Pagina 8 di 11 primaprima ... 678910 ... ultimoultimo
Visualizzazione dei risultati da 71 a 80 su 106
  1. #71
    Registrato al forum dal
    Sep 2008
    ubicazione
    Montebello(Perugia)
    Messaggi
    472

    predefinito

    Quote Originariamente inviata da attilio.romita Visualizza il messaggio
    ...capace si scatenare mille polemiche
    Sicuramente i cambiamenti, non voglio dire evoluzione, intervenuti negli ultimi secondi della lunga vita della terra, da quando l'uomo è apparso, sono stati tantissimi. Altrettanto sicuramente gli ultimi millesimi di secondo di qualche centinaia di migliaia di anni hanno portato a cambiamenti enormi.
    Purtroppo, o per fortuna, l'animale uomo è l'unico capace di ragionamenti complessi e questo lo ha portato a cercare, con maggiore o minore successo, una vita più comoda e migliore.
    La capacità di ragionamenti complessi ha portato nel migliore dei casi a soluzioni buone per tutti come la scoperta di medicinali o di strumenti che alleggeriscono la fatica. Nei casi peggiori alla ricerca del successo attraverso la prepotenza.
    La vita dell'uomo sulla terra è stato un alternarsi tra uno o pochi che comandano a nome di molti e, quella che chiamiamo democrazia, la delega a pochi a decidere in nome di tutti.

    In questo alternarsi, tremila anni fa qualcuno teorizzava su "homo hominis lupus" , cioè sul potere che il più forte ha sul più debole. Questo avrebbe dovuto portare ad una società strettamente verticistica, ma non mi sembra che si sia verificato.
    Questa tesi fu ripresa 500 anni fa da Hobbes, filosofo inglese, che teorizzava l'avvento di un governo assolutista per governare l'incremento demografico che nel corso di un secolo avrebbe stipato la terra di uomini viventi.
    Nei secoli seguenti c'è sempre stato qualche illuminato che ha eccessivamente elencato i pericoli che la nostra Terra corre ed ha indicato praticamente come sola soluzione il ritorno all'uomo semplice dei bei tempi andati. Quali fossero i bei tempi andati o il modo per tornare indietro con l'accordo di tutti.
    Ultimamante, 20 anni, si teorizza sul buco dell'ozono, l'aumento della temperatura, il famoso "protocollo di Kioto". Poi se si vanno a leggere i rapporti scientifici seri si legge, nel migliore dei casi, che questi pericoli sono validati dal "principio di precauzione" e non da solide dimostrazioni scientifiche, vorrei dire Galileiane.
    Tutti noi leggiamo come ironica provocazione la prima legge di Murphy : "se qualcosa di negativo potrebbe accadere, sicuramente accadrà", ma l'enunciato del principio di precauzione è proprio questo.
    Ho affastellato un po di notizie, mie posizioni e ricordi culturali che forse rendono difficoltosa la lettura, ciò nonostante spero che la mia posizione sia chiara: "ho fiducia nel futuro e nell'uomo per quanti errori possa fare"
    e "oggi è meglio di ieri e peggio di domani".
    Dal mio sciocco bicchiere pieno a tre quarti offro un po di contenuto a quanti hanno il bicchiere mezzo vuoto per superare questa carenza.
    Se le citazioni spesso possono offrire spunti di riflessione interessanti,cio' che conta veramente,sono le valutazioni dei dati scientifici ed empirici inerenti i repentini cambiamenti atmosferici e geologici del nostro Pianeta.
    Gran parte della comunità scientifica concorda sui danni innescati dalle attività umane (in senso lato),sull'ambiente (atmosfera-ambiente fisico):
    queste teorie,pero',non sono accettate da tutti gli scienzati che motivano il loro dissenso con discorsi meno catastrofisti,da imputare a situazioni che si ripetono ciclicamente , con periodi di migliaia di anni.
    Se consideriamo pero' che, in meno di un secolo,la temperatura media è cresciuta di 1,5°C.,(quindi con una velocità di crescita impressionante negli ultimi scecoli),possiamo avere la cognizione, piuttosto concreta, di un trend preoccupante per il prossimo futuro (anche a brevissima scadenza).
    A chi dar ragione? .La messe di dati scientifici a disposizione,le casistiche accertate,cio' che notiamo giornalmente, c'induce a pensare che indubbie responsabilità siano da imputare all'uomo,allo sfruttamento esasperato del territorio,dell'ambiente,in generale.Senza essere un assertore estremista del pensiero "Verde", v'invito a esporre il vostro pensiero!
    Paolo

  2. #72
    Registrato al forum dal
    Dec 2008
    ubicazione
    Roma
    Messaggi
    1,230

    predefinito ...parliamo di temperatura

    Alcune considerazioni su note tratte dal rapporto IPCC (AR4) sullo stato del nostro sistema climatico.
    IPCC è un organismo pubblico scientifico/politico e sostiene la teoria dell'incremento della temperatura.
    IPCC dice:
    "Gli scienziati misurano la temperatura media globale fin dal 1850 e i risultati ottenuti mostrano che, tra gli anni più caldi che si sono registrati, 11 si sono verificati negli ultimi 12 anni, ossia nel periodo compreso tra il 1995 e il 2006"
    "Quasi sempre, a causa delle limitate conoscenze a disposizione, gli scienziati hanno mostrato estrema cautela nel rispondere a tale interrogativo e nel 2007, sono giunti a formulare la seguente affermazione: la comprensione dell’influenza antropogenica nel riscaldamento e nel raffreddamento globale ha fatto grandi passi in avanti rispetto al Terzo Rapporto di valutazione (TAR), inducendo a concludere con elevatissima probabilità che l’effetto globale medio delle attività antropogeniche dal 1750 ha portato ad un riscaldamento."

    Ho scelto la fonte scientifica, contestata in molte sedi scientifiche, che più fortemente supporta l'idea dell'aumento della temperatura terrestre.
    Ebbene in due parti distinte del rapporto si afferma che i dati su cui si basa tutta la previsione sono relativi soltanto a 200 anni di rilevazioni, cioè su un periodo infinitamente piccolo rispetto alla storia del mono che ha alternato periodi di caldo e freddo ben più lunghi.
    Senza voler fare dell'inutile spirito, è come se dicessi "visto che nelle ultime due ore ho starnutito 4 volte, cioè sono passato in due ore da zero a 4 stranuti, vuol dire che nel prossimo anno seguendo questo trend passerò più tempo a starnutire che a fare altre attività".

    Sicuramente l'inquinamento atmosferico è di molto aumentato nella parte industrializzata della terra e parte di questo inquinamento è anche passato nelle altre aree.
    Sicuramente come diceva Einstein "un battito di farfalla agli antipodi ha riflessi anche sul nostra città".
    Abbastanza sicuramente dico io, vale quello che vale, con i numeri si possono dimostrare tutte le teorie avendo cura di scegliere i numeri che ci fanno comodo.

    Anche le mie sono speculazioni filosofiche che è giusto siano sottoposte a critiche e questo è bello perchè per criticare occorre pensare e ragionare ed io ho fiducia nelle persone che ragionano.
    Attilio A. Romita

  3. #73
    Registrato al forum dal
    Nov 2008
    ubicazione
    San Mauro TO
    Messaggi
    3,561

    Smile una gentile richiesta ad Attilio

    piccolo intermezzo per una richiesta...spero vorrai accontentarmi.

    Caro Attilio, ti prego, cerca di fare interventi meno chilometrici per favore, magari dividi in due i tuoi pensieri, puoi esprimere tutto quello che vuoi, ma fallo a pezzettini, perchè tutte le volte che ne vedo uno...santa pazienza...cerca di capire...forse non tutti hanno voglia di stare lì a leggere per mezz'ora oppure si copiano l'intervento come faccio io e poi se lo leggono con calma quando hanno magari più tempo a disposizione e anche voglia...non essere prolisso...con simpatia, Maria

    ti vedo in linea...incontriamoci a metà strada! ciao
    Ultima modifica di Maria Bertuzzo : 31-05-09 a 13:13

  4. #74
    Registrato al forum dal
    Sep 2008
    ubicazione
    Montebello(Perugia)
    Messaggi
    472

    predefinito

    Quote Originariamente inviata da attilio.romita Visualizza il messaggio
    Alcune considerazioni su note tratte dal rapporto IPCC (AR4) sullo stato del nostro sistema climatico.
    IPCC è un organismo pubblico scientifico/politico e sostiene la teoria dell'incremento della temperatura.
    IPCC dice:
    "Gli scienziati misurano la temperatura media globale fin dal 1850 e i risultati ottenuti mostrano che, tra gli anni più caldi che si sono registrati, 11 si sono verificati negli ultimi 12 anni, ossia nel periodo compreso tra il 1995 e il 2006"
    "Quasi sempre, a causa delle limitate conoscenze a disposizione, gli scienziati hanno mostrato estrema cautela nel rispondere a tale interrogativo e nel 2007, sono giunti a formulare la seguente affermazione: la comprensione dell’influenza antropogenica nel riscaldamento e nel raffreddamento globale ha fatto grandi passi in avanti rispetto al Terzo Rapporto di valutazione (TAR), inducendo a concludere con elevatissima probabilità che l’effetto globale medio delle attività antropogeniche dal 1750 ha portato ad un riscaldamento."

    Ho scelto la fonte scientifica, contestata in molte sedi scientifiche, che più fortemente supporta l'idea dell'aumento della temperatura terrestre.
    Ebbene in due parti distinte del rapporto si afferma che i dati su cui si basa tutta la previsione sono relativi soltanto a 200 anni di rilevazioni, cioè su un periodo infinitamente piccolo rispetto alla storia del mono che ha alternato periodi di caldo e freddo ben più lunghi.
    Senza voler fare dell'inutile spirito, è come se dicessi "visto che nelle ultime due ore ho starnutito 4 volte, cioè sono passato in due ore da zero a 4 stranuti, vuol dire che nel prossimo anno seguendo questo trend passerò più tempo a starnutire che a fare altre attività".

    Sicuramente l'inquinamento atmosferico è di molto aumentato nella parte industrializzata della terra e parte di questo inquinamento è anche passato nelle altre aree.
    Sicuramente come diceva Einstein "un battito di farfalla agli antipodi ha riflessi anche sul nostra città".
    Abbastanza sicuramente dico io, vale quello che vale, con i numeri si possono dimostrare tutte le teorie avendo cura di scegliere i numeri che ci fanno comodo.

    Anche le mie sono speculazioni filosofiche che è giusto siano sottoposte a critiche e questo è bello perchè per criticare occorre pensare e ragionare ed io ho fiducia nelle persone che ragionano.
    Scusa, ma adesso metti in dubbio anche i numeri,i dati scientifici,le rilevazioni che possono anche non avere un valore assoluto per un lungo periodo (che dovrà essere monitorato periodicamente)!
    Mi pare che tu stia esagerando nel voler sempre sostenere l'opposto,di titto cio' che non corrisponde al tuo pensiero,ed inoltre abbastanza contorto nell'argomentare.
    Tutto cio' a scapito della chiarezza ,per l'uso smodato di citazioni inutili che creano solo tanta confusione!!!
    E i risultati si vedono,dall'ampia e rilevante partecipazione di altri amici,suvvia,un po' di umiltà!!!

  5. #75
    Cristina Ricchetti Guest

    predefinito numeri, tesi, teorie, sperimenti ecc

    Perdonate il mio intervento dopo un pò di assenza,
    a parte tutta la documentazione possibile, a parte
    i numeri, a parte le teorie e tutte le controteorie,
    mi sembra che un comportamento Consapevole
    dell'essere umano
    riguardante la Madre Terra sia
    necessario ed obbligatorio ..... a prescindere da
    tutto, dal se e dal ma, dal certo e dall'incerto,
    a prescindere dalle posizioni politiche, culturali,
    pessimiste od ottimiste, e non deve essere
    necessariamente legato
    alle catastrofi passate
    presenti e future, ai numeri di possibili misfatti,
    ipotetici o reali che siano, ma solo al rispetto di
    Colei che ha favorito, in un certo senso, la nostra
    esistenza. Come dire .... 'non fare agli altri ciò che
    non vorresti sia fatto a te stesso'.
    Ultima modifica di Cristina Ricchetti : 01-06-09 a 17:11

  6. #76
    Registrato al forum dal
    Dec 2008
    ubicazione
    Roma
    Messaggi
    1,230

    Thumbs down una risposta semplice

    Paolo, io non contesto i numeri, contesto le dimensioni che ai numeri si vogliono dare.
    Nel caso specifico: una rilevazione su 150 anni in confronto a milioni di anni non indica una tendenza reale e questo è detto tra le righe anche dagli estensori del rapporto in questione.
    Io, quando una cosa non mi convince, cerco di valutarne i vari aspetti e se tento di spiegare perchè non sono convinto. Poi ognuno può dare la lettura che vuole.
    Mi spiace di essere tacciato di "falsa superiorità intellettuale", ognuno di noi ha i suoi limiti ed i suoi difetti.
    Grazie per i consigli, ne terrò debito conto.
    Per un po mi asterrò dal commentare e dal criticare, così molti avranno modo di esprimersi.
    Attilio A. Romita

  7. #77
    Registrato al forum dal
    Sep 2008
    ubicazione
    Montebello(Perugia)
    Messaggi
    472

    predefinito

    Quote Originariamente inviata da attilio.romita Visualizza il messaggio
    Paolo, io non contesto i numeri, contesto le dimensioni che ai numeri si vogliono dare.
    Nel caso specifico: una rilevazione su 150 anni in confronto a milioni di anni non indica una tendenza reale e questo è detto tra le righe anche dagli estensori del rapporto in questione.
    Io, quando una cosa non mi convince, cerco di valutarne i vari aspetti e se tento di spiegare perchè non sono convinto. Poi ognuno può dare la lettura che vuole.
    Mi spiace di essere tacciato di "falsa superiorità intellettuale", ognuno di noi ha i suoi limiti ed i suoi difetti.
    Grazie per i consigli, ne terrò debito conto.
    Per un po mi asterrò dal commentare e dal criticare, così molti avranno modo di esprimersi.
    ..proprio per questo,quell'aumento tanto rilevante dall'inizio del secolo scorso è molto preoccupante perchè ha raggiunto quei livelli in un lasso di tempo insignificante! Nessuno puo' escludere che ,un ulteriore aumento nei prossimi decenni, possa causare danni catastrofici.Fai bene a non essere convinto,nessuno ti puo' imporre il contrario,io ho cercato di rappresentare solo alcune opinioni di una parte della comunità scientifica che possono anche essere confutate con altre teorie plausibili.
    Eventuali altri interventi potrebbero interessare l'impegno dei Governi per contenere le emissioni inquinanti,l'effetto serra, anche attraverso la fabbricazione di automobili a motori ibridi,di grande attualità in questo momento!

  8. #78
    Registrato al forum dal
    Dec 2008
    ubicazione
    Roma
    Messaggi
    1,230

    Thumbs down mi costringete a rispondere....

    ....cerco di essere chiaro...
    la durata dell'osservazione di un fenomeno, perchè abbia rilevanza scientifica, deve essere commisurabile con il fenomeno che si studia.
    L'andamento della temperatura sull'orbe terracqueo ha cicli di milionio di anni, per cui una osservazione di 150 anni non può essere presa come riferimento per qualsivoglia deduzione sull'argomento.
    Attilio A. Romita

  9. #79
    Registrato al forum dal
    Sep 2008
    ubicazione
    Montebello(Perugia)
    Messaggi
    472

    predefinito

    Quote Originariamente inviata da attilio.romita Visualizza il messaggio
    ....cerco di essere chiaro...
    la durata dell'osservazione di un fenomeno, perchè abbia rilevanza scientifica, deve essere commisurabile con il fenomeno che si studia.
    L'andamento della temperatura sull'orbe terracqueo ha cicli di milionio di anni, per cui una osservazione di 150 anni non può essere presa come riferimento per qualsivoglia deduzione sull'argomento.
    e su questa logica affermazione sono d'accordo,ma tu devi valutare anche variabili che nell'arco di un periodo cosi' breve contribuiscono a rendere degne d'attenzione i rischi di un possibile cambiamento di rotta.E sono deduzioni non difficili da prevedere.Per variabili intendo l'aumento graduale e preoccupante dell'effetto serra nei prossimi anni,anche a causa di prevedibili insensibilità ambientali da parte di Governi(per esempio la Cina),tutt'altro affaccendati!
    At salut

  10. #80
    Registrato al forum dal
    Dec 2008
    ubicazione
    Roma
    Messaggi
    1,230

    Thumbs down effetto serra

    anche su questo qualche Nobel ha i suoi dubbi.
    Riguardo al "principio di precauzione"...la Terra sarebbe ancora piatta e noi accenderemo il fuoco con gli zeppetti.
    Attilio A. Romita

Discussioni simili

  1. le parole "Anziana" o "Senior" ..... mi turbano.
    By Onorina Pitti in forum Presentiamoci
    Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 24-10-12, 11:32
  2. L'era della realtà "aumentata"
    By Francesco Conti in forum I senior spiegano ai giovani come muoversi nel mondo del lavoro
    Risposte: 3
    Ultimo messaggio: 13-04-12, 00:11
  3. "La voce" ed "il corpo" ......
    By Attilio A. Romita in forum Chiacchiere tra noi
    Risposte: 3
    Ultimo messaggio: 01-04-12, 18:56
  4. "A livella" di Toto'...una lezione di vita....
    By rosaria in forum Noi protagonisti
    Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 30-03-11, 09:26
  5. Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 02-06-09, 19:09

Regole d'invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •