Pagina 2 di 5 primaprima 1234 ... ultimoultimo
Visualizzazione dei risultati da 11 a 20 su 48
  1. #11
    Registrato al forum dal
    Oct 2008
    ubicazione
    in provincia di Torino da tanti anni
    Messaggi
    238

    predefinito vi piace ?

    http://images.google.it/images?hl=it...num=4&ct=title

    a me molto ! E non prendetemi in giro ! Provo ancora a "sognare" in un mondo disilluso !

    Baci

  2. #12
    Registrato al forum dal
    Dec 2008
    ubicazione
    Roma
    Messaggi
    1,230

    Thumbs up Nucleare ...si grazie.

    Non sono sereno, non sono contento.
    Gli anni mi hanno insegnato che bisogna fare delle scelte, valutando i pro ed i contro.
    Ho fatto le mie scelte e le difendo e non sarebbe la prima volta che un giorno, spero di esserci, i fatti mi daranno ragione.
    Ho tentato di dare qualche numero per informare. Ovviamente non solo l'unico capace di trovare numeri, ma tutte le contestazioni sono state fatte con parole.
    Per Giocchino vorrei dire che ogni attività umana è legata a fattori economici (soldi, denaro, guadagni) e se qualcuno guadagna non è un peccato mortale, l'importante è che io, comune cittadino, da quel fatto abbia un vantaggio. Gandhi, Madre Teresa di Calcutta e pochi altri agiscono per il bene dell'umanità, tutti gli altri sono esseri umani per i quali IO viene prima di TU, NOI, VOI. Questa può essere una triste considerazione, ma è la realtà. Il denaro pubblico non esiste, esiste il denaro di tutti ed alcuni sono capaci di trarne maggior guadagno, altri meno. La Democrazia è un forte aiuto per controllare che chi guadagna di più, lo fa secondo le regole. Il resto è utopia e chiacchere al vento.
    Scusate il mio atteggiamento apodittico, è un mio limite e forse talvolta il voler essere chiari rende poco diplomatici.
    E con questo mi ritiro nelle mie convinzioni, molto sereno e poco contento, ma sicuramente fiducioso nel futuro.
    Un caro saluto.
    Attilio A. Romita

  3. #13
    Registrato al forum dal
    Nov 2008
    ubicazione
    San Mauro TO
    Messaggi
    3,561

    predefinito REPORT ieri sera Rai 3

    Brevissimo intervento unicamente per attirare l'attenzione sulla trasmissione citata nel titolo. Io l'ho seguita con particolare attenzione, spero l'abbiano fatto in tanti.

  4. #14
    Registrato al forum dal
    Dec 2008
    ubicazione
    Roma
    Messaggi
    1,230

    predefinito Comunicazione: Di Testa E Di Pancia.

    L’andamento di alcune recenti chiacchierate, o più modernamente post nei blog, mi hanno spinto a fare alcune riflessioni sui modi di comunicare. Una chiara spiegazione scientifica sulle modalità di comunicazione si trova all’indirizzo:
    http://www.comunicazione.uniroma1.it...pomezia%20.ppt.
    Io non sono uno studioso dell’argomento e quindi le mie argomentazioni saranno più “pancia” che di “testa” (vedi dopo).
    Qualche premessa iniziale su “la comunicazione di una notizia”:
    • non metto mai in dubbio la buona fede dell’autore;
    • do per scontato che la notizia presentata è vera;
    • le definizioni “testa” e “pancia” non implicano alcuna classificazione di importanza e giudizio positivo o negativo sul modo di comunicare e sono usate solo per comodità metodologica;
    • Nelle esemplificazioni successive cercherò di evitare qualsiasi giudizio personale sul “fatto specifico” quale che sia la sua natura:importante o futile, spregevole o lodevole.
    Normalmente il comunicatore cerca di convincere della bontà della sua tesi in funzione dello scopo che si è prefisso. E’ importante notare che lo “scopo prefisso” non coincide quasi mai con “provare la verità”, come ho premesso, il mio discorso è diretto solo al modo di comunicare fatti veri.
    Un primo esempio.
    Nei giorni scorsi ho ascoltato al Forum della Comunicazione un chiaro intervento del Presidente Italiano di “Save the Children”, l’associazione che aiuta gli sfortunati bambini del Terzo Mondo. Per svolgere il suo scopo, l’associazione deve raccogliere fondi e questa raccolta può essere sicuramente stimolata da foto che documentano la necessità di fondi. “Save the children” ha fatto una scelta “di testa” per una comunicazione che “stimola il lato buono della pancia” piuttosto che muovere a compassione con immagini reali estremamente coinvolgenti. Il possibile benefattore scappa di fronte ad immagini “reali” di bimbi malnutriti, non curati e con il corpo devastato da malattie e maltrattamenti. Le foto degli stessi bambini con gli occhi pieni di meraviglia di fronte ad un banale giocattolo o una piccola tazza di riso sono molto più efficaci.
    Il sito http://www.savethechildren.it/2003/galleria.asp ha un bel campionari di queste foto.
    Noi tutti abbiamo presente la terribile fotografia di una bambina nuda, al centro di un gruppo di bambini, che fuggivano da un villaggio vietnamita in fiamme. Quella foto ha fatto il giro del mondo ed è stata usata per fare una critica forte alla guerra, dovunque e comunque, indipendentemente dalle ragioni. Questa è un’altra scelta di “testa” per una comunicazione di “pancia”.
    Un secondo esempio.
    Alcuni anni fa si verificò un fatto tragico: un bimbo cadde in un pozzo e, malgrado sforzi immani, morì. Allora la TV fece la scelta giornalistica di una diretta, quasi fosse una partita di calcio, di tutte le operazioni che man mano si svolgevano. Tutte notizie vere, partecipazione totale dei giornalisti e commentatori, io ho ancora i sudori freddi quando ci penso. Quella trasmissione, nel corso degli anni, è stata sempre più criticata perché è apparsa più come una “fredda comunicazione di pancia” per fare audience più che per testimoniare un fatto.
    E veniamo alla causa che mi ha spinto a scrivere questo tentativo di sistematizzazione del modo di comunicare.
    Nel discorso sul Nucleare l’ultima nota è di Maria che fa riferimento alla trasmissione REPORT di RAI3. Ho visto la trasmissione e quello che è stato detto era tutto vero e perfettamente allineato con lo scopo che la giornalista si era posto: sfruttare il momento per creare audience alla sua trasmissione. Lo scopo di una inchiesta giornalistica dovrebbe essere di documentare realisticamente le ragioni di una scelta “pratica” dettata da una necessità reale.
    Attualmente la fame di energia nel mondo cosiddetto civilizzato è altissima e tutti i sistemi di produzione sono molto costosi a livello sia economico che “ecologico”. Le energie alternative esistono, ma realmente possono coprire solo una percentuale bassa del fabbisogno. Nel Museo della Tecnica di Stoccarda, è un ricordo di 50 anni fa, c’era un esperimento: una bicicletta collegata ad una dinamo alimentava un fornellino con 100 gr di acqua che doveva essere portata ad ebollizione; vi assicuro che dovemmo fare un lavoro di gruppo per ottenere lo scopo. Oggi la tecnica ha migliorato i rendimenti, ma non bisogna farsi ingannare da lunghe liste che descrivono le “forme alternative”: i risultati pratici sono molto meno eclatanti.
    La scelta del nucleare è, allo stato dei fatti, non una scelta OTTIMA, è la scelta meno peggiore che possiamo fare. E questa scelta comporta dei rischi. I rischi sono stati definiti e qualificati nella scala INES, internazionalmente accettata, che qualifica il livello di accettabilità del rischio nucleare.
    Nel corso della trasmissione un serio professore criticava il fatto che un rischio possa essere definito accettabile: questo può essere vero in un mondo virtuale. Nel mondo reale si devono fare delle scelte. Il continuo ripetere della parola “accettabile” con tono variamente apodittico, iettatorio, o predicatorio è il tipico esempio di comunicazione di “pancia”. Nella stessa trasmissione sono ripetutamente comparse le immagini di Chernobyl, ma è universalmente accettato che quella Centrale era pericolante già anni prima dell’incidente. Quindi, a parte l’umana pietà per le persone colpite, il ricordarlo come prova della pericolosità del nucleare è un modo per colpire “la pancia”, non un discorso pragmatico.
    Nel corso della trasmissione è stata intervistata una coppia che abita vicino ad una centrale francese. Le risposte dei due signori erano tranquille, serie e non mostravano alcun timore. La modalità delle domande e qualche piccolo commento appena appena ironico sminuivano il valore dell’intervista e quasi volevano farla apparire come un “commento dell’Ente Turismo”.
    L’autrice della trasmissione REPORT ha raggiunto il suo scopo: avere una forte audience e rafforzare il suo ruolo di “persona che non si fa imbrogliare”.
    Forse la mia posizione fortemente critica verso alcune posizioni “di pancia” mi porta ad usare uno stile “altrettanto di pancia”. Forse un po di “rimbambimento senile mi porta ad essere eccessivamente sensibile a certi tipi di comunicazione. Forse in qualche caso ho un po di ragione anche io. Non lo so e lascio a voi il giudizio.
    Attilio A. Romita

  5. #15
    Cristina Ricchetti Guest

    predefinito Nucleare ? Troppo tardi

    Stiamo vivendo un epoca di forti e difficili passaggi, la crisi finanziaria
    globale sta stravolgendo il pensiero finora portante del sistema economico
    occidentale, ci stiamo mettendo in ginocchio e facendo penitenza per le
    scelte scellerate di politici che si sono fatti guidare dal dio denaro e non
    dall'umano, pratico e illuminato buon senso.
    Ecco che da cittadina del mondo vorrei chiudere a chiave con portoni
    blindati, un periodo in cui si è scivolati fuori dal sentiero sicuro e sensato
    delle scelte economiche e politiche dettate dallo scambio di prodotti e
    servizi, piuttosto che da virtuali, ipotetici e succulenti pacchetti finanziari.
    In quest’ottica, la scelta del nucleare a lungo termine la trovo anacronistica
    e pure dannosa. Dobbiamo convincerci di avere perso il treno del nucleare
    e puntare altrove, in pratica è inutile ripartire da zero con le centrali quando
    nessun paese industrializzato oggi ne mette in cantiere di nuove, anzi,
    le prospettive sono proprio quelle di dismissione e di investimenti su altri
    metodi per una energia alternativa e su tecniche innovative a salvaguardia
    dell’ambiente e dell’uomo. Almeno non si comprende l’enorme dispendio di
    denaro su progetti elefantiaci che produrranno un pulcino in termini di
    percentuali, in quanto ci darebbero solo elettricità e noi sappiamo bene come
    la maggior quantità di energia viene consumata in carburanti per la viabilità
    e per riscaldare condomini, uffici, aziende e ospedali. Non si vuole ammettere
    che sia troppo tardi per intraprendere un percorso che oramai le popolazioni
    più civilizzate stanno cercando di contenere e superare.
    Vedrei la questione più da un punto di vista locale, dove regioni e comuni
    potrebbero intraprendere piccoli progetti di produzione di energia con
    metodiche innovative, sperimentali, se non addirittura ampliando, dove
    possibile, le concessioni per piccole centrali idroelettriche, particolarmente
    indicate nel nostro territorio. Le stesse centrali termoelettriche potrebbero
    gradualmente innovare i propri impianti supportati dalla ricerca e da aziende
    anche italiane specializzate in performance innovative. A seguire si potrebbe
    portare a percentuali degne la produzione di energia attraverso impianti eolici
    e fotovoltaici…….il tutto, comunque la pensiate, aspettando l’idrogeno come
    carburante e la fusione nucleare come ipotetica soluzione definitiva.

  6. #16
    Registrato al forum dal
    Dec 2008
    ubicazione
    Roma
    Messaggi
    1,230

    Thumbs down Avevo sperato ....

    che dicendo fatti, valutando fatti, cercando di spiegare fatti forse potevo indurre qualcuno a pensare ragionevolmente.
    Ho fallito, vedo risposte poetiche, persone che dicono che la luna non esiste perchè non vanno olte il proprio dito.
    Mi ritiro in buon ordine ed auguro a tutti tanti pensieri felici.
    Siamo tutti olte la cinquantina e tra cinquant'anni forse non ci saraemo ed i nostri nipoti saranno lieti delle scelte poetiche e sicure che abbiamo fatto.
    Continuerò a parlare di bit, byte e computer e tutti saremo felici che un miscredente, banale realista non li disturbi più e non li obblighi a pensare.
    Un caro saluto.
    Attilio A. Romita

  7. #17
    Cristina Ricchetti Guest

    predefinito Attilio solo per Technology ? No, grazie !

    Spero caro Attilio di non leggere queste tue sconfortanti parole in seguito al mio post....!! Ti devo confessare che non avevo neppure letto i tuoi ultimi interventi a proposito, più per questioni di tempo, così ho semplicemente inserito la mia personalissima opinione, piccola, umile e poco propensa a farne manuale. E' proprio il mio pensiero di forum che vede come tutti, indistintamente, si possa esprimere le proprie opinioni e si lasci poi lo spazio ulteriore a chi la pensa diversamente o similarmente, ma senza necessariamente aprire una lezione o un corso al quale gli altri tutti debbano inevitabilmente addivenire alle nostre conclusioni.
    Sarà poi nel nostro pensiero e nelle nostre riflessioni a seguito di tutti gli interventi, che avverrà o meno un cambiamento o un affermazione delle tesi già espresse. Non posso pensare a un tuo 'ritiro' dall'esporre qualsiasi considerazione a riguardo di qualsiasi argomento, proprio tu, struttura portante e riferimento sine qua non. Per favore solo le voci discordanti, espresse liberamente , arricchiscono il nostro sapere e ci rendono veramente liberi.
    Sempre tua amica
    cristina
    Ultima modifica di Cristina Ricchetti : 02-04-09 a 08:45

  8. #18
    Registrato al forum dal
    Oct 2008
    ubicazione
    in provincia di Torino da tanti anni
    Messaggi
    238

    predefinito ohhhhhh !!!

    Quote Originariamente inviata da cristina.r Visualizza il messaggio
    Stiamo vivendo un epoca di forti e difficili passaggi, la crisi finanziaria globale sta stravolgendo il pensiero finora portante del sistema economico occidentale,.........
    Cara Cri (mi permetti di appellarti così ?)

    Desidero porgerti i più grandi ringraziamenti per essere riuscita (ma ci riesci spesso) ad esporre con pacatezza di termini e di concetti e con puntualità e lucidità di pensiero esattamente tutto quanto ho anch'io nel cuore e nella mente (pensante) ma che la mia "passionalità "partenopea, non mi permette, a volte di esprimere compiutamente.

    grazie, grazie ancora ! Conserverò il tuo post da far leggere a tutti coloro che espongono un pensiero diverso in merito all'argomento.

    Baci
    Ultima modifica di Bruno Di Gioacchino : 01-04-09 a 17:03

  9. #19
    Registrato al forum dal
    Dec 2008
    ubicazione
    Roma
    Messaggi
    1,230

    Thumbs up Grazie a Cristina,

    ma penso che manterrò la mia idea di non entrare in questioni diverse da bit, byte e tecnica "banale".
    Solo un commento, senza polemica e senza acrimonia. Premesso che tutti "devono" essere liberi di esporre le idee in cui credono, è buona abitudine, in una discussione a più voci, ascoltare, o leggere, quello che dicono gli altri e poi aggiungere idee, controbattere, criticare aspramente, etc. In una parola colloquiare perchè così c'è un accrescimento di tutti, altrimenti si corre "su strade parallele" che non si incontrano mai.
    E con questa ultima frase, mi autocontraddico, ma essendo un essere umano, mi piace dire tutto ed il contrario di tutto.
    Un caro saluto.
    Attilio A. Romita

  10. #20
    Registrato al forum dal
    Nov 2008
    ubicazione
    San Mauro TO
    Messaggi
    3,561

    Unhappy No Attilio

    In questo caso condivido pienamente quello che ha scritto Cristina, quindi ti invito a restare in tutti i campi, ci possiamo anche "scontrare" ma che vuol dire? In una discussione possiamo avere pareri diversi ma...
    una volta che la discussione è conclusa a me piace dire amici come prima
    se ti ho urtato ti chiedo pubblicamente scusa
    Maria

Discussioni simili

  1. referendum e nucleare
    By Laura Bolgeri in forum Noi protagonisti
    Risposte: 3
    Ultimo messaggio: 09-05-11, 10:06
  2. Margherita HACK ed il nucleare
    By Attilio A. Romita in forum Technology
    Risposte: 10
    Ultimo messaggio: 01-05-11, 11:09
  3. Moratoria di un anno per il nucleare
    By Redazione in forum Green
    Risposte: 1
    Ultimo messaggio: 23-03-11, 17:07
  4. nucleare- sicurezza
    By Laura Bolgeri in forum Noi protagonisti
    Risposte: 12
    Ultimo messaggio: 17-03-11, 21:49
  5. La pensiamo anche noi così?
    By vitalba paesano in forum Letture
    Risposte: 6
    Ultimo messaggio: 04-10-10, 19:46

Regole d'invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •