PDA

Visualizza la versione completa : Parliamo di lavoro?



vitalba paesano
24-10-08, 18:12
Forse non è argomento da weekend, ma andate a leggere in home page l'articolo intitolato Lavoro, un problema per il 56% degli Italiani (http://www.grey-panthers.it) . Il tema lavoro vi coinvolge? Vi sembra un buon argomento sul quale confrontarsi? Forse le nostre esperienze possono essere d'aiuto per altri amici over 50. Che ne dite?

Bruno Di Gioacchino
25-10-08, 13:16
Forse non è argomento da weekend, ma andate a leggere in home page l'articolo intitolato Lavoro, un problema per il 56% degli Italiani (http://www.grey-panthers.it) . Il tema lavoro vi coinvolge? Vi sembra un buon argomento sul quale confrontarsi? Forse le nostre esperienze possono essere d'aiuto per altri amici over 50. Che ne dite?

E' un argomento "enorme" ! E' un argomento che coinvolge la vita di ciascuno e che, in questo momento storico e sociale, trova coinvolti in maniera "pesante" anche gli over 50.:cool:

Ho provato spesso ad introdurre, in altre discussioni, questo argomento ma è "terreno sdrucciolevole" sopratutto per gli over 50.

Anche io avrei tanto da "scambiare" in merito.

vitalba paesano
26-10-08, 18:26
E' un argomento "enorme" ! E' un argomento che coinvolge la vita di ciascuno e che, in questo momento storico e sociale, trova coinvolti in maniera "pesante" anche gli over 50.:cool:

Ho provato spesso ad introdurre, in altre discussioni, questo argomento ma è "terreno sdrucciolevole" sopratutto per gli over 50.

Anche io avrei tanto da "scambiare" in merito.


Caro Bruno, sono lieta che tu sia disposto a raccogliere l'invito. Mi piacerebbe che questo sito aiutasse tutti a un utile scambio di idee, di sentimenti e perchè no, anche di suggerimenti e proposte.E se il tema è caldo, sono ancora più lieta... Comincia, dunque... e grazie. vp

vitalba paesano
27-10-08, 07:54
Buona giornata a tutti. Vi segnalo un link utile a chi voglia conoscere altre opinioni su lavoro e over 50. Cari saluti a tutti. vp
http://it.answers.yahoo.com/question/index;_ylt=AimTF5Dx1j6R3DK7O_rL7UO5Qhh.;_ylv=3?qid =20081026135308AAkXMnY

ombra
27-10-08, 08:24
Ciao Vitalba, ti ho già risposto su answers, comunque, giusto per riassumere, avere smesso di lavorare mi ha buttato in una grande tristezza. Ce la sto mettendo tutta per spendere il mio tempo in modo utile (voglio ancora imparare e sono diventata di nuovo un'allieva, ti informerò man mano, se vorrai); il martedì vado come volontaria alla bottega del commercio equo e solidale, il sabato mattina vado a dipingere, insomma, conto di riappropriarmi del mio umore sempre allegro e di lasciare alle spalle questo ultimo periodo che non mi assomiglia per niente. Un caro saluto, Ombra. :)

vitalba paesano
27-10-08, 11:20
Cara Ombra (non mi piace questo nome, sono convinta che ne hai uno molto più bello, tuo personale, che ti rappresenta di più!), ho passato anch'io qualcosa del genere e so cosa significa. Hai tutta la mia comprensione. Come vedi, io... mi sono inventata grey-panthers e adesso sono contenta. Volontariato per volontariato, perchè non ti appropri di un pezzetto di questo sito e lo fai tuo? Non so quali siano state le tue competenze professionali o quali siano le tue passioni, ma quando ho messo su questo progetto (e ci ho lavorato a tavolino un paio di anni), ho pensato a una comunita' di reciproco scambio: l'ex avvocato che fa l'avvocato del gruppo, e così l'architetto o il medico che hanno smesso di esercitare, ma anche chi sa fare lavori manuali, chi sa spegare come far funzionare il computer impallato o cambiare una lampadina. Mi piacerebbe proprio e sarebbe un modo per non perdere le proprie competenze acquisite nel tempo. Insomma, un sito di over 50 e anche oltre, alcuni gia' in pensione, ma non per questo costretti a pensarsi come tabula rasa, costretti a reinventarsi completamente. Macchè! Dai, Ombra, esci alla luce, e dammi una mano! Con molta simpatia. Vp

Bruno Di Gioacchino
27-10-08, 11:47
Caro Bruno, sono lieta che tu sia disposto a raccogliere l'invito. Mi piacerebbe che questo sito aiutasse tutti a un utile scambio di idee, di sentimenti e perchè no, anche di suggerimenti e proposte.E se il tema è caldo, sono ancora più lieta... Comincia, dunque... e grazie. vp

Comincio !

Chi di voi mi suggerirebbe una idea imprenditiva da mettere in atto ?
Dovrebbe essere una idea che richieda un capitale totale (non da versare immediatamente) non superiore a 150.000 per persona/socio. Dovrebbe essere un'idea da attuare nei settori dei servizi alle persone o dell'energia rinnovabile o del turismo o della salvaguardia dell'ambiente o della ristorazione biologica e tradizionale o della cultura e formazione o, della salute e del benessere psicofisico o, in fine, dello sport.
Dovrebbe essere un'idea che possa occupare, affiancati, giovani ed over50, uomini e donne perchè gli uni impegnano l'energia e la fantasia e gli altri mettono in campo la disponibilità, il tempo e l'esperienza umana.
Dovrebbe essere un'idea che si possa realizzare in qualunque località italiana (meglio se vicino al mare).
Sarebbe bellissimo se fosse un'idea che si potesse realizzare con persone dislocate in tutta Italia e, in contatto diretto tramite la rete.................

Non dovrà essere un "passatempo" ma un'impresa che dia soddisfazione e che faccia sentire tutti utili.

Ho lanciato il sasso ! :D

Cristina Ricchetti
27-10-08, 13:15
eccomi a parlare un attimo di una questione tanto delicato che io vivo
da molto tempo, non sono mai riuscita, dopo le mie gravidanze, a
reinserirmi nel mondo del lavoro in modo stabile e soddisfacente.
L'essere madre e la tuttofare di casa mi ha tolto quelle sicurezze e quella
determinazione di cui durante l'universita' mi sentivo impregnata.
L'aspetto culturale e il vissuto a me circostante e' riuscito a farmi
sentire inadeguata a ricoprire ruoli professionali che via via mi venivano
proposti e sono scivolata, come la maggior parte delle donne
italiane senza lavoro e con famiglia, nella certezza che il mio unico ruolo
potesse essere quello di madre, moglie e figlia e per ottemperare al
meglio a questi ruoli non avrei dovuto 'inquinarli' con un lavoro fuori
casa. Il risultato e' stato un fallimento su tutti i fronti perche' non
esiste alcuna vera dedizione se non e' supportata da una solida
autostima e questa si costruisce solo quando si e' socialmente apprezzati,
quando si e' visibili nel fare, quando c'e' un confronto col mondo, con
la diversita' e quando si partecipa, comunque sia, con la testa, con
le mani, con il cuore, alla costruzione di questo benedetto, bellissimo e
unico mondo che ci ritroviamo.
Tutto questo riguarda il mio intimo pensiero che sicuramente poco ha a
che fare con l'argomento che vitalba ha inteso affrontare in questa
sezione, quindi mi scuso con voi tutti che mi leggerete, e, voltando
pagina, la questione del lavoro in tale contingenza e', a mio parere
drammatica e pericolosa...licenziamenti paventati, blocco assunzioni,
precariato, sicurezza e nero, sempre piu' lavoro nero, sfruttamento ed
evasione, blocco dei fidi da parte delle banche, forza lavoro in campo
sempre piu' debole, delocation e l'elenco non ha fine dove la questione
over50 e' naturalmente una di queste affiancata dall'incertezza dei
soldi accantonati in assicurazioni, fondi pensione e il come dove e
quando della quiescenza stessa...ciao, cristina

ombra
27-10-08, 13:25
Cara VP, quella di partecipare attivamente potrebbe essere un'idea, però la mia paura è quella di non staccarmi più dal pc!!
Inoltre non mi reputo specializzata in una cosa in particolare, piuttosto so fare cose diverse e tutte non da "guru"!! ciao

Bruno Di Gioacchino
28-10-08, 09:09
Cara "cristina.r"

Ecco ! Ciò che hai "buttato fuori" tu, è una parte e ben sostanziosa del problema !

Mi sei piaciuta e ti ho letta tutto d'un fiato percependo il tuo disagio e tutti i sentimenti contrastanti che ti si agitavano dentro mentre scrivevi.

Io ho più volte perso il lavoro da "dipemdente" aziendale :mad: cosa che certo ha dato tremende "botte" alla mia autostima:( ma non ho deciso di fermare la mia vita ed intendo renderla ancora "utile" :cool:

vitalba paesano
28-10-08, 13:36
Carissimi, un breve commento leggendo gli ultimi due interventi. Penso, per contrasto, ai tanti usi di internet, alla superficialità di certi messaggi, di certi scambi di idee in rete..E mi convinco sempre di più che aver creato questo spazio per noi sia stata una buona idea (a proposito di autostima!) perchè qui trovo esperienza, riflessioni, spessore, sostanza, insomma vita! Grazie a tutti. Ho molta fiducia ... in noi. vp

Cristina Ricchetti
28-10-08, 13:44
ti ringrazio appunto per aver 'faticato' a leggermi e a sopportare
cotante menate che in realta' potrebbero rispecchiare sentimenti
e condizioni ben piu' diffuse, forse ti sono piaciuta perche' con
sincerita' ho espresso disagi che l'universo intero almeno per un
istante ha provato, cosi' da sentirci pezzetti di un grande e
complicatissimo puzzle. Mi sono da poco arrivati 'rumors' sul
fatto che la recessione sostanziosa non sarebbe ancora nel vivo e
gira aria di 'sbaraccamento', di 'pausa forzata', di 'stiamo a guardare
cosa succedera', la sensazione che una PAURA generalizzata possa
automaticamente creare cio' che altrimenti non avverrebbe se non
in forma minima, sta diventando quasi una certezza... ci vorrebbe
un cambiamento di vento e chissa' che questo non possa essere
innescato gia' settimana prossima con le elezioni politiche statunitensi,
cosa ne dici bruno, potrebbe essere una spinta ad un cambiamento
in senso ottimista generalizzato? potrebbe aiutare a spegnere la paura
e tornare a sperare, a sognare, ad aver voglia di costruire sulle
macerie un futuro luminoso per noi e i nostri ragazzi?
ciao e grazie ancora ,cristina

Cristina Ricchetti
28-10-08, 13:52
Carissimi, un breve commento leggendo gli ultimi due interventi. Penso, per contrasto, ai tanti usi di internet, alla superficialità di certi messaggi, di certi scambi di idee in rete..E mi convinco sempre di più che aver creato questo spazio per noi sia stata una buona idea (a proposito di autostima!) perchè qui trovo esperienza, riflessioni, spessore, sostanza, insomma vita! Grazie a tutti. Ho molta fiducia ... in noi. vp

ho letto solo ora il tuo commento, sei discreta, profonda, e se oggi io
stessa scrivo su questo forum e' solo ed esattamente per il motivo e
la condizione che hai espresso, ti percepisco bene sai, sei sempre con
noi, passo, passo, attenta, vigile ma ci lasci crescere e cercarci con il
distacco di un bravo 'genitore', ti ringrazio e ti leggo sempre con
entusiasmo, cristina

Bruno Di Gioacchino
29-10-08, 10:58
ci vorrebbe
un cambiamento di vento e chissa' che questo non possa essere
innescato gia' settimana prossima con le elezioni politiche statunitensi,
cosa ne dici bruno, potrebbe essere una spinta ad un cambiamento
in senso ottimista generalizzato? potrebbe aiutare a spegnere la paura
e tornare a sperare, a sognare, ad aver voglia di costruire sulle
macerie un futuro luminoso per noi e i nostri ragazzi?
ciao e grazie ancora ,cristina

Certamente il personaggio Obama (perchè credo e spero che sia lui) potrà ridare "un attimo" di tregua a quel Paese "folle" che io ritengo sia l'America !

Ma saremmo miopi se pensassimo che il cambiamento di cui ha necessità questo Pianeta, stia tutto nel cambio del presidente USA !

Alcuni anni or sono, partecipando ad un seminario di formazione personale, mi si diceva che entravamo nell'età dell'Aquario e che questa sarebbe stata una epoca difficile e colma di preoccupazioni ma anche generatrice di cambiamenti epocali. Allora mi parve una idea "folcloristica", oggi so perchè lo vivo, di cosa mi parlavano.

E' venuto meno il tando decantato e voluto capitalismo liberista dove il "mercato" non doveva avere lacci e lacciuoli, bisogna ricominciare da capo speando che i Governi abbiano, finalmente imparato la lezione !

Il pianeta non potrà mai e poi mai sopravvivere se si "umiliano" così profondamente coloro che soffrono, coloro che non hanno il capitalismo "sulla punta delle dita", coloro che chiedono più giustizia per una vita dignitosa !

Mi viene spesso in mente l'ultimo pensiero che ho letto di B. Kennedy a proposito del PIL, cercalo in rete, ascoltalo e leggilo e, come me, ti schiaffeggeresti a non aver capito prima quanto le persone "illuminatre" professano già da sempre !

I nostri figli ? Si, io credo che ci sarà un futuro migliore per i nostri figli e per i nostri nipoti a condizione che molti, molti, molti più dei nostri figli e nipoti di oggi non accettino più di "essere arrivati", di "star comodi" perchè la libertà si crea con sforzo e lavoro e si deve difendere con le unghie e con i denti e la scuola, la nostra scuola che è crollata anch'essa, dovrebbe insegnare questo ai nostri figli ed ai nostri nipoti...........essere "se" e non solo un componente di una società che ha bisogno che loro diventino questo o quell'altro o meglio che loro "non pensino".

Auguro ai nostri figli ed ai nostri nipoti di non dimenticare MAI e poi MAI i propri sogni, i propri desideri e di coltivarli con determinazione fino a realizzarli.

Ma cosa auguriamo a noi stessi ? Cosa desideriamo per noi stessi ? Questo è altrettanto importante di quanto desideriamo per la nostra discendenza perchè anche noi siamo su questo Pianeta e ne partecipiamo alla vita.

..................................

Cristina Ricchetti
29-10-08, 11:38
. "Solo quando l'ultimo fiume sarà prosciugato quando l'ultimo albero
sarà abbattuto quando l'ultimo animale sarà ucciso solo allora capirete
che il denaro non si mangia."

carissimo bruno sono queste, in parte, le parole del famoso discorso di
robert kennedy sul PIL, pronunciate tre mesi prima di essere ucciso?
grazie per avere estrapolato e ricordato questo discorso da illuminato
e illuminante per chi lo ascolta o lo legge. Sono in piu' d'accordo che
non potra' certo essere solo l'elezione di un presidente a cambiare il
mondo, nella sua logica scriteriata, ma in un momento cosi' poco
ottimista, mi sembra che anche dovesse perdere le elezioni obama, si
sprofonderebbe ancor piu' nello sconforto economico e sociale......
nel senso che da qualche parte deve pure iniziare un minimo di
cambiamento di rotta...quanti in questi ultimi anni si sono impoveriti
e quanti si sono arricchiti lasciando un conto astronomico da pagare
a quella parte di societa' piu' debole ed esposta....ciao...buona giornata
cris

vitalba paesano
02-11-08, 18:11
Carissimi, visto che il problema lavoro non è una quisquiglia, vi segnalo questo prezioso link che porta a una summa di interessanti notizie. Buona lettura. vp
http://www.centromaderna.it/bd_cerca.php?indice=si&id_cat=118&desc=Lavoro%20nella%20terza%20etÃ

Bruno Di Gioacchino
03-11-08, 06:55
E' vero, Vivalba ! Ma allora perchè, al di la di te, cristina e me, non ho letto altri contributi sull'argomento ?

Forse il problema non coinvolge nessuno degli altri lettori/frequentatori di questo portale ?:rolleyes:

Perchè la fatidica esperienza degli over 50 non viene fuori con pensieri, commenti, considerazioni, desideri, idee, progetti, vita, insomma ? :cool:

vitalba paesano
03-11-08, 11:31
Caro Bruno, ci sono persone espansive, estroverse, che parlano di sè con naturalezza e disinvoltura, sicuri a priori di essere capiti, fiduciosi dell'attenzione degli altri. E ce ne sono altre, ugualmente sensibili e attente, che per pudore, per timidezza, per esperienza, diffidono dal manifestare i propri sentimenti, che hanno metabolizzato spesso con difficoltà e forse anche sofferenza. Io credo che in questo momento, su questo sito, ci siano entrambe queste categorie di persone. Quindi, ancora una volta, non penso di dover soprassedere sull'argomento (basta vedere anche sulla rete quanto sia attuale). Penso che poco per volta il cerchio dei "parlanti" si allargherà, con naturalezza e spontaneamente, senza forzature. Del resto, anche noi che ci siamo raccontati... beh, diciamolo, ce la siamo cavata con poche frasi, come se una sintesi bastasse. Entriamo nel vivo, raccontiamo esperienze anche di amici, forse aiuteremo i più ad esprimersi... tutto serve a sentirci in compagnia di fronte al problema. Buona giornata a tutti... scriventi e lettori! vp

Anna Cittadini
03-11-08, 11:44
Mi sento chiamata in causa, dall'intervento di Vitalba e, allora vi racconto la mia storia di lavoro che è anche una storia di vita. Insegnante di istituto superiore (insegnavo scienze), ho incominciato molto giovane, prima come supplente, poi di ruolo, trovando nei ragazzi e nel rapporto nascente tra loro e la cultura, grande soddisfazione. Poi mio marito accetta un lavoro all'estero e io lo seguo; interrompo, pazienza, con un anno sabbatico (che in quel momento era consentito se giustificato). Ritorno in Italia e ricomincio. Poi due figli, quindi due maternita', poi un'altra trasferta all'estero, questa volta per quattro anni e con tutta la famiglia. Lascio, perciò la scuola, al momento senza rimpianti. Quelli sono venuti fuori più tardi, quando mio marito mi ha lasciata e i miei figli, entrambi maschi, hanno scelto come il padre, le strade del mondo. Io sono tornata a casa in Italia e li vedo a Natale e durante l'estate. Mi manca la scuola e mi accorgo solo ora di aver fatto un errore. Adesso seguo qualche ragazzo con lezioni private che mi pare servano più a me che a loro. Ora mi considerate dei vostri? anna

Bruno Di Gioacchino
04-11-08, 08:01
benvenuta, Anna ! ;)


Sai cosa, Vivalba, è che, alla mia età (57), tutto quello che non mi aiuta ad arrivare il più vicino possibile alla soddisfazione dei miei bisogni (sopratutto psicologici di autostima ed autorealizzazione) mi appare come una tragica "perdita di tempo" !
Non mi sembra di aver più nulla da nascondere e da nascondermi ! Di errori ne ho fatti tanti ma desidero andare verso il mio destino futuro più soddisfatto di quanto sono oggi !
Degli "altri" ho bisogno ! Come ne hanno tutti ! Solo che io lo dico aspettandomi, dagli altri, un apporto di conoscenza e di esperienza unito al desiderio di "fare" ed andare avanti verso un futuro che può essere migliore !

salutoni !

vitalba paesano
04-11-08, 12:22
Come ti capisco! Sai che il giorno 6 a Milano, c'è un mega-seminario che parla di noi over 50, dei nostri bisogni, delle esigenze e delle aspettative... se ce la faccio vado a seguirlo perchè sentire delle belle conferme aiuta. Poi vi racconto, almeno che qualcuno voglia addirittura venirci! Avrai... pane per i tuoi denti, a breve! ciao.vp

Cristina Ricchetti
04-11-08, 16:23
caro bruno vorrei solo esprimerti la soddisfazione che alle volte provo
nel leggerti, hai un animo, uno spirito, meglio sei un giovane
uomo pieno di risorse, e' veramente difficile distinguerti da chi, anche
solo per eta' e' carico di 'spinte' e motivazioni al fare e quindi alla vita,
sei un esempio, e ti ringrazio per questo....ciao, cristina

Bruno Di Gioacchino
05-11-08, 08:55
sai, Cristina, non solo ho 57 anni, ma sono anche un portatore di handicap (come si suol dire) perchè a sei mesi di vita, ho contratto la polio alla gamba destra...........ho condotto (da ragazzo) e conduco lo scooter, la mia Vespa Granturismo, ho imparato a condurre ed ho condotto la barca a vela, sono sempre andato e vado in bici, mi è sempre piaciuto viaggiare e scoprire luoghi nuovi che ho scoperto conducendo il camper per 11 anni............mi appassionava cantare ed ho cantato sul palco da ragazzo a Napoli e da adulto a Torino, mi piaceva (perchè ho imparato da mia madre) cucinare e cucino buoni piatti ragionali.................ma sono molto "solo".......gli altri, quando non sono più stato io in grado di "dare", sono scomparsi dalla mia vita..........sopratutto i miei coetanei con i quali non riesco a parlare di "futuro" del quale sembra si siano dimenticati...........mentre io VOGLIO un futuro !
Un futuro "utile", un futuro vivendo il quale "produrre" qualcosa di "utile" per me e per gli altri, un futuro nel corso del quale "condividere" con altri vittorie e sconfitte, un futuro che mi confermi che il mio "vivere" serva, abbia uno scopo.........

Cristina Ricchetti
05-11-08, 09:12
ecco, hai visto bruno? ho capito subito che eri, che sei, un
'ragazzo particolare' la tua spinta e' questo tsunami che ti ha
travolto nell'infanzia e tu lo hai saputo rielaborare a tuo vantaggio
facendo e pensando cose che molti altri 'normomessi' neanche si
provano a fare o pensare....ti ho afferrato, ragazzo, mi avevi
trasmesso inconsapevolmente la tua luminosa 'differenza', ciao,
ci risentiamo, cristina

Bruno Di Gioacchino
05-11-08, 09:23
..... almeno che qualcuno voglia addirittura venirci! Avrai... pane per i tuoi denti, a breve! ciao.vp

è tardi, non ce la faccio ad organizzarmi per venire ma.......mi raccomando, raccontaci tutto !:D

vitalba paesano
05-11-08, 11:13
Certo che sì, oltre a tutto mi diverte molto vedere... cosa pensano e dicono di noi e dei nostri bisogni! a presto, allora. vp

Cristina Ricchetti
06-11-08, 07:38
bisogni, esigenze, aspettative degli over50 ?...... mi piace stuzzicarti
un pò vitalba, il mio pensiero corre nella direzione che tutti siamo
in realta' giovani/maturi/anziani ed in noi ci sono le esigenze che tutte
le fasi della vita sollecitano e la nostra 'categoria', (brutta, bruttissima
parola) ha ragione di esistere solo nell'ampio contesto dell'esistenza
ovvero solo se relazionato costantemente con le altre 'pagine' del
libro della vita, non solo per eta' ma anche per spirito, condizione,
predisposizione e sentimenti ... se poi si vuole parlare di c/c bancari,
assicurazioni sanitarie, crediti al consumo, tessere varie che bypassano
e facilitano lo shopping, le consulenze, ect ect, e' tutta un'altra storia,
tutta un'altra questione ... a voi il testimone, buon seminario ciao

vitalba paesano
06-11-08, 11:47
Cara Cristina, raccolgo la simpatica provocazione, ma lascerei aperto il dibattito. Inutile ignorare che la nostra fascia d'età è un mercato nuovo per molti, lo dimostra il convegno della settimana scorsa a Roma, quello di oggi e domani a Milano, nonchè numerosi altri segnali (hai sentito della crema per il viso riservato alle over 70 appena uscita sul mercato?). Credo che noi, e intendo aderenti a questo sito, avremo modo, proprio in questo spazio, di verificare, valutare e discutere su iniziative e proposte che vedremo arrivare a noi vicino. Rifiutare tutto? perchè mai? Forse fra una decina d'anni se avessi un pacchetto di voucher per comodi taxi a prezzo agevolato, potrei rinunciare alla mia ora indispensabile auto, oppure accetterei di buon grado di servirmi della spesa on line di un supermercato scelto in libertà.... Dunque... parliamone e, se ci diverte, immaginiamoci pure quali beni e servizi vorremmo tra 4 o 5 lustri. potremmo anche farci ascoltare! Buona giornata. vp

Cristina Ricchetti
06-11-08, 12:12
aderisco, chi non vorrebbe agevolazioni e che tutto il mondo del business
si interessasse e risolvesse la ruga (mia mamma usa proprio quella crema
ed ha ottant'anni), abbassasse le tariffe, ci riempisse di buoni sconto,
ci agevolesse nelle questioni burocratiche, alleggerisse le tasse e via
discorrendo, vorrei solo che il mondo (utopia, lo so) spalmasse tutto
su tutti e non si percorresse piu' la strada di qualsivoglia privilegio sia
per eta' che per qualsiasi altro ordine sociale....esempio : gli over65
al di sotto di un certo reddito che pochi dispongono, non pagano un
centesimo per la diagnostica e le visite specialistiche convenzionate,
al contrario arriviamo a pagare anche duecento euro per degli esami
del sangue e parlo di ticket ... che dici, che dite, non sarebbe meglio
pagare meno, molto meno e pagare tutti ?? ciao

vitalba paesano
12-11-08, 20:46
Carissimi, vi segnalo con questo link un'iniziativa di cui ho avuto notizia. Forse può interessare alcuni di voi. Ecco il link
http://www.querciablu.it/?p=151
riguarda il lavoro e la possibilità di far sentoire la propria voce.
buona serata a tutti
vp

Bruno Di Gioacchino
18-11-08, 11:14
Carissimi, vi segnalo con questo link un'iniziativa di cui ho avuto notizia. Forse può interessare alcuni di voi. Ecco il link
http://www.querciablu.it/?p=151
riguarda il lavoro e la possibilità di far sentoire la propria voce.
buona serata a tutti
vp

Ho usato il tuo suggerimento !:cool:

Roberto Gioffredi
02-02-09, 12:41
Quando comparve questo post, manifestai la mia convinzione per dedicarmi, da pensionato, all'esclusivo appagamento di tante cose che non avevo potuto fare prima, escludendo ogni desiderio di lavoro...MA...
le cose poi si presentano..ti tentano..e..si cambia idea...
Dal 1° gennaio 2009 non esiste più la penalità sulla pensione in caso di lavoro effettuato sia come dipendente che come attività in proprio.
Nel modulo che riceviamo dall'INPS ogni inizio anno (non ricordo il nome), sotto al rigo riportante il ricalcolo aggiornato delle quote mensili e tredicesima, veniva riportato (fino all'anno scorso) il valore della decurtazione per ogni giorno lavorato eventualmente come dipendente o la quota mensile per prestazioni autonome.
Praticamente, la pensione veniva, nel primo caso, persa e nel secondo caso dimezzata. Stò citando il mio caso e potrebbero esserci differenze.
ADESSO come si potrà notare, nel modulo INPS suddetto non ci sono più questi valori ed in caso di lavoro (sia da dipendente che autonomo) la pensione resta intatta e non è necessario dare alcun avviso all'INPS.
Naturalmente i guadagni andranno poi dichiarati nella dichiarazione dei redditi dove avverranno eventuali conguagli.
Un'altro fattore interessante è che i contributi nuovi derivanti dal nuovi lavoro andranno ad incrementare la pensione (a tal proposito si dovrà fare richiesta e comunque non verrannno dati prima che siano trascorsi 5 anni dall'andata in pensione.Per chi ha invece compiuto 65 anni non vale il discorso dei 5 anni di attesa per la rivalutazione ma dovrebbe essere immediata.).
Queste sono informazioni che ho ricevuto dall'INPS e non essendo un 'reporter', sono un pò sommarie. Se qualcuno ha altre delucidazioni benvenga!
Ma adesso viene il bello! Partita IVA? Lavoratore dipendente? Lavoro a progetto?..Un caos...
Se qualcuno ha esperienza o informazioni in merito parliamone, per favore.
Ciao a tutti,
Roberto7

vitalba paesano
02-02-09, 14:33
Caro Roberto, la domanda e l'argomento sono "caldi" e meritano risposte oculate. Per quanto ne so, si possono avere contratti di collaborazione, senza partita IVA, purchè part time, l'importante per le donne è di aver superato i 60 e per gli uomini i 65, vi risulta? Se volete lavorare molto part time e molto sotto forma di volontariato.... mettiamoci d'accordo, cerco spalle! vp

Gabriele Chinellato
24-03-09, 22:24
Io ho perso il lavoro a giugno del 2008 e mi sono accorto che sebbene sia un geometra di cantiere di notevole esperienza non mi vuole nessuno.
Troppo giovane per andare in pensione e troppo vecchio per lavorare.

vitalba paesano
25-03-09, 06:49
Come non essere d'accordo con te, caro Gabriele? Ne abbiamo sentite tante di storie come la tua.... forse con la ripresa sperata dell'edilizia qualcosa potrà cambiare? Te lo auguro di cuore. vp

Maria Bertuzzo
25-03-09, 07:35
io l'ho perso a 40 anni, proprio all'inizio di questo declino e un lavoro simile, che sapevo fare bene, non l'ho più trovato...ero già vecchia a 40 anni!...
hai tutta la mia solidarietà!
Maria:)

Adriana Peratici
25-03-09, 07:57
A 50 anni si è veramente giovani per perdere un lavoro. Io spero che se hai figli questi stiano già lavorando oppure che le manchi poco. Perchè la preoccupazione è proprio questa, non poter più aiutare i i figli. A 50 anni se non si deve ancora badare ai figli, ci si può creare tanti interessi, e si può vivere bene in pensione! Auguri Adriana

Elena Pozzi
25-03-09, 09:59
Mi inserisco anch'io in questa discussione sul lavoro raccontando la mia esperienza
Ho vissuto molti anni all'estero e, rientrata in Italia, a 45 anni, mi è bastato pochissimo tempo per rendermi conto che, nonostante mi sentissi preparata ed in grado di fare tantissime cose, grazie anche alla conoscenza di diverse lingue, ero troppo vecchia anche persino per fare la baby sitter!!! Ho avuto fortuna e, vincendo un concorso, (senza "santi in paradiso"!!!) ho trovato un lavoro a tempo indeterminato ma..e qui sta il problema.. forse perchè per molti anni ho avuto la possibilità di "guadagnarmi la pagnotta" facendo cose che mi piacevano e per le quali mi sentivo qualificata, adesso... mi adeguo, con pochissima rassegnazione, ad un lavoro che, mi permette di vivere ma..che non è affatto stimolante .... Cerco e continuerò a cercare alternative e non voglio buttare la spugna anche se ci sono tutti gli elementi che indicano che è una "battaglia persa"...
Potremmo inventarci qualcosa insieme..mettendo in comune le nostre competenze.. Utopia forse..ma è bello almeno pensarci..

vitalba paesano
25-03-09, 11:12
Cara Elena, non so al momento se potremo fare qualcosa insieme, anche se per natura penso positivo e se grey-panthers è destinato a crescere... chissà. Certo aiuta raccontarsi e condividere, far circolare informazioni e diventare, questo è possibile, un "bacino di utenza". "vado su Grey-panthers per vedere se trovo una persona di fiducia per xy lavoro, attività, momento."... potrebbe diventare un plus di questo sito. :)Per esempio, perchè nella vostra scheda di registrazione o nella pagina del vostro pannello utente non cominciate a dirlo se siete in cerca di lavoro, dite quali sono competenze e aspettative... per ogni domanda potrebbe esserci un'offerta. Si incomincia anche così! vp

Bruno Di Gioacchino
25-03-09, 17:17
...tempo fa ho "lanciato" un messaggio su questo portale....................

...purtroppo il mondo del lavoro nel Mio Paese sta avendo durissimi colpi ed ora assurgono agli onori delle cronache anche gli Over 40 e 50 che vengono "espulsi" dal mondo produttivo.......

non racconto ora a tutti la mia storia che ho già raccontato a Vitalba ma approfitto del proseguimento di questo 3d per "rilanciare" e senza alcuna falsità, il messaggio : "Chi ha voglia di mettersi insiene per fare impresa ? "

....mi dispiace che solo ad Elena (che ha vissuto molti anni all'estero) sia passata per la mente questa idea; ciò la dice lunga su come Noi Italiani abbiamo una "marcia in meno" nell'osservare e valutare e prendere posizioni e decisioni in merito al lavoro......

salutoni a tutti e................

vitalba paesano
25-03-09, 17:50
...tempo fa ho "lanciato" un messaggio su questo portale....................

...purtroppo il mondo del lavoro nel Mio Paese sta avendo durissimi colpi ed ora assurgono agli onori delle cronache anche gli Over 40 e 50 che vengono "espulsi" dal mondo produttivo.......

non racconto ora a tutti la mia storia che ho già raccontato a Vitalba ma approfitto del proseguimento di questo 3d per "rilanciare" e senza alcuna falsità, il messaggio : "Chi ha voglia di mettersi insiene per fare impresa ? "

....mi dispiace che solo ad Elena (che ha vissuto molti anni all'estero) sia passata per la mente questa idea; ciò la dice lunga su come Noi Italiani abbiamo una "marcia in meno" nell'osservare e valutare e prendere posizioni e decisioni in merito al lavoro......

salutoni a tutti e................
E' vero, Bruno ci ha provato già una volta, ma eravamo ancora pochi, a lanciare su questo sito il suo appello operativo: "inventiamoci qualcosa, lavoriamo insieme". Credo che oggi il pubblico dei grey panthers sia più ampio e quindi maggiori siano le possibilità. Bisognerebbe incominciare ad analizzare competenze e aspirazioni, desideri e fattibilità: una vocazione difficile quella di diventare imprenditore di se stessi, ma anche qui l'unione fa la forza e questo spazio può essere utilmente utilizzato anche per questo. Proviamoci! vp

Elena Pozzi
26-03-09, 14:01
Mi interessa molto questo argomento... mi piacerebbe che davvero ci prendessimo la briga di sviscerarlo un po'.. io inizio facendo una proposta concreta.
Che ne dite se ognuno di noi, naturalmente con la maggior onestà possibile, facesse un breve elenco delle cose che crede di sapere o di saper fare bene, parla delle proprie capacità e/o competenze, e/o disponibilità, e magari, ci raccontiamo pure quale sarebbe, per noi, il lavoro che più ci gratificherebbe.....
Così inizieremmo a "valutare" le nostre forze.. e non è detto che non ne esca qualcosa di interessante.. so che siamo un po' "sparpagliati".. ma questo non costituisce un problema almeno nella fase iniziale "scambio di idee".
Mi sento entusiasta..e questo è un buon inizio Ciao a tutte/i da questa Milano oggi luminosa e soleggiata!

vitalba paesano
26-03-09, 15:02
Brava Elena, vedo che hai accolto anche tu l'idea di "dichiarare" quel che si sa fare perchè tutti sappiano e poi vediamo "cosa si fa". Suggerirei di farlo in uno spazio che mi affretto a predisporre nell'area wellness, perchè insieme a pensieri e letture, anche il lavoro fa star bene! vp

Cristina Ricchetti
26-03-09, 15:03
Avevo già pensato in passato di scrivere in questa sezione per proporre una specie di 'agenzia' di offerte e richieste di lavoro per over 50, oppure per ampliare i relativi discorsi sulle esperienze personali lavorative verso proposte anche di singoli ad aggregazioni imprenditoriali o per sfruttare lo spazio aprendo discussioni che potessero sfociare in interessi e idee che trovassero partner interessati ad elaborare progetti comuni.
Avevo altresì desistito perchè mi sembrava ancora un 'circolo' di utenti ristretto e quindi non ancora adeguato a 'pescare' in un mare vastissimo di idee e soggetti disponibili.
Le cose potrebbero essere cambiate.

Elena Pozzi
27-03-09, 13:52
Allora..inizio io a rompere il ghiaccio.
Per molti anni ho insegnato italiano all'estero ed era qualcosa che mi divertiva molto. Tornata in italia, per un breve periodo ho insegnato spagnolo agli italiani, ho lavorato come interprete ed ho fatto traduzioni.. ma erano tutti lavori troppo precari per permettermi almeno un minimo di stabilità economica per cui, mio malgrado, ho adottato una situazione, per me di ripiego (anche se di questi tempi sembra quasi vergognoso dirlo...) un lavoro "fisso".
Cosa so fare? A parte la conoscenze delle lingue (spagnolo, francese, un inglese da rinfrescare ed un po' di portoghese) so usare bene le nuove tecnologie. Il mio primo computer.. era una scatola vuota che aveva bisogno di un floppy per far partire il sistema operativo. Niente mouse ..solo una sfilza di F5, F7, F12, ecc.. da ricordare per le funzioni necessarie.. In quell'epoca traducevo Tex e il mio bravo 286 (!!!) mi facilitava non poco il lavoro. .Sono assolutamente autodidatta, ma molto curiosa e mi diverte la tecnologia. Vado quasi quotidianamente in siti di informatica ed ho imparato molto anche se, come ben sapete, non è mai abbastanza..Il sogno che avevo un po' di tempo fa era di dedicarmi all'insegnamento,con l'ausilio dei numerosi software presenti in commercio che facilitano l'apprendimento anche della tanto temuta matematica, a persone, bambini in particolare ma anche adulti con qualche handicap (non vedenti o con difficoltà auditive per es.) che avessero serie difficoltà di apprendimento. Per molto tempo ho seguito il problema della dislessia, causa frequente dell'insuccesso scolastico e sono fermamente convinta che sarebbe "gestibile" con un approccio idoneo. Il sogno esiste ancora..diciamo che l'ho accantonato per ora per problemi di altro ordine ma.. non l'ho mai abbandonato.
Cosa non so assolutamente fare? Vendere.. Credo non riuscirei a vendere acqua nel deserto..
Per il resto.. ci sono altre cose che mi interessano e che, potrei affrontare con competenza magari da acquisire..
E' chiaro che.. queste sono solo informazioni sommarie..eventualmente da integrare ma per oggi credo basti.. Ancora un saluto a tutti..

vitalba paesano
27-03-09, 20:58
Grazie Elena, per la sincerità. Mi è venuta un'idea, ma rifletto qualche giorno e poi ti dico. intanto un abbraccio... in tutte le lingue che conosci! vp

vitalba paesano
27-03-09, 21:33
Per favore, utilizzate il forum apposito sul LAVORO! l'ho aperto apposta per creare un'area monotematica su un tema che vi sta a cuore. Grazie! vp