Pagina 10 di 19 primaprima ... 89101112 ... ultimoultimo
Visualizzazione dei risultati da 91 a 100 su 190
  1. #91
    Registrato al forum dal
    Nov 2008
    ubicazione
    San Mauro TO
    Messaggi
    3,561

    predefinito una precisazione

    Quote Originariamente inviata da Adriana Visualizza il messaggio
    Scusate: ma il marito va in Spagna a trovare una ex collega di lavoro? è già la traccia per eventuali corna? Almeno poteva mentire, non ce lo vedo un marito che dice che fa un salto in Spagna da una Ex collega! Scusate l'intromissione! Adri
    l'ex collega è maschio (Leo) ma...tutto da costruire, potrebbe essere solo una scusa per incontrare...oppure questo ex collega ...chissà com'è, chi frequenta...
    le corna ci saranno sicuramente in questa storia...chissà cosa succederà...aspettiamo la traccia di Vittorio, poi ci scateniamo...

    dai Vittorio fai presto!

    Adri che dici! nessuna intromissione tutti dobbiamo partecipare!
    Ultima modifica di Maria Bertuzzo : 12-09-09 a 18:55

  2. #92
    Registrato al forum dal
    Dec 2008
    ubicazione
    Roma
    Messaggi
    1,230

    predefinito Coppie aperte

    Mi sembra che il commento di Adriana sia molto pertinente.
    Va bene essere moderni, vanno bene le coppie aperte, ma, se dobbiamo scrivere un racconto e non descrivere un avvenimento reale, lasciamoci aperta qualche via per scatenare ....passione e gelosia.
    Vi prego, non fatemi fare sempre la parte del Grillo Parlante ....che poi fece una brutta fine.
    Saluti
    Attilio A. Romita

  3. #93
    Registrato al forum dal
    Nov 2008
    ubicazione
    San Mauro TO
    Messaggi
    3,561

    predefinito ma voi non volete proprio capire...

    Quello se ne è andato veramente in Spagna a trovare l'ex collega di lavoro (ripeto maschio e Rebecca lo conosceva pure bene), più reale di così si muore!...poi quello che ha fatto là...questo viaggio è stato un pretesto per...le vie sono tutte aperte...

    Mi piace questo scambio di opinioni vuol dire che la cosa desta interesse...
    Ultima modifica di Maria Bertuzzo : 13-09-09 a 07:30

  4. #94
    Cristina Ricchetti Guest

    predefinito Il racconto

    Qualcuno mi fa per favore un copia incolla
    del primo pezzo finora scritto ? Vorrei
    stamparlo per rifletterci un attimo sopra,
    non ho il tempo per andare a vedere chi e
    quanti ne hanno scritto, grazie !!!!

  5. #95
    Registrato al forum dal
    Nov 2008
    ubicazione
    San Mauro TO
    Messaggi
    3,561

    predefinito solo questo Cris

    Quote Originariamente inviata da Maria Visualizza il messaggio
    Nuovo racconto



    Rebecca,una simpatica cinquantenne, approfittando dell’assenza del marito andato in Spagna a trovare un ex collega di lavoro, in trasferta da qualche mese nei dintorni di B*, sta trascorrendo una breve vacanza in una graziosa cittadina in un luogo di villeggiatura dove abitano i suoi genitori. Le giornate trascorrono piacevolmente tra passeggiate, gradevoli visite a parenti,rilassanti pomeriggi in giardino a farsi riscaldare dal sole ancora caldo e accarezzare da quel leggero venticello che non manca mai in quella zona ai piedi della montagna.
    Una sera, improvvisamente, una visita inaspettata: un vecchio amico si presenta alla porta con un fiore in mano, era venuto a conoscenza per caso della sua presenza in città, e la invita ad una serata di ballo latino-americano, sicuro che lei non avrebbe rifiutato… Il cuore di Rebecca comincia a battere all’impazzata, l’emozione è tanta, rimane senza parole,mille ricordi le affiorano alla mente… quegli anni passati mai dimenticati… quando, ragazzi, trascorrevano molto tempo insieme, spesso anche solo guardandosi negli occhi e poi quella sera proprio in una sala da ballo, quel balconcino, quella luna complice, ci vuole qualche attimo per riprendersi, poi lo invita ad entrare…

    Attilio nella mia pagina word erano di più di 20 righe qui ne vengono poche...
    stiamo solo aspettando Vittorio per la trama...ti mando il pezzo per mail, ciao

  6. #96
    Registrato al forum dal
    Oct 2008
    Messaggi
    50

    Red face Mi inserisco anch'io. Pemettete?

    Ecco il mio primo contributo. Mi sono permesso di mettere qualche elemento in più, nel testo proposto da Maria perchè a mio parere più precisi siamo, meglio connotiamo la storia e ci vengono idee. Ho ripreso dall'inizio e continuato. Attendo con ansia il vostro parere (confesso, ho sempre sognato di scrivere romanzi e forse questa volta con voi....)

    Rebecca, una simpatica cinquantenne, approfittando dell’assenza del marito, andato in Spagna a trovare un ex collega di lavoro, in trasferta da qualche mese nei dintorni di Barcellona, sta trascorrendo una breve vacanza a Loano, la graziosa cittadina ligure dove abitano i suoi genitori. Le giornate trascorrono piacevolmente tra passeggiate, gradevoli visite a parenti, rilassanti pomeriggi in giardino a farsi riscaldare dal sole ancora caldo e accarezzare da quel leggero venticello che non manca mai in quella zona ai piedi della montagna.
    Una sera, improvvisamente, una visita inaspettata: è Aldo, un vecchio amico di scuola, del tempo del liceo: una simpatia ricambiata, qualche gelato insieme e qualche stella di troppo, una passione tutto sommato inespressa… Bene, Aldo si presenta alla porta, con un fiore in mano, tra il romantico e l’ironico, proprio come era già nel suo carattere di adolescente; è venuto a conoscenza per caso della presenza di Rebecca in città, e ha pensato di invitarla a una serata di ballo latino-americano, sicuro che lei non avrebbe rifiutato… Rebecca guarda allibita la figura maschile comparsa quasi per magia sul pianerottolo della casa dei suoi. Aldo? Ma queste cose avvengono solo nelle trame dei film! Lei è spostata, con figli adolescenti…. Una serata di ballo? Il tango che è sempre stata la sua passione? Il cuore di Rebecca, nonostante la razionalità cui cerca di attenersi, comincia a battere all’impazzata, l’emozione è tanta, rimane senza parole, mille ricordi le affiorano di colpo alla mente… gli anni mai dimenticati… quando, ragazzi, trascorrevano molto tempo insieme, spesso anche solo guardandosi negli occhi … una sera proprio in una sala da ballo, la luna complice… le ci vuole qualche attimo per riprendersi, poi lo invita a entrare…

    “Cara Rebecca, ho osato troppo? Meno male che i tuoi non sono in casa, altrimenti, proprio come un tempo, tuo padre mi avrebbe guardato attraverso gli occhiali con aria severa. Ma io ho sentito dal giornalaio la Lia (te la ricordi, la secchiona del primo banco?) che diceva di averti vista lungo il Corso Umberto. Non ho resistito e mi son detto: se ha voglia ci raccontiamo i nostri ultimi… trent’anni e se invece non ha voglia di parlare, tango a gogo tutta la sera!”.
    Era troppo trasparente Aldo per non sorridere. Rebecca avrebbe voluto fare entrambe le cose: parlare con lui tutta la notte e ballare i ritmi più languidi del tango argentino. Sorrise, diede un colpetto di tosse tanto per darsi un contegno, mise la rosa in un piccolo vaso lungo e stretto e si rivolse all’amico: “Caro Aldo,….

  7. #97
    Registrato al forum dal
    Nov 2008
    ubicazione
    San Mauro TO
    Messaggi
    3,561

    predefinito Ok Matteo

    sei il benvenuto nella storia...
    prima che qualcuno decida di far restare in casa Rebecca aggiungo una piccola cosa...

    ...“Cara Rebecca, ho osato troppo? Meno male che i tuoi non sono in casa, altrimenti, proprio come un tempo, tuo padre mi avrebbe guardato attraverso gli occhiali con aria severa. Ma io ho sentito dal giornalaio la Lia (te la ricordi, la secchiona del primo banco?) che diceva di averti vista lungo il Corso Umberto. Non ho resistito e mi son detto: se ha voglia ci raccontiamo i nostri ultimi… trent’anni e se invece non ha voglia di parlare, tango a gogo tutta la sera!”.
    Era troppo trasparente Aldo per non sorridere. Rebecca avrebbe voluto fare entrambe le cose: parlare con lui tutta la notte e ballare i ritmi più languidi del tango argentino. Sorrise, diede un colpetto di tosse tanto per darsi un contegno, mise la rosa in un piccolo vaso lungo e stretto e si rivolse all’amico: “Caro Aldo, i miei rientreranno tra poco, dammi dieci minuti, mi preparo e andiamo a ballare"

  8. #98
    Registrato al forum dal
    Jun 2008
    Messaggi
    68

    Smile Continuo anch'io...

    Rebecca, una simpatica cinquantenne, approfittando dell’assenza del marito, andato in Spagna a trovare un ex collega di lavoro, in trasferta da qualche mese nei dintorni di Barcellona, sta trascorrendo una breve vacanza a Loano, la graziosa cittadina ligure dove abitano i suoi genitori. Le giornate trascorrono piacevolmente tra passeggiate, gradevoli visite a parenti, rilassanti pomeriggi in giardino a farsi riscaldare dal sole ancora caldo e accarezzare da quel leggero venticello che non manca mai in quella zona ai piedi della montagna.
    Una sera, improvvisamente, una visita inaspettata: è Aldo, un vecchio amico di scuola, del tempo del liceo: una simpatia ricambiata, qualche gelato insieme e qualche stella di troppo, una passione tutto sommato inespressa… Bene, Aldo si presenta alla porta, con un fiore in mano, tra il romantico e l’ironico, proprio come era già nel suo carattere di adolescente; è venuto a conoscenza per caso della presenza di Rebecca in città, e ha pensato di invitarla a una serata di ballo latino-americano, sicuro che lei non avrebbe rifiutato… Rebecca guarda allibita la figura maschile comparsa quasi per magia sul pianerottolo della casa dei suoi. Aldo? Ma queste cose avvengono solo nelle trame dei film! Lei è spostata, con figli adolescenti…. Una serata di ballo? Il tango che è sempre stata la sua passione? Il cuore di Rebecca, nonostante la razionalità cui cerca di attenersi, comincia a battere all’impazzata, l’emozione è tanta, rimane senza parole, mille ricordi le affiorano di colpo alla mente… gli anni mai dimenticati… quando, ragazzi, trascorrevano molto tempo insieme, spesso anche solo guardandosi negli occhi … una sera proprio in una sala da ballo, la luna complice… le ci vuole qualche attimo per riprendersi, poi lo invita a entrare…

    “Cara Rebecca, ho osato troppo? Meno male che i tuoi non sono in casa, altrimenti, proprio come un tempo, tuo padre mi avrebbe guardato attraverso gli occhiali con aria severa. Ma io ho sentito dal giornalaio la Lia (te la ricordi, la secchiona del primo banco?) che diceva di averti vista lungo il Corso Umberto. Non ho resistito e mi son detto: se ha voglia ci raccontiamo i nostri ultimi… trent’anni e se invece non ha voglia di parlare, tango a gogo tutta la sera!”.
    Era troppo trasparente Aldo per non sorridere. Rebecca avrebbe voluto fare entrambe le cose: parlare con lui tutta la notte e ballare i ritmi più languidi del tango argentino. Sorrise, diede un colpetto di tosse tanto per darsi un contegno, mise la rosa in un piccolo vaso lungo e stretto e si rivolse all’amico: “Caro Aldo, i miei rientreranno tra poco, dammi dieci minuti, mi preparo così usciamo e possiamo parlare e ballare, come ci pare"
    Mentre Rebecca infilava un paio di pantaloni neri e una maglia di seta, anch’essa nera, ma con una scollatura a V piuttosto accentuata, due perle di orecchini e un filo delle stesse perle al collo, pensava: “da quanto tempo non ho un appuntamento! E per andare a ballare… e con Aldo, pensa un po’! Devo lasciare il cellulare a casa!”. Non aveva in mente nulla di male (non ci si può far stravolgere da un incontro imprevisto alla nostra età, pensava), ma non sopportava di dover rispondere a suo marito Carlo mentre sarebbe stata in compagnia di Aldo. E non poteva neppure chiudere il telefono. Avrebbe dovuto spiegarne il motivo, dopo, a Carlo e non le piaceva mentire. Sì, avrebbe lasciato il cellulare a casa, quasi a dimenticarsi di tutti i legami e i collegamenti con le persone e con le realtà della sua vita quotidiana. In dieci minuta fu pronta: un po’ di fard, ma non troppo, una riga discreta sopra gli occhi, un filo di rossetto rosso ciliegia, che le stava ancora bene, sulle labbra, ed era sempre stata una protezione voluta a qualunque affettuosità imprevista. “Eccomi”, disse comparendo sulla porta.

  9. #99
    Registrato al forum dal
    Nov 2008
    ubicazione
    San Mauro TO
    Messaggi
    3,561

    predefinito una piccola integrazione dei personaggi

    Mi riservo domani mattina di dare una descrizione di Rebecca e anche di Aldo (alto, biondo, occhi verdi), Carlo, il marito (altezza media, bruno occhi scuri)e dell'amico Leo (alto, capelli castani, occhi castani, molto bello)
    piccole indicazioni in caso si volesse proseguire il racconto.
    Farei anche una proposta per evitare equivoci magari quando inseriamo un personaggio forse è meglio descriverlo...

    Mi fa piacere il tuo ritorno Anna

  10. #100
    Cristina Ricchetti Guest

    predefinito vado avanti

    Per ora solo un piccolo brano, ma solo per via del tempo che mi manca :
    .......
    La semplicità è sempre stata la sua eleganza, Aldo la sta osservando compiaciuto ma sempre un po’ intimorito, come tanto tempo addietro. Quel senso di inadeguatezza quando, standole accanto, condivideva movenze, parole e sorrisi, non solo rivolti a lui, lo riassale all’improvviso, così da fargli distogliere repentinamente lo sguardo da quel viso luminoso, gentile, aperto al mondo intero e a lui, che in quell’istante le è ancora vicino, come piccolo satellite, come luna di un pianeta tutto da riscoprire.
    ........

    ciao maria a dopo
    cri

Discussioni simili

  1. Vorrei Emoticon!!
    By Adriana Peratici in forum Technology
    Risposte: 1
    Ultimo messaggio: 18-01-10, 08:46
  2. La proposta di Marisa S.
    By Marisa S. in forum Letture
    Risposte: 34
    Ultimo messaggio: 04-12-09, 20:31
  3. Vorrei essere un rabdomante....
    By vitalba paesano in forum Chiacchiere tra noi
    Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 18-10-09, 19:45
  4. Una proposta: Villa Serra a Genova
    By Matteo Bertili in forum Gardening
    Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 27-06-09, 18:10
  5. Una proposta: il face day!
    By vitalba paesano in forum Presentiamoci
    Risposte: 12
    Ultimo messaggio: 15-11-08, 16:12

Regole d'invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •