Ti ho conosciuto negli occhi di tua madre,
quegli occhi appassionati, che ancora oggi ti cercano
ovunque, fino all’eternita’… mentre il tuo dolce sorriso
spensierato ed eterno ha riempito i miei grigi momenti….

Io ti vedo, ora navighi nel mare quieto della notte,
affiancato da mille stelle, che in un plenilunio
di madreperla illuminano la tua giovane vita spezzata…

Chiudo gli occhi e foreste d’incanto trafitte di luce
e di ricordi mi conducono a te, anima fragile, smarrita,
fuggita all’improvviso senza un perche’….

Ci hai lasciate sole, senza respiro, accecate da sottili
linee di silenzio, che senza di te, in un frammento
d’universo, fanno da sfondo alla solitudine… unica
amica della nostra triste vita...

Ho desiderato tanto incontrarti, e una sera… mentre
la pioggia zittiva i tormenti dell’anima, mi sei venuto
incontro, per un istante. ….

Solo allora ho capito che tu sarai sempre vicino
a tutti quelli che ti hanno amato…
e che i nostri pensieri si incontreranno sempre,
oltre l’orizzonte infinito…
sfidando la morte e la vita, in un comune abbraccio.......

Rosaria