PDA

Visualizza la versione completa : Salotto



Maria Bertuzzo
29-12-09, 07:40
Ho aperto questo spazio con il titolo salotto perchè mi sembra adatto per introdurre proprio un argomento da solotto e poi potremo raccontarci qualsiasi cosa in seguito...

oggi parliamo di oroscopi:

senza voler rubare il “mestiere” a Onorina che è una professionista nel settore, da buona fattucchiera, mi voglio divertire un po’ a farvi l’oroscopo per il 2010 prima che diventiate matti a seguire tutte le varie previsioni che non mancheranno di riempire i programmi televisivi, i giornali, ecc. ecc.

I segni più fortunati saranno: Pesci (il più favorito dalla sorte il nostro amico Giove), Toro, Cancro, Capricorno e Scorpione;
I più sfigati sicuramente i Vergini, ma anche Gemelli e Sagittari, meglio dire che Gemelli e Sagittari potrebbero solo avere delle prove da superare e questo nello stesso tempo potrà anche essere utile per capire bene dove vogliono andare…chissà cosa combineranno nel 2010!
Per correttezza non tutti quelli nati nello stesso segno avranno fortuna o sfortuna nello stesso periodo questo dipende dall’amico Giove se ha voglia di andare piano oppure veloce…quindi comincerà con quelli nati nei primi giorni e man mano con gli altri…
Attenzione per quelli più fortunati c’è la tendenza ad ingrassare quindi meglio controllare la dieta.
Di Saturno contro, vi parlerò un’altra volta…meglio non esagerare…

gabrielle
29-12-09, 12:35
Grazie Maria delle ottime notizie.Io sono dei pesci, quindi spero sia vero quello che hai scritto. Un abbraccio Gabrielle

vitalba paesano
29-12-09, 19:41
un salotto d'inizio anno, evviva! Chi porta lo spumante rigorosamente italiano e la veneziana, visto che di panettone.... Un salotto dove raccontarci cosa dovrebbe portarci l'anno nuovo e... a noi della Vergine cosa toccherà? vp:confused::p:)

Maria Bertuzzo
30-12-09, 17:07
un salotto d'inizio anno, evviva! Chi porta lo spumante rigorosamente italiano e la veneziana, visto che di panettone.... Un salotto dove raccontarci cosa dovrebbe portarci l'anno nuovo e... a noi della Vergine cosa toccherà? vp:confused::p:)

cercherò tra le stelle qualcosa di buono anche per gli amici della Vergine, mi pare di vedere...ora metto gli occhiali, è meglio!!...;)

Maria Bertuzzo
12-01-10, 14:20
Attilio
http://stashbox.org/765966/Super_Smileys_0202.gif

Paolo
http://stashbox.org/765960/Super_Smileys_0194.gif

Vittorio
http://stashbox.org/765962/Super_Smileys_0203.gif

siete comodi? possiamo cominciare la conversazione?

Paolo Gruppuso
12-01-10, 14:52
Attilio
http://stashbox.org/765966/Super_Smileys_0202.gif

Paolo
http://stashbox.org/765960/Super_Smileys_0194.gif

Vittorio
http://stashbox.org/765962/Super_Smileys_0203.gif

siete comodi? possiamo cominciare la conversazione?
Simpatiche le icone!
Complimenti per la tua fervida fantasia.
Potrei esordire con una frase,piuttosto presuntuosa ed egocentrica attribuita a Salvator Dali' (visto che la mia raffigurazione gli assomiglia);d'altra parte da un grande artiista (per chi piace),come lui, peraltro,di nome "Salvador", non poteva che essere destinato a riscattare la PITTURA dalla vacuità dell'arte moderna!
Inoltre,quale dedica migliore si poteva fare quando sosteneva che a sei anni voleva essere Napoleone,ma non lo divento'; a quindici voleva essere Dali' e lo divento';e per finire,a venticinque anni voleva diventare il pittore piu' sensazionale del mondo e,secondo lui,ci riusci'!!!
L'importante è credere ardentemente,anche immodestamente,nelle proprie capacità!

Maria Bertuzzo
12-01-10, 19:00
Simpatiche le icone!
Complimenti per la tua fervida fantasia.
Potrei esordire con una frase,piuttosto presuntuosa ed egocentrica attribuita a Salvator Dali' (visto che la mia raffigurazione gli assomiglia);d'altra parte da un grande artiista (per chi piace),come lui, peraltro,di nome "Salvador", non poteva che essere destinato a riscattare la PITTURA dalla vacuità dell'arte moderna!
Inoltre,quale dedica migliore si poteva fare quando sosteneva che a sei anni voleva essere Napoleone,ma non lo divento'; a quindici voleva essere Dali' e lo divento';e per finire,a venticinque anni voleva diventare il pittore piu' sensazionale del mondo e,secondo lui,ci riusci'!!!
L'importante è credere ardentemente,anche immodestamente,nelle proprie capacità!

mio Salvador...
http://www.youtube.com/watch?v=7YUD_xJhfAA

Maria Bertuzzo
13-01-10, 09:01
E' quello che ci vuole di prima mattina (neanche poi tanto prima, in verità).

Cris, so che passerai e volevo dirti che ieri sera mi sono persa parte di quella divertente trasmissione che abbiamo cominciato a vedere insieme, ora devo vedere se c'è modo di rivederla ma penso di sì, certo che quei personaggi...veramente speciali, il filosofo, il tifoso per non parlare dei collegamenti esterni..., avevi visto quella della coppia del Web? Mi ero divertita da matti!...a più tardi...

Paolo, comincia a farti crescere i baffi!

amici GP tutti, spettegoliamo un po'? Non si dovrebbe fare ma nei salotti lo fanno

Adri, hai niente da raccontare di divertente?

Adriana Peratici
13-01-10, 10:10
Ciao Maria! di divertente posso solo dirti che sto dribblando tra i vari medici! - Chi dice una cosa, chi ne dice un'altra! - Meno male che ero una brava sciatrice, così che ho imparato a fare le curve!:D:D:D

Adriana Peratici
13-01-10, 10:13
A proposito: avete visto come qualche anno fa ho fatto il concentrato di pomodoro in Sicilia?
Perchè non provate quest'estate a farlo sul terrazzo di casa vostra? -
Ora potete ridere tutte!:D:D:D

Cristina Ricchetti
13-01-10, 12:09
Adri non ci trovo nulla da ridere nella preparazione della
salsa che avevo letto, interessatissima. Anzi, mi sembra
ciò che più di naturale si possa fare nella sua realizzazione.
Certo presuppone tutto un altro modo di passare la giornata,
prevede spazi, collaborazione e tempi, soprattutto tempi e
serenità e tanta tanta pazienza, ma il risultato deve essere
sicuramente all'altezza della cura usata e delle aspettative,
mmmm ne sento il profumo !!:p

Maria, ieri sera anche io non l'ho visto tutto il programma,
ma mi piace un sacco, è rilassante, è gioioso, è quasi
purificante della giornata stressante, un pò come Zelig, che
tra l'altro torna in tv da martedì prossimo.:rolleyes:

Ciao alle mie care amiche.
cris

Paolo Gruppuso
13-01-10, 15:19
.....al concentrato di opere d'arte.

La magnificenza del Duomo di Orvieto del quale non basterebbe un trattato per descriverne la ricchezza delle opere che arredano la basilica: dagli affreschi della volta ,alle cappelle del Beato Angelico e Luca Signorelli, solo per citare alcuni degli artisti piu' rappresentativi!
Per non parlare dei preziosi marmi provenienti in gran parte dalle cave di Carrara; non meno interessanti i mosaici e i rosoni e le porte d'ingresso!
Non ultimo il possente organo del '700 che con le sue prodigiose canne ha mantenuto inalterato il suono dell'epoca!

Maria Bertuzzo
14-01-10, 08:30
Paolo, sarà un piacere "ascoltarti" se vorrai continuare a deliziarci con immagini e parole, grazie!
Ho appena offerto un caffè a Roberto, qui in salotto lo offro a te!
ciao, ti auguro una buona giornata! maria

ps: nel Veneto c'è un vero culto per l'organo ci sono fabbriche e vi si trovano organi antichi bellissimi dal suono veramente speciale ricordo di averne visti tanti da piccola e anche sentiti suonare, pure qui a San Mauro nella chiesa principale ce n'è uno bellissimo, non so di quale secolo, certo non sarà come quello di Orvieto ma ascoltarne il suono è veramente un piacere, mi è capitato di recente di assistere a una messa grande e quell'organo che suonava in continuazione era veramente coinvolgente!

Maria Bertuzzo
14-01-10, 11:51
Parte della toccata e fuga in re minore di Bach sull' organo a canne
http://www.youtube.com/watch?v=RgDAPD8SpqY

maria luisa
21-01-10, 20:19
Parte della toccata e fuga in re minore di Bach sull' organo a canne
http://www.youtube.com/watch?v=RgDAPD8SpqY Che bello, la buona musica, emoziona sempre.

Maria Bertuzzo
28-01-10, 20:49
Accomodati Paolo nel nostro salotto per un momento, vorrei farti una richiesta: l’altro ieri si parlava di Hesse e in particolare di una sua poesia che ha suscitato un certo interesse “Elisabetta” e mi son messa a pensare quante donne questo Hermann (confidenzialmente)ha avuto nella sua vita, a parte le tre mogli vere naturalmente.
Ora però non vorrei parlare della sua vita vera ma della sua vita come scrittore, nei suoi romanzi e racconti ha amato moltissimo sono citate molte donne; visto che tu conosci bene la sua letteratura, avresti voglia di parlarci un po’ di loro?, sarebbe una bella conversazione affascinante come lo è l’autore, almeno per me, potresti calarti nelle vesti di un personaggio del Decamerone e cominciare a raccontarci una novella.
Lo so che non hai molto tempo e che le tue mani sono imbrattate di colore, ma potresti farlo nei ritagli di tempo, un po’ alla volta…
Sono certa che anche Adri, Maria Luisa e chissà, altre amiche si accomoderanno sicuramente nel salotto ad ascoltare, parlo di donne perché quando si parla di amore…anche se credo che l’argomento possa interessare anche gli amici uomini e poi da cosa nasce cosa…
Grazie per avermi ascoltata, ora ti offro un tè e man mano lo offriremo a chi ci farà compagnia.
Ciao, maria

maria luisa
28-01-10, 22:45
Come sempre la mente vulcanica di Maria ha partorito ancora una volta una splendida idea. Amo moltissimo questo scrittore, ma non so molto di lui. Se Paolo accetta sarò un'attenta lettrice di sicuro. Grazie a te Maria per l'idea, e a Paolo se accetterà.:)

vitalba paesano
29-01-10, 09:04
Mi unisco, naturalmente con molto interesse, alla richiesta di Maria e Maria Luisa. vp

Paolo Gruppuso
29-01-10, 22:22
Non solo famoso scrittore e poeta(premio Nobel per la letteratura nel 1946),ma anche bravo pittore acquarellista!
Sono passati oltre dieci anni da quando mi recai a Ravenna per vedere la sua mostra itinerante con le piu' belle e singolari vedute dell'Engadina e dei luoghi dove Hesse amava soggiornare durante l'estate.
Colori puri espressionisti con ombre nette e fortemente contrastate per raffigurare i paesaggi piu' pittoreschi delle sue montagne e valli incantate che cingevano d'assedio borghi e case protette da giardini fioriti!
La passione per la pittura iniziata a circa qurant'anni nacque per caso,fu il medico di famiglia che gli consiglio' di dedicarsi ad una attività manuale e creativa per contrastare una forte depressione causata dalla perdita della prima moglie!
Evidentemente la terapia si dimostro efficace e,a mio parere,anche ricca di grandi soddisfazioni artistiche.
Come scrittore H.dimostro' d'essere profondamente attratto dalla interiorità dell'animo umano per indagare sempre in profondità i segreti enigmatici del vivere quotidiano.
Sapeva affrontare argomenti di varia natura per la sua profonda cultura letteraria, filosofica e di storia delle religioni.
Oltre ai grandi successi con i piu' noti romanzi:"Siddharta",Il Lupo della steppa","Il gioco delle perle di vetro" e tanti altri,Hesse scrisse tanti racconti ,meno noti,ma ugualmente interessanti e sempre ricchi di spunti psicologici sulla quotidianità della vita umana,con una scrittura spesso ironica e attenta alle sensibilità caratteriali dell'uomo e del suo Io!
Un breve libretto ,forse fra i meno conosciuti,ricordo di una recente lettura è "Letture da un minuto",Aforismi di un grande moralista,Bur ,Superclassici;
L'altro che vorrei consigliare,è "Racconti" delle ed.oscar mondadori.
Vedremo successivamente,anche sulla base delle domande che mi porrete (se sapro' rispondere),di approfondire altri aspetti della vita di Hesse o dei suoi romanzi!

Maria Bertuzzo
29-01-10, 22:55
hai fatto un'ottima presentazione molto utile a chi vuole avvicinarsi a Hesse o approfondire le sue letture ma sai bene che io volevo altro per cui non mi ripeto, in ogni caso qualsiasi cosa vorrai aggiungere... sarà comunque un piacere ascoltarti! Puoi andare a ruota libera...
ciao e grazie per la tua disponibilità!
maria

Paolo Gruppuso
30-01-10, 18:23
"Tragedia e umorismo non sono opposti,o piuttosto sono opposti
solo per questo,che l'uno esige in modo cosi' inesorabile l'altro,"

(da "Letture da un minuto" di H.Hesse)

Paolo Gruppuso
30-01-10, 18:39
hai fatto un'ottima presentazione molto utile a chi vuole avvicinarsi a Hesse o approfondire le sue letture ma sai bene che io volevo altro per cui non mi ripeto, in ogni caso qualsiasi cosa vorrai aggiungere... sarà comunque un piacere ascoltarti! Puoi andare a ruota libera...
ciao e grazie per la tua disponibilità!
maria

cosa volevi esattamente?
forse t'interessava conoscere il rapporto contrastato di Hesse con le donne?
Lui era un uomo che aveva vissuto una gioventu' particolarmente difficile,almeno nel periodo dell'adolescenza i rapporti con il padre non furono sereni e lo segnarono per gran parte della sua vita!
Non posso dirti se questi tormenti (depressione e crisi di nervi), condiziorano anche i rapporti con le donne in generale.Come saprai,solo con la terza moglie riusci a trovare la donna della sua vita!

Maria Bertuzzo
01-02-10, 07:59
cosa volevi esattamente?
forse t'interessava conoscere il rapporto contrastato di Hesse con le donne?
Lui era un uomo che aveva vissuto una gioventu' particolarmente difficile,almeno nel periodo dell'adolescenza i rapporti con il padre non furono sereni e lo segnarono per gran parte della sua vita!
Non posso dirti se questi tormenti (depressione e crisi di nervi), condiziorano anche i rapporti con le donne in generale.Come saprai,solo con la terza moglie riusci a trovare la donna della sua vita!

Si proprio il rapporto complicato che Hesse ha con le donne mi incuriosisce, non riesco a capire, quando dice di amarle spesso gli amori non si concludono mai in un rapporto completo le fa svanire, poi a volte le descrive solo come oggetto di appagamento sessuale per i suoi personaggi, forse ha paura di amare veramente una donna o non si sente degno di questo…probabilmente nei suoi romanzi in fondo descrive proprio il percorso della sua vita alla ricerca di un amore vero completo. Mi piace molto il finale del Lupo della steppa che io vedo in modo positivo anche se potrebbe sembrare il contrario!
Interessante è anche il rapporto dei suoi personaggi con gli uomini, a volte sono descritti degli amori altrettanto importanti che vanno ben al di là di una semplice amicizia…ma di questo magari ne parliamo un’altra volta se ne hai voglia…
Ora, non sono ancora ne nove, ti offrirei un caffè, naturalmente l’offerta è valida per chi è seduto con noi in salotto…
Ciao e buona giornata!
maria

Maria Bertuzzo
23-02-10, 08:10
il fascino del mistero, allego un documento e il link di wikipedia sul comune di Triora (Imperia), se avete voglia leggetelo e poi magari commentiamo, per ora buona lettura...a me le streghe sono sempre piaciute, non so perchè...

http://it.wikipedia.org/wiki/Triora

Adriana Peratici
23-02-10, 11:47
Da circa 10 anni ho scoperto che le storie del medioevo mi piacciono molto, infatti avevo cominciato a leggere la storia delle regine di quel periodo : Caterina di Francia - Giovanna la pazza ed ora mi sto interessando anche alla storia dei Farnese di Piacenza, che solo perchè i signorotti dell'epoca non hanno tollerato la presenza di Pierluigi Farnese e l'hanno ammazzato che Piacenza non è diventata più importante di Parma, infatti dopo la congiura il successore Ottavio fissò la sua sede a Parma!

Adriana Peratici
23-02-10, 12:06
Una pagina di storia molto divertente tra leggenda e realtà.
Hanno fatto un film molto divertente dove Vittorio Gasman interpretava la figura di Vincenzo Gonzaga che per dimostrare che era un uomo doveva andare con una vergine interpretata da Virna Lisi. (illibata e un po' cretina)
La storia andò cosi: Alessandro Farnese ebbe due figli Ranuccio e Margherita. Margherita sposa Vincenzo Gonzaga ma l'unione è sterile.
Allora Vincenzo riesce a mandare la moglie a farsi suora per poter sposare Elisabetta De Medici. Ma la Mamma di Elisabetta non si fida, non vuole che la figlia faccia la fine della prima moglie di Vincenzo e pretende la prova della virilità del principe. Deve andare con una vergine e dimostrare di essere un uomo! - Leggenda dice che davanti a tutti i testimoni il principe fallisse ben due assalti - Quando tutte le speranze stavano svanendo il terzo assalto diede i suoi frutti così che potè sposare Elisabetta de' Medici. - Carina vero?:p:p:p

Maria Bertuzzo
24-02-10, 08:02
Si Adri, veramente molto carina!!

Maria Bertuzzo
16-05-10, 18:56
fare un gioco questa sera...

cos'é?
è un dettaglio di una fotografia, cosa rappresenta per voi?

http://stashbox.org/897612/fotocamera%20296%20%286%29.jpg

vitalba paesano
17-05-10, 07:36
un pezzo di selciato visto attraverso una grata? Chissà! vp

Maria Bertuzzo
18-05-10, 08:30
un pezzo di selciato visto attraverso una grata? Chissà! vp

No Vitalba, riprova!
Dobbiamo scatenare la fantasia...

Maria Bertuzzo
21-05-10, 09:05
il dettaglio è di questa fotografia, di una pozzanghera che ha attirato la mia attenzione...

http://stashbox.org/902308/anche%20una%20pozzanghera%20ha%20il%20suo%20fascin o.jpg

quelle luci strane mi sembravano delle orme...

Maria Bertuzzo
21-05-10, 09:10
il dettaglio è di questa fotografia, di una pozzanghera che ha attirato la mia attenzione...

http://stashbox.org/902314/anche%20una%20pozzanghera%20ha%20il%20suo%20fascin o%20%282%29.jpg
quelle luci strane mi sembravano delle orme...

vitalba paesano
21-05-10, 09:41
Cara Maria, non riusciamo a fare nulla neppure noi! Ricordati di ridimensionare le foto sempre. grazie vp

Maria Bertuzzo
21-05-10, 10:17
Cara Maria, non riusciamo a fare nulla neppure noi! Ricordati di ridimensionare le foto sempre. grazie vp

si, è stato un errore ho sbagliato a creare l'url

Maria Bertuzzo
29-05-10, 13:20
vista l'ora, gradite un caffè?
Per le chiacchiere passo dopo...ciao a chi passa!

vitalba paesano
29-05-10, 22:59
Ottimo caffè, grazie Maria.vp;)

Maria Bertuzzo
30-05-10, 07:45
Il caffè di ieri vale anche per oggi...ma vi racconto un sogno che ho fatto stanotte tra il bello e il brutto, non riesco a definirlo...

ho sognato che dopo forse un mese (il tempo non era ben definito poteva anche essere una settimana...) di assenza dal lavoro (non era ben chiaro se ero rimasta a casa per malattia o per altro) potevo finalmente rientrare però non sapevo esattamente dove andare se in un ufficio o in un altro, nel frattempo passava il pullman, sapevo che dovevo affrettarmi per non perderlo, non avevo le scarpe e non potevo andare scalza ma poi le trovo e le infilo, nel mentre il pullman se ne era andato, anche questo non era un grosso problema avrei preso quello dopo ma a quel punto cerco il biglietto, non ero sicura di averlo, guardo l'orologio e mancavano 10 minuti alle 9, era un po' tardi, forse era meglio fare una telefonata per avvisare del ritardo (quando lavoravo arrivavo sempre all'ultimo minuto)...per fortuna mi sono svegliata!
E oggi è pure domenica, nessun lavoro...ma forse sarà nostalgia...

Un saluto a chi passa da queste parti
ciao Vitalba!

violetta2004
30-05-10, 15:06
grazie del caffe Maria;))))

Maria Bertuzzo
14-07-10, 09:46
siete proprio dei mascalzoni a prendervi gioco di noi povere ragazze!! Ma state attenti perchè potreste anche voi cadere in trappola e se siete ben cotti è ancora più dura venirne fuori...mai dire mai!!

L'uomo evanescente: come liberarsene
All'inizio sembrava troppo bello per essere vero. Poi sembra troppo evanescente per essere vero. Ecco come si palesa, e come scompare, senza mai andarsene veramente dalla tua vita. E soprattutto: come liberarsene.
Le prime tre volte che ci sei uscita hai pensato : troppo bello per essere vero. E non perchè lui somigliasse a Brad Pitt da giovane. Semplicemente perchè dopo qualche bilione di appuntamenti disastrosi, ragazzi improponibili e storie finite prima di cominciare, finalmente ti sembra che le cose comincino a girare. Hai persino detto alla tua amica che non ti interessa più uscire con quell'amico molto carino di suo cugino.

Va tutto a meraviglia e persino le sue sparate in puro stile uomo tellina non ti sono sembrate poi così fuori luogo, e hai quasi voglia di pensare che finalmente sia la volta buona. Comincia tutto così.

L'abbordaggio: Lui rompe il ghiaccio in maniera magistrale
Vi conoscete in un locale, niente appuntamenti al buio, e niente patetiche presentazioni di amici di amici. Lui ti abborda senza far capire che ti sta abbordando. E' gentile ed educato, ma allo stesso tempo si capisce dove vuole arrivare. Complice qualche drink el distanze si accorciano. Le tue amiche, due metri più in là, si danno di gomito. Esci dal locale lasciandogli il numero di telefono per pura formalità. Non speri nulla, ma è stata una bella serata. Buonanotte.

The day after
Mentre tu stai ancora smaltendo la sbornia della sera prima lui ti ha già mandato un sms. Simpatico ma non invadente, ti fa capire il suo interesse senza risultare fuori luogo. Di certo è riuscito a stupirti: non ti saresti aspettata un contatto così immediato. Ti strappa un sorriso e un appuntamento.

Il primo appuntamento
Ti porta fuori a bere (la cena sarebbe stata troppo impegnativa). Decidi che lui ti piace. Chiacchierate amabilmente per ore. E' evidente che anche tu gli piaci.

Il secondo appuntamento
Stavolta lui rischia la cartuccia da piacione doc e ti porta in un luogo x con vista panoramica. La sera stessa andate a letto insieme e il giorno dopo puoi raccontare alle amiche che anche in quel campo lui non è da buttare via. Le tue amiche sorridono e tu anche. (Perchè non sai cosa ti aspetta)

Dal terzo appuntamento in poi
Rompete il tabu dell'incontro serale e vi vedete anche durante il giorno. Un pomeriggio in centro, una pausa pranzo, lui che ti accompagna a fare una commissione, o passa a casa tua per farti un saluto. Avete oltrepassato la sottile linea rossa: in qualche modo lui è entrato nella tua quotidianità, e non è più il tipo carino con sui sei uscita un paio di volte o con cui hai fatto sesso. La sera vi mandate il messaggio idiota della buonanotte, e lui non fa che dirti quanto gli piaci, ma senza esagerare. Lui è già il tipo carino con cui ti frequenti.

E adesso?
Per dirla in termini schietti, lui ti ha agganciata. E ben saldamente. Poi stranamente per un giorno non si fa sentire. I giorni diventano due. Il terzo giorno lo chiami tu, e lui risponde al volo dicendoti di essere impegnatissimo. Ribadisce i complimenti di default, e tu pensi che sei stata troppo ansiosa e appiccicosa, forse è il caso di darsi una calmata. Lui scompare per altri tre giorni.

E quando tu ci hai quasi rinunciato...
...lui si fa sentire di nuovo. Più trascinante e affettuoso che mai. Si scusa in quattro lingue dell'assenza, ti chiede cosa fai quella sera, e tu annulli tutti i tuoi impegni per uscire con lui. In questo momento probabilmente saresti pronta a partire per l'Antartide con lui, ma non ti sei ancora resa conto della pericolosità della cosa.

E la storia si ripete
Lui torna a scomparire, ma non lo fa mai del tutto. Quando meno te lo aspetti ti arriva un sms appassionato o una telefonata che ti fa squagliare. In questo momento infatti il tuo cervello è liquefatto, e non riesci neanche a percepire gli sguardi di disapprovazione delle tue amiche quando rifili loro il patetico resoconto dell'ennesimo sms-pacco.

In rari momenti riesci a recuperare un barlume di quell'intelligenza che un tempo ti contraddistingueva, e pensi che questa storia sta andando un po' troppo per le lunghe: forse ci sarebbe bisogno di una svolta. Poi però leggi l'sms che lui ti ha mandato l'altroieri mattina, e pensi che non può finire così. Come se non bastasse la sera, o meglio la notte (ricorda che le due vuol dire che è notte!) lui ti chiama dicendoti che è proprio lì sotto casa tua. Non farlo salire sarebbe una crudeltà da autentica strega. Senza contare che non aspettavi altro.

La diagnosi
Ti stai aggrappando all'idea che se davvero lui non ti volesse sarebbe scomparso del tutto. Invece continua a fare capolino nella tua vita di continuo. Magari sta solo passando un periodo molto pieno di impegni.
Noi, amica, ti diciamo che non è affatto così. Nella migliore delle ipotesi i suoi impegni più pressanti sono altre due fanciulle a cui riserva un trattamento simile al tuo. La sua è stata un'operazione chirugica: ti ha agganciato e lo sa bene, e ogni tanto dà una strattonatina all'amo per sentire se sei ancora lì. E tu puntualmente sei proprio lì, dove lui si aspetta che tu sia: vale a dire a sua disposizione. Sempre. Lui si è creato un ottimo parcheggio. Il parcheggio sei tu. E non è bello essere un parcheggio!

La cura
Da che mondo è mondo, l'uomo che è aduso palesarsi sotto casa tua dopo l'una di notte (dopo essere scomparso per giorni) non è degno di essere chiamato tale (a meno che non abbiate litigato due ore prima e lui non sia corso in ginocchio da te a chiederti scusa).
Sai già cosa devi fare. Se nella tua mente una vocina scema continua a dirti che in fondo gli piaci e forse piano piano riuscirai a conquistarlo veramente, vai dalla tua migliore amica, e chiedile di darti due schiaffi. Magari recuperi la ragione.


Fonte:
http://www.girlpower.it/amore/coppia/uomo-evanescente-come-liberarsene.php
ricevuto da Studenti.it

Attilio A. Romita
15-07-10, 05:47
....potrei trascinarvi nella caduta!!!!!

Dalla parte di Lui!!!!!

E' stao sufficiente cambiare il genere di qualche parola ....ed il discorso fila perfettamente :p.............. :).............;).............:eek:

--------------------------------------------------------------------------------

Siete proprio delle scorrette a prendervi gioco di noi poveri illusi!! Ma state attente perchè potreste anche voi cadere in trappola e se siete ben cotti è ancora più dura venirne fuori...mai dire mai!!

La donna glamour: come liberarsene
All'inizio sembrava troppo bella per essere vero. Poi sembra troppo glamour per essere vero. Ecco come si palesa, e come scompare, senza mai andarsene veramente dalla tua vita. E soprattutto: come liberarsene.

Le prime tre volte che ci sei uscito hai pensato : troppo bello per essere vero. E non perchè lui somigliasse a Cathine Zeta Jones da giovane. Semplicemente perchè dopo qualche bilione di appuntamenti disastrosi, ragazze improponibili e storie finite prima di cominciare, finalmente ti sembra che le cose comincino a girare. Hai persino detto al tuo amica che non ti interessa più essere presentato a sua cugina quella molto carina.

Va tutto a meraviglia e persino le sue sparate in puro stile donna sottomessa non ti sono sembrate poi così fuori luogo, e hai quasi voglia di pensare che finalmente sia la volta buona. Comincia tutto così.

L'abbordaggio: Lei fa finta di non prendere l'iniziativa.
Vi conoscete in un locale, niente appuntamenti al buio, e niente patetiche presentazioni di amiche di amici. Lei ti cade tra le braccia senza far capire che ti sta abbordando. E' gentile ed educata, ed allo stesso tempo non si capisce dove vuole arrivare. Complice qualche drink el distanze si accorciano.I tuoi amici, due metri più in là, si danno di gomito. Esci dal locale lasciandole il numero di telefono per pura formalità. Non speri nulla, ma è stata una bella serata. Buonanotte.

The day after
Mentre tu stai ancora smaltendo la sbornia della sera prima lei ti ha già mandato un sms. Simpatico ma non invadente, ti fa capire il suo interesse senza risultare fuori luogo. Di certo è riuscita a stupirti: non ti saresti aspettata un contatto così immediato. Ed è subito un appuntamento.

Il primo appuntamento
Andate fuori a bere (la cena sarebbe stata troppo impegnativa). Decidi che leii ti piace. Chiacchierate amabilmente per ore. E' evidente che anche tu gli piaci.

Il secondo appuntamento
Stavolta Tu rischi la cartuccia da piacione doc e la porta in un luogo x con vista panoramica. La sera stessa andate a letto insieme e il giorno dopo puoi raccontare agli amici che anche in quel campo lei è il meglio. I tuoi amici ti invidiano, ma non sai cosa ti aspetta.

Dal terzo appuntamento in poi
Rompete il tabu dell'incontro serale e vi vedete anche durante il giorno. Un pomeriggio in centro, una pausa pranzo, la accompagni a fare una commissione poi passa a casa sua per un saluto. Avete oltrepassato la sottile linea rossa: in qualche modo lei è entrata nella tua quotidianità, e non è più la ragzza carina con sui sei uscito un paio di volte o con cui hai fatto sesso. La sera vi mandate il messaggio idiota della buonanotte, e lei non fa che dirti quanto gli piaci, ma senza esagerare. Lei è già il tipo più bello con cui ti frequenti.

E adesso?
Per dirla in termini schietti, lei ti ha agganciata. E ben saldamente. Poi stranamente per un giorno non si fa sentire. I giorni diventano due. Il terzo giorno la chiami tu, e lei risponde al volo dicendoti di essere impegnatissima. Ribadisce i complimenti di default, e tu pensi che sei stata troppo ansioso e appiccicoso, forse è il caso di darsi una calmata. Lei scompare per altri tre giorni.

E quando tu ci hai quasi rinunciato...
...lei si fa sentire di nuovo. Più trascinante e affettuosa che mai. Si scusa in quattro lingue dell'assenza, ti chiede cosa fai quella sera, e tu annulli tutti i tuoi impegni per uscire con lei. In questo momento probabilmente saresti pronto a partire per l'Antartide con lei, ma non ti sei ancora reso conto della pericolosità della cosa.

E la storia si ripete
Lei torna a scomparire, ma non lo fa mai del tutto. Quando meno te lo aspetti ti arriva un sms appassionato o una telefonata che ti fa squagliare. In questo momento infatti il tuo cervello è liquefatto, e non riesci neanche a percepire gli sguardi di disapprovazione dei tuoi amici quando rifili loro il patetico resoconto dell'ennesimo sms-pacco.

In rari momenti riesci a recuperare un barlume di quell'intelligenza che un tempo ti contraddistingueva, e pensi che questa storia sta andando un po' troppo per le lunghe: forse ci sarebbe bisogno di una svolta. Poi però leggi l'sms che lei ti ha mandato l'altroieri mattina, e pensi che non può finire così. Come se non bastasse la sera, o meglio la notte (ricorda che le due vuol dire che è notte!) lui ti chiama dicendoti che è proprio lì sotto casa tua. Non farla salire sarebbe una crudeltà da autentica cattivo. Senza contare che non aspettavi altro.

La diagnosi
Ti stai aggrappando all'idea che se davvero lei non ti volesse sarebbe scomparso del tutto. Invece continua a fare capolino nella tua vita di continuo. Magari sta solo passando un periodo molto pieno di impegni.
Amico, ti dico che non è affatto così. Nella migliore delle ipotesi i suoi impegni più pressanti sono altri due "amici" a cui riserva un trattamento simile al tuo. La sua è stata un'operazione chirugica: ti ha agganciata e lo sa bene, e ogni tanto dà una strattonatina all'amo per sentire se sei ancora lì. E tu puntualmente sei proprio lì, dove lei si aspetta che tu sia: vale a dire a sua disposizione. Sempre. Lei si è creato un ottimo parcheggio. Il parcheggio sei tu. E non è bello essere un parcheggio!

La cura
Da che mondo è mondo, la donna che è adusa palesarsi sotto casa tua dopo l'una di notte (dopo essere scomparsa per giorni) non è degna di essere chiamata tale (a meno che non abbiate litigato due ore prima e lei non sia corsa in ginocchio da te a chiederti scusa).
Sai già cosa devi fare. Se nella tua mente una vocina scema continua a dirti che in fondo le piaci e forse piano piano riuscirai a conquistarla veramente, vai dalla tua migliore amica, e chiedile di darti due schiaffi. Magari recuperi la ragione e trovi una alternativa al tuo problema.

Maria Bertuzzo
16-07-10, 09:53
sempre furbetto Attilio!;):p

vitalba paesano
16-07-10, 12:37
Dibattito interessante e... caldo, amici miei! vp:mad:;):eek:

Attilio A. Romita
17-07-10, 09:00
Quando si lancia ...un sasso in piccionaia, capita che tutti i piccioni si spaventano, vlano via e qualcuno, ...per la paura, lascia cadere qualcosa su chi lo ha spaventato.
E spesso, come capita nella boxe, i colpi d'incontro colpiscono meglio di un colpo diretto.
Buon caldo a tutte e tutti!:D:D:D:D

Maria Bertuzzo
04-08-10, 07:55
energia vitale...centri energetici

Tutti sanno cosa sono i chakra?

da Wikipedia:

Descrizione generale

I chakra sono punti di forza umani, a volte associati a gangli (granthi) o organi fisici, tra i quali si muoverebbe un'energia variamente definita (prana, o in casi particolari kundalini o avadhuti) e la loro conoscenza è trasmessa da molti sistemi di yoga, nelle diverse tradizioni induiste, buddhiste e jainiste con mappature diverse. Molte tradizioni concordano sul fatto che i chakra agiscano come valvole energetiche.

Uno squilibrio a livello di un chakra determinerebbe uno squilibrio d'energia nei determinati organi associati. Molte moderne terapie naturali, soprattutto la Cristalloterapia, Il cammino dei chakras ed il Reiki, si basano sull'analisi dei chakra; la Riflessologia e l'Aromaterapia lavorano sugli stessi meridiani e la meditazione e visualizzazione basate sui colori, sarebbero strumenti importanti per bilanciare i chakra.

Ciascuno dei chakra ha il proprio centro in una delle sette ghiandole a secrezione interna del sistema endocrino corporeo e ha la funzione di stimolare la produzione ormonale della ghiandola.

Secondo il Ved?nta, il corpo fisico e il corpo sottile (Suk?ma ?arira: le emozioni, pensieri, percezioni, stati di coscienza) formano un insieme. Questi due corpi sono collegati a livello dei chakra, quindi agendo sul corpo fisico si produrrà un effetto su quello sottile e viceversa.

I chakra vengono assimilati al Loto, questo perché benché esso nasca da acque stagnanti e putrescenti, dà origine ad un fiore bellissimo e candido. Proprio per tale peculiarità è considerato un simbolo di purezza: nato dal fango ma non macchiato da esso. Nella simbologia indiana le acque stagnanti rappresentano l'indistinzione primordiale del caos e il loto che da esse sorge rappresenta l'elevazione spirituale. Ogni "loto", ha un numero particolare di petali, un particolare Yantra (mandala o forma geometrica), un mantra ed è associato ad un elemento (tattva), ad un senso e ad un colore.

Gli esseri umani, la maggior parte degli animali ed alcune piante avrebbero sette chakra principali o primari. Secondo alcune tradizioni, ogni chakra assomiglierebbe ad un piccolo vortice con la parte più stretta dell'imbuto orientata verso il corpo ed ogni chakra (con l'eccezione di due) avrebbe due metà o poli, una rivolta verso la parte anteriore e l'altra verso la parte posteriore del corpo.

Il secondo gruppo per importanza è composto da chakra minori che si troverebbero nei polpastrelli, al centro del palmo delle mani, in alcune aree dei piedi, nella lingua o altrove. Il terzo gruppo è composto da un numero praticamente incalcolabile di chakra di dimensioni piccole e minuscole; infatti, in ogni punto in cui si incontrano almeno due linee energetiche, anche infinitesimali, si troverebbe un chakra.

Il seguito sul link:
http://it.wikipedia.org/wiki/Chakra

Ho anche trovato questo video che ne dà una bella spiegazione:
http://video.libero.it/app/play?id=5ccc52d419e1bc189a029413e9eaffa0

Maria Bertuzzo
17-08-10, 08:09
sarà...ma a me questo numero piace!!


dal CICAP Piemonte:

17, la iella in numeri
Perché proprio lui? Origini storiche di una superstizione

Per la smorfia napoletana è “la disgrazia”; se capita di venerdì è meglio non uscire di casa, negli alberghi la stanza corrispondente non esiste: ma perché il numero 17 porta sfortuna? Come è nata la discriminazione verso un numero che dopotutto fa il suo onesto lavoro come tutti i suoi fratellini?
Ricostruire le origini delle superstizioni non è una scienza esatta e quindi una risposta sicura è al di fuori delle nostre possibilità, ma possiamo elencare le interpretazioni più comuni.
Una spiegazione molto accreditata risale all'antica Roma. Il 17 era considerato un numero nefasto, perché la sua rappresentazione in cifre romane XVII è un anagramma di VIXI, che in latino significa «vissi» e di conseguenza «sono defunto, non vivo più». Secondo altri, tuttavia, la credenza avrebbe origini molto più antiche: nella Bibbia il diluvio universale iniziò proprio il diciassettesimo giorno del secondo mese (chissà se cadeva di venerdì?) e terminò il 17 del settimo mese, quando Noé raggiunse l'Ararat.
Secondo Plutarco i pitagorici (che di paturnie numerologiche ne facevano collezione) avevano orrore del numero 17, perché intermedio tra 16 e 18, gli unici due numeri che rappresentano contemporaneamente la superficie e il perimetro di uno stesso quadrilatero, essendo 16 = 4 + 4 + 4 + 4 = 4 × 4 e 18 = 3 + 3 + 6 + 6 = 3 × 6.
La fama iettatoria del numero 17 si sarebbe rafforzata, in epoca moderna, con la sfortunata vicenda del mancato re Luigi XVII che, in piena Rivoluzione francese, non salì mai al trono e morì in carcere. Quando poi, con la restaurazione della monarchia, diventò re lo zio, questi assunse prudentemente il nome di Luigi XVIII.

Quel che è certo è che nella superstiziosissima Italia il 17 è un numero da cui ci si tiene alla larga. Si dice che negli aerei manchi la fila 17 (oltre alla numero 13), anche se questa pratica mi ha sempre lasciato perplesso: la fila numero 17 rimane la numero 17 anche con un'altra etichetta: perché mai la sfiga (che come è noto ci vede benissimo) dovrebbe lasciarsi ingannare da uno stratagemma così grossolano? Si sente dire perfino che l'autostrada A17 non esista e si favoleggia di una imprecisata A16bis, anche se le cose non stanno proprio così: in effetti l'A17 esiste, è il raccordo Roma-Fiumicino, ma sui cartelli la sua indicazione è “A” senza alcun numero. Fidarsi è bene... E come dimenticare la canzone di Francesco Guccini ?Statale 17? (che sarebbe poi la Foggia-Campobasso, per la cronaca), da sempre cantata nelle gite in macchina per mettere alla prova la sorte, insieme con la famigerata ?Canzone per un'amica? dello stesso cantautore barbuto?

Si sa anche che quella del 17 è una specialità italiana, come il parmigiano: nei paesi anglosassoni è il 13 ad attirare tutte le sventure, probabilmente perché tredici erano i partecipanti all'Ultima Cena, anche se non mancano i riferimenti simbolici al numero 13 nelle religioni di molti altri popoli antichi, dai Vichinghi agli Egizi ai Cinesi, e naturalmente nell'astrologia. In Italia invece il 13 è stato a lungo un simbolo di fortuna – almeno finché il Totocalcio è rimasto il gioco d'azzardo più popolare…

Ovviamente noi scettici non prestiamo fede a simili sciocchezze e ci guardiamo bene dal cambiare numero per scaramanzia al VS17 che state leggendo; anzi, questo numero è stato completato più in fretta del solito. Non ci resta che inserire questo articolo e portare tutto in tipografia: soltanto un virus potr%âÏ??@‰¢Š±1° Xñš±×0¾<É° 17z#©€@?‰Ü6þ #Ã_Í™‹ÏÁ&! ý2É_&‡ð_Çæ

Andrea Ferrero
Coordinatore del CICAP Piemonte

vitalba paesano
17-08-10, 13:13
17 affettuosi saluti a... Maria e agli amici che stanno tornando! vp

Maria Bertuzzo
25-09-10, 06:29
Stamattina un saluto a tutti in compagnia di una bellissima luna piena, leggermente calante, e un buon caffè per chi lo gradisce...
Maria

Maria Bertuzzo
16-10-10, 10:05
Ieri sera ho visto una bella puntata di 8 1/2 che ripropongo per chi non l'avesse seguita e volesse farlo... Povera Patria, parla Franco Battiato

a una domanda precisa di Lilli Gruber: "Battiato ma lei è di destra o di sinistra?"
"no, la prego non sono nè di destra, nè di sinistra, sto in alto e sono per l'essere umano e per gli esseri umani"

http://www.la7.tv/richplayer/index.html?assetid=50192051

maria luisa
16-10-10, 18:48
Ieri sera ho visto una bella puntata di 8 1/2 che ripropongo per chi non l'avesse seguita e volesse farlo... Povera Patria, parla Franco Battiato

a una domanda precisa di Lilli Gruber: "Battiato ma lei è di destra o di sinistra?"
"no, la prego non sono nè di destra, nè di sinistra, sto in alto e sono per l'essere umano e per gli esseri umani"

http://www.la7.tv/richplayer/index.html?assetid=50192051
Maria, di solito la vedo, ma ieri sera ero dalle mie nipotine. Ho visto il filmato che gentilmente ci hai segnalato!
Devo dirti che a me la risposta che ha dato alla domanda della Gruber, non è piaciuta affatto! Comunque da che parte stesse credo lo sappiano tutti!
Secondo, quando ha dichiarato che non guarda il tg 1, la Gruber gli ha chiesto (pressapoco!) : nella televisione pubblica ci deve essere spazio per tutti!? Lui ha risposto "NO" Evviva la democrazia!!
Alla fine della trasmissione ho pensato : e meno male che in Italia non c'è libertà di parola!
Comunque è un grande artista!
Mi consideri sempre un'amica, anche se virtuale????:p:D Un abbraccio

Maria Bertuzzo
16-10-10, 20:14
Maria, di solito la vedo, ma ieri sera ero dalle mie nipotine. Ho visto il filmato che gentilmente ci hai segnalato!
Devo dirti che a me la risposta che ha dato alla domanda della Gruber, non è piaciuta affatto! Comunque da che parte stesse credo lo sappiano tutti!
Secondo, quando ha dichiarato che non guarda il tg 1, la Gruber gli ha chiesto (pressapoco!) : nella televisione pubblica ci deve essere spazio per tutti!? Lui ha risposto "NO" Evviva la democrazia!!
Alla fine della trasmissione ho pensato : e meno male che in Italia non c'è libertà di parola!
Comunque è un grande artista!
Mi consideri sempre un'amica, anche se virtuale????:p:D Un abbraccio

Quel tratto di intervista... immaginavo sarebbe stato tirato in ballo, forse sarebbe pure il caso di risentirlo...non voglio certo farti cambiare opinione, io rimango della mia e non solo lo considero un grande artista ma come dicevo nel titolo una grande persona! Condivido ogni sua singola parola!
Anche gli amici possono avere opinioni diverse non ti pare? Mica siamo fatti con lo stampino!

Buonanotte Maria Luisa, spengo il pc e vado a vedermi Cold Case, mi piacerebbe guardare Barnaby ma è troppo lungo non arriverei alla fine...

Attilio A. Romita
17-10-10, 09:15
.idee chiare!
ci deve essere spazio per tutti!? Lui ha risposto "NO" Evviva la democrazia!!!!
dicendo tutto ed il contrario di tutto con messianiche frasi senza senzo funzionali solo alle note.
E' giusto, non è di destra ne di sinistra ....è un pavido nullo che pensa solo alla sua notorietà ed al suo guadagno.

Maria Bertuzzo
17-10-10, 09:55
Attilio, solo perchè non la pensa come te una persona è una nullità? Tieniti la tua opinione io mi tengo la mia che è ben diversa!

Buona domenica!

Attilio A. Romita
18-10-10, 08:17
Esiste una grande differenza tra differenza di idee e nullità di idee.
Il nostro riveste una buona musica con sequenze di parole e termini pseudo letterari che vorrebbero rendere l'opera più intellettuale.
Il nostro, alla domanda "ci deve essere posto per tutti? risponde "NO - Evviva la democrazia!!!!".
Puoi trovare queste immaginifiche poesie in http://www.angolotesti.it/F/testi_canzoni_franco_battiato_127/.
Tante volte mi viene di pensare che forse sono migliori quelle banali canzoni in cui fiore fa rima con amore ed anche con dolore.

Ovviamente queste sono mie idee e nessuno è obbligato a condividerle, ma nessuno può obbligarmi a non renderle note.
Un caro saluto.

Maria Bertuzzo
18-10-10, 08:51
Esiste una grande differenza tra differenza di idee e nullità di idee.
Il nostro riveste una buona musica con sequenze di parole e termini pseudo letterari che vorrebbero rendere l'opera più intellettuale.
Il nostro, alla domanda "ci deve essere posto per tutti? risponde "NO - Evviva la democrazia!!!!".
Puoi trovare queste immaginifiche poesie in http://www.angolotesti.it/F/testi_canzoni_franco_battiato_127/.
Tante volte mi viene di pensare che forse sono migliori quelle banali canzoni in cui fiore fa rima con amore ed anche con dolore.

Ovviamente queste sono mie idee e nessuno è obbligato a condividerle, ma nessuno può obbligarmi a non renderle note.
Un caro saluto.

Battiato a risposto "no" evviva la democrazia l'avete aggiunto voi...c'è stato anche un mio invito a risentire lo stralcio dell'intervista per rendersi meglio conto di quello che lui voleva dire ma credo che tu Attilio, non l'abbia neppure guardata ma ripreso pari pari quello che aveva scritto Maria Luisa...per l'obbligo qui nessuno è obbligato a niente, è giusto che tu renda note le tue idee e io le mie, QUESTA E' DEMOCRAZIA, su questo non ci piove!
Un caro saluto a te,
Maria

Roberto Gioffredi
18-10-10, 12:47
Ieri sera ho visto una bella puntata di 8 1/2 che ripropongo per chi non l'avesse seguita e volesse farlo... Povera Patria, parla Franco Battiato

a una domanda precisa di Lilli Gruber: "Battiato ma lei è di destra o di sinistra?"
"no, la prego non sono nè di destra, nè di sinistra, sto in alto e sono per l'essere umano e per gli esseri umani"

http://www.la7.tv/richplayer/index.html?assetid=50192051
-
Ho visto solo adesso questa puntata di Otto e Mezzo.
Davvero interessante anche per la presenza di Buttafuoco.
Buttafuoco è un intellettuale che mi affascina, sicuramente un intellettuale di destra degno di questo nome.

Attilio A. Romita
18-10-10, 13:48
E' vero non ho sentito l'intervista.
Ho provato a sentirla oggi, ma non risultava accessibile sul sito della 7.
Penso che la frase "viva la democrazia" cambi poco il senso della risposta anzi la sua mancanza peggiora quel "NO" secco ed assoluto alla domanda sulla libertà di accesso ad una trasmittente pubblica.
E tutto ciò non fà che confermarmi la mia personale, condivisibile o no, scarsa stima nell'uomo.

maria luisa
18-10-10, 21:11
Battiato a risposto "no" evviva la democrazia l'avete aggiunto voi...c'è stato anche un mio invito a risentire lo stralcio dell'intervista per rendersi meglio conto di quello che lui voleva dire ma credo che tu Attilio, non l'abbia neppure guardata ma ripreso pari pari quello che aveva scritto Maria Luisa...per l'obbligo qui nessuno è obbligato a niente, è giusto che tu renda note le tue idee e io le mie, QUESTA E' DEMOCRAZIA, su questo non ci piove!
Un caro saluto a te,
Maria

Sì,Maria, Evviva la democrazia l'ho aggiunto io per non dire volgarmente parlando, alla faccia della democrazia! Se l'avesse detto lui, avrebbe dato un significato diverso e ironico alla frase! Ma lui era molto serio. Mi dispiace se ho provocato un equivoco! :(:) Ciao

Attilio A. Romita
19-10-10, 08:48
....Maria Luisa, perchè ha fatto partire una discussione e delle valutazioni più o meno condivise, ma altrettanto salutari.
Ho ascoltato varie volte interviste all'uomo in questione e mi ha sempre dato fastidio la sua aria di vate superiore e di musico trascendentale.
Ma forse gli abbiamo dato anche troppa "aria"!!!!

Maria Bertuzzo
19-10-10, 11:03
-
Ho visto solo adesso questa puntata di Otto e Mezzo.
Davvero interessante anche per la presenza di Buttafuoco.
Buttafuoco è un intellettuale che mi affascina, sicuramente un intellettuale di destra degno di questo nome.

E' piaciuto molto anche a me!

Maria Bertuzzo
27-06-11, 11:46
dal mio archivio...

IN CASA

Preferite le forme regolari a quelle irregolari. Meglio quadrati e rettangoli dei triangoli o cerchi. Non disponete finestre di fronte alle porte e non ponete piu' di 3 finestre ogni porta.

La porta principale non deve affacciarsi su una strada diritta, meglio un vialetto mosso o interrotto da siepi, staccionate, muretti o gruppi d'alberi non lineari. Ricordate sempre che i vialetti curvi portano fortuna.


Arieggiate gli ambienti, l'aria fresca almeno una volta a settimana spazza via lo Yin stagnante. Se spalancate le finestre opposte durante le giornate di sole entrera' molto Yang vibrante positivo.

I fiori freschi in casa , nei salotti, portano energia Yang precoce. Attenzione pero' non lasciate che appassiscano e muoiano nei vasi, si invertirebbe il flusso.

D'estate regna lo Yang quindi dovete riequilibrarne l'eccesso introducendo un po' di Yin sotto forma di acqua . In Inverno per bilanciare l'eccesso di Yin usate il fuoco.

Se avete acqua fuori di casa (stagni, vasche, fontane) posizionateli sulla sinistra della porta d'ingresso guardando fuori casa.

Se siete in collina non ponete la casa sul cucuzzolo, meglio a mezzacosta , al riparo dai venti forti e nel caldo abbraccio della mintagna.

Ammorbidite gli angoli acuti e pericolosi di pilastri o muri. Ponetevi davanti una pianta, allontanerete cosi' l'energia mortale che ogni angolo sprigiona. Anche le travi a vista sono negative: sprigionano verso il basso energia negativa su chi sieda o dorma sotto.


Cosa appendere?

Ampi specchi ravvivano l'energia stagnante dell'ambiente. Attenzione pero' non disponeteli di fronte a porte potrebbero disperdere l'energia positiva dell'ambiente.
Appendete un'immagine di un'alba a Sud. Questo e' il luogodelle nuove opportunita' di crescita professionale e familiare.

In sala

Per i divani meglio la disposizione di forma quadrata piuttosto che quella ad L. Il quadrato e' la forma perfetta per il feng shui. Potete usare tavolini e altri elementi di arredo. Meglio comunque sedute comode e generose e ampi braccioli: il simbolo del sostegno.
Create poi un angolo del benessere e della salute che per il feng shui e' a sud-est : dategli energia con qualche pianta verde o eventualmente un bell'acquario ossigenato.

La porta d'ingresso e' come la bocca nel corpo umano.

Non deve essere di fronte a specchi, bagni , muri ad angoli o colonne acute.
Il suo colore dipende dalla posizione: rosso a sud, blu a nord, verde ad est e bianco ad ovest.

Per i single che cercano un patner.

ponete una lampada a stelo lungonell'angolo a sud ovest in sala e tenetela accesa fino a tarda notte : convogliera' le energie della terra , della fertilita' e della famiglia. Naturalmente potete lasciarla spenta a arisultato raggiunto.

La camera da letto

Non posizionate il letto con testa o piedi in direzione della porta, sotto un trave a vista, di fronte ad uno specchio che lo riflette. La porta della camera non deve essere di fronte a bagni o scale (se cosi' tenetela chiusa durante il sonno).Dormite ad almeno 45 cm da terra. I colori delle pareti? megli dei colori scuri Yin. E che i letti abbiano sempre il lato della testa vicino ad una parete . I quadri alle pareti vanno bene purche' non siano astratti, con immagini di animali feroci o di acqua. Non dormite sotto una finestra aperta , avreste energie negative notturne che girerebbero sulla vostra testa. Usate tende pesanti per coprire di sera la finestra. Se la vostra camera ha il bagno interno, fate si' che il letto non si trovi sull'asse che collega le due porte.


I bagni.

Ordinati ed essenziali. Non riempiteli di oggetti, pianti o decori, tutto cio' potenzierebbe lo Yin negativo che vi risiede. Meglio l'essenzialita' e l'ariosita' per far ckircolare questa energia e non farla ristagnare. Per bilanciare lo Yin colorate la portra del bagno di rosso vivo (colore Yang).

Cucina e sala da pranzo.

Sono le stanze piu' vissute dalla collettivita': caricatele di energia positiva (Yang) utilizzando per le pareti colori luminosi e allegri,uno specchio che rifletta il cibo e la felicita' delle persone. Anche uno stereo e la televisione per creare rumore e attivita'.

I corridoi.

Se sono lunghi e stretti colorateli di bianco e illuminateli il piu' possibile. Faranno scorrere lo Yin e apporteranno flussi positivi. Estremamente negativi sono i corridoi che muoiono su una stanza: in quell'ambiente ristagnera' lo yin negativo e sara' parecchio infausto abitarvi. Meglio contrastare con colori Yang, luce e ariosita'.

A tavola.

Eliminate sempre bicchieri e stoviglie sbeccati, lasciate sempre qualcosa nel piatto senza ripulirlo completamente: tutto cio' richiamerebbe sfortuna e poverta' in quella casa.

Maria Bertuzzo
27-06-11, 14:09
http://i53.tinypic.com/otg6xi.jpg
scusate non voglio essere megalomane ma non riesco a rimpicciolirla, ho già fatto 3 prove adesso mi sono stufata...ma i colori mi piaccionoe il peso è minimo...

Maria Bertuzzo
27-06-11, 14:19
se non altro vedendo l'immagine ingrandita ho capido che devo fare un taglio di ritocco!

Paolo, Roberto, Attilio per favore aiutatemi a capire, nell'originale la foto non è difettosa è più centrata è possibile che nel ridimensionamento, me ne tagli un pezzo?

Attilio A. Romita
28-06-11, 09:41
Un mio amico, che ho sempre pensato giapponese, mi ha detto che la traduzione di feng shui (dal cinese antico) è: come complicarsi la vita con elucubrazioni geostatiche complesse.
Sarà ver? sarà falsa? voi la sentenza.

Maria Bertuzzo
28-06-11, 20:24
Un mio amico, che ho sempre pensato giapponese, mi ha detto che la traduzione di feng shui (dal cinese antico) è: come complicarsi la vita con elucubrazioni geostatiche complesse.
Sarà ver? sarà falsa? voi la sentenza.

Attilio, può anche essere che il tuo amico abbia ragione, ma come in tutte le cose basta non farne una malattia...ci sono fior di architetti che usano il feng shui per progettare e arredare le case.
Ho un libro sull'argomento che ho letto attentamente e ho anche seguito alcuni consigli, ma più che altro mi lascio guidare dalle sensazioni che provo...per esempio mi sono liberata di tutte le cose che mi davano fastidio solo a guardarle, capisco che però quando si convive non sempre è possibile, però un soprammobile, magari regalato da una persona non gradita, può sempre cadere e rompersi...l'avessi imparato prima...vivere in un ambiente che ti piace, dove respiri bene è molto salutare, non c'è nulla in casa mia che devo tenere per far piacere a qualcuno...

un saluto a te e agli altri amici GP!