PDA

Visualizza la versione completa : Una domanda sulla telefonia



Matteo Bertili
24-01-09, 09:34
Sono frequentemente all'estero e a Bankok ho visto telefoni cellulari a doppia scheda a prezzi davvero competitivi. Sono dei "falsi d'autore", ma mi sono domandato se ci si può fidare ad acquistarli o se, una volta arrivati in Italia, si scopre che sono inutilizzabili. Qualcuno ha esperienza diretta o ne ha sentito parlare? Grazie. Matteo

Attilio A. Romita
25-01-09, 18:40
Teoricamente dovrebbero funzionare, se costano poco vale la pena di tentare. Buona fortuna;):confused:

Roberto Gioffredi
25-01-09, 19:56
Sono reperibili in rete documenti (recensioni e video) che evidenziano le caratteristiche delle imitazioni di telefonini di successo che sono perfette esteriormente, perfino nella confezione, nel manuale di istruzione ecc.
Ho visto imitazioni Nokia (ed altre) che sono acquistabili in rete a 145€ (comprese le spese di spedizione) a fronte degli originali che costano 650€.
Le differenze sono notevoli e ne cito solo alcune:
Peso inferiore di quasi il 50%.
Fotocamera da 1Mpixel invece di 5 Mpixel.
Come software non è Symbian.
GSM invece di UMTS.
Risoluzione video nettamente inferiore.
Emissione di onde elettromagnetiche molto dannose.
Ecc..
Sembra che queste vendite abbiano successo.
Io preferisco tenermi il mio vecchio Nokia 3610 piuttosto che comperare e finanziare dei truffatori.

vitalba paesano
25-01-09, 20:10
Grande risposta, Roberto! se la domanda di Matteo è sicuramente legittima, mi pare che la "convenienza" individuata da te vada a vantaggio dei soli prodotti originali. Senza contare l'aspetto morale (ma qui non insisterei) ! mi sembra importante fare riferimento al mondo del lavoro, dove i "falsi d'autore" dilagano e rovinano l'immagine forse ancor più del business. vp

Attilio A. Romita
26-01-09, 02:10
Giusta, condivisibile, ineccepibile ed eticamente corretta la posizione di Vitalba per quanto riguarda i falsi d'autore cioè i manufatti che oltre a copiare l'aspetto estetico riportano anche i marchi: queste sono realmente truffe.:)
Diverso è il caso di manufatti simili ad oggetti di marca, ma chiaramente falsi e senza marchi contraffatti. In questo caso si tratta di imitazioni legitime e chi le compra sa perfettamente cosa acquista e, viste le differenze di costo, sa perfettamente, o dovrebbe sapere, che sta acquistando un oggetto imitato con tutte le possibili magagne di una imitazione. ;)
Io penso che qualchevolta è giusto "educare" chi è così credulone e pensa di pagare un oggetto un decimo del suo valore commerciale noto, sempre ovviamente che il falso sia chiaramente visibile.:p