Visualizzazione dei risultati da 1 a 3 su 3
  1. #1
    Registrato al forum dal
    Mar 2011
    ubicazione
    milano
    Messaggi
    232

    predefinito Contanti liberi per la spesa degli italiani

    La Stampa, pagina 2: “Contanti, Renzi riapre il portafoglio. 'Si potrà spendere fino a 3 mila euro'”, “Cade il limite dei mille euro fissato da Monti e sarà incentivato lo scontrino elettronico. Il premier: è un modo per rilanciare i consumi. Bersani: un favore all'evasione fiscale”. A pagina 3: “Una mossa che divide gli economisti ma potrebbe aiutare le piccole imprese”, “Allarme dell'ex ministro Visco: si rischia di agevolare corruzione e riciclaggio. Daveri (Francesco Daveri, economista e collaboratore de La voce.info, ndr): un vantaggio per anziani e commercianti”. Ma Gros (daniel Gros, economista del Ceps di Bruxelles, ndr.) è scettico”. Dice Gros che “non c'è ragione per cambiare il limite attuale: non ci sono studi che dimostrino che il limite all'utilizzo dei contanti sia d'intralcio alla crescita” e “le grosse spese non si fanno in contanti”.
    E al tema è dedicato un commento di Alberto Mingardi in prima: “Obiettivo, rianimare i consumi” (Mingardi ricorda che nell'area euro esistono limiti alle transazioni in contanti, come accade in Belgio a 3.000 euro, in Francia a 1.000 euro, in Spagna a 2.500, in Portogallo 1.000, mentre il contante può essere usato senza restrizioni in Austria, Germania, Paesi Bassi, ovvero con Paesi non particolarmente tolleranti con l'evasione).

    La Repubblica, pagina 14: “Contanti da 1.000 a 3.000 euro. Sanità, è lite Regioni- Governo”, “Renzi: 'Così aiuteremo i consumi'. Commercianti euforici. Bersani: aumenterà l'evasione. Il premier: tra pochi mesi la flessibilità pensionistica. Ultimo assalto dei ministeri di spesa”.
    In basso, un articolo di Valentina Conte: “Agenzia Entrate spiazzata: con il cash sale il sommerso”, “Addio al piano moneta elettronica”. E le parole del direttore dell'Agenzia delle Entrate Rossella Orlandi: “Il nero è già il 17% del Pil”. L'articolo sottolinea che “la gestione del contante costa moltissimo all'Italia: 8 miliardi l'anno, di cui la metà a carico del sistema bancario”.
    E sul tetto del contante il quotidiano intervista la senatrice Pd Maria Cecilia Guerra, che è stata viceministro del Lavoro nel governo di Enrico Letta (“Così si fa un favore a evasione e riciclaggi”) e Maurizio Lupi, Ncd (“Sconfitto un altro tabù. Più fiducia ai cittadini”).
    Sul Sole 24 ore si cita il parere della Guerra e quello di Bersani, pure contrario alla misura. Si legge anche del “pieno consenso delle associazioni dei commercianti secondo i quali la misura contribuirà a rilanciare consumi e turismo””.

    Il Corriere offre una grafica del “confronto con l'Europa” e offre due interviste: al presidente di Confcommercio Sangalli che spiega come non può essere il limite al contante il modo per combattere l'evasione fiscale e che i 1000 euro danneggiano i commercianti perché “molti stranieri sono abituati a effettuare acquisti in contanti per importi anche molto superiori”, visto che “le regole dei loro Paesi lo permettono”. E poi a Vincenzo Visco, che invece è contrario. “E' uno scherzo o una provocazione? Così si rede più facile il riciclaggio”. Sull'incentivo ai consumi: “Scusi, lei conosce molte persone che vanno in giro di solito con rotoli di banconote da 100 o da 500 euro?”. Dipendesse da lui il tetto sarebbe a 500 euro, dice.

  2. #2
    Registrato al forum dal
    Jun 2008
    ubicazione
    Milano
    Messaggi
    2,551

    predefinito

    Permettetemi una considerazione: i limiti alle transazioni in contanti, negli altri Paesi europei, sono indicativi: in Belgio 3.000 euro, in Francia 1.000 euro, in Spagna 2.500, in Portogallo 1.000, mentre il contante può essere usato senza restrizioni in Austria, Germania, Paesi Bassi, ovvero con Paesi non particolarmente tolleranti con l'evasione. Se si potesse, in questo Paese, stabilire delle priorità (prima la lotta vera all'evasione e alla corruzione, poi la liberalizzazione del contante) eviteremmo tanti inutili commenti e pareri, perché molto apparirebbe logico e consequenziale. Che ne pensate amici? vp

  3. #3
    Registrato al forum dal
    Feb 2009
    Messaggi
    37

    predefinito

    Condivido il parere di Vitalba sulle priorità. Avere più contante disponibile nel portafogli non ha molto senso se serve a pagare tangenti! Buona giornata a tutti. gv

Regole d'invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •