Non mi convince l'idea che gli anziani "elderly" siano una categoria a parte dell'umanità, con bisogni diversi. Il differenziare le loro necessità e le loro scelte mi sembra piuttosto una legge di mercato che non tiene conto delle diversità. Preferisco pensare che anche gli anziani "elderly" -sappiamo bene che il numero crescerà - auspichino di avere attorno oggetti che si rifanno alla loro giovinezza o alla loro maturità, o addirittura ai ricordi di una mamma, di una zia. E' importante che quegli oggetti siano di qualità, e magari firmati da quei maestri del design che non tramontano mai. Scusate... ma sarà perché mi piace ancora avere una casa da vecchia ragazza.