Pagina 5 di 5 primaprima ... 345
Visualizzazione dei risultati da 41 a 48 su 48
  1. #41
    Adriana Peratici Guest

    predefinito Grandi problemi

    Io personalmente sono restia a discutere di problemi molto grossi. Nucleare - Clandestinità - mandare o no i nostri soldati in zone di guerra ecc.... Sono convinta che su questi grandi temi tutti abbiano ragione o torto a seconda da quale angolazione si discuta del problema! E poi naturalmente tutti rimangono sulle loro posizioni. Mi fa piacere che sul forum ci siano delle discussioni, è come se io vi ascoltassi in un salotto, ma ogni tanto metteteci un po' di autoironia, così si alleggerisce la conversazione! Un grande saluto a tutti! - Adriana

  2. #42
    Registrato al forum dal
    Oct 2008
    ubicazione
    in provincia di Torino da tanti anni
    Messaggi
    238

    predefinito Attilio e lisola deserta

    Quote Originariamente inviata da attilio.romita Visualizza il messaggio
    ..............
    Se poi qualcuno non è d'accordo, si ritiri su una delle migliaia di isole deserte dove potrà vivere una vita naturale senza problemi: botte piena e moglie ubriaca restano purtroppo un'utopia.................
    Carissimo Attilio ma perchè dovrebbero essere quelli "non daccordo" con te a ritirarsi su di un'isola deserta ?

    Salutoni !
    Bruno

  3. #43
    Registrato al forum dal
    May 2009
    ubicazione
    Varese
    Messaggi
    205

    predefinito Purtroppo un passaggio velocissimo

    Caro Attilio, io non ho nessuna intenzione di farti cambiare idea anche perchè un antinuclearista in più o in meno, al nostro livello, non sposta l'ago della bilancia. Molto diverso sarebbe se un governante cambiasse parere.
    Purtroppo il tempo è tiranno, devo andare a lavorare ma vorrei lasciare due link per chiarire meglio cosa intendo per risparmio energetico che è ben diverso dal ritorno all'eta' della pietra, anche se io personalmente sono uno di quelli che si scalda con il camino tagliando e spaccando la legna da me (e risparmiando un buon 60% su quello che costerebbe il metano). Però il mio è un camino ad alta efficienza, tecnologico non rudimentale.
    Sono link a pagine della rivista Wired in cui si parla di ecosostenibilita e fonti alternative.
    http://www.wired.it/magazine/archivi...cucinella.aspx
    http://www.wired.it/magazine/archivi...tta-zero-.aspx
    Non penso che Wired possa essere considerata di parte e credo che verifichi attentamente le sue fonti.

  4. #44
    Cristina Ricchetti Guest

    predefinito Ho letto igli articoli di Wired

    Interessantissime pagine da leggere e rileggere,
    salta all'occhio come a volere, il nostro paese sia
    zeppo di idee e voglia di sperimentare, di architetti
    illuminati e concreti.
    E si evidenzia pure il pensiero vincente di puntare
    sul piccolo, sul locale, attraverso applicazioni e progetti
    su territori limitati, ognuno a seconda delle proprie
    caratteristiche geologiche/clmatiche. E non su progetti
    a livello nazionale elefantiaci e stratosferici a livello
    dei costi.
    Iniziare dalla propria casa, dal proprio quartiere, paese o città,
    "assieme ai costruttori ed agli enti locali", innovando e
    abbassando i costi, mi piace, sottoscrivo e infine cito:
    "... è perfino la storia di un'idea, anzi di un'ideologia cara
    al cattolicesimo: la natura non solo da rispettare, ma anche
    da leggere. Come un libro, anzi come una grande pagina del Libro..."

    grazie Vittorio

  5. #45
    Registrato al forum dal
    Dec 2008
    ubicazione
    Roma
    Messaggi
    1,230

    predefinito Risposte

    Nell'ordine.
    A Maria. E' molto differente la politica dall'economia. Cambiare idea politica può essere difficile o impossibile. Non voler considerare i numeri per paura che ci costringano non a cambiare idea, ma a valutare diversamente dei fatti, è solo "coprire la luna con un dito".
    A Bruno. Noi facciamo parte di un sistema socio/economico. Di questo sistema siamo responsabili dello sviluppo e delle scelte per indirizzare questo sviluppo. Nel nostro sistema socio/economico l'energia è uno dei fattori importanti che ci permettono di usufruire di strumenti che facilitano e rendono più comodo la nostra vita. Per produrre energia occorre anche fare scelte non totalmente prive di costi collaterali.
    Se non siamo d'accordo con queste scelte, e se vogliamo essere conseguenti con se stessi, non possiamo godere dei privilegi senza condividere scelte difficili e rischi. L'unico modo per essere conseguenti è appunto abbandonare il mondo civilizzato e limitarsi all'uso delle energie base in un'isola deserta.
    A Adriana. Tutti noi siamo responsabili delle scelte economiche e politiche di un paese e rimettere ad altri questa responsabilità è abdicare ad un nostro diritto/dovere.
    A Cristina e Vittorio.
    Interessanti gli articoli di Wired, ma credo che si continui a fare un po di confusione sugli ordini di grandezza e sulla tipologia di consumi energetici.
    Il consumo energetico diretto delle famiglie (riscaldamento, cucina, etc) è solo il 20% circa del consumo energetico totale, quindi anche utilizzando le energie alternative per coprirlo completamente, servono risorse di altro tipo e tra queste il nucleare è quello che ha il miglior rapporto costi benefici.

    Sono sicuro che queste risposte non saranno le ultime che dovrò darvi.
    Io non voglio convincervi a cambiare idea politica o fede religiosa.
    Mi farebbe piacere se qualcuno, solo qualcuno, cominciasse a riflettere ed a ragionare su fatti e non su idee preconcette, false verità.
    Difendere idee scomode non è sicuramente facile e rende spesso antipatici. E' molto più elegante assumere posizioni idealistiche ed utopistiche davanti ad una birra fresca (frigorifero=energia) in piazzale panoramico dove siamo arrivati in auto (motore=energia) e poi tornare in una casa fresca (condizionatore=energia).
    Attilio A. Romita

  6. #46
    Cristina Ricchetti Guest

    predefinito Permettimi una digressione

    Caro Attilio, comunque la si pensi ognuno e diversamente,
    stimo molto la tua capacità di spiegare, rispiegare e ribadire
    ancora le tue convinzioni sicuramente legate a dati e fatti
    concreti. Mi piace vedere che si possa sempre e comunque
    confrontarsi, pur restando delle proprie idee, in modo pacato,
    civile e "aperto sempre" verso l'altro, senza mai ripiegare o
    deludersi. E sono sempre convinta che le opinioni differenti,
    libere di esprimersi, siano uno degli aspetti essenziali di un
    popolo civile e costruttivo. E qui, mi sembra lo si stia bene
    rappresentando. Aggiungo che anche buon umore e autoironia
    siano ingredienti non poco accattivanti in qualsiasi intervento.

  7. #47
    Registrato al forum dal
    Oct 2008
    ubicazione
    in provincia di Torino da tanti anni
    Messaggi
    238

    predefinito

    Quote Originariamente inviata da attilio.romita Visualizza il messaggio
    A Bruno. Noi facciamo parte di un sistema socio/economico. Di questo sistema siamo responsabili dello sviluppo e delle scelte per indirizzare questo sviluppo. Nel nostro sistema socio/economico l'energia è uno dei fattori importanti che ci permettono di usufruire di strumenti che facilitano e rendono più comodo la nostra vita. Per produrre energia occorre anche fare scelte non totalmente prive di costi collaterali.
    Se non siamo d'accordo con queste scelte, e se vogliamo essere conseguenti con se stessi, non possiamo godere dei privilegi senza condividere scelte difficili e rischi. L'unico modo per essere conseguenti è appunto abbandonare il mondo civilizzato e limitarsi all'uso delle energie base in un'isola deserta.

    ...molto chiaro il tuo ragionamento.....ma vedi, io sono stufo di "godere di questi privilegi" che trà l'altro, significano innalzamento della temperatura terrestre, aumento dei rifiuti planetari ed altro ancora per cui, ed in maniera assolutamente personale, mi sento più disponibile ad accettare di andare meno in auto o di non acquistare il condizionatore piuttosto che "rimpinzare" di scorie radioattive il mio (e dei miei nipoti) Pineta......sul quale intendo restare provando a convincere altri che si può far "bene" anche in modi diversi......

    Salutoni e buone vacanze estive !
    Ultima modifica di Bruno Di Gioacchino : 16-07-09 a 15:29

  8. #48
    Registrato al forum dal
    Dec 2008
    ubicazione
    Roma
    Messaggi
    1,230

    Thumbs up Buone vacanze

    Buone vacanze Bruno,
    auguri per i tuoi intenti di convincimento che spero anche supportati da qualche numero.

    E buone vacanze a tutti, liberi da pensieri negativi su economia, energia, etc.

    C'era un vecchio film dal titolo "lassù qualcuno mi ama", speriamo che effettivamente ci sia per proteggere il nostro futuro, che noi spesso cerchiamo di coprire con rosee speranze.
    Attilio A. Romita

Discussioni simili

  1. referendum e nucleare
    By Laura Bolgeri in forum Noi protagonisti
    Risposte: 3
    Ultimo messaggio: 09-05-11, 10:06
  2. Margherita HACK ed il nucleare
    By Attilio A. Romita in forum Technology
    Risposte: 10
    Ultimo messaggio: 01-05-11, 11:09
  3. Moratoria di un anno per il nucleare
    By Redazione in forum Green
    Risposte: 1
    Ultimo messaggio: 23-03-11, 17:07
  4. nucleare- sicurezza
    By Laura Bolgeri in forum Noi protagonisti
    Risposte: 12
    Ultimo messaggio: 17-03-11, 21:49
  5. La pensiamo anche noi così?
    By vitalba paesano in forum Letture
    Risposte: 6
    Ultimo messaggio: 04-10-10, 19:46

Regole d'invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •