Visualizzazione dei risultati da 1 a 2 su 2
  1. #1
    Registrato al forum dal
    Jan 2012
    ubicazione
    Milano
    Messaggi
    402

    predefinito I giovani italiani che ignorano quello che serve per lavorare

    Uno dei problemi che grava sull’occupazione giovanile in Italia deriva dall’incapacità di trovare lavoratori con competenze adeguate alle esigenze del mondo del lavoro. Il problema, molto più sentito in Italia che in altri paesi europei, viene generalmente attribuito allo scollamento tra scuola e mondo del lavoro particolarmente accentuato nel nostro paese. L’occasione per parlarne viene da quanto espresso da un recente rapporto McKinsey su otto Paesi presentato a Bruxelles. «In Italia, Grecia, Portogallo e Regno Unito – dice il rapporto – sempre più studenti stanno scegliendo corsi di studio collegati alla manifattura». (L. Offeddu, Corriere della Sera, 14 Gennaio 2014, pag. 1,3).
    http://www.corriere.it/scuola/14_gen...47c8eb74.shtml

  2. #2
    Registrato al forum dal
    Jan 2014
    ubicazione
    Roma
    Messaggi
    25

    predefinito

    Non sono convinta, che la motivazione per cui la disoccupazione giovanile è così alta, sia quella di non riuscire a trovare lavoratori che corrispondano alle esigenze del mercato. I disoccupati abbracciano tutte le categorie ormai, dai laureati agli operai di qualunque settore.
    Fortunatamente gli studenti, che sono quelli che hanno più possibilità vanno all'estero, sia per studiare che per lavorare.
    http://walkonjob.it/studenti-sempre-...ita-straniere/

Regole d'invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •