Visualizzazione dei risultati da 1 a 7 su 7
  1. #1
    Registrato al forum dal
    Jun 2008
    ubicazione
    Milano
    Messaggi
    2,551

    Thumbs up Roma, al Teatro Quirino con noi

    Per la serie "Grey panther a teatro", ecco un'opportunità per gli amici romani. Dopo il grande successo di pubblico a Parigi,Tokio e Buenos Aires, è arrivato al Teatro Quirino "Novecento Napoletano" , un tributo alle canzoni più belle e amate del mondo, con la ricostruzione scenografica,che riporta nelle atmosfere magiche e nostalgiche di una Napoli d'altri tempi.
    60 artisti in scena per uno spettacolo indimenticabile. Sono disponibili due biglietti stampa (quindi gratuiti, ma con l'impegno a scrivere la recensione dello spettacolo in questo forum) per venerdì 16 ottobre. Il primo grey panther che aderisce, sarà contattato sulle modalità di ingresso. vp
    Novecento Napoletano
    Il secolo d'oro della canzone napoletana
    Teatro Quirino

  2. #2
    Registrato al forum dal
    Dec 2008
    ubicazione
    Roma
    Messaggi
    1,230

    predefinito Teatro Roma

    Nei limiti della mia capacità giornalistica cercherò di fare una completa recensione....se sono arrivato in tempo.
    Attilio A. Romita

  3. #3
    Registrato al forum dal
    Dec 2008
    ubicazione
    Roma
    Messaggi
    1,230

    predefinito Tanto per cominciare

    La locandina ed un assaggio dello spettacolo
    DI.elle.I. Grandi Eventi srl

    Gennaro Cannavacciuolo,
    Rosaria De Cicco

    NOVECENTO NAPOLETANO
    (Naples Golden Century)
    di Lello Scarano e Bruno Garofalo
    con Franco Castiglia, Susy Sebastiano,
    Salvatore Misticone
    coreografie Enzo Castaldo
    costumi Mariagrazia Nicotra
    direttore d’orchestra Toni Sorrentino
    arrangiamenti M° Tonino Esposito
    regia Bruno Garofalo
    Una produzione di Rosario Imparato

    La ricca tradizione della canzone popolare napoletana, la cui produzione
    raggiunse il culmine dalla seconda metà dell’Ottocento fino al concludersi del
    secondo conflitto mondiale, rivive in Novecento Napoletano, spettacolo
    musicale arrivato con successo alla quarta edizione dopo aver debuttato nel
    1992 al Teatro Politeama Giacosa di Napoli e avere, negli anni successivi,
    incantato le platee di Tokyo, Parigi e Buenos Aires.
    Di fronte allo spettatore si apre una messinscena complessa, sontuosa e
    accurata: la ricostruzione scenografica, costumi compresi, è stata realizzata
    grazie all’apporto di alcuni rari e preziosi filmati d’epoca e si ispira, con
    attenzione quasi filologica, alle opere pittoriche di artisti come Scoppetta,
    Matania e Dal Bono che hanno ritratto l’ambiente con occhi attenti e
    appassionati.
    Un’orchestra, rigorosamente acustica e calibrata sulle necessità musicali dei
    brani scelti, accompagna i protagonisti - Gennaro Cannavacciuolo e Rosaria
    De Cicco - nella pittura dell’affresco del Secolo D’Oro della Musica Napoletana,
    tratteggiato sapientemente, privilegiando dizione e interpretazioni originarie,
    dalle scelte registiche di Bruno Garofalo.
    L’insieme di emozioni, atmosfere, ricordi, poesia diventa repertorio popolare,
    esplorazione delle radici più profonde e indimenticate di una napoletanità
    autentica e rituale che appartiene a tutti coloro che l’hanno vissuta e respirata
    come figli affettuosi almeno una volta.



    Sabato mattina inserirò le mie impressioni di spettatore. Se il buon giorno si vede dal filmato di presentazione, la serata si presenta piacevole
    Attilio A. Romita

  4. #4
    Registrato al forum dal
    Jun 2008
    ubicazione
    Milano
    Messaggi
    2,551

    predefinito Attilio andrà a teatro!

    Confermo che l'adesione di Attilio è arrivata per prima e tempestivamente. Riceverai comunicazioni in merito. Buono spettacolo. vp

  5. #5
    Registrato al forum dal
    Dec 2008
    ubicazione
    Roma
    Messaggi
    1,230

    Thumbs up Stasera "Novecento Napoletano" al Quirino

    Come avete potuto leggere e vedere su Youtube, tema dello spettacolo era la Canzone Napoletana classica cio di fine '800 ed inizio '900.
    Vorrei parlarvi di questo spettacolo da due punti di vista uno più emozionale ed uno più tecnico.
    Questa opera teatrale viene da molto lontano in quanto è stata allestita la prima volta più di venti anni fa ed ha girato molta parte del mondo. L'attuale allestimento scenico è molto interessante perchè sfruttando pannelli scorrevoli e fondali dipinti o proiettati riesce a creare un gran numero di scene nelle quali si muove una numerosissima compagnia composta da cantanti, attori e musici, tutti molto bravi che vanno dai 5 anni di un piccolo scugnizzo ai .xx.. anni di altri. Per gli attori come per le signore non si dice l'età!
    Lo spettacolo è un susseguirsi di scene e siparietti che iniziano con uno spettacolare "Funicolì Funiculà" a ranghi completi, proseguono con esibizioni singole di pezzi storici napoletani più o meno noti e, nel secondo tempo, si concludono con pezzi più corali.
    Ogni scena, fondali ed attori, si compone come un dipinto di scuola napoletana classica che mostra popolani e pescatori, donne del popolo e pizzaioli. Sembrano quasi una piccola serie di scene tratte da un Presepio Napoletano della Tradizione.
    Sicuramente canzoni, canti e scenette sono molto coinvolgenti, ma presentano un piccolo limite. L'operazione filologica di recupero dei testi crea un piccolo problema agli spettatori non napoletani che possono seguire facilmente la musica figlia della tradizione napoletana, ma riescono difficilemete a capire le parole che accompagnano la musica.
    Nel complesso le circa 3 ore di spettacolo risultano molto piacevoli e si sono concluse con molti applausi e molte chiamate agli attori da parte di un pubblico particolarmente folto che comprendeva anche un buon numero di personaggi dello spettacolo.
    Era circa mezzanotte quando siamo usciti dal teatro canticchiando "O' surdato 'nnamorato"!
    Attilio A. Romita

  6. #6
    Registrato al forum dal
    Jun 2008
    ubicazione
    Milano
    Messaggi
    2,551

    predefinito Bene. mi sembra che lo spettacolo meriti proprio

    Quote Originariamente inviata da attilio.romita Visualizza il messaggio
    Come avete potuto leggere e vedere su Youtube, tema dello spettacolo era la Canzone Napoletana classica cio di fine '800 ed inizio '900.
    Vorrei parlarvi di questo spettacolo da due punti di vista uno più emozionale ed uno più tecnico.
    Questa opera teatrale viene da molto lontano in quanto è stata allestita la prima volta più di venti anni fa ed ha girato molta parte del mondo. L'attuale allestimento scenico è molto interessante perchè sfruttando pannelli scorrevoli e fondali dipinti o proiettati riesce a creare un gran numero di scene nelle quali si muove una numerosissima compagnia composta da cantanti, attori e musici, tutti molto bravi che vanno dai 5 anni di un piccolo scugnizzo ai .xx.. anni di altri. Per gli attori come per le signore non si dice l'età!
    Lo spettacolo è un susseguirsi di scene e siparietti che iniziano con uno spettacolare "Funicolì Funiculà" a ranghi completi, proseguono con esibizioni singole di pezzi storici napoletani più o meno noti e, nel secondo tempo, si concludono con pezzi più corali.
    Ogni scena, fondali ed attori, si compone come un dipinto di scuola napoletana classica che mostra popolani e pescatori, donne del popolo e pizzaioli. Sembrano quasi una piccola serie di scene tratte da un Presepio Napoletano della Tradizione.
    Sicuramente canzoni, canti e scenette sono molto coinvolgenti, ma presentano un piccolo limite. L'operazione filologica di recupero dei testi crea un piccolo problema agli spettatori non napoletani che possono seguire facilmente la musica figlia della tradizione napoletana, ma riescono difficilemete a capire le parole che accompagnano la musica.
    Nel complesso le circa 3 ore di spettacolo risultano molto piacevoli e si sono concluse con molti applausi e molte chiamate agli attori da parte di un pubblico particolarmente folto che comprendeva anche un buon numero di personaggi dello spettacolo.
    Era circa mezzanotte quando siamo usciti dal teatro canticchiando "O' surdato 'nnamorato"!
    Bene. mi sembra che lo spettacolo meriti proprio, inseriremo la recensione di Attilio nella rubrica spettacoli. Alla prossima occasione, che prevedo presto! buona giornata. vp

  7. #7
    Registrato al forum dal
    Nov 2008
    ubicazione
    San Mauro TO
    Messaggi
    3,561

    predefinito bello spettacolo sicuramente!

    Quote Originariamente inviata da attilio.romita Visualizza il messaggio
    Come avete potuto leggere e vedere su Youtube, tema dello spettacolo era la Canzone Napoletana classica cio di fine '800 ed inizio '900.
    Vorrei parlarvi di questo spettacolo da due punti di vista uno più emozionale ed uno più tecnico.
    Questa opera teatrale viene da molto lontano in quanto è stata allestita la prima volta più di venti anni fa ed ha girato molta parte del mondo. L'attuale allestimento scenico è molto interessante perchè sfruttando pannelli scorrevoli e fondali dipinti o proiettati riesce a creare un gran numero di scene nelle quali si muove una numerosissima compagnia composta da cantanti, attori e musici, tutti molto bravi che vanno dai 5 anni di un piccolo scugnizzo ai .xx.. anni di altri. Per gli attori come per le signore non si dice l'età!
    Lo spettacolo è un susseguirsi di scene e siparietti che iniziano con uno spettacolare "Funicolì Funiculà" a ranghi completi, proseguono con esibizioni singole di pezzi storici napoletani più o meno noti e, nel secondo tempo, si concludono con pezzi più corali.
    Ogni scena, fondali ed attori, si compone come un dipinto di scuola napoletana classica che mostra popolani e pescatori, donne del popolo e pizzaioli. Sembrano quasi una piccola serie di scene tratte da un Presepio Napoletano della Tradizione.
    Sicuramente canzoni, canti e scenette sono molto coinvolgenti, ma presentano un piccolo limite. L'operazione filologica di recupero dei testi crea un piccolo problema agli spettatori non napoletani che possono seguire facilmente la musica figlia della tradizione napoletana, ma riescono difficilemete a capire le parole che accompagnano la musica.
    Nel complesso le circa 3 ore di spettacolo risultano molto piacevoli e si sono concluse con molti applausi e molte chiamate agli attori da parte di un pubblico particolarmente folto che comprendeva anche un buon numero di personaggi dello spettacolo.
    Era circa mezzanotte quando siamo usciti dal teatro canticchiando "O' surdato 'nnamorato"!
    e allora sentiamocela!
    una bella versione del grande Pavarotti

    http://www.youtube.com/watch?v=Ln1ypHU743I

Discussioni simili

  1. Al Quirino di Roma "La vedova allegra"
    By Attilio A. Romita in forum Noi protagonisti
    Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 27-10-10, 22:48
  2. Due posti a Teatro per voi, al Quirino di Roma, per GREASE
    By vitalba paesano in forum Noi protagonisti
    Risposte: 3
    Ultimo messaggio: 08-02-10, 21:05
  3. Milano: un invito a teatro gratis per voi
    By vitalba paesano in forum Noi protagonisti
    Risposte: 2
    Ultimo messaggio: 08-10-09, 01:00
  4. La marcia dei cani su Roma
    By vitalba paesano in forum Miao&Bau
    Risposte: 2
    Ultimo messaggio: 29-08-09, 14:08
  5. Corrado e il teatro
    By Corrado in forum Presentiamoci
    Risposte: 1
    Ultimo messaggio: 08-05-09, 11:46

Regole d'invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •