PDA

Visualizza la versione completa : Ritorno allla normalità



gabrielle
05-01-09, 15:17
Non vedo l'ora che arrivi mercoledì e di tornare al ritmo di vita normale lasciandoci alle spalle la frenesia esagerata di queste feste che sono diventate puro consumismo e hanno perso il vero significato.Spero di non avere offeso nessuno dicendo questo.

ex Paolo
05-01-09, 17:28
Non vedo l'ora che arrivi mercoledì e di tornare al ritmo di vita normale lasciandoci alle spalle la frenesia esagerata di queste feste che sono diventate puro consumismo e hanno perso il vero significato.Spero di non avere offeso nessuno dicendo questo.

Condivido il tuo stato d'animo.Anche se ognuno di noi manifesta sensazioni personali che si discostono dagli altri....per fortuna,non siamo tutti uguali.L'omologazione è sempre imperante....le frenesie delle feste ci condizionano, a volte,ci amareggiano,ma,soggettivamente,devono prevalere i nostri sentimenti,per non confonderci con il gregge!
Un caro saluto,Paolo

Cristina Ricchetti
05-01-09, 19:16
Concordo con entrambi,
anche io non vedo l'ora di riprendere quella 'monotona' e
routinaria vita del solito, dove tutto sommato, ritrovo
molta più libertà e campo d'azione di quella di questi giorni,
a cui diamo spesso una valenza esagerata e non attinente
al vero senso d'origine.
L'essere umano ha sempre avuto la propensione a sfruttare
le circostanze per trarne profitto.
Le festività di qualsivoglia genere sono costellate di mode,
abitudini, fiere di vanità, sfilate di usi, costumi e tradizioni
che però, in tali credo e in quello della famiglia, riescono
a distribuire risorse attraverso più lavoro, facendo così girare
quei soldi già così pochi e in previsione pochissimi.
Da mercoledì torneremo a fare i conti con quello che ci aspetta
sia a livello politico economico che più direttamente a livello
di occupazione e delle sue prospettive.
Torneremo a poterci svincolare da quei doveri di solidarietà e
partecipazione che questa società limita a questi periodi e coloro
che vivono male la propria solitudine si sentiranno meno soli
semplicemente perchè anche chi in questi giorni era riuscito
ad avere compagnia, recupererà il suo naturale ruolo.

vitalba paesano
05-01-09, 19:59
Carissimi, leggendo i vostri interventi sul tema del ritorno alla normalità (perfetto stato d'animo anche per me) mi viene da riflettere che forse, a differenza dei più giovani, noi abbiamo conquistato una normalità che ben ci rappresenta, fatta di pieni e di vuoti, di solitudini e di momenti familiari o sociali, di attività e di riposo, di sicurezze e di curiosita'... insomma la nostra non è solo una bella normalità; penso sia la conquista di una vita. E scusate se è poco!!!??!!! Affettuosissimamente buon ritorno alle solite care cose a tutti! vp

Maria Bertuzzo
06-01-09, 12:03
succede anche che queste riunioni di Natale si fanno per compiacere qualcuno, e spesso mal volentieri, bisogna rispettare le tradizioni e a questo punto diventano talmente stressanti da desiderare che tutto finisca al più presto, naturalmente non è il vostro caso perchè non ho percepito questa sensazione da parte di nessuno.
Io quest'anno ho voluto cambiare, provare a non fare una cosa per forza, ho deciso che farò solo più le cose che desidero veramente d'ora in poi perchè la mia vita è solo mia e voglio viverla così (proprio come quella filastrocca), non so se ho fatto bene o male, sono stata benissimo comunque e magari sarei stata bene anche se avessi fatto come gli altri anni. Non mi annoio mai neanche se sono sola. Per il prossimo anno, vedremo in seguito... ciao a tutti
maria
PS il giorno di S.Stefano sono scivolata in casa, ho fatto un bel capitombolo tanto che ho ancora male a un braccio da usare con fatica il mouse, sarà un segno? Anche l'anno scorso però avevo fatto un volo a casa di uno dei miei fratelli che mi ospitava, a questo punto non so proprio cosa mi convenga fare l'anno prossimo!

vitalba paesano
06-01-09, 12:08
Cara Maria, auguri innanzitutto per i tuoi dolori. Quanto alle cadute, mi viene un dubbio: che l'anno scorso tu sia caduta perchè un po' a disagio in casa di tuo fratello dove mi par di capire non avresti voluto essere, e che quest'anno tu sia caduta in casa tua forse sentendoti un po' in colpa per non aver accettao inviti. Mi sembra che adesso tu sia proprio pronta, in vista dell'anno prossimo, per decidere ciò che più ti fa star bene e senza pagare altri pegni! Un abbraccio. vp

Maria Bertuzzo
06-01-09, 12:52
grazie Vitalba, anch'io credo sia così;)

riflessi
06-01-09, 14:48
...per il tuo braccio, Maria, ... ora capisco perchè lo usavi con parsimonia...
ma quest'anno ti fili tutto liscio,fanciulla,eh?
qua la mano..ops...
no,la mano meglio no...
un sonoro bacetto:-)

gabrielle
06-01-09, 16:11
succede anche che queste riunioni di Natale si fanno per compiacere qualcuno, e spesso mal volentieri, bisogna rispettare le tradizioni e a questo punto diventano talmente stressanti da desiderare che tutto finisca al più presto, naturalmente non è il vostro caso perchè non ho percepito questa sensazione da parte di nessuno.
Io quest'anno ho voluto cambiare, provare a non fare una cosa per forza, ho deciso che farò solo più le cose che desidero veramente d'ora in poi perchè la mia vita è solo mia e voglio viverla così (proprio come quella filastrocca), non so se ho fatto bene o male, sono stata benissimo comunque e magari sarei stata bene anche se avessi fatto come gli altri anni. Non mi annoio mai neanche se sono sola. Per il prossimo anno, vedremo in seguito... ciao a tutti
maria
PS il giorno di S.Stefano sono scivolata in casa, ho fatto un bel capitombolo tanto che ho ancora male a un braccio da usare con fatica il mouse, sarà un segno? Anche l'anno scorso però avevo fatto un volo a casa di uno dei miei fratelli che mi ospitava, a questo punto non so proprio cosa mi convenga fare l'anno prossimo!

Spero tanto che il dolore al braccio passi velocemente.Concordo in pieno con te che ormai dobbiamo organizzare e passare le feste come piace a noi (nel limite del possibile) senza farci condizionare dagli altri.Un caro saluto.

Maria Bertuzzo
06-01-09, 17:29
per fortuna riesco a scrivere almeno, con un po' di parsimonia, ma sempre ogni giorno di più. Non preoccupatevi molto perchè per me cadere è una cosa abbastanza normale, per fortuna tranne qualche gesso, mi è sempre andata bene rispetto a quello che mi sarebbe potuto succedere, sono volata da tutte le parti dalla montagna al mare facendo delle tappe in città.
Adesso vado a fare un saltino su "amarcord", il ricordo mi è venuto in mente pensando al tuo nome Riflessi e ad un altro amico, vi lascio nella curiosità;)

riflessi
06-01-09, 22:01
ti ho lettoooooooooo...e mi è piaciuto immaginare...