Visualizza i risultati del sondaggio: Come valutate l'utilità della mia proposta

Chi ha votato
9. Non puoi votare questo sondaggio
  • 1 = molto valida

    5 55.56%
  • 2 = valida

    3 33.33%
  • 3 = di qualche utilita'

    1 11.11%
  • 4 = di nessuna utilita'

    0 0%
Pagina 3 di 4 primaprima 1234 ultimoultimo
Visualizzazione dei risultati da 21 a 30 su 32
  1. #21
    Registrato al forum dal
    Dec 2008
    ubicazione
    Roma
    Messaggi
    1,230

    Wink ...chiacchere

    Grazie a Tutte per le paroce carine che mi dedicate. Cercherò nelle risposte di essere sempre molto chiaro. Vorrei chiedervi scusa se talvolta uso esempi che aprima vista potrebbero farvi pensare che vi tratti da "bambini", io penso che legare concetti complessi a fenomeni ben conosciuti serve a migliorare la comprensione, ma è importante sottolineare che talvolta questa esemplificazione comporta delle imprecisioni che saltano agli occhi dell'esperto: purtroppo è difficile avere "la botte piena e la moglie ubriaca"...come dice il saggio.
    Infine vorrei raccomandatre a tutti (scusa Intrepida) di non citare l'intervento precedente, secondo me non migliora la comprensibilità ed aumenta il volume di dati che viaggiano.
    Un buon Anno a tutti!!!!

  2. #22
    Registrato al forum dal
    Oct 2008
    ubicazione
    vicino al mare
    Messaggi
    76

    Smile piacere

    ..che tu ci sia..piacere di imparare...ti leggo.

  3. #23
    Registrato al forum dal
    Nov 2008
    ubicazione
    San Mauro TO
    Messaggi
    3,561

    Smile va bene, tutto a posto

    ciao Attilio, hai ragione le cose più semplici sono, meglio è, però a me alcune volte vengono delle curiosità che devo assolutamente soddisfare altrimenti non mi sento a mio agio, ma non solo qui, anche nella vita quotidiana purtroppo...non perdo mai le speranze però e in genere raggiungo lo scopo
    Ciao a te e a tutti

  4. #24
    Registrato al forum dal
    Dec 2008
    ubicazione
    Roma
    Messaggi
    1,230

    Wink è possibile trovare (quasi) tutte le risposte?

    Tra i tanti pregi di Internet c'è quello di poter trovare una risposta per quasi tutte le domande che possono passarci per la testa.
    L'aspetto negativo di questa possibilità è che spesso cercando su Internet siamo sommersi da un mare in tempesta di informazioni e solo con molta pratica è possibile venirne fuori.
    Google, il benedetto motore di ricerca universale, ci fornisce sempre l'indirizzo di tanti siti che contengono la parola che cerchiamo e spesso la nebbia aumenta anzichè diradarsi.
    Esiste, ma molti di voi sicuramente lo sanno, una enciclopedia (www.wikipedia.it) in linea compilata "da tutti" nella quale si possono trovare le risposte a quasi tutto. Nella prima schermata, al centro della colonna di destra, c'è uno spazio dove è possibile scrivere il termine da ricercare. Anche in questo caso possono aversi diverse risposte, ma vi assicuro che è molto più semplice trovare quello che si cerca.
    Fate una prova e poi fatemi sapere.
    Buon Anno.
    P.S. Ovviamente io sono sempre disposto a cercare di trovare con Voi una risposta comprensibile.

  5. #25
    Cristina Ricchetti Guest

    predefinito a proposito

    Wikipedia è usatissima in ambito scolastico, i miei figli
    la usano e l'hanno usata in un passato recente, mi
    piace il suo carattere 'partecipativo' e il suo essere
    talmente libera e a disposizione di tutti che il suo
    aggiornamento possiamo dire avvenga in tempo reale.
    Ultimamente sono andata a cercare proprio il termine
    "wikipedia" perchè volevo pronunciarlo nel modo più
    corretto e, avrei dovuto aspettarmelo, la risposta altro
    non era che la massima libertà di pronuncia, in italiano
    in particolare la w pronunciata proprio v, l'unica nota
    consigliata da non fare è mischiare wiki e pedia con
    due pronunce di lingue differenti, insomma, ogni cittadino
    del mondo la chiamerà come la sua lingua gli detta di
    fare. Mi piace.
    Ciao a tutti e FELICE ANNO NUOVO !!

  6. #26
    Cristina Ricchetti Guest

    predefinito un viaggio a ritroso

    Mi aggancio ad un intervento di Attilio nell'argomento
    "iPod', dove si è parlato di Hal, il computer centrale della
    stazione spaziale in '2001 odissea nello spazio'.

    Vorrei, da un viaggio in avanti nel tempo o nella fantascienza,
    fare un viaggio a ritroso, a più di 2000 anni e forse nella realtà
    e non nella fantascienza, ma questo desidererei che lo scoprisse
    Attilio, il nostro esperto, al quale vengo a esporre in breve.

    Ieri sera, durante uno dei soliti zapping televisivi, mi sono
    imbattuta nella bella trasmissione 'Atlandide' sul canale La 7.
    Ebbene si parlava del 'Meccanismo di Antikythera' ,
    reperto trovato da un palombaro negli anni cinquanta, così
    mi sembra di ricordare.
    A successive analisi e controanalisi, fino ai giorni nostri, sembra
    essere arrivati alla conclusione di avere recuperato una specie
    di elaboratore automatico, precursore del computer, datato
    nel periodo della grecia antica !!!!!!
    Insomma un oggetto complicatissimo pieno di rotelle dentate che
    si incastrano girando, e cerchi più o meno grandi, il tutto unito
    da piccole lancette che ricordano gli orologi e che mi ha
    fatto ricordare il film di Charlie Chaplin 'Tempi Moderni'.
    Una spece di elaboratore/calendario con mappatura astrale.
    Un oggetto pregiatissimo e proabilmente, ai tempi, di
    inestimabile valore, nel quale si potevano inserire alcuni dati per
    poi ottenerne degli altri, proprio come i computer.
    La domanda : questo magnifico oggetto è veramente esistito?
    Sono attendibili le ipotesi elaborate e le analisi fatte?
    Se tutto dovesse essere vero, potremmo concludere che già
    nell'antichità si era ad un passo dal mondo della meccanica e
    dell'intelligenza artificiale e che, forse, non sono riusciti a
    prendere sul serio alcune invenzioni mirabili che avrebbero
    nettamente modificato, nel senso di una accellerazione, la
    storia della tecnica e della scienza ?

    PS non ho consultato nè Wikipedia nè Google nè altro, in
    quanto mi interesserebbe più un parere, una ipotesi tua.
    Di tempo, poi, per un excursus enciclopedico lo potrò
    sempre trovare.

  7. #27
    Registrato al forum dal
    Dec 2008
    ubicazione
    Roma
    Messaggi
    1,230

    Wink Antikytera, il progresso, il futuro

    Una risposta pratica.Da google sono arrivato al sito http://www.nature.com/nature/videoarchive/antikythera/
    dove si poò trovare un documentario della rivista inglese NATURE che spiega esattamente cosa è questo "oggetto misterioso" realmente esistito.
    E' una specie di calcolatrice meccanica per:"Oggi, un team di scienziati riunitisi nell'Antikythera Mechanism Project ha quasi concluso le sue analisi ad elevatissima tecnologia, iniziate nel 2003, dimotrando la straordinarietà del meccanismo che ha rivelato conoscenze al di là di ogni immaginazione, traducendo anche le iscrizioni invisibili su di esso e ricostruendolo completamente. Si tratta di un orologio che unificava i calendari tecnici usati dagli astronomi con quello quotidiano che regolava la società greca, più precisamente, lo svolgimento dei giochi olimpici e che dunque era unificante per l'intera società ellenistica. L'apparecchiatura era dotata di più ruote dentate sincronizzate che rappresentavano cicli del calendario.".
    Sicuramente è un segno di una tecnologia avanzata, è sicuramente capace di calcoli esatti, ma non può essere definito un computer. Sappiamo che gli studi astronomici erano molto avanzati nelle antiche civiltà e quei nostri progenitori sapevano calcolare molto esattamente l'andamento dei movimenti degli astri. Sull'isola di Antikythera si verificò una particolare combinazione: un matematico astronomo incontro un bravo artigiano capace di fabbricare ruote dentate perfette, i due insieme costruirono un meccanismo capace di riprodurre i movimenti relativi di vari fenomeni astronomici. Lo strano megaorologio anche a quel tempo molto probabilmente fu giudicato un giocattolo e non ebbe imitatori. In tutti i tempi sono stati costruiti meccanismi di questo genere ed alcuni del '600 e 700' sono strabilianti, ma non hanno cambiato il destino del mondo appunto perchè sono stati bei giocattoli.
    Anche il computer non è altro che un bel "giocattolone" che sembra un "cervellone", ma in effetti è solo capace di prendere le decisioni che noi gli dettiamo.
    Mi dispiace aver raffreddato il tuo entusiasmo con una spruzzata di sano e banale scetticismo tecnicistico. Molto spesso mi capita sentire in pseudo scientifiche trasmissioni o pubblicazioni di scoperte mirabolanti o di interpretazioni strane fatte nei mondi antichi, praticamente sono quasi sempre notizie "pour etonner le bourgeois" come diceva mi sembra Moliere in una sua commedia.
    Un tentativo di ragionamento filosofico.
    Il progresso della scienza e della tecnica è continuo e costante ed ogni passo si basa sul precedente. Spesso da una scoperta "militare", fatta per sopraffare il nemico, nascono effetti benefici. Talvolta una felice intuizione porta a risultati favolosi: molti sapevano che si facilitava la guarigione mettendo un po di muffa sulle ferite, uno solo fu capace di formalizzare e sintetizzare l'osservazione: Mr. Fleming scoprì la penicillina.
    Io ho fiducia nell'uomo e nel progresso e mi secca molto non poter vedere cosa succederà tra 100 anni.
    Un caro saluto a tutti.

  8. #28
    Cristina Ricchetti Guest

    predefinito Thanks

    Caro Attilio, ti ringrazio per la tua ricerca in proposito,
    certamente mi sono un pò 'raffreddata' come tu scrivi,
    ma egualmente questa scoperta è stata notevole per
    capire nei fatti l'ingegno e le abilità del mondo antico.
    Di precursore del computer ne aveva parlato durante
    una intervista, proprio uno degli addetti allo studio e
    alla riproduzione del 'meccanismo di Antikythera' ,
    in quanto si ottenevano dei dati dopo averne inseriti
    altri.
    Mi associo al cauto comportamento da tenere verso libri
    e soprattutto programmi televisivi che un pò di traverso
    affrontano tematiche scientifiche, molto suggestivi ma
    assai poco empirici, tanto costruiti sull'immaginario e
    poco sulla realtà oggettiva.
    Grazie ancora
    cristina

    qui sotto un modello realizzato da John Gleavè del
    Meccanismo di Antikythera
    Attached Images Attached Images
    Ultima modifica di Cristina Ricchetti : 04-01-09 a 21:09

  9. #29
    Registrato al forum dal
    Oct 2008
    ubicazione
    vicino al mare
    Messaggi
    76

    Angry te possino,Attilio!

    ma quante ne sai?
    sono invidiosa marcia...
    e scrivi pure in inglese ,mentre io appena appena lo traduco...uff

  10. #30
    Registrato al forum dal
    Dec 2008
    ubicazione
    Roma
    Messaggi
    1,230

    predefinito Conoscere no è bravura....è tempo che passa!

    ....mi permetti di ricambiare l'invidia
    Le mie conoscenze derivano solo da un banale, fortunato, felice trascorrere del tempo che, dall'alto dei miei 70 anni, mi fa invidiare la tua "lieve" età nascosta dietro un pallido velo
    Ciao

Discussioni simili

  1. Pane: è come quello di una volta?
    By Redazione in forum Nutrizione per noi
    Risposte: 1
    Ultimo messaggio: 22-09-11, 11:56
  2. il sapere e la ragione parlano....
    By rosaria in forum Noi protagonisti
    Risposte: 6
    Ultimo messaggio: 24-03-11, 20:41
  3. Da far sapere ai giovani
    By vitalba paesano in forum Pensieri
    Risposte: 5
    Ultimo messaggio: 09-02-10, 19:07
  4. Sicurezza alimentare, meglio sapere
    By vitalba paesano in forum Nutrizione per noi
    Risposte: 1
    Ultimo messaggio: 04-06-09, 09:13
  5. Sicurezza alimentare, meglio sapere
    By vitalba paesano in forum Nutrizione per noi
    Risposte: 1
    Ultimo messaggio: 04-06-09, 09:13

Tags for this Thread

Regole d'invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •