Pagina 3 di 5 primaprima 12345 ultimoultimo
Visualizzazione dei risultati da 21 a 30 su 48
  1. #21
    Cristina Ricchetti Guest

    predefinito

    Quote Originariamente inviata da Bruno Di Gioacchino Visualizza il messaggio
    Cara Cri (mi permetti di appellarti così ?)

    Desidero porgerti i più grandi ringraziamenti per essere riuscita (ma ci riesci spesso) ad esporre con pacatezza di termini e di concetti e con puntualità e lucidità di pensiero esattamente tutto quanto ho anch'io nel cuore e nella mente (pensante) ma che la mia "passionalità "partenopea, non mi permette, a volte di esprimere compiutamente.

    grazie, grazie ancora ! Conserverò il tuo post da far leggere a tutti coloro che espongono un pensiero diverso in merito all'argomento.

    Baci

    La tua 'passionalità partenopea' è il sale delle nostre relazioni,
    tu sei Bruno perchè così sei e così, se permetti, vorremmo tu
    fossi sempre, ognuno di noi è la parte inespressa degli altri,
    cosicchè tutti, ma proprio tutti, siamo necessari e di uguale
    peso nella realizzazione della nostra miglior vita possibile.
    Un abbraccio
    cristina, anzi cri
    Ultima modifica di Cristina Ricchetti : 01-04-09 a 21:41

  2. #22
    Registrato al forum dal
    Dec 2008
    ubicazione
    Roma
    Messaggi
    1,230

    predefinito Grazie a Tutti.....

    ....e se giocassimo a poker direi "passo":
    Attilio A. Romita

  3. #23
    Registrato al forum dal
    Nov 2008
    ubicazione
    San Mauro TO
    Messaggi
    3,561

    Thumbs down 10 luglio 2009 passa la legge sul nucleare

    “Entro l’anno la scelta dei siti”
    Il governo dovrà definire entro sei mesi i criteri per localizzare i siti degli impianti, individuando anche le compensazioni per le popolazioni coinvolte, il ministro per lo Sviluppo economico Claudio Scajola ha affermato che molti comuni italiani hanno già manifestato la loro disponibilità, senza però dire quali. Servirebbero 8 centrali nucleari che costerebbero almeno 30 miliardi di euro. Ci sono forti dubbi sulla reale copertura economica dell’enorme spesa oltretutto, lo dice la presidente della Regione Piemonte, Mercedes Bresso, se ai costi di produzione si aggiungono quelli per lo smantellamento, che equivalgono almeno a quelli di costruzione, e quelli per i controlli che vanno garantiti per alcuni secoli, si vede subito che la convenienza non c’è proprio. Io, nel mio piccolo, lotterò in tutti i modi immaginabili possibili contro questa legge. Tutti liberi di esprimere la propria opinione, ma non tentate di convincermi a ritornare sui miei passi, sarebbe un’inutile perdita di tempo
    Maria

    Ubique: mi hai fatto ridere con le ville di Berlusca, ma io sono brava non le voglio neppure a casa sua!
    Ultima modifica di Maria Bertuzzo : 11-07-09 a 19:47

  4. #24
    Registrato al forum dal
    May 2009
    ubicazione
    Varese
    Messaggi
    205

    predefinito Maria sono con te

    Il nucleare è il passato, anzi la preistoria. L'era nucleare si è chiusa con la fine del secondo millennio e solo un miope (o venditore di fumo, scegli tu) come il nostro presidente del consiglio poteva rispolverare questa tecnologia. Forse non sa che le scorie del precedente esperimento nucleare sono ancora stoccate PROVVISORIAMENTE in tre siti del Piemonte, precisamente Saluggia, Trino e Bosco Marengo. Mentre la Francia cerca di svendere la sua tecnologia nucleare ormai obsoleta noi saremo costretti a prendercela e pagando pure!!! Io suggerirei, per gli otto siti in cui dovranno sorgere le centrali nucleari, le ville di berlusconi.

  5. #25
    Registrato al forum dal
    Oct 2008
    ubicazione
    in provincia di Torino da tanti anni
    Messaggi
    238

    predefinito

    Quote Originariamente inviata da Ubique Visualizza il messaggio
    Il nucleare è il passato, anzi la preistoria....
    come molti sanno, condivido il pensiero di Ubique e di Maria......ma mi permetto di "suggerire" una nuova chiave di lettura in merito......

    Oggi rilanciamo il piano nuclare; mettiamo lo Stato nella condizione di "cercare" e trovare un pò dei miliardi che servirebbero..; cominciamo a distribuire appalti e soldoni; intanto facciamo piani, planimetrie, segliamo siti, litighiamo con i cittadini di quei siti, facciamo pace, ecc; passano gli anni; i miliardi raccolti dalle tasche degli Italiani, si perdono in miriadi di tasche poitiche; termina il o i mandati dell'attuale Governo; qualcuno, tra qualche decennio dirà che queata "feseria" del nucleare va abbandonata ed il gioco è fatto !

    Nel frattempo, però, l'africa ha "piastrellato" i suoi deserti di pannelli solari come farà l'America e il resto d'Europa avrà sviluppato il solare, l'eolico e tutto quanto di alterntivo il pianeta ci mette a disposizione......il Mondo avrà capito un pò di più che BISOGNA consumare in maniera molto, molto, molto più intelligente sprecando molto, molto, molto meno energia; noi non avremo le centrali e non avremo i soldi ed il tempo per riconvertire questa follia.......ma, mi sembriamo pazzi !


  6. #26
    Registrato al forum dal
    Dec 2008
    ubicazione
    Roma
    Messaggi
    1,230

    Thumbs up Energie alternative: qualche calcolo

    Non voglio entrare in polemica con nessuno e lascio ad ognuno il compito sul certificarsi sulla verità delle proprie affermazioni e ritengo che una frase letta sul giornale non può essere una certificazione. (vedi affermazioni sulla tecnologia delle centrali nucleari attuali, futuribili o fantasiose).
    E' vero che forse dovremo diminuire i cosumi energetici, ma il mito del buon Selvaggio" di Roussea, cioè dell'uomo che rinuncia alle comodità del progresso, è appunto un mito.
    Nelle frasi seguenti sono esposti alcuni calcoli che ho cercato di semplificare al massimo. Accetto tutte le critiche e confutazioni su i numeri. Non mi piacerebbe leggere frasi del tipo: "I numeri mi fanno venire il mal di testa e quindi non voglio leggerli".
    Riguardo ad energie alternative vorrei solo dare qualche numero:
    il consumo italiano annuale di energia elettrica è di circa 300.000 miliardi di Kw/H.
    La superfice dell'Italia è di circa 300.000 kmq pari a 300.000 milioni di mq.
    Un buon impianto di pannelli solari di 160 mq produce potenzialmente
    28000 KWh/anno
    Facendo una semplice divisione, risulta che per produrre l'energia necessaria all'Italia occorrono 10 milioni di pannelli da 160 mq, cioe 160 minioni di mq pari a metà della superfice italiana: città montagne e laghi inclusi.
    Passando all'eolico un buon impianto eolico alto circa 20m e con pale di circa 40 m di diametro produce circa 3000 kW/anno.
    Facendo la stessa divisione di prima, dopo aver coperto tutta l'Italia di pannelli solari, vediamo che per coprire il restante fabbisogno occorrono altre 50.000 torri eoliche.
    Riflettendo su questi numeri, ed ammesso che abbia fatto errori di calcolo superiori al 50%, si vede che le due principali fonti reali di energia elettrica potrebbero risolvere "realmente" forse solo il 10% del problema.
    Purtroppo siamo chiamati a fare delle scelte che devono essere fatte e non sempre possono essere scelte che soddisfano tutti o che salvano "capra e cavoli".
    Contro quanto ho cercato di raccontare accetterò, e ovviamente risponderò, tutte le critiche costruttive.
    Per la difesa di posizioni di principio, ideali o preconcette ognuno è ovviamente libero di praticarla, ma non chiedetemi di accettarla o condividerla.
    Attilio A. Romita

  7. #27
    renata44 Guest

    predefinito

    Sono pienamente d'accordo con quello che ha scritto Attilio

  8. #28
    Cristina Ricchetti Guest

    predefinito centrali nucleari

    Maria, Ubique e Bruno, avete ampiamente espresso
    il mio pensiero, comunque la si veda, esprimo la mia
    adesione all'accusa di anacronismo a tutta la questione.

  9. #29
    Registrato al forum dal
    Jun 2008
    ubicazione
    Milano
    Messaggi
    2,551

    predefinito Mi piace ragionare sui fatti

    Quote Originariamente inviata da attilio.romita Visualizza il messaggio
    Non voglio entrare in polemica con nessuno e lascio ad ognuno il compito sul certificarsi sulla verità delle proprie affermazioni e ritengo che una frase letta sul giornale non può essere una certificazione. (vedi affermazioni sulla tecnologia delle centrali nucleari attuali, futuribili o fantasiose).
    E' vero che forse dovremo diminuire i cosumi energetici, ma il mito del buon Selvaggio" di Roussea, cioè dell'uomo che rinuncia alle comodità del progresso, è appunto un mito.
    Nelle frasi seguenti sono esposti alcuni calcoli che ho cercato di semplificare al massimo. Accetto tutte le critiche e confutazioni su i numeri. Non mi piacerebbe leggere frasi del tipo: "I numeri mi fanno venire il mal di testa e quindi non voglio leggerli".
    Riguardo ad energie alternative vorrei solo dare qualche numero:
    il consumo italiano annuale di energia elettrica è di circa 300.000 miliardi di Kw/H.
    La superfice dell'Italia è di circa 300.000 kmq pari a 300.000 milioni di mq.
    Un buon impianto di pannelli solari di 160 mq produce potenzialmente
    28000 KWh/anno
    Facendo una semplice divisione, risulta che per produrre l'energia necessaria all'Italia occorrono 10 milioni di pannelli da 160 mq, cioe 160 minioni di mq pari a metà della superfice italiana: città montagne e laghi inclusi.
    Passando all'eolico un buon impianto eolico alto circa 20m e con pale di circa 40 m di diametro produce circa 3000 kW/anno.
    Facendo la stessa divisione di prima, dopo aver coperto tutta l'Italia di pannelli solari, vediamo che per coprire il restante fabbisogno occorrono altre 50.000 torri eoliche.
    Riflettendo su questi numeri, ed ammesso che abbia fatto errori di calcolo superiori al 50%, si vede che le due principali fonti reali di energia elettrica potrebbero risolvere "realmente" forse solo il 10% del problema.
    Purtroppo siamo chiamati a fare delle scelte che devono essere fatte e non sempre possono essere scelte che soddisfano tutti o che salvano "capra e cavoli".
    Contro quanto ho cercato di raccontare accetterò, e ovviamente risponderò, tutte le critiche costruttive.
    Per la difesa di posizioni di principio, ideali o preconcette ognuno è ovviamente libero di praticarla, ma non chiedetemi di accettarla o condividerla.
    Un grazie sincero ad Attilio che si è preso la briga non semplice di fornire dati interessantissimi, che personalmente non ho mai letto su un giornale! Mi sembra che ragionare sui fatti sia un impegno per tutti, ma un esempio soprattutto per noi grey- panther che dobbiamo insegnare ai giovani a documentarsi a ragion veduta e a non scegliere "per sentito dire". Grazie dunque ancora al nostro amico supertecnico che si mostra sempre disponibile a tenerci compagnia alimentando il pensiero. vp

  10. #30
    Registrato al forum dal
    May 2009
    ubicazione
    Varese
    Messaggi
    205

    predefinito In merito ai numeri

    Quote Originariamente inviata da attilio.romita Visualizza il messaggio
    E' vero che forse dovremo diminuire i cosumi energetici, ma il mito del buon Selvaggio" di Roussea, cioè dell'uomo che rinuncia alle comodità del progresso, è appunto un mito.
    [...snip...]
    il consumo italiano annuale di energia elettrica è di circa 300.000 miliardi di Kw/H.
    La superfice dell'Italia è di circa 300.000 kmq pari a 300.000 milioni di mq.
    Un buon impianto di pannelli solari di 160 mq produce potenzialmente
    28000 KWh/anno
    Facendo una semplice divisione, risulta che per produrre l'energia necessaria all'Italia occorrono 10 milioni di pannelli da 160 mq, cioe 160 minioni di mq pari a metà della superfice italiana: città montagne e laghi inclusi.
    Passando all'eolico un buon impianto eolico alto circa 20m e con pale di circa 40 m di diametro produce circa 3000 kW/anno.
    Facendo la stessa divisione di prima, dopo aver coperto tutta l'Italia di pannelli solari, vediamo che per coprire il restante fabbisogno occorrono altre 50.000 torri eoliche.
    [...snip...]
    .
    Prima di tutto così produrresti il doppio dell'energia necessaria all'Italia perché se 10 milioni di pannelli già producono l'energia necessaria, come affermi, ne basterebbero la metà perché il resto deriverebbe dalle 50.000 torri eoliche che fornirebbero l'altra metà. Per inciso, non devono necessariamente stare sulla terra c'è anche il mare. Rimane inoltre il fatto che dimentichi tutte le altre forme di energia alternativa come quella idroelettrica, quella geotermica, quella delle maree, la cogenerazione ecc.
    Mi risulta (fonte Enel) che in quasi tutta italia un tetto con pannelli fotovoltaici produca più energia elettrica di quanta ne consumi l'abitazione sottostante, con quello che costa una centrale nucleare se ne potrebbero costruire chilometri quadrati. Inoltre il nucleare attualmente fornisce solo il 16% dell'energia prodotta nel mondo con la previsione di scendere all'8,5 entro il 2030, e dovremmo acquistare uranio dall'estero aggiungendo la sudditanza per esso a quella per il petrolio che già ci costa non poco.
    Facendo poi i conti di quanto costa costruire le centrali e poi, sopratutto, demolirle e stoccare i rifiuti in modo sicuro, qualsiasi alternativa risulta molto piu' economica.
    Quanto al mito del buon selvaggio a cui accenni non occorre tornare all'eta' della pietra ma soltanto usare quello che serve senza sprecare e, al contrario di cio che affermava Russeau, progredire con la tecnologia per far si che le nostre attività pesino sempre meno sull'ambiente. Un esempio per tutti il telelavoro.
    Ultima modifica di Vittorio Galli : 14-07-09 a 09:07

Discussioni simili

  1. referendum e nucleare
    By Laura Bolgeri in forum Noi protagonisti
    Risposte: 3
    Ultimo messaggio: 09-05-11, 10:06
  2. Margherita HACK ed il nucleare
    By Attilio A. Romita in forum Technology
    Risposte: 10
    Ultimo messaggio: 01-05-11, 11:09
  3. Moratoria di un anno per il nucleare
    By Redazione in forum Green
    Risposte: 1
    Ultimo messaggio: 23-03-11, 17:07
  4. nucleare- sicurezza
    By Laura Bolgeri in forum Noi protagonisti
    Risposte: 12
    Ultimo messaggio: 17-03-11, 21:49
  5. La pensiamo anche noi così?
    By vitalba paesano in forum Letture
    Risposte: 6
    Ultimo messaggio: 04-10-10, 19:46

Regole d'invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •