Pagina 2 di 2 primaprima 12
Visualizzazione dei risultati da 11 a 18 su 18

Discussione: Maggioranza silenziosa

  1. #11
    Registrato al forum dal
    Dec 2008
    ubicazione
    Roma
    Messaggi
    1,230

    predefinito Risposta differita

    Vittorio,
    credo che alcune mie interpretazioni non abbiano avuto una spiegazione sufficiente e per questo possono essere state maleinterpretate.
    Stamattina dedicherò il mio tempo alle risposte tecniche (area Help), stasera cercherò una risposta più articolata per questo tema.
    A dopo.
    Attilio A. Romita

  2. #12
    Registrato al forum dal
    Dec 2008
    ubicazione
    Roma
    Messaggi
    1,230

    Thumbs up Proviamo a rifocalizzare il problema.

    Tutte le considerazioni fatte sulle disuguaglianze che affliggono il nostro mondo sono esatte e vari, più o meno efficenti, sono le ricette per tentare di attenuarle se non di risoververle.
    Il tema che evevo posto con la nota sulle "colpe della maggioranza silenziosa" voleva essere, però, un altro: grossi cambiamenti avvenuti nel mondo, tutti sono partiti più o meno in sordina promossi da piccoli gruppi, ma quando hanno preso vigore e forza si sono dimostrati estremamente pericolosi e negativi. La maggioranza silenziosa, che poteva intervenire per bloccare i piccoli gruppi pericolosi, si è dimostrata attendista ed agnostica e quando si è resa conto di quel che succedeva era tardi.
    Un esempio per capirci. Quante volte leggiamo che una signora, per strada o in metropolitana, è stata agredita da un gruppuscolo di delinquentelli e nessuno è intervenuto per difenderla. Poi questo episodio si ripete alcune volte e tutti si ergono a paladini dell'ordine, purtroppo talvolta accade che quel gruppuscolo è diventato una banda organizzata e ci vuole ben altro che qualche schiaffone per risolvere il problema.
    La fame è una cattiva consigliera, ma non la risolviamo dando qualche spicciolo a tutti i pulivetri che ci importunano ai semafori o alle zingarelle che ci impietosiscono con disgraziati bimbi in braccio. Il metodo dell'elemosina a pioggia ci cura la nostra anima, ma incancrenisce il problema.
    L'uguaglianza sociale totale è una bella frase che ci riempie l'animo e la mente, ma non è umanamente possibile.
    La maggioranza silenziosa è quella che pensa grandi progetti umanitari, dona qualche spicciolo per sentirsi in pace con l'anima e poi, quando è troppo tardi subisce guai e tirannie come, tornando all'inizio di questa discussione, è elencato e descritto dalla nota che avevo inserito.
    Esiste una vera reale soluzione? io non la conosco e penso che possano esistere solo mille piccole soluzioni e, talvolta, anche qualche piccola azione dolorosa contro qualcuno.
    Chi mi conosce sa che non sono un sadico egoista, ma talvolta vorrei essere se non sadico, ma molto egoista.
    Attilio A. Romita

  3. #13
    Registrato al forum dal
    May 2009
    ubicazione
    Varese
    Messaggi
    205

    predefinito

    Il problema è, a mio avviso, diverso. Mentre il terrorismo affonda le sue radici nella miseria la delinquenza prospera nella mancanza di valori di riferimento. Mentre i bulli non si battono offrendo loro un lavoro, per i futuri terroristi il discorso è molto diverso. Indubbiamente occorre colpire entrambi questi fenomeni con la massima decisione e non sono certo gli spiccioli dati ad un mendicante che possono contribuire a risolvere il problema. Concordo con te che l'attendismo e, spesso, l'indifferenza permettono a questi delinquenti di prosperare ma purtroppo la maggioranza silenziosa ci circonda ed è molto difficile riscuoterla dal suo torpore. In effetti non esiste una soluzione o, almeno, non un'unica soluzione, bisogna lavorare per indebolire la base del terrorismo riducendo, per quanto, possibile la miseria e contemporaneamente colpirne i vertici dove sono più vulnerabili, negli interessi economici, perché non bisogna dimenticare che armi e finanziamenti arrivano dai traffici illeciti che si svolgono spesso con l'occidente e con una parte di quella maggioranza che non è solo silenziosa ma anche connivente.

  4. #14
    Registrato al forum dal
    Dec 2008
    ubicazione
    Roma
    Messaggi
    1,230

    Thumbs up ..non sempre si può essere d'accordo.

    Questa volta Vittorio penso di non essere d'accordo.
    Sicuramente il terrorismo nasce in paesi dove ci sono sacche di miseria spesso dovute a medievali situazioni di governo.
    Un cero Bin Laden nasce in una nazione ricca di petrolio dove però c'è ancora la schiavitù. Irak, Iran sono nazioni che galleggiano sul petrolio e mentre un tempo erano sfruttate da noi occidentali, ora usano quelle richezze per fini ben diversi dal bene della popolazione. In queste nazioni piccoli gruppi di falsi interpreti dell'islam sfruttano i credenti più ignoranti per i loro fini non certo di pace. Ma la nostra "maggioranza silenziosa" agnostica e fiduciosa spera che l'Islam vero, quello buono, prevarrà.
    Io non ho una ricetta, ma penso che servirebbe cominciare a chiarire le cose.
    Ora farò una affermazione che farà sobbalzare sulla sedia molti dei miei pochi lettori, ma vi prego, prima di esiliarmi completamente, provate a leggere sino in fondo e tentate di capire quello che sicuramente sarò capace di spiegare malamente.
    Secondo me la "maggioranza silenziosa" è il peggior male della democrazia. La definizione classica di democrazia è governo del popolo, cioè un popolo deve agire secondo il volere espresso dalla maggioranza dei suoi cittadini. La "maggioranza silenziosa" è invece quella che si astiene dal giudicare, non vota per non sentirsi impegnata, non fa parte neppure della folla plaudente, aspetta e spera che gli eletti, dai quali può sempre dissentire pacatamente, operino per il meglio.
    La "maggioranza silenziosa" non sbaglia mai, perchè non prende mai alcuna decisione, al massimo discetta su verità virtuali incontrovertibili proprio perchè virtuali.
    La "maggioranza silenziosa" è composta di buoni che al massimo, e per brevissimo tempo, fanno finta di essere contrari o favorevoli a qualcosa soprattutto se è molto lontana.
    La "maggioranza silenziosa" paga il pizzo per quieto vivere e, discretamente applaude ed onora chi muore per non averlo pagato.
    Forze è ora che la maggioranza perda quel tranquillo aggettivo e conquisti il titolo di "maggioranza attiva" che è sicuramente più faticoso, costoso e pericoloso, ma, con il poeta, ci dice "fatti non fummo per vievre come bruti, ma per seguire virtute e conoscenza".
    Attilio A. Romita

  5. #15
    Registrato al forum dal
    May 2009
    ubicazione
    Varese
    Messaggi
    205

    predefinito

    Quote Originariamente inviata da attilio.romita Visualizza il messaggio
    [...SNIP...]
    Ora farò una affermazione che farà sobbalzare sulla sedia molti dei miei pochi lettori, ma vi prego, prima di esiliarmi completamente, provate a leggere sino in fondo e tentate di capire quello che sicuramente sarò capace di spiegare malamente.
    Secondo me la "maggioranza silenziosa" è il peggior male della democrazia. La definizione classica di democrazia è governo del popolo, cioè un popolo deve agire secondo il volere espresso dalla maggioranza dei suoi cittadini. La "maggioranza silenziosa" è invece quella che si astiene dal giudicare, non vota per non sentirsi impegnata, non fa parte neppure della folla plaudente, aspetta e spera che gli eletti, dai quali può sempre dissentire pacatamente, operino per il meglio.
    La "maggioranza silenziosa" non sbaglia mai, perchè non prende mai alcuna decisione, al massimo discetta su verità virtuali incontrovertibili proprio perchè virtuali.
    La "maggioranza silenziosa" è composta di buoni che al massimo, e per brevissimo tempo, fanno finta di essere contrari o favorevoli a qualcosa soprattutto se è molto lontana.
    La "maggioranza silenziosa" paga il pizzo per quieto vivere e, discretamente applaude ed onora chi muore per non averlo pagato.
    Forze è ora che la maggioranza perda quel tranquillo aggettivo e conquisti il titolo di "maggioranza attiva" che è sicuramente più faticoso, costoso e pericoloso, ma, con il poeta, ci dice "fatti non fummo per vievre come bruti, ma per seguire virtute e conoscenza".
    Concordo al cento per cento, però non puoi negare che un islam buono, come lo chiami tu, esista ed è quello stesso che ora è in piazza a Teheran. Non buttiamo il bambino insieme all'acqua sporca.

  6. #16
    Registrato al forum dal
    Dec 2008
    ubicazione
    Roma
    Messaggi
    1,230

    Thumbs up Buoni e cattivi

    Se l'acqua sporca inquina anche quella buona forse è utile un detersivo forte per pulire bene il bambino!
    Attilio A. Romita

  7. #17
    Registrato al forum dal
    Sep 2009
    ubicazione
    cervinara
    Messaggi
    1

    predefinito saluto

    io sono un vecchio, nuovo di questo forum datemi una mano grazie

  8. #18
    Registrato al forum dal
    Nov 2008
    ubicazione
    San Mauro TO
    Messaggi
    3,561

    predefinito ok, vediamo se riesco ad aiutarti

    Quote Originariamente inviata da cgmuratore Visualizza il messaggio
    io sono un vecchio, nuovo di questo forum datemi una mano grazie
    prima di tutto un benvenuto tra noi!

    ora se mi segui andiamo in presentiamoci, ti avvio io la presentazione poi tu prosegui...

    per seguirmi clikki sul mio nome, andrai nel mio profilo e vedrai dove sono in quel momento e clikki liì, spero di essere stata chiara ora vado in presentiamoci
    cgmuratore: vai nel pannello centrale grey panthers la prima discussione in alto c'è la tua presentazione
    devi uscire di qui e andare all'inizio sotto FORUM c'è Grey-Panthers Forum klikka sopra
    Ultima modifica di Maria Bertuzzo : 05-09-09 a 17:12

Regole d'invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •