PDA

Visualizza la versione completa : Barack Obama presidente



Cristina Ricchetti
05-11-08, 07:02
ecco la svolta, stamane Obama e' diventato il nuovo presidente
degli US, probabilmente ha stravinto, l'onda emotiva e' arrivata
fino in europa, i festeggiamenti impazzano, alla radio ho ascoltato
Lucia Annunziata da New York che raccontava del figlio
quattordicenne che sta passando la notte nella sua scuola in sacco
a pelo e all'arrivo della notizia c'e' stata una generale gioia esplosa
in un pianto collettivo.....Obama ha acceso tutti questi sentimenti,
ha creato speranze, aspettative, ha mosso le masse nel famoso
motto di Martin Luter King 'I have a dream', ha teso le mani al
sogno di cambiamento del popolo americano dopo otto anni di
scelte sbagliate, di speranze frustrate. Lo aspetta un duro lavoro,
non e' e non sara' un superman, ma molti, penso che lo considerino
tale, hanno riposto in lui tutto il giocabile, e questo, sicuramente
non lo aiutera', intanto mi godo la sua vittoria, la sua immagine su
tutti i media, la sua voce soave che tanto mi ricorda i Kennedy e....
good luck president..!!

mario46
05-11-08, 10:20
Ciao Cristina,
in questi giorni ho poco tempo, ma ti leggo ogni volta che posso.

Tornerò a rispondere a breve

buona fortuna barack

vitalba paesano
05-11-08, 11:32
Carissimi, siete stati alzati a seguire le elezioni? O avete dormito sonni profondi? Io ho retto a lungo davanti allo schermo (quale canale vi è piaciuto di più?), poi ho dormicchiato, ma appena avevo un attimo di risveglio e di lucidita'.... accendevo la tv, per dare un'occhiatina di aggiornamento e poi, di nuovo a nanna! vp

annanna
05-11-08, 11:41
anche se la mia candidata preferita era Hillary clinton sono stata contenta dell'elezione di barack obama , mi ha suscitato il piccolo brivido di emozione che mi dava JFK e speriamo che ci sia davvero qualcosa di nuovo per noi e per il mondo, se non altro il fatto di essere arrivati all'elezione di un presidente nero dovrebbe essere un fatto positivo per contrastare il razzismo che ancora è ovunque, innegabilmente.
solo un ricordo mi disturba , chi scrisse
"bisogna che tutto cambi perchè tutto resti uguale "?

Cristina Ricchetti
05-11-08, 12:40
internet mi dice che tale frase fu detta da Tancredi nel romanzo 'Il
Gattopardo', intendeva che pur partecipando ai moti, in realtà nulla
si sarebbe modificato nella sostanza della politica........vero, non vero,
potremmo anche dire che 'nulla si distrugge, ma tutto si trasforma',
bla, bla, bla...che tutto anche modificandosi, resta nei suoi componenti
elementari uguale, allora perche' sbattersi tanto nella vita, perche'
credere in qualsiasi credo, perche' chiedersi perche', e via discorrendo,
sono certa che un'esistenza senza passioni, senza lotta, senza credo,
non sia la nostra vita, perche' il nichilismo non genera moto, non
genera spinta, e' solo un 'ospite inquietante' come diceva Nietzsche.

corvia
05-11-08, 16:54
...concordo.

vitalba paesano
05-11-08, 18:37
Come non esserlo?! Non saremmo qui!

Cristina Ricchetti
07-11-08, 08:06
torno a scrivere su di lui, Obama, ieri sera ho 'sbirciato' i
festeggiamenti negli US, ho visto i neri piangere che
urlavano '..questi sono gli Stati Uniti, questi sono gli Stati
Uniti d'America..!!', finalmente orgogliosi, dopo otto anni
di piu' o meno grandi 'vergogne', oggi tutti tornano ad
essere felici e trionfanti, fieri di appartenere a quella
grande democrazia che ha avuto il coraggio di investire
a piene mani in questo uomo giovane, colto, discreto, che
parla come un predicatore, per tutti, nessuno escluso.
Ho visto i neri piangere ed anche io mi sono commossa
quando Zucconi ha ricordato che Obama entrera' alla
White House da padrone, in quell'edificio costruito dagli
antenati schiavi neri, e ora, incredibile, lui sara' il capo,
il presidente della piu' grande potenza del mondo.
Lui, bello, giovane e 'abbronzato', battuta infelice di Silvio
Berlusconi e gia' ieri sera il blog del New York Times
scriveva: Berlusconi did it again (Berlusconi lo ha
fatto ancora ... di dire ...cavolate naturalmente) ...
Cosi' becchiamoci l'ennesima gaffe, anche se, da buonista
convinta, lo perdonerei, sono sicura che voleva fargli un
complimento, voleva identificarsi in lui, dato che lui stesso
sceglie frequentemente di apparire veramente abbronzato.
Qualcuno in rete ha scritto che Berlusconi dopo la vittoria
di Obama potrebbe dire : "da giovane anche io ero nero"
ciao a tutti e buona giornata

pinucesano
08-11-08, 12:17
Quello che mi preoccupa è che, secondo me, il fatto di dire che Obama è bello, giovane ed abbronzato, per il nostro amato presidente del consiglio sia veramente una battuta e non una possibile offesa. Ciao, Piero.

Cristina Ricchetti
08-11-08, 12:22
prego, spiegati meglio, intendi dire che era meglio un offesa ... ??
... attendiamo delucidazione, ciao cris

ex Paolo
08-11-08, 15:30
A proposito della infelice battuta,concordo con Piero,se intendeva con quel"purtroppo",la incapacità di distinguere il confine fra mera battuta fine a se stessa, ed offesa!
Tra l'altro ,mi risulta che il termine inglese,"abbronzato" ha un vero e proprio significato offensivo!
Paolo G.

Cristina Ricchetti
08-11-08, 18:10
quindi la preoccupazione di Piero sta nelle capacita'
c...o...m...u...n...i...c...a...t...i...v...e
del presidente del consiglio ?
mmmmhhhhh ... proprio lui, il grande comunicatore...
non saprebbe la differenza tra battuta e offesa ...?
non ci credo ... io propendo sempre per una gaffe
da incapacita' al self control in esternazioni ... ?
ma doveva scusarsi, un grande uomo non ha paura
di ammettere i suoi sbagli, cosi' da gaffe che era
e' diventato una specie di incidente diplomatico ...
reiterato ... che tristi figuracce ...e poi ride sempre
e solamente lui delle sue 'bagaglinate' ... mah

pinucesano
10-11-08, 18:10
No quello che intendo dire è che il nostro presidente del consiglio, secondo me, è proprio così di natura e per lui quella frase è una cosa naturale. Ciao, Piero.

pinucesano
10-11-08, 18:14
E sulle capacità comunicative, è sempre solamente un mio parere, non sono proprio del tutto sue ma ritengo che abbia alle spalle chi lo indirizzi molto bene. Per ciò spesse volte parlando a ruota libera dice alcune cose e il giorno successivo le rivolta subito a suo favore. Ciao, Piero.

Cristina Ricchetti
10-11-08, 18:36
va bene, ma la 'natura' cosa c'entra con la politica ?
un presidente del consiglio non parla come lo ha
'fatto mamma', che dici? e poi se a livello della
comunicazione è 'ben diretto' come giustamente
scrivi, come si permette di 'debordare' dalle direttive
stabilite, insomma, non è adatto, non è proprio
adatto alla 'mansione', ci sta facendo prendere in
giro dal mondo intero, ... mannaggia ...! ciao ancora

pinucesano
10-11-08, 18:52
Appunto. Per me come si dice ci è o ci fa. Lui ci è. Ciao.

panda54
12-11-08, 11:20
E mi sembra che su questo siamo tutti daccordo! :D

panda54
12-11-08, 11:21
s9LLAf-pDt0

Cristina Ricchetti
12-11-08, 12:02
Ciao Panda ho trovato questo articolo sulle canzoni dedicate a
Obama negli ultimi mesi, tra queste c'è quella del tuo video di
COCOA TEA, la traduzione del testo pero' non sono riuscita ad
inserirla ...

da LA STAMPA.IT / ESTERI :
......
10/11/2008 (16:11)
Obama in song, top ten tutta per lui

Barack Obama è nato a Honolulu il 4 agosto del 1961
DOSSIER Presidenziali Usa: tutti gli approfondimenti



El Pais: «Nessun altro politico
ha tante canzoni in suo onore»
ROMA
Quasi tutti i politici, quale che sia la loro età, ci tengono a informare il mondo essere soliti viaggiare con un tanto piccolo quanto moderno riproduttore mp3, riempito di canzoni sospettosamente vicine ai gusti del loro potenziale elettorato: ma solo Barack Obama potrebbe inserirvi almeno una top ten di hit ispirati alla sua figura.

La lista la dà il quotidiano spagnolo El Pais, che definisce il fenomeno musicale pro-Obama - iniziato con l’elettorale «Yes we can» di Will.i.am - «un movimento dei cittadini, spontaneo e francamente romantico che nessun altro politico sarebbe capace di suscitare».

1) Obamonos (José Conde & Ola Fresca): canzone salsa, farcita di espressioni spanglish e con l’immortale «Anche mia madre Repubblicana sta votando per Obama».

2) Barack for swing voters: (De Will Galison): pezzo swing, come si evince dal titolo, con refrain basato sulla famosa «Hit the road, Jack» trasformata in «Takin’ it back with Barack, Jack».

3) Barack Rap (M.C. Yogi): sulla lina di «Yes we can», alterna il rap dell’autore a farsi dello stesso Obama.

4) Calypso Barack (Mighty Sparrow): Sette minuti di musica da spiaggia nel quale si riassume l’intero programma elettorale di Obama.

5) Reggae Barack Obama (Cocoa Tea): duetto giamaicano il cui testo decisamente minimalista non fa molto altro che ripetere ossessivamente il nome del Presidente eletto.

6) Norteno Obama (Los Dorados del Norte): band messicana a caccia del voto latino con versi quali «Viva Obama! Famiglie riunite, assicurazioni e persino welfare sanitario»; esiste anche in versione mariachi.

7) Obama boy (autore sconosciuto ma di sicure ascendenze irlandesi): tra l’epico e il malinconico, sembra metter in dubbio che votare per Obama costituisse un atto di felicità liberatoria.

8) Country Obama (Toby Keith): come è noto fin dai tempi di Blues Brothers, ai cowboy la black music non piace molto, di solito; Toby per questa volta sembra fare eccezione. Un verso per tutti: «È uno bravo, quando si è sposato non ci ha rubato una delle nostre bionde» .

9) Oui, on peut (autore sconosciuto, ma di sicure ascendenze di New Orleans): omaggio in stile zydeco, con testo francese (della Louisiana).

10) I got a crush on Obama (Obama Girl): la pioniera della lista, una dichiarazione d’amore (non del tutto romantica) in piena regola.
......
fine articolo

Ieri Berlusconi ha ribadito che cio' che aveva detto sul nuovo
presidente degli US era solo una affettuosita', una carineria ...
e tutti quelli che lo hanno 'ripreso' sono imbecilli e miserabili ...!

mmmhh.....che dio ce ne salvi...!!!