La riforma Gelmini segna un passo importante nella direzione di allargare gli sbocchi dei dottorati e favorire l’innovazione delle Pmi e l’occupazione dei giovani. A livello di decreti attuativi si stanno configurando tipologie di conduzione dei dottorati diverse nei vari atenei. «La formula più utilizzata è quella del dottorato di apprendistato, destinato ai giovani al di sotto dei 30 anni, che hanno la possibilità di seguire un percorso di dottorato e contemporaneamente essere assunti a tempo determinato da un’impresa» (F. Chiesa, Corriere della Sera, 25 gen. 2013, pag. 45).

http://archiviostorico.corriere.it/2...5e07bc85.shtml