PDA

Visualizza la versione completa : Panorami su SF e grandi collezioni d'arte



Giovanna Bianchi
26-08-08, 19:40
Giornata in citta’ alla scoperta dell’anima vera di San Francisco. Prima tappa, Nob Hill (http://en.wikipedia.org/wiki/Nob_Hill,_San_Francisco,_California), la zona più ricca e sofisticata, segnata da grandi alberghi, case lussuosissime e un saliscendi da vertigine, su e giù per le colline più nobili di SF. Restare in apnea con il motore acceso, a un semaforo rosso in cima a una di queste salite, costituisce una prova di “superamento stress” da non sottovalutare. Seconda tappa, le Twin Peaks (http://www.virtuar.com/ysf2/ap-Twin-Peaks.htm), le due colline gemelle che permettono, da una ampia terrazza, di vedere tutta la citt’a. Nebbia e nuvole leggere sempre all’orizzonte. Anche un traliccio di un ripetitore sembra emergere come un fantasma.
Quindi a tutta dritta verso Golden Gate Park (http://en.wikipedia.org/wiki/Golden_Gate_Park), miglia e miglia di verde super coltivato, ma nel rispetto naturale, cosi che tutto sembri li per caso. Giardino giapponese (http://it.wikipedia.org/wiki/Giardino_zen)di grande fascino e ambientazione geniale, giardinieri che spiumettano alberi e cespugli con una calma e una competenza certosina, mentre, a guardar bene, anche il più piccolo arbusto nella mente di chi ha ideato questo spazio rappresenta la miniaturizzazione di una pianta a pieno volume. Quindi De Young Memorial Museo (http://it.wikipedia.org/wiki/Young_Memorial_Museum), tante collezioni moderne soprattutto, e non solo di pittura, ma di tessuti, di arte decorativa, arte africana, americana e altro ancora. Vediamo la bella raccolta di Pittura americana del XX secolo e contemporanea, con nomi che sappiamo importanti: Dove, Sheeler, Hopper, Demuth. Quindi tappeti preziosi, dal 700 in poi dell’arte del Turketsan. sono tappeti, paraventi per porte di ingresso, coperture per cammelli, tappeti da preghiera e dietro una vetrina anche alcuni tappeti tagliati a mo di cappe da signora. Perchè nel Turkestan le donne si vestivano con quello che sapevano fare.
Cena a due passi da Powell street, in Ellis road 63, da John’s (http://www.unionsquaresf.net/finedining.htm): pesce e carne grigliata, ottimo rapporto qualita’ prezzo, poca luce ai tavoli, ma forse qualche volta è meglio. Ciao! Giovanna

gianna
22-10-08, 14:28
Io non sono mai stata a SF è un paicere saperne di più grazie ai tuoi racconti! :D

piacere di conoscerti!

mari
27-10-08, 14:31
il mio ultimo viaggio è stato in Grecia, col liceo classico di Sanremo, una delusione...in pulman mentre ci trasferivano da un sito all'altro, l'interprete ci raccontava la storia dei posti dove eravamo...qui "sorgeva" il tempio di...però il tempio non c'era più e si vedevano solo rovi e catapecchie abusive, l'arco di Adriano c'era, peccato che sembrasse la porta d'ingresso di una palazzina costruita a 10m di distanza.
I musei invece sono stati decisamente interessanti, il cibo ottimo e i ns ragazzi molto educati...i greci invece li ho trovato molto nervosi e mi hanno schiarito le idee sul perchè fossero sempre in guerra con tutti..

panda54
27-10-08, 14:54
Non sei la prima che sento parlare così a proposito di grecia, mari!

Dalle tue parole deduco che sei un'isnegnante, vedo errato?

mari
28-10-08, 16:44
ci sei andato vicino, sono solo la moglie del preside..