Napule!..na' parola chiena e' musica,
na' parola tutt'ammore,
ca m'accarezza e me 'ncatena l'anima,
ca' me ncatena e m'accarezza o' core...

Napule e' o' nomme e' chesta terra mia,
ca' ride, chiagne, parla e vo' canta',
nemica eterna d' a' malincunia,
sora carnale d'a' felicita'...

Vulite na' canzone? ve l'appronta,
vulite o' sole? nun dice mai e' no,
e' sempe ben disposta, sempre pronta,
a darve tutto chello ca' ce vo'...

e' vicule? e' pezziente? e' panne appise?
e' tene, e' overo, nun se po' nega',
ma se po' di' ca' sula 'mparaviso
chesti tre cose nun e' puo' truva',

e quanno, e' vote, d'a' fenesta mia,
veco stu' paraviso annanz'a' me,
ma qua' vico e vico, ma qua pezzentaria?
Napule mia e' na' reggia...e io song'o' Re!!!


Napoli

Napoli..una parola piena di musica,
Napoli..una parola tutta amore,
che mi accarezza e mi incatena l'anima,
che mi incatena e mi accarezza il cuore,

Napoli e' il nome di questa terra mia,
che ride, piange, parla e vuole cantare,
nemica eterna della malinconia,
sorella stretta della felicita',

volete una canzone? ve l'appronta,
volete il sole? non dice mai di no,
e' sempre ben disposta, sempre pronta
a darvi tutto quello che ci vuole,

i vicoli? i poveretti? i panni appesi?
li tiene, e' vero, non si puo' negare,
ma si puo' dire che solo in Paradiso
queste tre cose non le puoi trovare,

e quando, a volte, dalla finestra mia,
io vedo questo Paradiso davanti a me,
ma che vicoli? ma che poveretti?
Napoli mia e' una reggia... e io sono il Re!!!

Rosaria