Visualizzazione dei risultati da 1 a 3 su 3

Discussione: Gnocchi alla parigina

  1. #1
    Registrato al forum dal
    Feb 2015
    ubicazione
    Velletri
    Messaggi
    1

    predefinito Gnocchi alla parigina

    Ho fatto con successo questa ricetta un'infinità di volte, perchè le sue ricette sono garanzia di riuscita.
    Oltre che per l'eccellenza in cucina, per la disponibilità e per la cortesia, io l'ho sempre ammirato per lo stile in cui scriveva la sue ricette. Non so perché, mi ha sempre ricordato il mio professore di greco.

    GNOCCHI ALLA PARIGINA

    E' una ricetta un po' laboriosa, ma non difficile e di grande grande successo.

    Per la salsa Mornay: besciamella circa 3 dl - panna liquida 1 dl – emmental grattugiato 50 g – burro a temp. ambiente, 50 g
    Per gli gnocchi: farina setacciata 250 g – latte ½ l – burro 100 g – uova intere 6 – parmigiano grattugiato 100 g – noce moscata - sale.
    Per completare: parmigiano grattugiato 50 g – burro fuso 50 g
    Preparare la salsa Mornay: mettere sul fuoco la besciamella, farla scaldare e aggiungervi la panna, amalgamandola bene; portare lentamente all’ebollizione e far ridurre di circa un terzo. Togliere dal fuoco, unirvi l’emmental e il burro a piccoli pezzi e tenere da parte. Per evitare che si formi sopra una pellicina, passare la superficie con un pezzettino di burro.
    Preparare la pasta: mettere in un tegame il latte con i 100 g di burro, un pizzico di sale e una grattata di noce moscata. Portare all’ebollizione e versarvi la farina tutta in una volta. Mescolare energicamente con un cucchiaio di legno, finché si avrà un composto liscio e omogeneo, che si stacca dalle pareti del recipiente. Togliere dal fuoco, fare intiepidire leggermente ed unire le uova intere, una alla volta, e alla fine il parmigiano grattugiato. Assaggiare e controllare il sale.
    Preparazione finale. Accendere il forno a 200°. Versare qualche cucchiaio di salsa Mornay sul fondo di una larga pirofila, che possa andare in forno. Mettere sul fuoco un largo tegame contenente acqua leggermente salata e portarla all’ebollizione; quando questa inizia, abbassare il fuoco in modo che l’acqua frema appena senza bollire. Mettere l’impasto preparato in una tasca da pasticcere con bocchetta liscia da 1,5 cm e, stando sull’orlo del tegame, farne uscire un cilindretto di pasta di circa 2 cm e, con un coltellino immerso spesso nell’acqua calda, tagliarlo a filo della bocchetta facendolo cadere nell’acqua. In questo modo finire tutto l’impasto. Man mano che gli gnocchetti vengono a galla, estrarli con un mescolo forato, sgocciolarli bene e disporli nella pirofila, possibilmente in un solo strato. Coprirli con la salsa rimasta, spolverarli con il parmigiano grattugiato e versarvi il burro fuso. Metterli in forno a far gratinare e servire. Possono essere preparati, e la presentazione ne guadagna, in piccole pirofile individuali di vetro o di porcellana. (Sergio Salomoni)

  2. #2
    Registrato al forum dal
    Jun 2008
    ubicazione
    Milano
    Messaggi
    2,551

    predefinito

    Grazie Maria Grazia! Chi prova per primo? Io chiedo, invece, una consulenza più facile: chi mi sa dare una ricetta "speciale" per servire dopo cena un dessert a base di prugne secche? L'ingrediente semplice richiede in realtà più competenza, vero? Maria Grazia come faresti? grazie. vp

  3. #3
    Registrato al forum dal
    Feb 2009
    Messaggi
    53

    predefinito

    Bella la ricetta dei gnocchi alla parigina; alla prima occasione di figli e nipoti tutti in casa, la farò! Quanto a te, cara vp, se vuoi presentare un dessert fatto con le prugne secche (in questi giorni di pioggia sono perfette servite tiepidine) mi permetto di suggerirti di aggiungere all'acqua e zucchero di cottura, un po' di buccia di limone. Dà un buon saporino e permette anche di togliere un eccesso di senso di dolciastro. A me, almeno, piacciono un po' più aromatiche. Verso l'agro, piuttosto che sul dolce spinto. La mia mamma le cuoceva con uno spruzzo di grappa. Al mio papà piacevano così, ma oggi mi pare che la grappa venga utilizzata meno, almeno in cucina. Buona serata a tutti. Lucia

Regole d'invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •