Pagina 2 di 3 primaprima 123 ultimoultimo
Visualizzazione dei risultati da 11 a 20 su 29
  1. #11
    Registrato al forum dal
    Dec 2009
    ubicazione
    Soragna
    Messaggi
    8

    Wink

    Sono anch'io una divoratrice di libri ma devono coinvolgermi veramente altrimenti non riesco a portarli a termine. Leggo molto anche in inglese. Paulo Coelho non mi entusiasma ma questo libro di cui parlate "Il dono supremo" mi ispira molto. Cercherò di ...farmelo regalare magari da mio marito. Potrei anche cominciare ad amare l'autore.

  2. #12
    maria luisa Guest

    predefinito

    Ciao Maria, anch'io ho letto o forse riletto, perchè l'avevo in casa e non me lo ricordavo più Hesse,Narciso e Boccadoro. Mi è piaciuto tantissimo.
    Visto che leggi molto, vorrei sapere se hai letto, ( io mi accingo a farlo)
    Wallace, La ragazza da capelli strani. Te lo chiedo perchè devo essere sincera, il motivo che mi ha spinto verso questo libro, è stata la curiosità, verso un giovane scrittore che si toglie la vita , un uomo ammirato e pieno di talento, che nel pieno del successo si toglie la vita.! (Naturalmente non sono io a giudicarlo così, che non sono nessuno, ma l critica) . Gradirei un tuo parere, anche se non so quando lo finirei visto che non ho molto tempo a disposizione. Ciao salutissimi

  3. #13
    Registrato al forum dal
    Nov 2008
    ubicazione
    San Mauro TO
    Messaggi
    3,561

    Smile Maria Luisa

    No, mi spiace non ho letto il libro che dici per cui non posso dirti nulla, ma se hai voglia di farlo tu, visto che ce l'hai, sarò felice di sapere da te cosa ne pensi...per il tempo, se il libro ti piace, vedrai che riuscirai a trovarlo e se per caso non dovesse piacerti non volerlo leggere a tutti i costi faresti una cosa contro voglia che non ti gioverebbe...buona lettura!

  4. #14
    Registrato al forum dal
    Jun 2008
    ubicazione
    Milano
    Messaggi
    2,551

    predefinito Io sto leggendo

    Io sto leggendo "Quaderno ungherese", 988 pagine fantastiche, che ti pigliano e ti trascinano. Ecco la trama:
    Autunno 1913. A Parigi e altrove - da Budapest alla Birmania, passando da Venezia - un'intrepida donna, Gabrielle Demachy, conduce un'indagine pericolosa per scoprire le cause della morte del suo fidanzato, Endre Luckácz, aiutata in questo da uno scottante quaderno ungherese dove si nascondono molti "veleni", segreti del cuore e segreti di Stato. La giovane Gabrielle entra così nel romanzo della sua vita, pronta a spiccare il volo verso un nuovo amore o a finire sull'orlo di un precipizio... Sullo sfondo la Storia - con tutte le passioni, i complotti, i crimini e le avventure di inizio Novecento che iscrive i destini dei personaggi in un mondo cui la modernità sta sconvolgendo in maniera inesorabile ogni punto di riferimento.

    ecco il link per acquistarlo on line:
    http://www.ibs.it/code/9788842815006...ungherese.html
    buona lettura, io mi rituffo!
    vp

  5. #15
    maria luisa Guest

    predefinito Adler "Volevo morire da vedova nera"

    E’ la storia di una famiglia cecena, una famiglia numerosa,le cui donne sono costrette a subire torture, violenze, non possono decidere chi sposare, e una volta sposate,sono costrette a servire la famiglia dello sposo, e se non dovessero risultare all’altezza, saranno rispedite a casa dei genitori.
    Le donne rimaste poi vedove, verranno reclutate in un commando, chiamato appunto le vedove nere, indottrinate e usate come kamikaze. Saranno appunto loro a commettere l’attentato al Teatro di Mosca, e nella scuola di Beslan. Il personaggio di cui si parla principalmente è Raissa una delle sorelle che riesce ad evitare la sorte delle sorelle, ribellandosi al potere maschile.
    Mi è piaciuto perché mi ha permesso di approfondire la questione cecena, e venire a conoscenza della situazione delle donne che ancora oggi vivono questa realtà. La fine del libro mi ha lasciata un po’ perplessa: Avanti col prossimo..... Buona notte a tutti

  6. #16
    Registrato al forum dal
    Nov 2008
    ubicazione
    San Mauro TO
    Messaggi
    3,561

    predefinito Il tempo che vorrei - Fabio Volo

    È un romanzo diviso in due parti: c’è il tempo che Lorenzo vorrebbe, legato al rapporto col padre, un tempo che forse riuscirà a riavere(?)e c’è il tempo che Lorenzo rivorrebbe, quello con lei, il suo amore che se ne va. Volo affronta in modo diretto e chiaro molte tematiche: la povertà della sua famiglia, il rapporto padre-figlio il non saper dire "ti voglio bene", l’amicizia, vera e profonda che c’è sia per una risata sia per un pianto, la paternità a cui non si è pronti e un amore lasciato andare via…
    Ora però devo dire che è scritto in un modo un po’ particolare che forse non tutti possono gradire, per essere chiara, scrive come si parla tra amici quando c’è una certa confidenza chiamando gli organi sessuali con il loro nome e anche descrivendo situazioni particolari, rapporti anche orali, senza tergiversare e cercare parole alternative come sto cercando di fare io adesso, per cui non è adatto a chi si scandalizza per niente.
    A me è piaciuto questo modo di esprimersi, finalmente uno che parla chiaro e sinceramente non l’ho trovato volgare.
    A voi decidere se leggerlo o meno…
    mb

  7. #17
    maria luisa Guest

    predefinito Chevalier "Quando cadono gli angeli"

    La Chevalier è anche l’autrice di”la ragazza con l’orecchino di perle” ( Molto bello anche questo)
    Le vite di due famiglie che si incrociano e si conoscono al cimitero per la morte della regina Vittoria, due famiglie di diversa estrazione sociale, ciò che le legherà, sarà la vicinanza delle rispettive tombe di famiglia e poi si troveranno ad essere anche vicini di casa.
    Non molto di mio gradimento l’inizio, i singoli personaggi raccontano la loro versione dei fatti,in
    Un contino antagonismo.Due donne molto diverse fra loro, una Kitty Coleman eroina insoddisfatta
    Del suo matrimonio che cercherà una via di fuga nell’amore extraconiugale, l’altra Gertude Watherhouse ottima madre e moglie tutta dedita all’amore per il marito e la figlia.
    E’ l’anno 1901, periodo delle prime lotte sociali , in cui nascono le sufraggette e la società
    tradizionale ne è sconvolta, è l’epoca in cui le macchine sostituiscono i cavalli , e nascono speranze per una nuova vita.
    Nonostante l’nizio che si svolge quasi esclusivamente al cimitero, è un libro che si legge
    Tutto d’un fiato, proprio come la ragazza dall’orecchino di perle.

  8. #18
    Registrato al forum dal
    Nov 2008
    ubicazione
    San Mauro TO
    Messaggi
    3,561

    Wink mutandine di chiffon

    tanto per togliere l'intruso oggi vado a prendere le "mutandine di chiffon"
    il libro naturalmente, poi farò la recensione...
    un saluto a chi passa!

  9. #19
    Registrato al forum dal
    Nov 2008
    ubicazione
    San Mauro TO
    Messaggi
    3,561

    predefinito Marte e Venere pianeti affascinanti...

    qualche settimana fa mi è capitato di parlare con un'amica del libro citato sotto, è un'amica che sta atraversando un periodo difficile nei rapporti con il marito e mi diceva che questa lettura l'ha aiutata a capire molte cose relative al loro rapporto...indipendentemete dalla loro situazione, mi raccontava che comunque può essere utile a chiunque per capire la differenza che c'è tra il modo di pensare dell'ìuomo e quello della donna per cui può eventualmente interessare anche alle madri per capire meglio il propio figlio e viceversa...ancora non l'ho letto, probbilmente lo farò ma volevo parlarvene...se qualcuno l'ha lette mi piacerebbe sapere che ne pensa, grazie!

    Ggli uomini vengono da Marte, le donne da Venere
    John Gray
    Edizioni Sonzogno

    Best seller internazionale, questo libro analizza in modo semplice ed esauriente le differenze psicologiche fra uomo e donna. La tesi dell'autore è , infatti, che gli uomini e le donne pensano diversamente, vivono diversamente e sopratutto, parlano lingue diverse, per cui comportamenti simili assumono per gli uni e le altre significati opposti. All'uomo piace infatti sentirsi esperto e apprezzato, ma spesso ha bisogno di solitudine mentre le donne vogliono sentirsi amate, adorano i superlativi e vogliono dividere le proprie sensazioni con altri. Ma allora comunicare è impossibile? Assolutamente no, anzi: capirsi può diventare persino un gioco nel momento in cui si è coscienti delle diversità fra uomo e donna.
    Perché leggerlo: non riesci a capire perché il tuo partner si comporta così? Il libro offre un esauriente spiegazione di molte differenze psicologiche e comportamentali fra i due sessi che possono creare delle difficoltà nella comunicazione. Consigliato caldamente a chi vuole migliorare il proprio rapporto di coppia.

    fonte:
    http://www.ilmiopsicologo.it/pagine/...da_venere.aspx

  10. #20
    maria luisa Guest

    predefinito Marte e venere

    Perchè no, non è mai troppo tardi per capire l'altro, ( mi sarebbe servito di più
    un po' di tempo fa) appena finirò di leggereil libro che sto leggendo, vedrò di
    leggere anche questo.
    Ultima modifica di maria luisa : 08-07-10 a 08:28

Discussioni simili

  1. Letture
    By vitalba paesano in forum Letture
    Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 13-06-11, 10:57
  2. Aggiornamento letture per l'estate
    By vitalba paesano in forum Letture
    Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 28-06-10, 10:34
  3. Letture per l'estate
    By vitalba paesano in forum Letture
    Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 31-05-10, 11:48
  4. Nuove letture
    By vitalba paesano in forum Letture
    Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 26-03-10, 18:41
  5. Rassegna stampa: le letture per voi
    By vitalba paesano in forum Chiacchiere tra noi
    Risposte: 1
    Ultimo messaggio: 13-05-09, 10:26

Regole d'invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •