucchiaio di conserva - un po' di dado.

quando vi siete riposati :
Tagliate la crespella a metà, deponetevi il ripieno, formate un cilindretto che taglierete a tronchetti alti due dita da mettere in piedi in una teglia ove verranno bagnati con panna e coperti di ragù e parmigiano

Ora potete metterli in congelatore e riposarvi! Se siete in perfetta forma potete preparare tutto in un giorno, però non ve lo consiglio!

Adri però ci devi dare anche quella dei tortellini, mi pare che tu non l'abbia pubblicata ancora...non vorrei sbagliare...ora controllo, ciao

scusa Adri avevo scritto ravioli ma forse sono i tortellini...

Adri ma questi li faccio sicuramente quanto prima...per la pasta fatta in casa si la so fare, va bene tirata con la macchinetta, quella a manovella o bisogna tirarla a mano? la pasta la facciamo anche noi per gli agnolotti che facciamo sempre a Natale e la pasta ci vuole per forza, solo che poi abbiamo le formine ormai da tanti anni, mentre una volta si facevano a mano e si tagliavano con la rotellina, metterò anch'io la ricetta degli agnolotti me la devo solo scrivere bene...intanto anticipo per te e per tutti che occorrono 3 tipi di arrosto di carni diverse in genere vitello, maiale e tacchino, un tempo erano avanzi ma ora si possono aumentare le dosi e congelarne una parte oppure farli apposta per l'occasione, quindi si può cominciare ora...

Adriana Peratici
25-11-09, 17:45
Grazie Maria, però anche se impegnativa i panzerotti sono buoni, si possono fare in due giorni, si possono congelare, così che basta metterli nel forno (meglio scongelarli a temperatura ambiente) magari aggiungere mezzo mestolino di brodo.
I ravioli se volete fare la pasta fatta in casa, posso darvi la ricetta piacentina quelli con lo stracotto! Anche quelli si congelano benissimo! Però bisogna fare la pasta! Tu te la senti?

vitalba paesano
25-11-09, 18:26
Grazie Maria, però anche se impegnativa i panzerotti sono buoni, si possono fare in due giorni, si possono congelare, così che basta metterli nel forno (meglio scongelarli a temperatura ambiente) magari aggiungere mezzo mestolino di brodo.
I ravioli se volete fare la pasta fatta in casa, posso darvi la ricetta piacentina quelli con lo stracotto! Anche quelli si congelano benissimo! Però bisogna fare la pasta! Tu te la senti?
Adriana scusa, volevo semplicemente dire che non potevo inserirla comparendo al tuo posto1 vp

Paolo Gruppuso
25-11-09, 21:52
Tacchini e cappelletti, panettone e pandoro, croccanti e rosolio.... patè e insalata russa... non vorrete farci credere che starete a dieta?!?!

a dieta mai,ma tu esageri cara vitalba,nella tua lista macrobiotica,non hai incluso i tortellini,grave mancanza....per questo ti metterei a dieta!!!

Paola1952
27-11-09, 14:50
Di solito da me - siamo in media 10-15 persone, dipende dall'annata, ma solo parenti stretti - il menù è:
- un pienone di antipasti vari tipo panettone gastronomico, tartellette al formaggio, al salmone, crostini con mangerecci vari, tutto rigorosamente fatto in casa,
- lasagne al ragù e lasagne alla verdura
- oca arrosto e al forno (per un paio d'anni siamo andati ad acquistare l'oca a Mortara!) con mostarda di frutta

- un arrosto normale - che ormai chiamiamo il " centrotavola di Natale"
dato che non lo mangia nessuno, ma qualcuno si ostina a cucinarlo perchè "..non si sa mai.!."

infine panettone e/o pandoro, a scelta, per chi ci arriva....
e tanta allegria e compagnia..

Il bello è che si inizia una settimana circa prima di Natale a cucinare, ma, per fortuna, si va avanti a mangiare quasi fino all'Epifania....
Ciao
Paola

Adriana Peratici
27-11-09, 19:59
Io sono una fanatica del congelatore, perchè penso che risolva sempre un sacco di problemi! Così oggi dalla parrucchiera parlando di menu Natalizi, lei mi ha dato un consiglio:

Preparare i canelloni (Io scotto la pasta delle lasagne, metto un rotolo di ripieno di ricotta, spinaci e erbette, parmigiano, noce moscata e sale, avvolgo la pasta) poi metteteli in una vaschetta di alluminio posati sulla carta forno. Poi carta forno e di nuovo canelloni. Congelare tutto!
Quando volete, prendete una pirofila, adagiate i canelloni che vi servono (circa tre a persona ) su uno strato di besciamella o panna, ricoprire con sugo di funghi, o burro e formaggio, o ragu. infornate! Avete risparmiato un sacco di tempo! E se siete in pochi avrete ancora canelloni per un'altra occasione! - :p:p:p

Adriana Peratici
27-11-09, 20:46
Ogni regione o meglio provincia ha i suoi ravioli. Solo a Bologna e dintorni si fanno i cappelletti. Ciò che cambia è solo il ripieno!
A Piacenza usa farli con lo stracotto:
Per la pasta: farina gr. 400 - 3 uova - acqua q.b.
Ripieno: carne gr.300 - 2 spicchi d'aglio - 50gr di burro - 150 gr. di pane gratuggiato (non usare pane comperato già gratuggiato, ma gratuggiate voi pane grosso comune e possibilmente la mollica). - 300 gr di parmigiano - 2 uova - sale - carota - sedano - cipolla - pepe - noce moscata - 1/2 bicchiere di vino rosso - acqua o brodo.
Fate rosolare la carne nel burro poi mettete una cipollina, una gamba di sedano, sale pepe una carotina poi vino rosso e un po' d'acqua o brodo. Lasciare cuocere finchè è "stracotta" e il liquido sarà assorbito quasi tutto. Tritare la carne molto finemente con la mezzaluna (sono vietate le macchinette) con il sugo rimasto scottate il pane e aggiungete la carne, uova, grana, noce moscata. Assaggiate il ripieno eventualmente aggiungere un po' di sale e un po' di parmigiano (deve essere il sapore dominante). Potete preparare il ripieno il giorno prima.
Preparare la pasta e con la macchinetta (meglio se elettrica) tirate le sfoglie sottili (io la faccio più sottile possibile), e preparate i ravioli con la classica formina di metallo.
Disponete i ravioli (noi li chiamiamo anolini) su un vassoio di cartone,dove avete messo un tovagliolo, ben allineati che non si toccano, poi un'altro tovagliolo e anolini. Potete fare tre strati. Mettete in congelatore e quando saranno congelati li potete mettere in un sacchetto per alimenti. In attesa di Natale.
Un consiglio per le nonne che hanno i figli che lavorano!
Questi ravioli risolvono tanti problemi di cena per i nipotini in inverno.
Con un dado per un po' di brodo (che si insaporisce dal ripieno) è pronta una cena dove i bimbi avranno mangiato carne, uova , formaggio!
Se ne date un sacchetto ai figli, sono certa che poi vi chiederanno di prepararne ancora! :p:p:p

Paola1952
27-11-09, 22:57
oh yes!
Benedetto chi ha inventato il congelatore..
Penso che sia una delle invenzioni migliori degli ultimi tempi.
Anche noi (intendo io e mia figlia, ma più lei di me. Lo spirito della cucina nonchè del cucito ha saltato una generazione da noi: la mia!!)
usufruiamo di questo elettrodomestico, alla grande.
E per fortuna, altrimenti bisognerebbe passare tre giorni prima di Natale in cucina.

Ciao

Adriana Peratici
27-11-09, 23:11
Non è questo lo spazio ma lo devo dire: La vera liberazione della donna è stata prima la lavatrice e poi la pillola! :D:D:D

Roberto Gioffredi
28-11-09, 20:47
Mi intrometto in un campo per me nuovo ma se non conoscete questa ricetta ne resterete 'stregati' e con voi i vostri commensali!
L'ho scoperta a Narni (Umbria), da un ristoratore che andava a scovare antiche ricette su antichi testi.
Questa leccornia veniva fatta dai contadini durante la vendemmia, direttamente nelle vigne.
Dunque:
Tralascio le dosi perchè un buon cuoco le fa al momento e l'istinto premia.
Mettere le salsicce in padella sommerse per metà con acqua, dopo aver fatto dei forellini sulla pelle delle salsicce.
Lasciare bollire per qualche minuto per far uscire un po di grasso.
Scolare l'acqua ed aggiungere olio extravergine di oliva (vero e poco).
Aggiungere gli acini interi dell'uva e magari metà tagliateli e togliete i semi.
Merttere il coperchio e lasciar cuocere bene.
Servire con pane buono, magari toscano o pugliese a fette.
Signore e signori avete un piatto eccezionale.:D
**
Il ristoratore suddetto le serviva in terrine caldissime e magari le faceva al forno ma in padella il risultato è ugualmente ottimo.
**
Forse per Paolo, che è Umbro, non sarà una novità.
**
ps- Ho fatto una correzione (togliere i semi di metà acini e non ..togliere gli acini!)
Pardon!

Maria Bertuzzo
29-11-09, 12:51
questo è un piatto che esula dal mio pranzo di Natale, anche perchè nella mia famiglia non c'era l'abitudine di farlo, ma è un classico quindi lo pubblico perchè può essere un'idea...

Lingua in salsa – antipasto che si serve in tutte le stagioni, freddo

Si compra un bel pezzo di lingua e si fa bollire il tempo che occorre perché sia cotta, nell’acqua naturalmente mettere i gusti: cipolla, carota, sedano, alloro, …
Una volta cotta si toglie la pellicina, si lascia raffreddare e si taglia a fettine sottili.

Salsa verde(bagnét verd): 1 mazzo di prezzemolo, 2 spicchi d’aglio, 4 acciughe, la mollica di un panino, 2 cucchiai di aceto rosso, mezzo cucchiaio di capperi, olio evo q.b.
Tutto a freddo si trita, meglio con la mezzaluna.

Salsa rossa (bagnét rus): come la precedente con l’aggiunta di un uovo sodo intero o solo tuorlo schiacciato e concentrato di pomodoro (volendo sostituire il concentrato di pomodoro con ketchup)

Adagiare le fettine di lingua sul piatto da portata e dopo aver spalmato su ogni fetta la salsa, servire.

Le due salse sono adatte anche per tutte le altre carni bollite.

maria luisa
29-11-09, 18:55
Maria, nonostante io sia piemontese da parte di padre, un antipasto così non lo mangerei mai, a meno che non sapessi d cosa si tratta, non riuscirei mai! Bada, non sono una schifiltosa, ma la lingua, proprio no, non ci riesco. Però essendo un'amante di antipasti, mangerei solo quelli, sonoben accette altre ricette. Grazieee!

Maria Bertuzzo
29-11-09, 21:48
Maria, nonostante io sia piemontese da parte di padre, un antipasto così non lo mangerei mai, a meno che non sapessi d cosa si tratta, non riuscirei mai! Bada, non sono una schifiltosa, ma la lingua, proprio no, non ci riesco. Però essendo un'amante di antipasti, mangerei solo quelli, sonoben accette altre ricette. Grazieee!

Ho pubblicato questa ricetta semplicemente perchè è, come ho detto, un classico antipasto piemontese, viene servito in tutti i ristoranti dove si mangiano piatti tipici.
Credo sia un arricchimento culturale conoscere i piatti tipici regionali, qualunque essi siano.

ps: ti assicuro che lo mangiano tutti e piace anche molto!

Adriana Peratici
30-11-09, 13:24
Io a Natale la faccio lessata a parte poi unita alle altre carni nel gran piatto di lessi! Naturalmente poi a parte le varie salse! :p

Paolo Gruppuso
30-11-09, 15:45
Per evitare confusione "sul si dice" e per rispettare l'origine appropriata dei piatti regionali,i tortellini sono un tipico piatto bolognese,preparati in brodo di pollo(non troppo grasso preferibilmente),o servito asciutto con la panna!
Naturalmente il piatto viene preparato anche in altre province dell' Emilia-Romagna ed anche in altre regioni.
I cappelletti,invece,quelli doc,sono una specialità Romagnola per eccellenza!

Maria Bertuzzo
30-11-09, 16:27
Per evitare confusione "sul si dice" e per rispettare l'origine appropriata dei piatti regionali,i tortellini sono un tipico piatto bolognese,preparati in brodo di pollo(non troppo grasso preferibilmente),o servito asciutto con la panna!
Naturalmente il piatto viene preparato anche in altre province dell' Emilia-Romagna ed anche in altre regioni.
I cappelletti,invece,quelli doc,sono una specialità Romagnola per eccellenza!

grazie Paolo, mi annoto le differenze, non sapevo del brodo di pollo per esempio!

maria luisa
30-11-09, 17:50
Maria, spero di non essere stata offensiva nel dire che non lo potrei mai mangiare. E' per questo che non mi suggerisci altri antipasti.? :D

Adriana Peratici
30-11-09, 18:59
Mi intrometto in un campo per me nuovo ma se non conoscete questa ricetta ne resterete 'stregati' e con voi i vostri commensali!
L'ho scoperta a Narni (Umbria), da un ristoratore che andava a scovare antiche ricette su antichi testi.
Questa leccornia veniva fatta dai contadini durante la vendemmia, direttamente nelle vigne.
Dunque:
Tralascio le dosi perchè un buon cuoco le fa al momento e l'istinto premia.
Mettere le salsicce in padella sommerse per metà con acqua, dopo aver fatto dei forellini sulla pelle delle salsicce.
Lasciare bollire per qualche minuto per far uscire un po di grasso.
Scolare l'acqua ed aggiungere olio extravergine di oliva (vero e poco).
Aggiungere gli acini interi dell'uva e magari metà tagliateli e togliete i semi.
Merttere il coperchio e lasciar cuocere bene.
Servire con pane buono, magari toscano o pugliese a fette.
Signore e signori avete un piatto eccezionale.:D
**
Il ristoratore suddetto le serviva in terrine caldissime e magari le faceva al forno ma in padella il risultato è ugualmente ottimo.
**
Forse per Paolo, che è Umbro, non sarà una novità.
**
ps- Ho fatto una correzione (togliere i semi di metà acini e non ..togliere gli acini!)
Pardon!

Roberto, io per esperienza non mi fido mai dei ristoratori che danno le ricette, tolgono sempre un ingrediente! Tu hai provato a farla? Era uguare a quella mangiata al ristorante? Io non posso fare paragoni se la faccio!

Adriana Peratici
30-11-09, 19:04
Per evitare confusione "sul si dice" e per rispettare l'origine appropriata dei piatti regionali,i tortellini sono un tipico piatto bolognese,preparati in brodo di pollo(non troppo grasso preferibilmente),o servito asciutto con la panna!
Naturalmente il piatto viene preparato anche in altre province dell' Emilia-Romagna ed anche in altre regioni.
I cappelletti,invece,quelli doc,sono una specialità Romagnola per eccellenza!

Guarda Paolo che il brodo non deve essere di pollo ( anche se ruspante che ora non si trovano più) ma di terza ( gallina o cappone ripieno , manzo, vitello ). :confused::confused:

Paolo Gruppuso
30-11-09, 21:39
Guarda Paolo che il brodo non deve essere di pollo ( anche se ruspante che ora non si trovano più) ma di terza ( gallina o cappone ripieno , manzo, vitello ). :confused::confused:

Hai ragione,ho fatto un lapus,scusami è senz'altro la gallina!

Maria Bertuzzo
01-12-09, 10:07
Hai ragione,ho fatto un lapus,scusami è senz'altro la gallina!

Paolo, Paolo, scambiare il pollo con la gallina!! Per fortuna l'ho immaginato perchè il brodo di gallina è un classico!

Ora il chiarimento per favore: sinceramente non ho ancora capito la differenza fra cappelletti e tortellini, sta nel ripieno?

Altre due ricette di antipasti classici piemontesi, che non devono mai mancare nel menù tipico (per Maria Luisa, in particolare):

Insalata di carne cruda
carne cruda tritata molto fine, condita con limone, aglio, olio, sale (si deve preparare almeno due ore prima, rigorosamente servita su una fetta di limone, (per i più raffinati o semplicemente a chi piace una grattatina di tartufo d'Alba)...Paolo, lo so che li avete anche voi i tartufi se ti piace puoi sostituire quello d'Alba con quelli Umbri.

Vitello tonnato
Fare il classico bollito, ci vuole un pezzo di carne magrissima, che una volta fredda, si taglia a fettine sottilissime, si adagia sul piatto da portata e sopra si spalma la salsa tonnata (maionese, tonno, capperi, deve essere morbidissima, quasi liquida), molti fanno questo antipasto con la carne che si compra al banco degli affettati, purtroppo anche molti ristoranti, ma in famiglia no!

Adriana Peratici
01-12-09, 12:35
Scusa Maria se ti contraddico!
Non puoi proporre antipasti a base di carne nei menu Natalizi, dove dopo si mangiano primi piatti ricchi, secondi piatti altrettanto opulenti e con contorni e salse, e poi dolci!
Quelli sono antipasti che possono sostituire una cena!
Meglio Mettere la ricetta ne " Le nostre ricette"

Adriana Peratici
01-12-09, 12:41
Mio marito e mio figlio da quando sono andati a Nizza hanno scoperto le ostriche!
Così che visto che al Superm. AUCHAN ne vendono tante a Natale e visto che noi piacentini alla vigilia del Natale facciamo un cenone di magro abbiamo introdotto il piatto delle ostriche!
Mio marito è bravissimo ad aprirle con l'apposito coltellino, così le prepariamo al naturale come antipasto! Però visto che non a tutti piacciono ne faccio un po' gratinate al forno con sopra un po' di pan grattato che ho miscelato con olio e prezzemolo! Mio marito dice che è un delitto gratinarle ma a me ed a altri crude non piacciono!:p:o:p

Adriana Peratici
01-12-09, 12:50
La differenza non esiste: Tortellini è stato italianizzato il dialetto bolognese turtlein (non so come si scrive) cappelletti è l'italiano perchè a forma di cappelino. E' come ravioli o anolini ecc. si chiamano diversamente secondo le regioni, ma stabilire esattamente il ripieno non è facile perchè anche nella stessa provincia hanno delle varianti difficili da individuare ( es. a Piacenza li facciamo con lo stracotto e nella prov. di Piacenza vicina a Parma (ne risentono dell'influenza) non mettono stracotto o carne, perchè solo con il loro parmigiano doc diventano buoni e leggeri)

Paolo Gruppuso
01-12-09, 15:58
Paolo, Paolo, scambiare il pollo con la gallina!! Per fortuna l'ho immaginato perchè il brodo di gallina è un classico!

Ora il chiarimento per favore: sinceramente non ho ancora capito la differenza fra cappelletti e tortellini, sta nel ripieno?

Altre due ricette di antipasti classici piemontesi, che non devono mai mancare nel menù tipico (per Maria Luisa, in particolare):

Insalata di carne cruda
carne cruda tritata molto fine, condita con limone, aglio, olio, sale (si deve preparare almeno due ore prima, rigorosamente servita su una fetta di limone, (per i più raffinati o semplicemente a chi piace una grattatina di tartufo d'Alba)...Paolo, lo so che li avete anche voi i tartufi se ti piace puoi sostituire quello d'Alba con quelli Umbri.

Vitello tonnato
Fare il classico bollito, ci vuole un pezzo di carne magrissima, che una volta fredda, si taglia a fettine sottilissime, si adagia sul piatto da portata e sopra si spalma la salsa tonnata (maionese, tonno, capperi, deve essere morbidissima, quasi liquida), molti fanno questo antipasto con la carne che si compra al banco degli affettati, purtroppo anche molti ristoranti, ma in famiglia no!

Purtroppo,il vero pollo sono io, e allora è facile confondersi!!!

Maria Bertuzzo
01-12-09, 16:05
Purtroppo,il vero pollo sono io, e allora è facile confondersi!!!

che dici!! al massimo potresti essere quel magnifico galletto Tunon, ricordi?
ciao, buon pomeriggio e buona serata!
maria

Paolo Gruppuso
01-12-09, 16:27
e per stimolarvi l'appetito,beccatevi queste delizie!!!

Paolo Gruppuso
01-12-09, 16:40
La differenza non esiste: Tortellini è stato italianizzato il dialetto bolognese turtlein (non so come si scrive) cappelletti è l'italiano perchè a forma di cappelino. E' come ravioli o anolini ecc. si chiamano diversamente secondo le regioni, ma stabilire esattamente il ripieno non è facile perchè anche nella stessa provincia hanno delle varianti difficili da individuare ( es. a Piacenza li facciamo con lo stracotto e nella prov. di Piacenza vicina a Parma (ne risentono dell'influenza) non mettono stracotto o carne, perchè solo con il loro parmigiano doc diventano buoni e leggeri)

Adriana,tu confondi il diavolo con l'acqua santa!!!
Ma come,a Bologna ,da anni ,e stata raggiunta una intesa importantissima dall'Accademia del tortellino che ha,nientemeno,stilato un protocollo d'intesa per la salvagurdia del tortellino verace bolognese,e tu osi confonderlo,ignominatamente,con il cappelletto???
Sei licenziata!!!

Maria Bertuzzo
01-12-09, 17:14
e per stimolarvi l'appetito,beccatevi queste delizie!!!
a quest'ora farci vedere queste leccornie! Diavolaccio!!

o a qualunque ora!

Adriana Peratici
01-12-09, 18:46
Adriana,tu confondi il diavolo con l'acqua santa!!!
Ma come,a Bologna ,da anni ,e stata raggiunta una intesa importantissima dall'Accademia del tortellino che ha,nientemeno,stilato un protocollo d'intesa per la salvagurdia del tortellino verace bolognese,e tu osi confonderlo,ignominatamente,con il cappelletto???
Sei licenziata!!!

Anch'io ho detto che il tortellino era bolognese, ma mi dici allora che cos'è il cappelletto? è la stessa cosa spostato un po' più verso Parma

Paolo Gruppuso
01-12-09, 19:49
Anch'io ho detto che il tortellino era bolognese, ma mi dici allora che cos'è il cappelletto? è la stessa cosa spostato un po' più verso Parma

Lo ribadisco, il cappelletto tradizionale ha origini romagnole,quindi è un piatto tipico della Romagna;Parma, fino a prova contraria è in Emilia,geograficamente parlando!
La leggenda vuole che il tortellino (che non è equiparabile al cappelletto per forma e contenuto), proprio per la sua forma,attorcigliato su se stesso,avesse la piu' bella caratteristica,oltre alla bontà:la strepitosa e sensuale somiglianza all'ombelico di Venere!!!
Il tortellino è costituito dalla cosiddetta cartella,la pasta tirata con il famoso mattarello,e il ripieno che, secondo le cosiddette "sfogline" bolognesi(le signore esperte della tradizione culinaria bolognese), si compone di:
carne di vitello;
lombo di maiale;
prosciutto;
parmigiano;
mortadella (variante che di puo' omettere);
noce moscata(appena,appena,l'odore);
eventuali opzioni prevedono anche il tuorlo d'uovo!!!
A questo punto vi lascio almeno sognare un delizioso profumo di un fumante piatto di tortellini in brodo,alla bolognese,naturalmente!
Il cappelletto, invece,ha la seguente composizione:
-Cappone;
-Vitello;
-formaggio primo sale;
-parmigiano;
-tuorlo d'uovo;
-noce moscata (pochissima).
A voi la scelta!

Paolo Gruppuso
02-12-09, 08:02
a quest'ora farci vedere queste leccornie! Diavolaccio!!

o a qualunque ora!

.....a proposisto,tanto per restare nel campo degli aforismi,delle citazioni di grandi pensatori,in questo caso faccio mia cio' che sosteneva il grande Oscar Wilde :"Resisto a tutto fuorchè alle tentazioni"!
I Diavoli poi,hanno tutto l'intersse a far cadere in tentazione.....

Paolo Gruppuso
02-12-09, 08:23
e per stimolarvi l'appetito,beccatevi queste delizie!!!

il prosciutto tagliato a mano è di Norcia(Pg)
il tartufo nero,è della Valtopina,nei pressi di Foligno(Pg)

Maria Bertuzzo
02-12-09, 21:03
Ora i dubbi sono tutti chiariti, e le tentazioni rimangono, anzi aumentano... la resistenza è sempre più fievole!!

Mi sono copiata tutto, per precauzione...
Il prosciutto di Norcia lo conoscevo, rigorosamente tagliato a mano, mi mancava la provenienza esatta del tartufo!

Adriana Peratici
06-12-09, 12:48
1100

Anche se la capanna è un po' traballante, portarlo in tavola è stato molto bello! :p:p:p

Adriana Peratici
06-12-09, 13:03
Dimenticavo di dire che la capanna traballa, perchè il panettone è farcito con crema di mascarpone, uova e zucchero! Magari il burro lavorato (se avete poi il coraggio di mangiarlo) raffreddandosi diventa più duro e sostiene di più il panettone!

Anche se piccolina sono contenta di essere riuscita a mettere l'immagine in rete :D:D:D

Maria Bertuzzo
06-12-09, 14:18
1100

Anche se la capanna è un po' traballante, portarlo in tavola è stato molto bello! :p:p:p

ci credo che è stato bello portarlo in tavola! Poi mangiarlo o meno è secondario...

violetta2004
06-12-09, 21:10
eh eh Paolo,che prelibatezze.....................................

e per stimolarvi l'appetito,beccatevi queste delizie!!!

Paolo Gruppuso
07-12-09, 08:47
eh eh Paolo,che prelibatezze.....................................

Stavo pensando al piatto ideale per te,cioè,l'abbinamento piu' propizio fra gratificazione della pancia e quella delle corde vocali!
Eppure ci deve essere un rapporto,se non proprio una equazione matematica,fra la qualità del cibo e la qualità della voce;sono certo che tu prediliga orientarti su certi piatti (certamenti appetitosi),piuttosto di altri, anche se ugualmente gustosi,per far piacere all'ugola!
Apriamo un dibattito interessante sull'argomento con te,ovviamente,come esperta moderatrice!!!

Paolo Gruppuso
07-12-09, 09:13
......in fondo non è molto distante dalla G O L A!!!

...nella padella friggono i fiori di zucca;
...dal salato al dolce;
....il colore caldo dei fiori di lenticchie( Castelluccio di Norcia ), per conciliare la digestione!!!

Adriana Peratici
07-12-09, 20:53
1130

Io una volta a Natale ho copiato l'edea , è stato un successo con tovaglia bianca, striscia rossa, tovagliolo bianco e tovagliolo rosso!:):):)

Adriana Peratici
11-12-09, 19:14
Voglio suggerirvi il modo per alleggerire i panzerotti alla piacentina che avevo dato la ricetta!

Eliminate il ragù. Mettete i panzerotti tagliati a cilindretti in piedi su uno strato di besciamella. Spolverate con abbondante parmigiano e qualche fiocchetto di burro. Infornate - Risultano più leggeri e delicati! -:p:p:p

Adriana Peratici
11-12-09, 19:19
Come sapete a Piacenza si fa il cenone di magro alla vigilia di Natale!
La ricetta va bene anche per ospiti inaspettati!
Prendere due polipi, lessarli, tagliarli a pezzetti e metterli in una bottiglia di plastica che avrete ridotto a metà. Pressarli bene! Se li mangiate subito lasciateli mezz'oretta nel congelatore per far si che siano ben compatti, se no li potete congelare! Quando li mangiate, liberateli dalla bottiglia di plastica, sarà un rotolo di polipo. Lo tagliate a fettine sottili, magari con l'affettatrice e lo condite come volete!
:p:p:p

Adriana Peratici
24-12-09, 16:15
1329

Tortelli di magro da condire con burro e salvia!:p:p:p

Adriana Peratici
24-12-09, 16:21
1331

Emma, la mia nipotina ha contribuito alla decorazione della torta!
Sulla cassata siciliana (strato di savoiardi, ricotta lavorata con zucchero e scagliette di cioccolato, marzapane di copertura) con accanto i panettoncini farciti alla crema di mascarpone, ha messo il pupazzo di marzapane fatto da lei, e innevato con zucchero a velo! Stasera le faremo tanti complimenti!:p:p:p

vitalba paesano
24-12-09, 16:37
L'anno prossimo.... mi vesto da papà Natale e vengo, con la scusa di portarvi gli auguri, dalle vostre parti. Quante leccornie e che abilità!!! auguri e buoin appetito a tutti! vp

Maria Bertuzzo
25-12-09, 11:50
tanti piatti sporchi da lavare...non ho il coraggio di cominciare!!:(

1333

maria luisa
29-12-09, 14:27
Quanta fatica ma che soddisfazione! (per il dopo basta vedere la foto che ha pubblcato Maria!)