Pagina 1 di 5 123 ... ultimoultimo
Visualizzazione dei risultati da 1 a 10 su 47

Discussione: essere o apparire?

  1. #1
    Registrato al forum dal
    Aug 2009
    ubicazione
    napoli
    Messaggi
    12

    predefinito essere o apparire?

    quale regista , vorrei porvi quali attori di vita, una questione apparentemente noiosa: nella vita è più conveniente essere o apparire? Sono gradite risposte serie, spiritose, anche noiose. Grazie Angelo Iozzi.
    Ultima modifica di angelo iozzi : 04-09-09 a 21:18 Motivo: errata battitura

  2. #2
    Registrato al forum dal
    Dec 2008
    ubicazione
    Roma
    Messaggi
    186

    predefinito

    Nella vita secondo me uno deve essere sempre se stesso e seguire la propria strada secondo la propria coscienza e nel rispetto del prossimo senza lasciarsi influenzare dall'esterno,anche se apparire qualche volta può essere più conveniente.Gabrielle

  3. #3
    Registrato al forum dal
    Dec 2008
    ubicazione
    Roma
    Messaggi
    1,230

    predefinito ...l'uovo e la gallina....

    Scusa Angelo questo incipit scherzoso, mi è sembrato il più adatto per il discorso serio che vorrei fare.
    Credo che la questione filosofica su Essere e Apparire sia stata trattata da pensatori e filosofi con ampiezza di argomentazioni, ma non credo che si sia arrivati ad una conclusione universalmente riconosciuta.
    Senza la presunzione di volermi mettere in competizione con persone molto più capaci, vorrei fare alcune considerazioni forse banali.
    Penso che rientra nella natura umana considerare alcune cose vere (essere) pur sapendo bene che sono false (apparire).
    Un esempio per tutti. Quante volte vedendo un film tragico siamo stati talmente coinvolti ed abbiamo iniziato a piangere come se stessimo assistendo ad un fatto vero.
    Tra tremila anni un marziano rovistando tra le rovine della terra troverà una copia del Diario di Anna Frank ed una copia di un lacrimevole romanzo: come farà a capire che il primo descrive una storia vera ed il secondo è un racconto inventato per fa piangere.
    Quante volte la vita ci chiede di apparire come vorremmo essere o di non essere come non vogliamo apparire.
    Non è un gioco di parole o un sofisma, è la vita stessa che ci richiede di essere capaci di adattarci alle necessità del momento.
    Concludendo l'essere e l'apparire sono due momenti necessari alla vita come il caldo ed il freddo, la luce ed il buio, il crescere ed il diminuire.
    Quale è il valore più importante di ciascuna di queste coppie di valori?
    Attilio A. Romita

  4. #4
    Registrato al forum dal
    Nov 2008
    ubicazione
    San Mauro TO
    Messaggi
    3,561

    predefinito la convenienza?

    Sicuramente conviene di più apparire, o meglio, questo è quello che viene generalmente richiesto e che fanno milioni di persone, naturalmente c'è il bravo attore, quello mediocre e quello che dovrebbe cambiare mestiere!
    Quante volte abbiamo a che fare con persone che sanno fingere talmente bene che t'ingannano per anni!
    Nel campo lavorativo poi è obbligatorio apparire in un certo modo, almeno inizialmente per ottenere un posto di lavoro, poi per mantenerlo in taluni casi bisogna anche essere, ma sempre in secondo piano!
    Risposta sicuramente banale, ma io "sono" e anche in questo caso ho espresso in modo sincero il mio pensiero, quel "mestiere" lo lascio fare agli altri, mi accontento delle piccole cose anche come tornaconto ma vivo bene e in pace con me stessa.

  5. #5
    Adriana Peratici Guest

    predefinito

    Chissà perchè, ma anche da adolescente io non ho mai voluto apparire diversa da come sono! Io posso piacere oppure no, ma chi mi vuole, mi accetta come sono! Conosco persone camaleontiche, che cambiano il modo di fare a seconda se vogliono risultare simpatici o no, conosco persone che si fingono più ricchi, per provocare l'invidia di altri, e quelli che si fingono più poveri, per non avere richieste di aiuto, ma io credo che sia una gran fatica, non è meglio lasciarsi andare ed esprimere il proprio pensiero tranquillamente?
    Si avrà forse meno vantaggi, ma è anche molto più comodo!

  6. #6
    Registrato al forum dal
    Dec 2008
    ubicazione
    Roma
    Messaggi
    1,230

    predefinito Essere ed apparire devono collaborare

    Tra le mie vecchie carte ho ritrovato un simpatico documento sull'arte dello SCHMOOZING.
    Il testo è stato scritto qualche anno fà non da un buontempone, ma da un serio VicePresidente di una grande Corporation Multinazionale.
    Non ho tradotto nel titolo la parola SCHMOOZING perché non ho trovato un equivalente Italiano.
    Si potrebbe tradurre con chiacchere informali, un parlare al bar o, e mi scuso della parola poco corretta, cazzeggio.
    Ma nessuna di queste alternative descrive bene il significato.
    Chi ha idee in proposito mi aiuti a trovare la parola esatta, per adesso continuerò ad usare SCHMOOZING.
    Il documento era dedicato al mondo degli affari, ma può essere applicato alla vita comune in quanto descrive come una esatta miscela di essere ed apparire può far vincere.
    Il testo originale é in inglese e per renderlo più usabile lo ho tradotto in italiano. Talvolta la forma non è letteraria, perdonatemi. E' importante che sia comprensibile.
    Commenti e correzioni sono graditissime.
    Attached Files Attached Files
    Attilio A. Romita

  7. #7
    Registrato al forum dal
    Sep 2009
    ubicazione
    Ragusa
    Messaggi
    207

    predefinito

    Restando aderente alla domanda, direi che la nostra odierna civiltà (?) ci ha insegnato che è più conveniente apparire.
    Personalmente, ho sempre dato più spazio al mio essere, e ritengo che alla lunga, con noi stessi, sia questo che dà più soddisfazione.
    Nello Lo Monaco - latitudine 36°54'N

  8. #8
    Registrato al forum dal
    Dec 2008
    ubicazione
    Roma
    Messaggi
    1,230

    predefinito Quando Essere, quando Apparire

    Io penso che questa dicotomia debba essere superata.
    Ovviamente l'Essere è la cosa più importante e, nel chiuso della nostra cameretta, vorremmo sempre Apparire come effettivamente siamo.
    Talvolta Apparire leggermente migliori non solo è più conveniente, ma si può dimostrare necessario quando molti altri sono bravissimi ad apparire migliori e ....perdere sempre non è piacevole.
    Importante è di esserne consapevoli e ...limitarsi.
    Attilio A. Romita

  9. #9
    Registrato al forum dal
    Oct 2008
    ubicazione
    in provincia di Torino da tanti anni
    Messaggi
    238

    predefinito

    Quote Originariamente inviata da angelo iozzi Visualizza il messaggio
    quale regista , vorrei porvi quali attori di vita, una questione apparentemente noiosa: nella vita è più conveniente essere o apparire? Sono gradite risposte serie, spiritose, anche noiose. Grazie Angelo Iozzi.
    Angelo carissimo, nella vita (di oggi) è certisssssssssssssimamente PIU' CONVENIENTE (come dici tu) APPARIRE !!!

    Tutto il Pianeta sembra impazzito per l'APPAIRE !

    Solo quelli che non hanno da mangiare, si preoccupano dell'ESSERE !

    Bacioni !

  10. #10
    Registrato al forum dal
    Sep 2009
    Messaggi
    885

    predefinito

    Quote Originariamente inviata da attilio.romita Visualizza il messaggio
    Io penso che questa dicotomia debba essere superata.
    Ovviamente l'Essere è la cosa più importante e, nel chiuso della nostra cameretta, vorremmo sempre Apparire come effettivamente siamo.
    Talvolta Apparire leggermente migliori non solo è più conveniente, ma si può dimostrare necessario quando molti altri sono bravissimi ad apparire migliori e ....perdere sempre non è piacevole.
    Importante è di esserne consapevoli e ...limitarsi.
    Dalla lettura del decalogo che hai allegato,penso che anche l'apparire rappresenti,insieme all'essere,cio' che necessariamente noi esseri sociali e politici siamo nella nostra interezza!
    Concordo con te che disgiungere le due connotazioni non aiuti a comprendere che,a parte le convenienze ipocrite,o di maniera,la nostra vera natura si estrinseca anche attraverso una dose, accettabile dell'apparire, per mostrare agli altri la nostra disponibilità,la volontà d'interagire,di comunicare!
    Per me quell'orrenda parola (che non oso trascrivere),si potrebbe tradurre con "empatia" (dal greco,passione,affetto), ovvero,l'entrare in contatto con l'interlocutore,mettendosi nei suoi panni ,cercando d'immedesimarsi con i suoi problemi e difficoltà, una chiave per aprire ogni possibile comprensione e dialogo comunicativo!
    Ultima modifica di Paolo Gruppuso : 22-09-09 a 17:04

Discussioni simili

  1. Essere preparati
    By Roberto Gioffredi in forum I senior spiegano ai giovani come muoversi nel mondo del lavoro
    Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 11-12-12, 15:50
  2. La famiglia torna a essere centrale anche per le aziende
    By Redazione in forum Lavoro e denaro
    Risposte: 3
    Ultimo messaggio: 11-10-11, 09:59
  3. Possiamo permetterci di essere colti?
    By vitalba paesano in forum Pensieri
    Risposte: 1
    Ultimo messaggio: 10-07-11, 18:15
  4. Un po' di finanza per essere più accorti
    By vitalba paesano in forum Lavoro e denaro
    Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 24-05-10, 11:27
  5. Vorrei essere un rabdomante....
    By vitalba paesano in forum Chiacchiere tra noi
    Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 18-10-09, 18:45

Regole d'invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •