Pagina 1 di 11 123 ... ultimoultimo
Visualizzazione dei risultati da 1 a 10 su 106
  1. #1
    Registrato al forum dal
    Dec 2008
    ubicazione
    Roma
    Messaggi
    1,230

    Thumbs up "Parliamo di idee attuali e filosofia della vita"

    Questa area è dedicata al tentativo di identificare con la discussione i punti di vista e, se possibile una conclusione comune, su temi che interessano la "qualità del viver bene".
    La filosofia da che mondo è mondo ha sempre cercato di scoprire chi siamo, dove andiamo, cosa è il bello o il buono.
    Parliamone tra noi, non è detto che le nostre idee siano migliori o peggiori di quelle dei filosofi togati: sono sicuramente le nostre idee e per questo valgono immensamente. Sottolineo NOSTRE, cioè l'dea di ciascuno di noi ha lo stesso valore, possiamo tentare di convincere, ma non tentiamo di imporre.
    Il primo tema, continuazione della chiaccherata con Paolo, è sul ""metodo di accedere alla conoscenza tramite la rete".
    Paolo, se hai un titolo più esaustivo, aggiorna la mia proposta.
    Ed ora che "abbia inizio la tenzone...qui si varrà la vosta nobilitate!".
    Attilio A. Romita

  2. #2
    Registrato al forum dal
    Sep 2008
    ubicazione
    Montebello(Perugia)
    Messaggi
    472

    predefinito

    Quote Originariamente inviata da attilio.romita Visualizza il messaggio
    Questa area è dedicata al tentativo di identificare con la discussione i punti di vista e, se possibile una conclusione comune, su temi che interessano la "qualità del viver bene".
    La filosofia da che mondo è mondo ha sempre cercato di scoprire chi siamo, dove andiamo, cosa è il bello o il buono.
    Parliamone tra noi, non è detto che le nostre idee siano migliori o peggiori di quelle dei filosofi togati: sono sicuramente le nostre idee e per questo valgono immensamente. Sottolineo NOSTRE, cioè l'dea di ciascuno di noi ha lo stesso valore, possiamo tentare di convincere, ma non tentiamo di imporre.
    Il primo tema, continuazione della chiaccherata con Paolo, è sul ""metodo di accedere alla conoscenza tramite la rete".
    Paolo, se hai un titolo più esaustivo, aggiorna la mia proposta.
    Ed ora che "abbia inizio la tenzone...qui si varrà la vosta nobilitate!".
    Mi pare di aver già sottolineato che la rete è solo uno dei tanti mezzi a disposizione, per integrare conoscenze,approfondire temi d'attualità e per scandagliare i diversificati campi del sapere.
    Ma,per restare in tema,e considerato che tu hai una particolare predilezione per questo mezzo,potremmo pensare di titolarlo cosi':"I cibernauti del XXI secolo: le nuove potenzialità della conescenza attraverso la rete". E' un titolo altisonante e un po' burlone,mi rendo conto,ma, sarebbe bene,non dare per scontato che vi sono anche delle tappe preventive da assimilare che riguardano la conoscenza dei metodi piu' efficaci per la "navigazione" attraverso determinati "motori di ricerca"per intraprendere,al meglio, questo seducente viaggio!
    A ciascuno,l'ardua sentenza...
    Paolo

  3. #3
    Registrato al forum dal
    Dec 2008
    ubicazione
    Roma
    Messaggi
    1,230

    predefinito cosa fare prima?

    Ho incontrato recentemente un mio excollega, un tipo con molti interessi nei più svariati campi. Parlando del più e del meno mi ha detto che si era messo a studiare l'aramaico per poter leggere la Bibbia in versione originale in quanto la versione Greca e poi latina che conosciamo contiene delle imprecisioni.
    Perchè racconto questo?
    Nello sviluppo culturale di ciascuno di noi c'è una progressione di conoscenze in cui si alternano lo studio degli strumenti allo studio degli argomenti.
    Le due cose si "eccitano" a vicenda e accrescono il sapere.
    Il titolo di Internauta può essere una ulteriore medaglia al mio palamres che parte dalla Licenza Elementare e si è accresciuto via via di altri "diplomi" che se non fossero serviti per fare altre conoscenze sarebbero belle stampe dietro la mia scrivania.
    La conoscenza della lingua italiana non è ne una bella ne una brutta cosa. Leggere la Divina Commedia o i Promessi Sposi in lingua originale è il vantaggio che la conoscenza della lingua italiana ci da.
    La Rete per me è anche una vasta biblioteca che posso consultare facilmente e mi fa piacere farla conoscere a tutti, ed aiutare ad apprendere gli strumenti per consultarla. E combatterò sempre quei profeti di sventura che per eccesso di zelo fanno come alcuni zelanti sudditi della Regina Vittoria: mettono le gonne alle gambe "troppo tornite" dei tavoli.
    Sono d'accordo con Paolo che "sarebbe bene,non dare per scontato che vi sono anche delle tappe preventive da assimilare che riguardano la conoscenza dei metodi piu' efficaci per la "navigazione" ., ma facciamo in modo che queste tappe siano su un piano inclinato che faciliti il movimento e non costrituiscano un muro.

    Paolo, io in una discussione non voglio a priori vincere o perdere e odio la "concertazione generale" che lascia tutto irrisolto.
    Si può sempre trovare un punto di incontro, soprattutto nelle discussioni di metodo, per quelle di merito talvolta è più difficile.
    Mi farebbe piacere se questa fosse una discussione a più voci, perchè altrimenti rischia di diventare un sforzo sofistico tra Paolo e me che mi ricorda un noto film: "i duellanti".
    Infine una preghiera a tutti: continuiamo a chiaccherare tra il serio ed il faceto, sinora mi pare che ci siamo riusciti!
    Attilio A. Romita

  4. #4
    Cristina Ricchetti Guest

    predefinito verso la e-conoscenza ....

    Non so se il mio intervento sarà opportuno o meno al tema,
    ma la prima cosa che penso riguardo internet è lo scarso
    numero di famiglie in possesso di una connessione in Italia,
    a differenza degli altri paesi europei. Inoltre, quando
    a Milano sono stati rivoltati i marciapiedi per la fibra ottica,
    ero certa che fossero l'Enel o Aem, che avrebbero portato
    nelle case di tutti questa importante e necessaria via non
    solo per internet, ma per un sacco di altre funzioni tra cui
    la tv digitale. In seguito ho capito che era un'altra azienda
    i cui servizi, esclusivamente da lei gestiti, sarebbero cmq
    costati troppo per essere richiesti da tutte le famiglie. Mi
    ero illusa che avremmo avuto tutti indistintamente nelle
    nostre case delle prese a cui collegare facilmente qualsiasi
    terminale prima analogico come i telefoni o i televisori e
    qualsiasi computer che senza tanti ambaradan, installazioni,
    cavi, apparecchietti, ci avrebbe condotti facimente nel
    grande mondo dell'informazione (e della disinformazione)
    e che, grandioso finalmente, sarebbero sparite dal cielo e
    dall'interno degli appartamenti le antenne con o senza tralicci,
    le antennine dei modem, e le orribili parabole !!
    Più 'piano inclinato' di questo..... e se ancora non è stato
    fatto, non è poi detta l'ultima parola ..... o, come sempre,
    navigo tra le 'mie fantasie' ?
    Solo per ora termino qui, per non annoiare e per capire,
    dovessi essere fuori tema ... ??!!

  5. #5
    Registrato al forum dal
    Sep 2008
    ubicazione
    Montebello(Perugia)
    Messaggi
    472

    predefinito

    Quote Originariamente inviata da attilio.romita Visualizza il messaggio
    Ho incontrato recentemente un mio excollega, un tipo con molti interessi nei più svariati campi. Parlando del più e del meno mi ha detto che si era messo a studiare l'aramaico per poter leggere la Bibbia in versione originale in quanto la versione Greca e poi latina che conosciamo contiene delle imprecisioni.
    Perchè racconto questo?
    Nello sviluppo culturale di ciascuno di noi c'è una progressione di conoscenze in cui si alternano lo studio degli strumenti allo studio degli argomenti.
    Le due cose si "eccitano" a vicenda e accrescono il sapere.
    Il titolo di Internauta può essere una ulteriore medaglia al mio palamres che parte dalla Licenza Elementare e si è accresciuto via via di altri "diplomi" che se non fossero serviti per fare altre conoscenze sarebbero belle stampe dietro la mia scrivania.
    La conoscenza della lingua italiana non è ne una bella ne una brutta cosa. Leggere la Divina Commedia o i Promessi Sposi in lingua originale è il vantaggio che la conoscenza della lingua italiana ci da.
    La Rete per me è anche una vasta biblioteca che posso consultare facilmente e mi fa piacere farla conoscere a tutti, ed aiutare ad apprendere gli strumenti per consultarla. E combatterò sempre quei profeti di sventura che per eccesso di zelo fanno come alcuni zelanti sudditi della Regina Vittoria: mettono le gonne alle gambe "troppo tornite" dei tavoli.
    Sono d'accordo con Paolo che "sarebbe bene,non dare per scontato che vi sono anche delle tappe preventive da assimilare che riguardano la conoscenza dei metodi piu' efficaci per la "navigazione" ., ma facciamo in modo che queste tappe siano su un piano inclinato che faciliti il movimento e non costrituiscano un muro.

    Paolo, io in una discussione non voglio a priori vincere o perdere e odio la "concertazione generale" che lascia tutto irrisolto.
    Si può sempre trovare un punto di incontro, soprattutto nelle discussioni di metodo, per quelle di merito talvolta è più difficile.
    Mi farebbe piacere se questa fosse una discussione a più voci, perchè altrimenti rischia di diventare un sforzo sofistico tra Paolo e me che mi ricorda un noto film: "i duellanti".
    Infine una preghiera a tutti: continuiamo a chiaccherare tra il serio ed il faceto, sinora mi pare che ci siamo riusciti!
    ..non pensavo che nella rete ci fossero code di paglia,facilmente infiammabili...intanto cominciamo ad affrontare l'argomento..tu di olio sul piano inclinato ne hai già versato tanto..e, ormai, il meccanismo non cigola piu',hai gia' detto tutto ....

  6. #6
    Registrato al forum dal
    Dec 2008
    ubicazione
    Roma
    Messaggi
    1,230

    Wink Internet, banda larga, Italia

    Maria,
    vorrei solo che considerassi un paio di informazioni numeriche ufficiali.
    In Italia lo 88% degli utenti telefonici ha la possibilità di collegarsi alla rete con una connessione di tipo ADSL.
    In Italia solo il 50% delle famiglie ha un computere e del restante 50% solo la metà è interessata a Internet, cioè solo il 25% delle famiglie italiane oggi desidera connettersi a Internet.
    Quindi tutte le legende metropolitane riguardo la diffusione della rete sono quantomeno da rivedere.
    Riguardo la TV digitale, come ho tentato di spiegare un'altra volta, non c'è alcun collegamento con INTERNET.
    Forse Ti riferisci alla TV via cavo o alla cosidetta IPTV o TV via Internet.
    Riguardo la prima effettivamente la fibra ottica da dei vantaggi e mi pare che Milano da questo punto di vista sia a buon punto.
    Riguardo la IPTV un collegamento ADSL da ottimi risultati.
    Infine riguardo la "eliminazione dei fili" vorrei informarti che con circa 100€ è possibile creare in casa un impianto wireless che permette di portarsi a spasso il PC con il solo vincolo di una presa elettrica per ricaricare le batterie quando serve.
    Infine per Paolo.
    Mi spiace che si sia sentito offeso o peggio dalle mie parole: non era nella mia intenzione.
    Debbo purtroppo smentirlo, ma quella che ha preso fuoco non era la mia coda di paglia: purtroppo ha subito qualche bruciacchiatura la mia immensa coda di pavone. Sono corso ai ripari e con quel poco di olio che era rimasto ho provveduto a lucidarla.
    Discutiamo di tutto, ma per favore manteniamo anche un po' di sana ironia.
    Attilio A. Romita

  7. #7
    Registrato al forum dal
    Sep 2008
    ubicazione
    Montebello(Perugia)
    Messaggi
    472

    predefinito La filosofia per stimolore la ricerca e il dialogo fra gli uomini

    Quote Originariamente inviata da attilio.romita Visualizza il messaggio
    Maria,
    vorrei solo che considerassi un paio di informazioni numeriche ufficiali.
    In Italia lo 88% degli utenti telefonici ha la possibilità di collegarsi alla rete con una connessione di tipo ADSL.
    In Italia solo il 50% delle famiglie ha un computere e del restante 50% solo la metà è interessata a Internet, cioè solo il 25% delle famiglie italiane oggi desidera connettersi a Internet.
    Quindi tutte le legende metropolitane riguardo la diffusione della rete sono quantomeno da rivedere.
    Riguardo la TV digitale, come ho tentato di spiegare un'altra volta, non c'è alcun collegamento con INTERNET.
    Forse Ti riferisci alla TV via cavo o alla cosidetta IPTV o TV via Internet.
    Riguardo la prima effettivamente la fibra ottica da dei vantaggi e mi pare che Milano da questo punto di vista sia a buon punto.
    Riguardo la IPTV un collegamento ADSL da ottimi risultati.
    Infine riguardo la "eliminazione dei fili" vorrei informarti che con circa 100€ è possibile creare in casa un impianto wireless che permette di portarsi a spasso il PC con il solo vincolo di una presa elettrica per ricaricare le batterie quando serve.
    Infine per Paolo.
    Mi spiace che si sia sentito offeso o peggio dalle mie parole: non era nella mia intenzione.
    Debbo purtroppo smentirlo, ma quella che ha preso fuoco non era la mia coda di paglia: purtroppo ha subito qualche bruciacchiatura la mia immensa coda di pavone. Sono corso ai ripari e con quel poco di olio che era rimasto ho provveduto a lucidarla.
    Discutiamo di tutto, ma per favore manteniamo anche un po' di sana ironia.
    ..la sana ironia.. quella greca, intesa come "interrogazione"-"dissimulazione",secondo Socrate,era un metodo molto efficace per far emergere la conoscenza.
    La sua filosofia, o meglio "metodo filosofico",come certo saprai,consisteva nell'interrogare il suo interlocutore sino ad indurlo a contraddirsi e ad ammetterere di non sapere compiutamente tutto sull'argomento affrontato!
    Io approvo questa metodica ,che comportava anche il ricorso alla "maieutica"che consisteva,in particolare,a far conoscere all'interlocutore la verità,sempre attraverso una serie di domande.
    Ma,a parte questa digressione filosofica,Socrate,fingeva di non sapere,e riusciva sempre nel suo intento ,attraverso il dialogo...cosa abbastanza complicata per noi utenti "curiosi", ma pur sempre limitati dal mezzo che c'impedisce il rapporo vis a vis.Io non mi sono affatto offeso ,tutt'altro, la mia coda,prende fuoco raramente,forse si surriscalda ,oltre il limite ,ma tento sempre di refrigerarla con la pazienza...andando oltre la pazienza...grazie all'ironia e all'umorismo.
    Ciao,Paolo

  8. #8
    Registrato al forum dal
    Dec 2008
    ubicazione
    Roma
    Messaggi
    1,230

    predefinito ..a proposito di ironia!


    Confesso pubblicamente la mia ignoranza: non conoscevo l'accezione socratica dell'ironia. Conoscevo la maieutica socratica e tante volte ne ho tentato una palllida imitazione.
    Da bravo utente della rete, sono andato a documentarmi ed ho scoperto questa storica accezione filosofica dell'ironia.
    Io, parvenù della filosofia, intendo per ironia quel modo di rendere più leggeri degli argomenti e "scendendo da cavallo" esemplificare le cose più importanti e difficili con esempi banali. Il che non significa banalizzare un "fatto", ma semplicemente renderlo più comprensibile.
    Non è sempre facile e spesso si è tacciati di "lesa maestà", ma ....per amore del sapere si fà questo ed altro.
    Un caro saluto.
    Attilio A. Romita

  9. #9
    Registrato al forum dal
    Jun 2008
    ubicazione
    Milano
    Messaggi
    2,551

    Thumbs up Clap, clap.... un applauso a entrambi

    Un piacere leggervi, sentire parlare di filosofia e maieutica... Signori, musica per le nostre orecchie! Grazie vp

  10. #10
    Registrato al forum dal
    Sep 2008
    ubicazione
    Montebello(Perugia)
    Messaggi
    472

    predefinito

    Quote Originariamente inviata da attilio.romita Visualizza il messaggio

    Confesso pubblicamente la mia ignoranza: non conoscevo l'accezione socratica dell'ironia. Conoscevo la maieutica socratica e tante volte ne ho tentato una palllida imitazione.
    Da bravo utente della rete, sono andato a documentarmi ed ho scoperto questa storica accezione filosofica dell'ironia.
    Io, parvenù della filosofia, intendo per ironia quel modo di rendere più leggeri degli argomenti e "scendendo da cavallo" esemplificare le cose più importanti e difficili con esempi banali. Il che non significa banalizzare un "fatto", ma semplicemente renderlo più comprensibile.
    Non è sempre facile e spesso si è tacciati di "lesa maestà", ma ....per amore del sapere si fà questo ed altro.
    Un caro saluto.
    ..allora è vero....hai visto l'importanza della rete,quel pozzo di S.Patrizio,dal quale,pensa,si puo'attingere ,ironicamente,alle teorie filosofiche socratiane.....dribblando con sagacia tutti i manuali di filosofia.
    Caro Attilio,veniamo al dunque,mi metto indegnamente nei panni del Nostro grande comune amico filosofo,per proporti un tema,emerso nella recente mostra del libro di Torino,riguardante la dibattuta questione del libro elettroniico,l' e-book, in contrapposizione al libro su supporto carteceo.Tu, personalmente, cosa pensi in merito:ritieni che l'e-book,legato alla rete,avra' successo e con quali risultati per le case editrici virtuali rispetto a quelle tradizionali???Certo,nessuno ha la palla di vetro per pronosticare l'eventuale successo o insuccesso,tuttavia,questa situazione sta gia' sollevando polveroni fra favorevoli e detrattori.Da parte mia, ritengo che, il libro tradizionale non debba cadere nell'oblio ,ma,almeno convivere con il suo succedaneo....
    Il libro,quello di carta, si legge,teoricamente,come il libro elettronico,ma,vuoi mettere il piacere di toccarlo ,d'odorare il prufumo fresco di stampa,d'appuntare sulla pagina le note,i pensieri che scaturiscono da una lettura che ti appassiona,tanto per citare solo alcuni dettagli secondari....certo,parlare di lettura(libri,giornali),si devon affrontare lamenti antichi e,quindi,benvengano,ulteriori possibilità di lettura attraveso la rete; sperando di trovare "testi" riccamente corredati di fonti bibliografiche e quant'altro possa aiutare il lettore curioso e appassionato!
    La mia incitazione ad inviare pareri e ad aprire discussioni sull'argomento è,naturalmente, allargata a tutti: i meno esperti,i navigatori DOC,anche un semplice parere personale è gradito!
    Saluti,Paolo
    Ultima modifica di ex Paolo : 25-05-09 a 16:18

Discussioni simili

  1. le parole "Anziana" o "Senior" ..... mi turbano.
    By Onorina Pitti in forum Presentiamoci
    Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 24-10-12, 11:32
  2. L'era della realtà "aumentata"
    By Francesco Conti in forum I senior spiegano ai giovani come muoversi nel mondo del lavoro
    Risposte: 3
    Ultimo messaggio: 13-04-12, 00:11
  3. "La voce" ed "il corpo" ......
    By Attilio A. Romita in forum Chiacchiere tra noi
    Risposte: 3
    Ultimo messaggio: 01-04-12, 18:56
  4. "A livella" di Toto'...una lezione di vita....
    By rosaria in forum Noi protagonisti
    Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 30-03-11, 09:26
  5. Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 02-06-09, 19:09

Regole d'invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •