Da Repubblica Milano di oggi.

FRANCO VANNI MESI passati a studiare. Notti insonni e ore d’ansia, prima delle prove e in attesa dei risultati. Poi, ricevuta la valutazione in centesimi, per i più meritevoli arriva la doccia fredda: molte università non tengono conto del voto di maturità nell’accesso ai corsi a numero chiuso. E le aziende considerano il voto solo come uno dei tanti elementi in base a cui assumere diplomati, non ...


Vai su http://quotidiano.repubblica.it per scoprire come avere sempre con te tutto il mondo de la Repubblica+