I ventenni giudicano i propri capi

Come i ventenni della cosiddetta Generazione Y (persone nate tra gli anni ottanta e i primi anni duemila) valutano i migliori e i peggiori comportamenti manageriali? La risposta viene dall’ intervista condotta dalla Hays, società multinazionale della selezione di middle e senior manager, su 1.000 giovani: «il 51% ritiene che il capo ideale debba essere “un mentore”, un consigliere fidato che elargisce suggerimenti preziosi». Altri interventi sul tema vengono dalla Harward Business School e, fuori dell’ambiente accademico, da Google (E. Riboni, Corriere della Sera, 07 marzo, 2014, pag.51). Per saperne di più, leggi:
http://www.corriere.it/economia/trov...70b52ff3.shtml