un editoriale di Pietro Ostellino dal Corriere della sera