Un giorno, poco più di un anno fa, stavo facendo prove di “social Forum”.
Ero gia registrato ad alcuni Forum di tipo diverso come per es. http://forum.grey-panthers.it/forum.php dove avevo la possibilità di conversare con amabili “contemporanei”, oppure http://www.innovatoripa.it/ dove si discute di Pubblica Amministrazione con pregi difetti e spinte al cambiamento. Partecipavo anche a forum più tecnologici spesso molto utili per risolvere problemi pratici.
Ero anche registrato a social forum classici come Facebook o Twitter, ma li usavo ancora con parsimonia ed un po di distacco come giochi da ragazzini. Un giorno avevo poco da fare e, invece di fare una partita a bridge su http://www.bridgebase.com/ (dove è possibile giocare solo per giletto con gente da tutto il mondo), decisi di fare un giro esplorativo su FaceBook, il Libro delle Facce.
Un primo tentativo è stato quello di cercare amici o colleghi che erano anche presenti su FB. Dopo qualche semplice ricerca, e saltando da un mio conoscente ai conoscenti dei miei conoscenti, vidi che era facile contattare persone anche all’altro capo del mondo.
Come poteva essere usata questa possibilità?
Perché non cercare persone con il mio stesso cognome, ovunque fossero?
La ricerca più semplice fu cercare con il semplice cognome, ma i risultati erano troppi e variegati: in India Romita è un nome femminile, in italiano romita è la casa solitaria, ma anche il nome di un importate politico del secondo dopoguerra.
Non vi racconto tutti i vari tentativi e passaggi fatti non solo su FB, ma anche su Twitter e Linkedin. Inoltre i motori di ricerca, Google per primo, sono stati di grande aiuto.
Risultato finale di questo sforzo/gioco: ho costruito su FB il gruppo “Romita in the World” che conta un centinaio di “parenti”, ho costruito una lista di indirizzi email di tutti questi.
Non è un risultato che cambia il mondo, ma che forse mi avvicina un po a quello che “è successo prima” nella mia famiglia ed il mese scorso mi è arrivata una mail di un Romita americano che, con la moglie, verrà a Roma così avremo la possibilità di conoscerci personalmente ….è una piccola piacevole soddisfazione.
Giocare a questo gioco è facile, divertente e, magari, può rivelare qualche piacevole sorpresa …..mi raccomando però: se qualcuno, facendo finta di partecipare, vi offre una ricca eredità in cambio di 100€ non ci cascate!!!
Buona ricerca.

di Attilio Romita