PDA

Visualizza la versione completa : Pubblica Amministrazione: come la vogliamo?



vitalba paesano
11-05-09, 11:55
Leggete prima questo post it per capire la premessa:
http://forum.grey-panthers.it/showthread.php?t=460

"Il FORUM PA 2009 si situa in un momento molto particolare in cui la crisi economica globale, di cui leggiamo e ascoltiamo tutti i giorni, erode alcune delle nostre sicurezze di base: il lavoro, la sicurezza economica, il futuro.
In questo contesto la pubblica amministrazione e, in genere, l'azione pubblica, assumono un ruolo fondamentale. Da una parte, infatti, rappresentano un grande mercato anti-congiunturale a cui le imprese guardano come ancora di salvezza, dall'altra parte sono un bacino molto importante di produttività da recuperare e di incremento di PIL che può derivare da un utilizzo migliore delle risorse.
Ascolta la presentazione del Ministro Brunetta (http://portal.forumpa.it/story/46490/il-ministro-per-la-pa-e-linnovazione-un-forum-pa-senza-carta)
FORUM PA 2009 ha proprio questo obiettivo: parlare di una PA più efficiente, migliore e lungimirante, una pubblica amministrazione in grado di farci uscire o di aiutarci ad uscire dalla crisi. Nello specifico tre sono gli impegni di questa edizione: il primo è di dare conto ai clienti della pubblica amministrazione, dare conto ai cittadini e alle imprese. In questi 12 mesi le imprese e i cittadini hanno visto annunciare una serie di cambiamenti, li hanno giudicati in maniera diversa, a seconda delle loro idee politiche e dei loro interessi. Ma è necessario dar loro conto di quello che è successo realmente nella PA e nelle varie politiche verticali così importanti per il Paese: dall'energia al welfare, dall'istruzione alla giustizia. FORUM PA farà questo: darà conto.
A FORUM PA la sezione espositiva ospiterà la "Piazza della PA Amica (http://expo.forumpa.it/page/46507/la-piazza-della-pa-amica-a-forum-pa-09)". info@forumpa.it (http://javascript<b></b>:location.href='mailto:'+String.fromCharCode(105,1 10,102,111,64,102,111,114,117,109,112,97,46,105,11 6)+'?')
Secondo grande impegno è quello di spingere la PA a lavorare insieme. Mentre il primo obiettivo si rivolge a cittadini ed imprese, il secondo è rivolto al pubblico impiego: come si fa a lavorare insieme per creare una PA amica? Certo non è semplice in un sistema molto articolato come quello delle amministrazioni pubbliche, che vanno dall’Unione Europea al piccolissimo Comune, lavorare in sinergia per l’obiettivo comune che è servire il cliente. Ma la condivisione delle esperienze di successo può aiutare a lavorare meglio. Per questo FORUM PA racconterà le migliori prassi, dagli obiettivi del progetto PA Amica agli interventi delle Regioni e degli Enti locali, per presentare le azioni positive per il miglioramento della vita dei clienti, per il miglioramento dei servizi che a loro sono offerti e per la restituzione del valore che il cliente della PA paga attraverso le tasse.
Terzo grande impegno è quello di premiare i migliori. L'anno scorso aprimmo il FORUM PA ‘08 con Renato Brunetta che fustigava i fannulloni. L'obiettivo di quest'anno è mettere in evidenza le cose migliori che sono state fatte, premiare le esperienze più meritevoli, premiare gli impiegati pubblici che si sono rivelati migliori sia per la fantasia impiegata nel gestire la cosa pubblica, sia in quanto a capacità di amministrare le risorse. Lo faremo in varie occasioni.
Un premio specifico sarà assegnato dal Ministro Brunetta: si chiama - con un titolo che è già abbastanza esplicativo - Lavoriamo insieme (http://www.premiolavoriamoinsieme.it/) e si concentrerà su 4 grandi temi: e-government, semplificazione, lotta alla corruzione e pari opportunità. Anche FORUM PA ha i suoi premi. Uno lo conoscete già; è quello che abbiamo lanciato l'anno scorso e che quest'anno riproponiamo, chiedendo alla nostra community di individuare l'innovatore dell'anno (http://innovatori.forumpa.it/). Sarete voi che leggete la nostra newsletter e che navigate sul nostro sito ad indicare chi, secondo voi, è l'innovatore dell'anno votandolo on line. Infine un terzo importante premio, che realizzeremo con la collaborazione della Presidenza del Consiglio dei Ministri e dell’Unione Province Italiane –UPI, è SFIDE (http://sfide.forumpa.it/), dedicato alle politiche energetiche degli enti locali. Una pubblica amministrazione che recupera efficienza, infatti, non può essere insensibile al grande tema dell'ambiente e dell'energia.
Questi premi hanno l'obiettivo di mettere in evidenza progetti di eccellenza e di ricerca dell’efficienza. Progetti che aiutano ad uscire dalla crisi e a dare un'immagine diversa di una PA che è nostra alleata e non nostra palla al piede.
Questo, che è il nostro obiettivo da tanti anni, quest'anno è più urgente che mai.
http://iniziative.forumpa.it/sites/all/files/documents/image/iniziative/firmamochi.gif
Carlo Mochi Sismondi"

Adriana Peratici
11-05-09, 16:39
Nota dolente. Io ho lavorato nella Pubb. Amm. e io penso che la maggior parte del mal funzionamento della PA dipenda dal clientalismo.
Era come una catena di S.Antonio, dal paesino più piccolo dell'Italia che davano il posto di lavoro in base a quanti voti uno poteva disporre, fino alle alte cariche. Tutto era sotto gli occhi di tutti, eppure nessuno vedeva. Se la persona che stava al vertice era cosciente e voleva cambiare le cose che non andavano, veniva rimossa perchè tutti avevano interesse che non si cambiasse nulla. Allora era inutile scandalizzarsi. I giornali seguivano l'onda. Sparavano addosso secondo la loro convenienza del momento. Forse i tempi ora sono cambiati, qualcosa si sta muovendo: i cittadini sembrano si debbano svegliare da un lungo torpore. Io ero sportellista, anch'io ho sempre avuto la mia pausa caffè, però nel momento giusto e a turno con le colleghe e non si protraeva per un'ora o più. Quando qualche giornalista riprende un'impiegato che esce e va a fare la spesa, perchè il capo non fa un'inchiesta? semplice perchè lui usa macchina e autista per portare i figli a scuola. Gli conviene stare zitto. Alla ASL ho visto una sportellista che si alzava, prendeva la borsetta e quando stava uscendo ho detto ad alta voce con tono ironico: Signorina siamo in pausa caffè? - Certo - mi ha risposto seccata. Ma dopo cinque minuti è ritornata al suo posto. Solo io combatto contro i mulini a vento?
PS: penserete che anch'io abbia avuto il posto di lavoro in base a raccomandazioni, ma potete anche non credermi, ma quell'anno a Milano (1967) sono stati assunte molte persone solo perchè le spettava il posto come figli di grandi invalidi, e fu l'ente a mandare i nominativi di chi ne aveva diritto. A Piacenza fummo assunti tutti, nessuno escuso. Un saluto Adriana

vitalba paesano
11-05-09, 20:20
Grazie Adriana, della tua testimonianza, ma pensi davvero che non si possa fare qualcosa a prtire dal basso? Non rinunciamoci... vp

Adriana Peratici
12-05-09, 15:59
Si, si può fare molto anche dal basso. Per fortuna noi siamo in regioni (Lombardia - Emilia ecc..) dove le cose funzionano abbastanza bene. Anche nella sanità! Torno ora da Bologna per una visita all'Ospedale S. Orsola e sono tutti meravigliosi, non solo i dottori ma anche gli infermieri sono speciali. Però vedi è come una famiglia che da la propria impronta di vita ai figli, che se si abituano ai valori della vita e a comportarsi bene, lo faranno sempre! Così in un'ospedale dove tutto funziona, i nuovi dottori, i nuovi infermieri ecc... imparano quel comporamento perchè hanno l'esempio dei dottori più anziani e quando vengono trasferiti si portano con se gli insegnamenti anche comportamentali. Purtroppo qualcuno li perde e si adegua al nuovo ambiente e allora succedono i fatti di mala sanità! - Dipende anche da come uno è fatto! Un caro saluto Adriana

Attilio A. Romita
24-06-09, 13:27
Invito tutti coloro che hanno interesse a che l'organizzazione della PA abbia una scossa ed, in qualche modo, si adegui ai tempi che cambiano, ad andare sul sito www.innovatoripa.it (http://www.innovatoripa.it)dove un gruppo di volenterosi, interni ed esterni alla PA, provano a spingere, e se ci riescono, a smuovere qualcosa nella PA.
Ovviamente la partecipazione è libera a tutti ed il contributo di tutti è il benvenuto.:):):)