Pagina 1 di 3 123 ultimoultimo
Visualizzazione dei risultati da 1 a 10 su 26
  1. #1
    Registrato al forum dal
    Dec 2008
    ubicazione
    Roma
    Messaggi
    1,230

    predefinito Una notizia che vi interesserà tra 20 anni!

    Roma, 13 ott. (Adnkronos Salute) 17:30
    Una memoria che zoppica non è la prima spia del morbo di Alzheimer. Uno studio dell'Università del Kansas (Usa) ha scoperto che un improvviso declino di altre capacità del pensiero o dell'apprendimento può costituire un segnale d'allarme anni prima della diagnosi. In particolare, sembra che a 'saltare' per prime siano abilità come quelle necessarie per leggere una mappa o completare un puzzle. Lo studio, pubblicato sugli 'Archives of Neurology', può aiutare i medici a identificare segni di Alzheimer a uno stadio precocissimo, cruciale affinché i farmaci oggi disponibili abbiano un impatto significativo. La ricerca è basata sull'analisi di 444 persone, 134 delle quali nel corso dello studio hanno sviluppato una demenza. Tutti sono stati sottoposti a test regolari sulle abilità mentali, per consentire ai ricercatori di ricostruire le tappe del manifestarsi dell'Alzheimer. Così i risultati hanno mostrato che le abilità visuospaziali - necessarie per percepire la distanza tra gli oggetti - inizia a declinare rapidamente tre anni prima della diagnosi. Mentre un calo generale nelle capacità mentali è stato osservato l'anno successivo. Invece il declino della memoria non si è manifestato nei pazienti fino a un anno prima della diagnosi clinica.
    Attilio A. Romita

  2. #2
    Registrato al forum dal
    Feb 2009
    Messaggi
    51

    predefinito

    Quote Originariamente inviata da attilio.romita Visualizza il messaggio
    Roma, 13 ott. (Adnkronos Salute) 17:30
    Una memoria che zoppica non è la prima spia del morbo di Alzheimer. Uno studio dell'Università del Kansas (Usa) ha scoperto che un improvviso declino di altre capacità del pensiero o dell'apprendimento può costituire un segnale d'allarme anni prima della diagnosi. In particolare, sembra che a 'saltare' per prime siano abilità come quelle necessarie per leggere una mappa o completare un puzzle. Lo studio, pubblicato sugli 'Archives of Neurology', può aiutare i medici a identificare segni di Alzheimer a uno stadio precocissimo, cruciale affinché i farmaci oggi disponibili abbiano un impatto significativo. La ricerca è basata sull'analisi di 444 persone, 134 delle quali nel corso dello studio hanno sviluppato una demenza. Tutti sono stati sottoposti a test regolari sulle abilità mentali, per consentire ai ricercatori di ricostruire le tappe del manifestarsi dell'Alzheimer. Così i risultati hanno mostrato che le abilità visuospaziali - necessarie per percepire la distanza tra gli oggetti - inizia a declinare rapidamente tre anni prima della diagnosi. Mentre un calo generale nelle capacità mentali è stato osservato l'anno successivo. Invece il declino della memoria non si è manifestato nei pazienti fino a un anno prima della diagnosi clinica.
    Bene! E l'Italia? Qualcuno si è attivato anche da noi per queste utilissime analisi preventive? Come fare per venirne a conoscenza? Buona giornata a tutti!

  3. #3
    Registrato al forum dal
    Dec 2008
    ubicazione
    Roma
    Messaggi
    1,230

    predefinito Guardando la tua foto, Dede.....

    ....penso che per adesso il problema non ti sfiora e forse tra 50 anni, se disgraziatamente la cosa potesse avere un qualche interesse per te, anche da noi si saprà fare qualcosa.
    Attilio A. Romita

  4. #4
    Registrato al forum dal
    Feb 2009
    Messaggi
    51

    predefinito

    Quote Originariamente inviata da Attilio A. Romita Visualizza il messaggio
    ....penso che per adesso il problema non ti sfiora e forse tra 50 anni, se disgraziatamente la cosa potesse avere un qualche interesse per te, anche da noi si saprà fare qualcosa.
    Grazie, mi hai dato della bimbetta.....comunque io credo molto nella prevenzione, confido nella ricerca, non ne parlano tutti? Ci sensibilizzano continuamente e si spera chei fondi raccolti portino appunto a quei risultati "straordinari" che in fondo tutti aspettiamo...in nome del progresso scentifico e della qualità della vita. Ciao, D.

  5. #5
    Registrato al forum dal
    Sep 2009
    ubicazione
    Ragusa
    Messaggi
    207

    predefinito

    Dede, anche io teoricamente credo nella prevenzione, ma l'osservazione di quanto accade nei nostri centri sanitari, è davvero molto deludente.
    Spero di non avere problemi su di me e sui miei familiari, se così dovesse essere l'unica speranza di risolvere è affidata a un biglietto aereo, ma a quel punto non si parla più di prevenzione ma di intervento in emergenza...
    Del resto, questo è il constatabile risultato di una politica gestionale delle capacità e delle competenze, che non premia i tanti ricercatori e operatori validi che pure ci sono ovunque, ma li induce a fuggire il più lontano possibile per avere la possibilità di lavorare con dignità e senza venire calpestati sotto il profilo umano e professionale.
    Ognuno ha sempre quel che si merita...
    Nello Lo Monaco - latitudine 36°54'N

  6. #6
    Registrato al forum dal
    Nov 2008
    ubicazione
    San Mauro TO
    Messaggi
    3,561

    predefinito Centri di ricerca

    un mio parere sull'argomento: da noi, in Italia in generale, ci sono degli ottimi centri di ricerca dove lavorano eccellenti ricercatori e dove si sono fatte scoperte eccezionali, vedi il Centro di Candiolo, ne cito uno per tutti perchè è vicino a Torino, sono molto fiduciosa nel loro lavoro: Purtroppo però è vero che sono molto poco sovvenzionati dallo stato e quei "poveri" ricercatori sono veramente sottopagati, è anche vero che i nostri ricercatori, in generale, sono costretti ad emigrare non tanto per questione di soldi ma per avere attrezzature migliori sulle quali appoggiarsi (non è il caso del nostro centro di Candiolo che mi ritulta essere veramente un fiore all'occhiello).
    Un'ultima cosa: non è vero che ognuno ha sempre quel che si merita, io credo di meritare molto di più di quello che ho! Come voi del resto!

  7. #7
    Registrato al forum dal
    Sep 2009
    ubicazione
    Ragusa
    Messaggi
    207

    predefinito

    Quote Originariamente inviata da Maria Bertuzzo Visualizza il messaggio
    ...non è vero che ognuno ha sempre quel che si merita, io credo di meritare molto di più di quello che ho! Come voi del resto!
    La frase "ognuno ha quel che si merita", se applicata alle dinamiche sociali, è da intendere in senso statistico e non individuale.
    Diciamo che una popolazione dotata di una certa mentalità, che esprime una certa classe dirigente e politica che agisce in un certo modo, e la riconferma per decenni immutata, ha quel che si merita.
    Non mi pare di aver mai visto carri armati per le strade... quindi socialmente abbiamo quello che ci siamo scelti.
    Nello Lo Monaco - latitudine 36°54'N

  8. #8
    Registrato al forum dal
    Nov 2008
    ubicazione
    San Mauro TO
    Messaggi
    3,561

    predefinito Nello preciso

    Tu hai ragione Nello ma io comunque per essere chiara volevo semplicemente dire che non ho scelto di essere governata da Berlusconi & Co, sempre tagli dove bisognerebbe investire (ricerca in generale, sanità, istruzione, ecc.) e poi mi va a fare il ponte sullo stretto!
    Non lo reggo più!
    Mi scusino i berlusconiani questo è il mio pensiero che non pregiudica nessun tipo di amicizia e di condivisione in argomenti diversi da questo!

  9. #9
    Registrato al forum dal
    Sep 2009
    ubicazione
    Ragusa
    Messaggi
    207

    predefinito

    Quote Originariamente inviata da Maria Bertuzzo Visualizza il messaggio
    ...e poi mi va a fare il ponte sullo stretto!
    Ma nooooooo... stai tranquilla ché non lo faranno...
    L'unico obiettivo che hanno sempre avuto e si tramandano di generazione in generazione, è quello di pagare la penale all'IMPREGILO...
    W l'Italia!
    Nello Lo Monaco - latitudine 36°54'N

  10. #10
    Registrato al forum dal
    Dec 2008
    ubicazione
    Roma
    Messaggi
    1,230

    predefinito Democrazia, voto e governo.

    Signori,
    sono costetto a ripetere quello che ho scritto varie volta.
    L'Italia è una Repubblica Libera ed è governata da un Parlamento ed un Governo eletto dalla maggioranza degli Italiani che gli hanno delegato l'esecuzione di una serie di azioni sulla base del programma presentato prima delle elezioni.
    Se al termine del mandato, i risultati non saranno congruenti con le premesse, ognuno è libero di fare scelte diverse.
    Chi non si sente rappresentato dal Governo liberamente eletto è ovviamente libero di dissentire, ma non deve remare contro agitando spettri di disfattismo.
    Chi non si sente rappresentato dal Governo liberamente eletto e non ha voglia di vivere in questo Paese è libero di trovarsi un posto diverso per abitare.
    Forse è ora che questi banali concetti facciano parte del bagaglio culturale di tutti e, per favore, non ditemi che voglio aver sempre ragione perchè ribadisco concetti che attualmente si studiano anche alle elementari.
    Attilio A. Romita

Discussioni simili

  1. Andare a Londra a 20 anni
    By Francesco Conti in forum I senior spiegano ai giovani come muoversi nel mondo del lavoro
    Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 12-05-12, 21:29
  2. 25 anni di erasmus
    By Redazione in forum I senior spiegano ai giovani come muoversi nel mondo del lavoro
    Risposte: 1
    Ultimo messaggio: 02-02-12, 17:22
  3. 50 anni di storia
    By Attilio A. Romita in forum Noi protagonisti
    Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 01-11-10, 09:46
  4. Nati tra gli anni '30 e gli anni '70 .....
    By Attilio A. Romita in forum Chiacchiere tra noi
    Risposte: 3
    Ultimo messaggio: 21-03-10, 14:02
  5. Separarsi a 55 anni
    By Giovanna in forum Pensieri
    Risposte: 9
    Ultimo messaggio: 14-12-08, 08:00

Regole d'invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •