PDA

Visualizza la versione completa : parliamo di astronomia...



Maria Bertuzzo
04-02-09, 09:12
Forse è meglio aprire una nuova finestra su questo argomento visto anche l'arrivo imminente della cometa di Lulin fotografata da Paolo, presto visibile ad occhio nudo...:)

Mi raccomando Paolo tienici aggionati...

Angelo Galli
04-02-09, 18:14
Ci sono anch'io disposto a tirare su il naso e guardare in cielo, ma mi piacerebbe che qualcuno, forse Paolo, che non conosco, ci accompagnasse nella perlustrazione. grazie. Angelo

ex Paolo
04-02-09, 18:31
Ci sono anch'io disposto a tirare su il naso e guardare in cielo, ma mi piacerebbe che qualcuno, forse Paolo, che non conosco, ci accompagnasse nella perlustrazione. grazie. Angelo

ciao Angelo,tirare su il naso,e inoltrarsi senza timore fra gli astri,è di buon auspicio....a che cosa sei interessato,in particolare?

Cristina Ricchetti
05-02-09, 14:25
Avevo già accennato in 'salutiamoci in linea' del
periodo in cui, qualche anno fa, si vedeva benissimo,
in estate, all'orizzonte, Mercurio.
Mi colpì moltissimo una visione così nitida, rossa e
brillante del pianeta, forse perchè i nostri occhi
lo osservavano in una posizione otticamente
ravvicinata ad una linea quale quella dell'orizzonte ?
Come quando il sole o la luna molto bassi ci
appaiono anche molto più grandi ?
Caro Paolo, mi piacerebbe tu tornassi a considerare
quel periodo e parlarci di come mai Mercurio allora
era così visibile e se non dico cavolate riguardo il
fenomeno ottico citato.
bye bye
cristina

(Per Maria : che bella sezione ! Sono tantissimi gli
argomenti che 'girano attorno' agli astri, anche
riferentesi ad un affascinante passato remoto !!!!)

ex Paolo
05-02-09, 16:52
Avevo già accennato in 'salutiamoci in linea' del
periodo in cui, qualche anno fa, si vedeva benissimo,
in estate, all'orizzonte, Mercurio.
Mi colpì moltissimo una visione così nitida, rossa e
brillante del pianeta, forse perchè i nostri occhi
lo osservavano in una posizione otticamente
ravvicinata ad una linea quale quella dell'orizzonte ?
Come quando il sole o la luna molto bassi ci
appaiono anche molto più grandi ?
Caro Paolo, mi piacerebbe tu tornassi a considerare
quel periodo e parlarci di come mai Mercurio allora
era così visibile e se non dico cavolate riguardo il
fenomeno ottico citato.
bye bye
cristina

(Per Maria : che bella sezione ! Sono tantissimi gli
argomenti che 'girano attorno' agli astri, anche
riferentesi ad un affascinante passato remoto !!!!)

Cara Cristina ,sai che non ricordo il periodo a cui ti riferisci...il pianeta rosso è Marte,per il resto giusta l'osservazione della nitidezza all'orizzonte..un caro saluto,Paolo

Cristina Ricchetti
05-02-09, 17:33
Cara Cristina ,sai che non ricordo il periodo a cui ti riferisci...il pianeta rosso è Marte,per il resto giusta l'osservazione della nitidezza all'orizzonte..un caro saluto,Paolo

Scusa Paolo, grande errore....! :confused:
Si trattava proprio di MARTE ed era
l'estate del 2003 in cui si vedeva bene
il pianeta ad occhio nudo proprio
sull'orizzonte a sud/est, per tutta la
notte. Con un binocolo si poteva
addirittura vedere la calotta bianca del
polo sud ....

Perdono :o
cristina

PS la vicinanza al sole di mercurio ne
impedisce una semplice visione,
soprattutto ad occhio nudo ...

ex Paolo
05-02-09, 18:08
Scusa Paolo, grande errore....! :confused:
Si trattava proprio di MARTE ed era
l'estate del 2003 in cui si vedeva bene
il pianeta ad occhio nudo proprio
sull'orizzonte a sud/est, per tutta la
notte. Con un binocolo si poteva
addirittura vedere la calotta bianca del
polo sud ....

Perdono :o
cristina

PS la vicinanza al sole di mercurio ne
impedisce una semplice visione,
soprattutto ad occhio nudo ...

sei bravissima....ciao,Paolo

Maria Bertuzzo
08-02-09, 20:16
sono le h 21.10, mentre Venere è già quasi tramontata, a Sud abbastanza in alto ancora ce n'è un altro pianeta, di chi si tratta? Peccato tutto questo inquinamento luminoso perchè stasera, col vento che c'è stato qui oggi pianeti e stelle sembrano enormi. Grazie:)
Maria

Cristina Ricchetti
08-02-09, 20:43
Te lo aveva già chiesto Maria,
ora te lo chiedo pure io Paolo,
facci avere notizie recenti e
dettagliate sulla cometa Lulin,
se è vero che si vedrà anche
dall'Italia e dove si potrà vedere
meglio e naturalmente quando.
Non lo avevo mai sentito che era
in avvicinamento una nuova
cometa, così l'idea di tirare su il
naso e gli occhi per cercarla,
magari anche con un binocolo,
non mi dispiacerebbe.
Sarebbe bello installare un 'osservatorio'
grey panthers, dove ? ........ Vitalba
a che piano abiti ??? :p
ciao Paolo, aspettiamo notizie
cristina :)

Maria Bertuzzo
09-02-09, 10:21
Ma Paolo non ci hai detto che la chiamano la cometa verde....lo devo scoprire da sola?
Ho visto che stai preparando l'album di Lulin, non vedo l'ora di vedere le tue foto....
Ho letto anche che si congiunge a Saturno, cosa vuol dire?
Ho un debole per le stelle....i pianeti.....

ex Paolo
09-02-09, 19:57
Te lo aveva già chiesto Maria,
ora te lo chiedo pure io Paolo,
facci avere notizie recenti e
dettagliate sulla cometa Lulin,
se è vero che si vedrà anche
dall'Italia e dove si potrà vedere
meglio e naturalmente quando.
Non lo avevo mai sentito che era
in avvicinamento una nuova
cometa, così l'idea di tirare su il
naso e gli occhi per cercarla,
magari anche con un binocolo,
non mi dispiacerebbe.
Sarebbe bello installare un 'osservatorio'
grey panthers, dove ? ........ Vitalba
a che piano abiti ??? :p
ciao Paolo, aspettiamo notizie
cristina :)
Ciao cocca....e ancora prestino per gli avvistamenti ..mi risulta in avvicinamento e penso sarà visibile a fine mese ...sono immerso nelle mie carte astronomiche e ho tanto da studiare...se ti va possiamo ricercarla insieme ....ma vedrai che coda (lunga qualche milione di chilometri),quando si avvicinerà al sole.....Paolo

ex Paolo
09-02-09, 20:08
Ma Paolo non ci hai detto che la chiamano la cometa verde....lo devo scoprire da sola?
Ho visto che stai preparando l'album di Lulin, non vedo l'ora di vedere le tue foto....
Ho letto anche che si congiunge a Saturno, cosa vuol dire?
Ho un debole per le stelle....i pianeti.....

Le congiunzioni sono un'altra cosa....forse confondi il pollice verde con la coda splendente della cometa....per l'album aspetto la prossima coincidenza della navetta spaziale in partenza da Frosinone!Un caro saluto,Paolo

Cristina Ricchetti
10-02-09, 12:34
Caro Paolo, i tuoi ultimi due post mi hanno fatta
ridere per dieci minuti di seguito, con le lacrime !
Mi piace questo tuo modo signorile di prenderci
in giro e nel contempo di parlare seriamente, lo
trovo degno di una sceneggiatura, oppure una
commediografia, che dire, quasi quasi ti paragono
ad Alessandro Manzoni quando alle volte scriveva
con una leggiadria ed ironia impareggiabili.
Se puoi, continua così, ;)
ciao
cristina/cocca (nel senso di gallina?, meglio gallina
vecchia che fa buon brodo?) :p:p

ex Paolo
10-02-09, 14:26
Caro Paolo, i tuoi ultimi due post mi hanno fatta
ridere per dieci minuti di seguito, con le lacrime !
Mi piace questo tuo modo signorile di prenderci
in giro e nel contempo di parlare seriamente, lo
trovo degno di una sceneggiatura, oppure una
commediografia, che dire, quasi quasi ti paragono
ad Alessandro Manzoni quando alle volte scriveva
con una leggiadria ed ironia impareggiabili.
Se puoi, continua così, ;)
ciao
cristina/cocca (nel senso di gallina?, meglio gallina
vecchia che fa buon brodo?) :p:p
..è solo un modo di dire ,per significare,una affettuosità,una carineria....in uso qui in umbria...ciao,cocca!!!

Cristina Ricchetti
10-02-09, 18:15
Grazie per la carineria e visto che siamo qui
per le stelle, vorrei fare a Paolo un regalo,
una manciata di stelle cadenti,

100


ti piacciono ?
ciao da cristina
alias cocca ;)

ex Paolo
11-02-09, 16:23
Grazie per la carineria e visto che siamo qui
per le stelle, vorrei fare a Paolo un regalo,
una manciata di stelle cadenti,

100


ti piacciono ?
ciao da cristina
alias cocca ;)
....sei una miniera inesauribile di simpatiche icone...ed io,con questa cascata di stelle cadenti, mi purifico l'anima.....Grazie!

ex Paolo
11-02-09, 16:48
Ma Paolo non ci hai detto che la chiamano la cometa verde....lo devo scoprire da sola?
Ho visto che stai preparando l'album di Lulin, non vedo l'ora di vedere le tue foto....
Ho letto anche che si congiunge a Saturno, cosa vuol dire?
Ho un debole per le stelle....i pianeti.....

...se ti riferivi all'alone verde della cometa,hai ragione...per adesso questo colore, sembra sia dovuto ad un particolare gas che emette la cometa....forse, per annunciare la sua prossima apparizione,del tutto originale,con un vestitino colorato e primaverile...chissà... ....o forse non sarà perchè nel pianeta siamo abbastanza al verde?!?

Maria Bertuzzo
11-02-09, 19:44
lasciaci godere della vista di questa cometa che avrà questa bellissima coda lunghissima, un marziano mi ha detto come 8 volte il diametro della luna piena, pensa che spettacolo! Spero solo che quella notte non sia nuvoloso...già sto pregando...
Maria

Maria Bertuzzo
12-02-09, 09:29
Stamattina verso le 6 dalla mia postazione astronomica credo di aver visto Saturno, ben chiaro ad occhio nudo, nonostante le luci era tra Ovest e Nord diciamo più verso Nord all'altezza delle montagne, era lui davvero? Niente paura sono poi tornata a dormire per altre tre ore.
M'interessa veramente saperlo, grazie
Maria:)

Cristina Ricchetti
12-02-09, 11:49
Sarà, ma tutto questo scrivere su stelle e pianeti mi ricorda le
serate estive passate a naso in su a cercare di capire il cielo,
ad avere la solita sensazione di immensità e di mistero, a guardarlo
con l'animo ingenuo di chi nulla o poco ne sa ma che, se dovesse
scegliere su quale eterno problema trovare la soluzione, sarebbe
sicuramente quello dell'origine dell'universo e del suo senso.
La spiegazione di un immane esplosione è accattivante, ma la
domanda sarebbe che cosa sia esploso e da cosa abbia avuto
origine quella stessa materia così poi frammentata, vagante,
calda e fredda, paurosamente ostile alla nostra piccola vita fragile,
ma così affascinante osservata con occhi infantili ed ancor più
con occhi esperti, avidi di sapere di trovare e di capire.
Spero veramente di riuscire a testimoniare il passaggio di questa
Lulin, della quale non so nulla e sto aspettando che Paolo ci illustri
la sua storia, la sua conformazione e la data della sua visibilità.
Mi piacerebbero anche piccole e veloci lezioni semplicissime sulla
volta celeste e su come anche un profano ne possa usufuire in termini
di minima conoscenza al momento in cui l'occhio capta gli astri più
luminosi e i pianeti più vicini o in quel momento più riflettenti.
Buon pranzo a tutti :)
ciao Maria, ;)
cristina

Giuseppe Verdi
12-02-09, 14:52
E' previsto dai forum di segnalare articoli letti? In questo caso eccone uno dal Corriere della Sera. Mi sembra un argomento a voi caro. Giuseppe

Arriva la cometa Lulin
Adesso è visibile a occhio nudo tra le stelle della costellazione della Libra


MILANO - E’ in arrivo la cometa Lulin ed è visibile nel suo transito tra le stelle della costellazione della Libra. Ora visibile solo con strumenti, promette di dare spettacolo in febbraio quando, il giorno 24 passerà alla minore distanza dalla Terra (0,41 unità astronomiche). Allora dovrebbe essere abbastanza luminosa da raggiungere la 4a magnitudine ed essere anche visibile ad occhio nudo.

LA SCOPERTA - Quando era stata scoperta da Quanzhi Ye (Sun Yat-sen University, Guangzhou, Cina) che la ritrovava su tre immagini raccolte l’11 luglio 2007 da Chi-Shang Lin dell’Istituto di astronomia della National Central University di Jung-Li di Taiwan, era stata descritta come un asteroide. Ma J. Young del Table Mountain Observatory, in California, (Usa) sei giorni dopo notava intorno una coma con un nucleo luminoso centrale: era la conferma della natura di cometa.

DUE CODE - Successivamente B.G. Marsden ne calcolava l’orbita con successive approssimazioni man mano le osservazioni si moltiplicavano. I dati suggeriscono che dovrebbe essere la prima volta che Lulin visita la regione interna del sistema solare. Ora è in arrivo, vediamo se riserverà sorprese. Intanto già rivela oltre la coda luminosa una più debole «anti-coda».


Giovanni Caprara
12 gennaio 2009

Maria Bertuzzo
12-02-09, 16:39
Caro Giuseppe, io ho un filo diretto con l'osservatorio di Pino Torinese che suppongo tu conosca bene, ma ieri non diceva che si vede già ad occhio nudo dice che la vedremo tra il 23 e 24 febbraio. C'era un articolo ieri o l'altro ieri su La Stampa in proposito.
Comunque se ci tieni aggiornati, io sono contenta. Abbiamo anche la fortuna di avere Paolo che ce la fotograferà solo per noi. Non possiamo desiderare di più.....
Ciao, Maria:)

Cristina Ricchetti
12-02-09, 16:43
Grazie Giuseppe,
finalmente una informazione più
precisa, penso che fare riferimenti
ad articoli letti sia non solo possibile,
ma auspicabile, spesso non riusciamo
neppure a leggere di velocità un
quotidiano, figuramoci più d'uno, in
questo modo cumuliamo le
informazioni e saremo molto più
aggiornati ..... thanks
cristina ;)

CIAO MARIA, stavamo replicando a Giuseppe
in contemporanea !!! Ma siamo telepatiche ??

Giuseppe Verdi
12-02-09, 18:58
Vi prego di non considerarmi invadente, ma visto l'apprezzamento per l'articolo, ecco un altro contributo via link. Buone stelle a tutti. Giuseppe
http://www.universetoday.com/2009/01/14/comet-lulin-is-on-the-way/

Maria Bertuzzo
13-02-09, 07:22
Non so se tutti sono al corrente di quello che dirò può essere ma se qualcuno non lo sapesse.....
Google fornisce un servizio che si chiama google Alert che serve a monitorare un avvenimento, una notizia o qualsiasi cosa avvenga nel web
creando questo avviso giornalmente, settimanalmente secondo la richiesta, vengono inviate tutte le notizie relative, direttamente all'e-mail indicata io ne ho creato uno per LULIN per questo sono aggiornata in tempo reale su tutti gli articoli e notizie relative, naturalmente ne ho altri su argomenti di mio interesse. Il servizio può essere cancellato in qualsiasi momento.
Ciao a tutti:)

gabrielle
13-02-09, 08:26
Io non mi sono mai interessata all'astronomia, ma leggendo tutte le cose interessanti che state scrivendo comincio a incuriosirmi anch'io.Grazie per l'ultimo consiglio Maria. Ciao gabrielle

ex Paolo
13-02-09, 15:28
Vi invio alcune ulteriori informazioni, che ho mutuato da varie associazioni di astrofili in Italia.
La data piu' attendibile per la visione sembra il 24.2,gradualmente la cometa aumenterà sensibilmente la velocita per il passaggio nel punto piu' vicino alla Terra ,a circa 60 milioni di chilometri,per cui sarà ammirata anche ad occhio nudo(come sapete il Sole dista circa 150 milioni di Km dalla terra,quindi fatte le debite proporzioni ....).Naturalmente il cielo non dovrà essere nuvoloso e per quanto riguarda la Luna non ci dovrebbero essere problemi per il periodo, essendo in "luna nuova"(la luna sarà assente e la visione sarà favorita).
Ovviamente è bene dotarsi di un binocolo o un piccolo telescopio( per gli amatori).
La cometa di Lulin ha una particolarità interessante perchè manifesta il fenomeno dell' anticoda,si vedrà sia la coda normale(quella bella infinita scia,comune a tutte o quasi le comete),che una coda diretta in senso opposto ,a causa di un effetto prospettico dovuto alla posizione relativa Terra-cometa-sole.
In realtà le code sono due (gassosa e polverosa)che sono relativamente vicine l'una all'altra,ma la prospettiva le fa vedere divergenti....chissà che spettacolo!!!

Cristina Ricchetti
13-02-09, 16:44
Caro Paolo,
ho compreso tutto perfettamente,
l'unica cosa che mi resta da domandarti
è se conosci più o meno il punto dove
potremo vederla sulla volta celeste, sempre
che si sia fortunati a livello meteorologico,
grazie
ciao
cristina

PS
nell'articolo annotato da Giuseppe, si specifica
che si vede già ora con strumentazione e il 24
anche a occhio nudo tra le stelle della
costellazione della LIbra, mi sbaglio ? Ma non
so dove ubicare questa costellazione sulla volta,
scusami se rompo, ciao

Maria Bertuzzo
13-02-09, 17:12
anch'io vorrei sapere se riesco a vederla dalla mia postazione, in caso scendo in strada, anche l'ora se la sai non l'ho ancora letta da nessuna parte.
Mi puoi confermare se il pianeta che vedo in questi giorni al mattino è proprio Saturno? Grazie
Maria:)

ex Paolo
13-02-09, 17:47
Caro Paolo,
ho compreso tutto perfettamente,
l'unica cosa che mi resta da domandarti
è se conosci più o meno il punto dove
potremo vederla sulla volta celeste, sempre
che si sia fortunati a livello meteorologico,
grazie
ciao
cristina

PS
nell'articolo annotato da Giuseppe, si specifica
che si vede già ora con strumentazione e il 24
anche a occhio nudo tra le stelle della
costellazione della LIbra, mi sbaglio ? Ma non
so dove ubicare questa costellazione sulla volta,
scusami se rompo, ciao

..che domande indiscrete,cocca.
Mi fai rovistare tutte le carte astronomiche e sono nel pallone(aerostitico...prendero' una purghetta).Dunque,pretendere di vedere Lulin in questo periodo,almeno per i neofiti è un po' azzardato;
la nostra splendida cometa dovrebbe essere nella costellazione della Libra(dal latino librae,Bilancia),è lontanina,cocca,è una costellazione poco visibile,si trova tra la costellazione della Vergine e dello Scorpione e bisognerebbe puntare un potente telescopio verso la stella piu' brillante,la Chela del Nord,ed altre stelle ,beta librae,e alfa librae,lontanissime (fra 77 e 152 anni luce). Fidati,non conviene, è lontana dalla Via Lattea (e meglio uno jogurt).Come tu sai un anno luce è pari a 9.460.800.000.000,circa 9.500 miliardi di Km,tanto per fare una passeggiatina...

ex Paolo
13-02-09, 18:12
anch'io vorrei sapere se riesco a vederla dalla mia postazione, in caso scendo in strada, anche l'ora se la sai non l'ho ancora letta da nessuna parte.
Mi puoi confermare se il pianeta che vedo in questi giorni al mattino è proprio Saturno? Grazie
Maria:)
Si' è lui,affascinante,tenebroso...ci seduce....

Maria Bertuzzo
13-02-09, 19:55
vorrà dire che mi farò sedurre...da Saturno;)
Grazie Paolo,
Maria

PS non è che poi finirò sedotta e abbandonata?!!!!!!!! Povera Maria, proprio il giorno di S. Valentino.......

Maria Bertuzzo
14-02-09, 17:20
E' visibile Giove da qualche parte? O gioca a nascondino?
In effetti è Giove il mio pianeta ma non so dove trovarlo, lo sai Paolo? Una soffiata me la puoi fare.....;)
Grazie, Maria

ex Paolo
15-02-09, 09:31
E' visibile Giove da qualche parte? O gioca a nascondino?
In effetti è Giove il mio pianeta ma non so dove trovarlo, lo sai Paolo? Una soffiata me la puoi fare.....;)
Grazie, Maria

..mi hai veramente scambiato per un astronomo di Monte Palomar...sopavvalutandomi...io sono un semplicissimo "amatore" delettante,forse appassionato e incuriosito dal mistero dell'universo ..perchè ,ancora,la conoscenza del cielo profondo,degli univesi paralleli, c'è preclusa....
Ma a proposito di quel colosso di Giove che piu' che pianeta è una quasi stella con i suoi fantastici satelliti in orbita:Europa,Gonimede e Callisto,si dovrebbe vedere il 17 febbraio ,quando si troverà in congiunzione con Marte,nel cielo del mattino,prima dell'alba.
Un caro saluto,allieva stregona,Paolo

Maria Bertuzzo
15-02-09, 10:30
Non è vero che ti sopravvaluto, mi rispondi sempre in modo esaudiente, quindi sei il mio Galileo.
A proposito di Galileo Galilei, oltre che astronomo era anche astrologo tanto che ha redatto per lui, per le figlie e per un amico (Giovanfrancesco) le carte natali, conservate nella Biblioteca Nazionale di Firenze. Domanda: tu te la sei fatta la tua? Mi piacerebbe vederla......
in caso contrario.....possiamo rimediare.......;)
Maria

Maria Bertuzzo
15-02-09, 12:59
guardate che meraviglia!

Appena ricevuta dal cielo

Dice che si vedrà alle 5 del mattino ad Est, è vero Paolo?

vitalba paesano
15-02-09, 14:09
Bellissima, Maria, grazie davvero!
vp

Cristina Ricchetti
15-02-09, 16:46
Maria, alle cinque del mattino a est ma di quale giorno ??
Del 24 febbraio ? Dai, finalmente dei dati certi !!
Finalmente saprò dove indirizzare lo sguardo !!

Baci
cristina :)

ex Paolo
15-02-09, 16:47
Non è vero che ti sopravvaluto, mi rispondi sempre in modo esaudiente, quindi sei il mio Galileo.
A proposito di Galileo Galilei, oltre che astronomo era anche astrologo tanto che ha redatto per lui, per le figlie e per un amico (Giovanfrancesco) le carte natali, conservate nella Biblioteca Nazionale di Firenze. Domanda: tu te la sei fatta la tua? Mi piacerebbe vederla......
in caso contrario.....possiamo rimediare.......;)
Maria
..era una esigenza molto utilitaristica....lavorava anche come astrologo perchè la richiesta era sostenuta (dai piu' facoltosi signori del tempo)e.quindi,l'interesse ,probabilmente il prestigio ,lo spingeva ad assecondare la domanda....che poi ci credesse,non lo sappiamo.
Da parte mia ,le considero simpatiche curiosità ma nulla di scientifico!

Maria Bertuzzo
15-02-09, 17:04
Infatti dicono anche che come astrologo fosse un po' una frana!
L'astrologia però ha anche il suo fascino...altrimenti perchè tanto interesse fin dall'antichità......;)
Neanche così sono riuscita a sapere quando sei nato, ma almeno il tuo mese di nascita me lo dici? Non ti chiedo neppure il giorno...
Maria

ex Paolo
15-02-09, 17:38
Infatti dicono anche che come astrologo fosse un po' una frana!
L'astrologia però ha anche il suo fascino...altrimenti perchè tanto interesse fin dall'antichità......;)
Neanche così sono riuscita a sapere quando sei nato, ma almeno il tuo mese di nascita me lo dici? Non ti chiedo neppure il giorno...
Maria
..non lo saprai mai......sono nato fuori dal tempo e dallo spazio,praticamente non esisto in questa dimensione..ogni tanto assumo forme inconsuete nei boschi, in prossimità di montagne e laghi sconosciuti....l'anagrafe è fra i marmi di Carrara dove il grande Michelangelo si recava di persona per scegliere i blocchi piu' pregiati!

Maria Bertuzzo
18-02-09, 10:00
stamattina presto, era buio, ho rivisto Saturno......
Allora non sono sedotta e abbandonata....meno male....che sollievo....;)
Maria

PS x Paolo: Lulin. Adesso dicono che sarà visibile il giorno 20 dalle 21 alle 23 vicina a Saturno (osservatorio di Perinaldo) io non ci capisco più niente...tu cosa sai? Aiutami....

ex Paolo
18-02-09, 15:06
stamattina presto, era buio, ho rivisto Saturno......
Allora non sono sedotta e abbandonata....meno male....che sollievo....;)
Maria

PS x Paolo: Lulin. Adesso dicono che sarà visibile il giorno 20 dalle 21 alle 23 vicina a Saturno (osservatorio di Perinaldo) io non ci capisco più niente...tu cosa sai? Aiutami....
..a me risulta visibile dal 24.2....ormai,avventizia astrofila,nominata sul campo,anzi sul cielo,sei la passionaria della cometa...e delle stelle...(già le stelle...quei buchi nel cielo da cui filtra la luce dell'infinito,Confucio 551-479 a.C.),ciao.Paolo

Maria Bertuzzo
21-02-09, 12:56
Lulin sarà visibile il 24 ma ci rimane un po' o se ne va subito, perchè se appare a Est mi devo alzare un po' prestino e non vorrei prendere troppo freddo, ma poi la vediamo anche il giorno dopo e quello dopo ancora?
E poi se è vero che si congiunge con Saturno non la posso vedere a Nord più tardi, dalla mia postazione?
Pensa alla congiunzione, altro cge Saturnini, nasce un esercito...;)
Maria

gabrielle
25-02-09, 08:30
Mi avevate incuriosito tanto quando parlavate di Lulin:E' passato allora? Lo avete visto?Un caro saluto Gabrielle

Maria Bertuzzo
25-02-09, 08:46
Ciao Gabrielle, guarda io non ci capisco più niente, dicevano che si vedeva la notte tra il 23 e il 24, poi tra il 24 e il 25, adesso dicono che si rivedrà a marzo, io purtroppo non ho visuale su Est per cui non so se stanotte si è vista, spero che Paolo abbia fatto delle foto, ma la mia impressione è che intorno alla cosa ci sia un alone di mistero...
Maria

PS per Paolo: ci hai abbandonati come poveri derelitti, non è che sei scappato con lulin per caso?!!

Cristina Ricchetti
26-02-09, 07:53
Lulin, la grande sconosciuta .... ai profani ....
si è persa per strada .... forse ..... la vedremo
in qualche fotografia ..... di qualche osservatorio,
i nostri occhi per ora .... vagano ....senza
riscontro ... ci basti il pensiero .....
anche quello di Paolo ..... che tra le sue carte ...
pure lui si è dolcemente ... naufragato ... :(
ciao
cristina :)

Maria Bertuzzo
25-03-09, 20:11
Ma Lulin dov'è finita, Paolo, ma tu sei riuscito a vederla? E' stato un sogno infranto...un'illusione...o cosa?:(

Maria

Maria Bertuzzo
16-07-09, 12:17
per gli appassionati di astronomia questa sera alle ore 21,30
c'è un appuntamento a questo link - si potranno vedere i colori del cielo

http://www.coelumstream.com/index.php

non mi sono mai collegata ma stasera proverò...

Maria Bertuzzo
17-07-09, 08:14
queste sono le immagini riprese ieri sera in diretta da un telescopio virtuale che ha ricreato il colore che hanno le stelle, a voi lo spettacolo...

guardatele ingrandite, quella a sinistra è la nebulosa anulare della Lira, l'altra la maxi nebulosa n. 13
il procedimento per ottenere il colore è stato quello di sovrapporre il rosso, il verde e il blu, al bianco e nero, il tutto è stato illustrato nel corso della trasmissione da un astronomo

chiederei a Paolo se può dire qualcosa di più sul procedimento e anche sul colore delle stelle, grazie...
ciao, Maria


Paolo: grazie per la spiegazione. Guardo spesso le stelle col binocolo e a volte qualche cosa di strano l'ho notato, ma credevo fosse la mia vista o addirittura la mia immaginazione, ora le guarderò attentamente con più interesse ancora, e così affascinante il cielo, peccato l'inquinamento luminoso che ho nei dintorni. Ricambio il saluto, Maria

ex Paolo
17-07-09, 15:51
queste sono le immagini riprese ieri sera in diretta da un telescopio virtuale che ha ricreato il colore che hanno le stelle, a voi lo spettacolo...

guardatele ingrandite, quella a sinistra è la nebulosa anulare della Lira, l'altra la maxi nebulosa n. 13
il procedimento per ottenere il colore è stato quello di sovrapporre il rosso, il verde e il blu, al bianco e nero, il tutto è stato illustrato nel corso della trasmissione da un astronomo

chiederei a Paolo se può dire qualcosa di più sul procedimento e anche sul colore delle stelle, grazie...
ciao, Maria

Il procedimento è piuttosto contorto e sarebbe tutto da verificare;
per quanto riguarda il colore invece,parla la Fisica e quindi c'è maggiore attendibilità.
Infatti,non tutte le stelle hanno la medesima colorazione bianca,cio' è dovuto al fatto che il nostro occhio sotto una certa soglia di luminosità non riesce a percepire i colori;ancor piu' a occhio nudo le stelle ci appaiono di un colore bianco uniforme.
Con l'ausilio di un piccolo telescopio(o un buon binocolo),è già possibile distinguere determinati colori,che vanno dall'azzurro al bianco,al giallo,all'arancione,fino al rosso.
Il colore di una stella,in generale,dipende dalla sua temperatura superficiale;le stelle piu' "fredde",con una temperatura superficiale di 2500°,appaiono rosse,quelle piu' calde (circa 25.000°),risultano di una colorazione azzurra!
Un salutone,Paolo

Maria Bertuzzo
17-07-09, 19:51
Il ringraziamento per la spiegazione l'ho scritto sotto, ma se hai voglia parlaci un po' di stelle, magari per cominciare del Grande Carro e del Piccolo Carro, da che parte del cielo dobbiamo guardare per vederli?
Mi farebbe piacere se lo facessi...magari potresti anche dirci se in questo periodo c'è qualche pianeta che si vede in modo particolare...per ora mi fermo ti ho già dato troppo lavoro, ciao!

vitalba paesano
17-07-09, 21:15
queste sono le immagini riprese ieri sera in diretta da un telescopio virtuale che ha ricreato il colore che hanno le stelle, a voi lo spettacolo...

guardatele ingrandite, quella a sinistra è la nebulosa anulare della Lira, l'altra la maxi nebulosa n. 13
il procedimento per ottenere il colore è stato quello di sovrapporre il rosso, il verde e il blu, al bianco e nero, il tutto è stato illustrato nel corso della trasmissione da un astronomo

chiederei a Paolo se può dire qualcosa di più sul procedimento e anche sul colore delle stelle, grazie...
ciao, Maria


Paolo: grazie per la spiegazione. Guardo spesso le stelle col binocolo e a volte qualche cosa di strano l'ho notato, ma credevo fosse la mia vista o addirittura la mia immaginazione, ora le guarderò attentamente con più interesse ancora, e così affascinante il cielo, peccato l'inquinamento luminoso che ho nei dintorni. Ricambio il saluto, Maria
Interessante... davvero, vi prego continuate! vp

Attilio A. Romita
17-07-09, 23:25
Al link http://osservareilcielo.astrofili.org/mappa_del_sito.htm esiste un completo corso di astronomia per astrofili.
Al link http://www.astroviewer.com/interactive-night-sky-map.php (in inglese) c'è un tasto a sinistra (ASTRO VIEWER) che apre un mini calcolatore celeste capace di disegnare la mappa del cielo da qualsiasi punto di osservazione ed in qualsiasi punto dell'anno.
Per la ricerca esatta delle coordinate del punto di osservazione si può fare ricorso a Google Maps.
A questo punto, BUON DIVERIMENTO con un mini telescopio o con un buon binocolo, come suggerisce Paolo.

Maria Bertuzzo
22-07-09, 01:52
ore 2.50 22.7.2009

ecco il link per vederla

http://www.live-eclipse.org/


Grazie Attilio per i link, il primo che è in italiano lo guarderò poi con calma, per ora ho dato uno sguardo veloce

Maria Bertuzzo
24-07-09, 19:05
Stanotte mi è capitato di svegliarmi alle 4 e, come sempre se il cielo è sereno, prima di tornare a letto faccio un giro di ispezione alle mie stelle, ho visto un pianeta luminosissimo (molto più di Venere e anche molto più grande) la posizione Sud-Ovest a quell'ora abbastanza alto, è Saturno o un altro?
Grazie per la risposta che vorrai darmi, se mi indichi anche le posizioni del grande carro e anche del piccolo, te ne sono grata, ciao:)
Maria

Attilio A. Romita
25-07-09, 08:51
Maria il link inglese è una mappa interattiva del cielo che descrive esattamente tutte le stelle e pianeti visibili dal proprio punto di vista (città). Le scritte sono in inglese ma il meccanismo di uso è molto semplice ed intuitivo ed è sufficiente interpretare i titoli con un piccolo vocabolario, poi con l'uso di una piccola bussola puoi individuare tutto.
Esiste anche una funzione che indica le ore visibilità dei paneti "sopra l'orizzonte" per il giorno specifico di osservazione.
Buone scoperte astronomiche!:);)

ex Paolo
25-07-09, 11:52
Stanotte mi è capitato di svegliarmi alle 4 e, come sempre se il cielo è sereno, prima di tornare a letto faccio un giro di ispezione alle mie stelle, ho visto un pianeta luminosissimo (molto più di Venere e anche molto più grande) la posizione Sud-Ovest a quell'ora abbastanza alto, è Saturno o un altro?
Grazie per la risposta che vorrai darmi, se mi indichi anche le posizioni del grande carro e anche del piccolo, te ne sono grata, ciao:)
Maria

I due pianeti piu' grandi del sistema solare,sono presenti nelle notti di questo mese,ma su due lati opposti:Saturno è visibile a Ovest,mentre Giove sorge a est ,poche ore dopo il tramonto!
Dimenticavo i "carretti siciliani" con la mitica stella Polare.
La stella Polare situata nel timone,la puoi osservare nel piccolo carro;
entrambi (a occhio nudo non sono molto lontani),sono visibili a nord-ovest.
Per quanto riguarda le distanze astronomiche dalla terra dei carri,siamo nell'ordine di parecchie decine di milioni di anni luce!
(Un solo anno luce,ovvero,il percorso compiuto dalla luce alla velocità di 300.000 Km/sec in un anno,corrisponde a circa 9461 miliardi di Km).

Maria Bertuzzo
25-07-09, 19:56
Quindi allora pensavo bene, era Saturno, il vecchio seduttore! Magnifico, veramente. Giove, il mio "protettore" non lo potrò mai vedere, almeno da casa, perchè dalla parte opposta, invece proverò ad osservare bene i "carretti", case davanti permettendo...e anche inquinamento luminoso; che siano lontani non ha importanza in questo caso, basta vederli...
Una felice nottata, tanto per restare in tema, ciao, Maria;)

ex Paolo
26-07-09, 07:11
Quindi allora pensavo bene, era Saturno, il vecchio seduttore! Magnifico, veramente. Giove, il mio "protettore" non lo potrò mai vedere, almeno da casa, perchè dalla parte opposta, invece proverò ad osservare bene i "carretti", case davanti permettendo...e anche inquinamento luminoso; che siano lontani non ha importanza in questo caso, basta vederli...
Una felice nottata, tanto per restare in tema, ciao, Maria;)
Per vedere,la quasi stella(Giove),raggiungi Superga,e da li' si schiuderà ogni orizzonte,Paolo

Maria Bertuzzo
26-07-09, 07:45
Per vedere,la quasi stella(Giove),raggiungi Superga,e da li' si schiuderà ogni orizzonte,Paolo

In effetti quando ero ragazza ci andavo molto spesso di sera, e pensa che ci andavo con il mio pittore! Ho passato molte sere romantiche lassù...anche a guardare le stelle...ma allora erano in secondo piano...;)
Ora cercherò un altro accompagnatore...ciao, Maria

ex Paolo
26-07-09, 18:41
In effetti quando ero ragazza ci andavo molto spesso di sera, e pensa che ci andavo con il mio pittore! Ho passato molte sere romantiche lassù...anche a guardare le stelle...ma allora erano in secondo piano...;)
Ora cercherò un altro accompagnatore...ciao, Maria

Premessa:non prendertela se azzardo una battutaccia!!!
Se ci andavi spesso,mi viene spontaneo pensare, che il tuo amico pittore, forse,usava il pennello,anzichè il cannocchiale,per farti vedere le stelle;le dipingeva,romanticamente,anche su un cielo coperto di nubi per non passare lui,in secondo piano!

Maria Bertuzzo
27-07-09, 09:40
prima un inserto interessante, esiste sulla collina torinese, proprio sulla strada per andare a Superga questo magnifico

Osservatorio astronomico di Torino
Da Wikipedia, l'enciclopedia libera:

L'Osservatorio astronomico di Torino (a volte riportato come Osservatorio astronomico di Pino Torinese) è un osservatorio astronomico sito a Pino Torinese in provincia di Torino.
La storia dell'osservatorio astronomico inizia nel 1822 con l'astronomo Giovanni Plana, che dal Palazzo dell'Accademia delle Scienze di Torino trasferì i pochi strumenti a sua disposizione a Palazzo Madama, aggiungendone altri più accurati, e dando inizio ad un'attività osservativa sistematica.
Cinquant'anni dopo il direttore Alessandro Dorna fece notare che era giunto ormai il momento di trasferire l'attività al fine di migliorare la ricerca.
Infatti la sempre più illuminata e rumorosa Piazza Castello non era più il luogo adatto per l'osservazione degli astri. Per opera di Giovanni Boccardi tra il 1907 ed il 1912, l'osservatorio di Torino si trasferì a Pino Torinese sulla collina Bric Torre Rotonda a 620 metri sul livello del mare.
Terminata la costruzione nel 1912, il complesso costò 230.000 lire (ca. 785.000 € attuali); vennero costruite due palazzine: una per la biblioteca e per l'alloggio del direttore, e l'altra per il deposito degli strumenti e per l'officina, oltre a sei padiglioni in un materiale chiamato papier-machè utile per evitare surriscaldamenti.
L'osservatorio, oltre agli strumenti trasferiti da Palazzo Madama, venne dotato di un cerchio meridiano di Bemberg strumento utilizzato per seguire il movimento degli astri, e nel 1921, grazie ad una sottoscrizione pubblica, venne acquistato anche un astrografo, grossa fotocamera per fotografare gli astri.
Con gli anni Trenta i diversi direttori che si succedettero alla guida dell'osservatorio si trovarono ad affrontare numerosi problemi: inadeguatezza degli strumenti, personale poco qualificato, disinteresse delle istituzioni.
Il piano di rilancio dell'osservatorio partì solo nel 1966, con la direzione di Mario Girolamo Fracastoro, che portò ad un forte impegno nel settore dell'astrometria (con partecipazione alla proposta della missione spaziale Hipparcos).[1]
Vennero installati nuovi cannocchiali, mentre la cupola fu sopraelevata di cinque metri. Inoltre venne edificata una nuova struttura in cemento armato foderato di vetri che ospita lo strumento più prezioso dell'osservatorio: un telescopio a specchio di oltre un metro di apertura, chiamato astrometrico ed inaugurato nel 1974.

Ed ora la risposta all'astronomo giocherellone (non mi sfiora neanche l'idea di prendermela per le tue battute!)
nella pittura, come tu insegni, ci sono varie tecniche: negli oli su tela il mio amico non era granchè, almeno, queste sue opere non erano di mio gradimento, sono molto più belle le tue, nelle tecniche miste invece era un vero Maestro, delicato e premuroso, aveva anche un'allieva attenta e desiderosa di apprendere, la stessa allieva che hai tu in tecniche fotografiche, le lezioni sono state molte e Superga era un luogo ideale per lo studio, anche con il cielo coperto...:p
Ciao amicone! Maria

ex Paolo
27-07-09, 14:19
prima un inserto interessante, esiste sulla collina torinese, proprio sulla strada per andare a Superga questo magnifico

Osservatorio astronomico di Torino
Da Wikipedia, l'enciclopedia libera:

L'Osservatorio astronomico di Torino (a volte riportato come Osservatorio astronomico di Pino Torinese) è un osservatorio astronomico sito a Pino Torinese in provincia di Torino.
La storia dell'osservatorio astronomico inizia nel 1822 con l'astronomo Giovanni Plana, che dal Palazzo dell'Accademia delle Scienze di Torino trasferì i pochi strumenti a sua disposizione a Palazzo Madama, aggiungendone altri più accurati, e dando inizio ad un'attività osservativa sistematica.
Cinquant'anni dopo il direttore Alessandro Dorna fece notare che era giunto ormai il momento di trasferire l'attività al fine di migliorare la ricerca.
Infatti la sempre più illuminata e rumorosa Piazza Castello non era più il luogo adatto per l'osservazione degli astri. Per opera di Giovanni Boccardi tra il 1907 ed il 1912, l'osservatorio di Torino si trasferì a Pino Torinese sulla collina Bric Torre Rotonda a 620 metri sul livello del mare.
Terminata la costruzione nel 1912, il complesso costò 230.000 lire (ca. 785.000 € attuali); vennero costruite due palazzine: una per la biblioteca e per l'alloggio del direttore, e l'altra per il deposito degli strumenti e per l'officina, oltre a sei padiglioni in un materiale chiamato papier-machè utile per evitare surriscaldamenti.
L'osservatorio, oltre agli strumenti trasferiti da Palazzo Madama, venne dotato di un cerchio meridiano di Bemberg strumento utilizzato per seguire il movimento degli astri, e nel 1921, grazie ad una sottoscrizione pubblica, venne acquistato anche un astrografo, grossa fotocamera per fotografare gli astri.
Con gli anni Trenta i diversi direttori che si succedettero alla guida dell'osservatorio si trovarono ad affrontare numerosi problemi: inadeguatezza degli strumenti, personale poco qualificato, disinteresse delle istituzioni.
Il piano di rilancio dell'osservatorio partì solo nel 1966, con la direzione di Mario Girolamo Fracastoro, che portò ad un forte impegno nel settore dell'astrometria (con partecipazione alla proposta della missione spaziale Hipparcos).[1]
Vennero installati nuovi cannocchiali, mentre la cupola fu sopraelevata di cinque metri. Inoltre venne edificata una nuova struttura in cemento armato foderato di vetri che ospita lo strumento più prezioso dell'osservatorio: un telescopio a specchio di oltre un metro di apertura, chiamato astrometrico ed inaugurato nel 1974.

Ed ora la risposta all'astronomo giocherellone (non mi sfiora neanche l'idea di prendermela per le tue battute!)
nella pittura, come tu insegni, ci sono varie tecniche: negli oli su tela il mio amico non era granchè, almeno, queste sue opere non erano di mio gradimento, sono molto più belle le tue, nelle tecniche miste invece era un vero Maestro, delicato e premuroso, aveva anche un'allieva attenta e desiderosa di apprendere, la stessa allieva che hai tu in tecniche fotografiche, le lezioni sono state molte e Superga era un luogo ideale per lo studio, anche con il cielo coperto...:p
Ciao amicone! Maria

Sono curioso di metterti alla prova,per verificare cosa hai appreso,artisticamente parlando!
Ciao,allieva stregona! Paolo
(Macche' astronomo,forse apprendista astrofilo,a tempo parziale!!! Mi vanto d'essere un apprendista a vita,sperando di non finir mai,d'apprendere).

Maria Bertuzzo
27-07-09, 21:04
Sono curioso di metterti alla prova,per verificare cosa hai appreso,artisticamente parlando!
Ciao,allieva stregona! Paolo
(Macche' astronomo,forse apprendista astrofilo,a tempo parziale!!! Mi vanto d'essere un apprendista a vita,sperando di non finir mai,d'apprendere).

Certo verificare a 550 Km (pensavo di più in verità) di distanza non sarà facile, potremmo fare un viaggio astrale insieme però, quando avrò imparato meglio l'arte della stregoneria verrò a prelevarti e viaggeremo insieme tra gli astri...pensa che meraviglia, saliremo sui carri, una volta quello grande, una volta quello piccolo...;)
ciao compagno di viaggio, Maria

Maria Bertuzzo
30-07-09, 10:32
Per favore Paolo, guarda questa immagine di Giove, è vera? Giove è una palla così?
Maria

http://www.facebook.com/ext/share.php?sid=114453581226&h=F_XSB&u=d9cDO&ref=nf

Maria Bertuzzo
06-08-09, 13:33
ieri sera, soltanto dal mio semplice balcone, tra l'altro era magnifica nella sua pienezza e con un'aura grandissima, alla sua sinistra c'era sicuramente un pianeta, luminosissimo, sarà che ho visto Giove senza dovermi arrampicare a Seperga (669 m s.l.m.)?
Maria

Paolo, nel tuo intervento del 25.7 ore 12.52 dicevi che nasce a Est dopo il tramonto allora dovrebbe essere lui...se non sbaglio...

Maria Bertuzzo
10-08-09, 17:24
da Astrpnomia Coelum

Perseidi 2009
Stelle Cadenti: le Lacrime di San Lorenzo
Quest'anno lo sciame meteorico delle Perseidi potrà essere osservato solo in condizioni abbastanza sfavorevoli, almeno per quanto concerne il disturbo lunare; una luna prossima al Primo Quarto (fase 69%), infatti, sorgerà poco prima delle 23:00 nei Pesci, distante solo una trentina di gradi dal radiante nel Perseo che verso la mezzanotte sarà alto circa +30°. Il massimo teorico è purtroppo previsto per le 13:00-16:00 del 12 agosto, in pieno giorno, così che anche quest'anno saranno favorite le regioni dell'estremo oriente e della costa ovest americana. Alle nostre longitudini non ci resterà che osservare la notte dell'11-12 agosto e quella del 12-13, sperando di riuscire a cogliere un picco secondario o qualche luminoso bolide tra quelli di solito associati allo sciame.
Le Perseidi, che hanno origine dalle polveri della cometa Swift-Tuttle, sono meteore generalmente piuttosto veloci (60Km/s) e presentano colori diversi, anche se per la maggior parte sono bianco-gialle e le più brillanti sono spesso verdi. Il tasso orario è generalmente cospicuo, da 80 a 110, il che assicura uno spettacolo davvero suggestivo se si ha l'accortezza di osservare sotto un cielo molto scuro, comunque lontani dalle luci delle città.
La figura mostra lo spostamento del radiante delle Perseidi nel periodo luglio-agosto tra le costellazioni del Perseus e di Cassiopeia. La stella bianca indica la posizione al momento della massima attività (prevista per il 12 agosto).

Maria Bertuzzo
29-09-09, 09:04
dalla mia amata luna...ho un filo diretto...;)

http://www.facebook.com/group.php?gid=140039446838&ref=nf#/note.php?note_id=161706425989&id=35318259303&ref=nf

guardate che bella questa immagine
COELUM Astronomia Equinozio d'autunno: tramonto sul Lago Balaton
http://apod.nasa.gov/apod/ap090924.html

La costellazione di Orione
http://apod.nasa.gov/apod/

Maria Bertuzzo
04-02-10, 17:34
Paolo ti sarei grata se volessi spiegarmi, sempre che tu ne abbia voglia, la differenza tra tempo siderale e spazio siderale
grazie, maria

Attilio A. Romita
05-02-10, 00:10
Maria, ho provato a cercare una risposta scientifica alla tua domanda, in
(http://www.cedicet.it/scienza-fantascenza/tempo.html ((http://www.cedicet.it/scienza-fantascenza/tempo.html))) ho trovato una lunga disquisizione dalla quale ho estratto la frase che segue che mi sembra abbastanza illuminante:
Il tempo SIDERALE od Astronomico pur essendo stato rapportato al tempo terrestre, lascia delle perplessità tuttora allo studio da parte degli studiosi. Il tempo che intercorre tra un evento e l'altro nel Cosmo e cioè fuori dal Pianeta Terra, assume dimensioni diverse e si può misurare sì col Chilometro (1000 metri) ma in rapporto alla velocità della Luce o alla velocità propria della cosa che si nuove. Tralasciamo le possibili velocità della cosa che si muove nello spazio e andiamo ad esaminare la misurazione del tempo astronomico o siderale.

Una considerazione sulla difficoltà di definire questi concetti mi sembra possa essere la seguente:
L'universo è composto da una serie enorme di oggetti in movimento sparsi in uno spazio enorme ed in questo spazio dove tutto si muove è praticamente molto difficile stabilire dei riferimenti fissi che sono indispensabili per definire esattamente le nozioni che noi abbiamo di spazio (distanza tra due punti) e tempo (necessario per andare da un punto all'altro.

Se si legge tutto l'articolo di cui sopra, con un po di difficoltà si chiariscono i concetti.

Maria Bertuzzo
22-02-10, 09:50
passo dalla gastronomia all'astronomia...

Non ricordo se ho mai posto questa domanda, in ogni caso non ricordo la risposta: mi sapete dire perchè in questo periodo vedo il tramonto in una certa posizione e più andiamo avanti con le stagioni in particolare in estate lo vedo spostato a destra e anche di parecchio?:confused:
grazie per la risposta che vorrete darmi!

Attilio non ti avevo ringraziato per la risposta precedente, lo faccio ora!

Attilio A. Romita
23-02-10, 00:15
L'asse della terra, rispetto al piano di rotazione attorno al sole, non è verticale, ma inclinato di 23° e qualcosa. Questo fa si che la Terra vede il Sole un po per storto e quindi, facendo finta che la terra è fissa ed l sole gire, lo vediamo uscire o tramontare in un arco d'orizzonte di circa 45°.

Per "vedere" questa risposta occorrerebbe costruire un modello o andare in un Planetario dove dovrebbe esserci un modello.

Maria Bertuzzo
29-09-10, 08:54
Hai parlato della cometa 103/P Hartey, visibile ad occhio nudo da metà ottobre, in che posizione Paolo?
Speriamo che non faccia come lulin che poi non siamo riusciti a vedere!

Dovresti essere in linea ma tu fai come le stelle cadenti compari e scompari in un secondo!
ciao e buona giornata,
Maria

Paolo Gruppuso
29-09-10, 09:25
...la stella cadente, ancora integra.....

Per gli appassionati,i curiosi,i brontoloni come la Maria,questa cometa scoperta recentemente,si avvicinerà molto alla Terra ,circa 18 milioni di Km.;la massima vicinanza dovrebbe essere intorno al 20 ottobre! E' chiaro che ,per vederla a occhio nudo si devono realizzare ottimali condizioni di visibilita': cielo sgombro da nuvole,senza la presenza della Luna che con la sua luce riflessa ostacola l'osservazione!E' sempre consigliabile un semplice binocolo,ma se il cielo lo permetterà si dovrebbe osservare tranquillamente a occhio nudo!
La zona del cielo,sembra che sia nella costellazione di Cassiopeia a settentrione!

Maria Bertuzzo
29-09-10, 19:26
felice per il morbido atterraggio della stella cadente e per la posizione a settentrione peccato che il 23 ci sia la luna piena, speriamo non interferisca troppo, intorno al 20 è già bella cicciotta...confidiamo nella clemenza del cielo!

Paolo Gruppuso
30-09-10, 09:03
felice per il morbido atterraggio della stella cadente e per la posizione a settentrione peccato che il 23 ci sia la luna piena, speriamo non interferisca troppo, intorno al 20 è già bella cicciotta...confidiamo nella clemenza del cielo!

Si continuerà a vedere per tutto il mese ma appena si avvicinerà al sole la sua coda,come quella di un cagnolino,si farà notare....ma anche dopo, sino ai primi di novembre;sempre meno ovviamente,allontanandosi dal sole!!!
Tu,Maria,sarai la piccola vedetta piemontese nella postazione che ritieni piu' congegnale,penso per esempio,in altura....sulla famosa Mole o in altri siti ,lontano dalle città,dove prevale anche l'inquinamento luminoso!
Ti nomino sul campo assistente astrologa,perdon, esperta cultrice culinaria del firmamento.....chissà che non ti venga una idea dolciaria da dedicare alla cometa!

Maria Bertuzzo
30-09-10, 19:22
Si continuerà a vedere per tutto il mese ma appena si avvicinerà al sole la sua coda,come quella di un cagnolino,si farà notare....ma anche dopo, sino ai primi di novembre;sempre meno ovviamente,allontanandosi dal sole!!!
Tu,Maria,sarai la piccola vedetta piemontese nella postazione che ritieni piu' congegnale,penso per esempio,in altura....sulla famosa Mole o in altri siti ,lontano dalle città,dove prevale anche l'inquinamento luminoso!
Ti nomino sul campo assistente astrologa,perdon, esperta cultrice culinaria del firmamento.....chissà che non ti venga una idea dolciaria da dedicare alla cometa!

Va bene Paolo, sicuramente riusciremo a vederla, la Mole andrebbe bene per l'altezza ma credo non per l'inquinamento luminoso, ho comunque sempre la collina a portata di mano, Superga per esempio, oppure andrò nel firmamento da qualche parte, dove sarò ispirata per comporre qualche opera d'arte culinaria!

Paolo Gruppuso
01-10-10, 18:26
Va bene Paolo, sicuramente riusciremo a vederla, la Mole andrebbe bene per l'altezza ma credo non per l'inquinamento luminoso, ho comunque sempre la collina a portata di mano, Superga per esempio, oppure andrò nel firmamento da qualche parte, dove sarò ispirata per comporre qualche opera d'arte culinaria!

molto bene.... potrebbe essere l'occasione propizia per battezzare la cometa dalla lunga scia di zucchero filato......"Dolcemaria"!

Maria Bertuzzo
02-10-10, 13:52
molto bene.... potrebbe essere l'occasione propizia per battezzare la cometa dalla lunga scia di zucchero filato......"Dolcemaria"!


Gentile Paolo, per caso sai i colori prevalenti di questa cometa? Possiamo mettere negli ingredienti qualcosa di adeguato!

Maria Bertuzzo
17-10-10, 10:13
Stanotte all'una e quarantacinque a Nord-Ovest, nella stessa posizione dove si era vista 6-7 anni fa la famosa cometa Halley (credo sia questo il nome, quella che si è fatta vedere per parecchi giorni consecutivi) ho rivisto quasi la stessa cosa, senza coda, praticamente qualcosa di una luminosità eccezionale e grandissima, ho preso anche il binocolo per vedere meglio, il cielo era a tratti nuvoloso e a tratti sereno, sicuramente c'era stato vento perchè ieri pioveva, non poteva essere Saturno perchè si vede più spostato in genere, ora è di nuovo tutto coperto...ho pensato di vedere la nuova cometa ma forse è ancora presto?
Paolo, aiutami a capire...grazie!

Buona domenica a te e agli amici che passeranno,
Maria

ps: ho visto in rete che si vedrà una cometa Hartley 2, ma non è quella che aspettiamo, è così?

maria luisa
17-10-10, 14:06
Ciao "piccola vedetta piemontese" sono contenta tu ne abbia riparlato!
Ricordo di aver letto qualcosa fra te e Paolo ma non ricordavo dove!
Seguirò con attenzione lo scambio fra voi, mi piacerebbe poterla vedere!
Un buon pomeriggio piovoso a te e a tutti!

Maria Bertuzzo
19-10-10, 21:00
Ciao "piccola vedetta piemontese" sono contenta tu ne abbia riparlato!
Ricordo di aver letto qualcosa fra te e Paolo ma non ricordavo dove!
Seguirò con attenzione lo scambio fra voi, mi piacerebbe poterla vedere!
Un buon pomeriggio piovoso a te e a tutti!


Maria Luisa, tu stai all'erta farai la vedetta lombarda! Se la vedremo noi la vedrai pure tu!

Maria Bertuzzo
19-10-10, 21:04
Paolo, non hai risposto al mio quesito, comunque anche stanotte l'ho vista...ora però siamo arrivati alla data fatidica, la vedremo la nuova?

maria luisa
19-10-10, 21:48
Maria Luisa, tu stai all'erta farai la vedetta lombarda! Se la vedremo noi la vedrai pure tu!

Se non sbaglio Paolo aveva detto che si sarebbe vista attorno al 20.
Proverò a tirar tardi e guardare in sù!
Buona notte a Maria e a tutti!

Maria Bertuzzo
20-10-10, 08:08
Anche ieri sera, diciamo pure stanotte, ho rivisto la stessa luminosissima stella, la luce che emanava era bellissima brillava in modo incredibile e cambiava anche colore...chi sarà mai!?...mi piacerebbe saperlo...
Paolo, dove sei finito?

vitalba paesano
20-10-10, 08:41
Care amiche... che invidia... ho provato a guardare il cielo, a Milano, e per fortuna c'era la luna, ma la vs stella... ahimè come trovarla tra riflessi di luci metropolitane e palazzi? Buona giornata a tutti. vp:rolleyes:

maria luisa
20-10-10, 09:11
Anche ieri sera, diciamo pure stanotte, ho rivisto la stessa luminosissima stella, la luce che emanava era bellissima brillava in modo incredibile e cambiava anche colore...chi sarà mai!?...mi piacerebbe saperlo...
Paolo, dove sei finito?

Piccola vedetta piemontese 1
piccola vedetta lombarda 0

Anch'io Maria non ono riuscita a vederla!:mad::(

Maria Bertuzzo
20-10-10, 10:33
intanto ho capito che la cometa che aspettiamo è quella di 6 anni e 1/2 fa, ma ho letto anche che ci saranno le stelle cadenti d'autunno proprio stanotte (si chiamano Orionidi e l'appuntamento con loro è per la notte del 21 ottobre-copiato in rete, non sapevo), a maggior ragione, il cielo sarà uno spettacolo da non perdere!

Maria Bertuzzo
22-10-10, 08:47
Mi sa che fa la fine di Lulin...nessuno la vede...
Credo che la stella che vedo io sia semplicemente un pianeta che in questi giorni particolarmente limpidi si vede meglio del solito, certo è veramente uno spettacolo, specialmente col binocolo (avessi un cannocchiale fisso e puntarcelo, sarebbe ancora meglio...mi accontento) cambia colore, brilla in un modo incredibile, molto affascinante!

Maria Bertuzzo
18-11-10, 18:33
ecco la cometa, l'ho vista e fotografata! Certo è stato faticoso ho dovuto fare un giro nel cosmo tra le orbite ma ce l'ho fatta!

Ciao ragazzi, alla prossima passeggiata tra le stelle!

maria luisa
18-11-10, 19:47
ecco la cometa, l'ho vista e fotografata! Certo è stato faticoso ho dovuto fare un giro nel cosmo tra le orbite ma ce l'ho fatta!

Ciao ragazzi, alla prossima passeggiata tra le stelle!

Vengo anch'io?????

Paolo Gruppuso
19-11-10, 08:28
ecco la cometa, l'ho vista e fotografata! Certo è stato faticoso ho dovuto fare un giro nel cosmo tra le orbite ma ce l'ho fatta!

Ciao ragazzi, alla prossima passeggiata tra le stelle!

Ha una certa somiglianza con un uno spermatozoo,ma,anch'esso, nel suo microcosmo è alla ricerca della vita!!!

Maria Bertuzzo
19-11-10, 10:30
Vengo anch'io?????
mi verrebbe da dire no tu no ma ti rispondo si tu si, e se poi si vuole aggregare qualcun altro, facciamo una bella spedizione tra le stelle alla ricerca della cometa perduta!

Maria Bertuzzo
19-11-10, 10:32
Ha una certa somiglianza con un uno spermatozoo,ma,anch'esso, nel suo microcosmo è alla ricerca della vita!!!

hai ragione Paolo, in effetti è molto somigliante, dici che anzichè andare nelle galassie del cosmo sono andata in quelle del corpo umano??

Maria Bertuzzo
19-11-10, 10:44
Avete sentito che al Cern sono riusciti a creare e imprigionare l'antimateria? Riporto un articolo sull'argomento:

Cern: creata e imprigionata l'antimateria
Prodotti per la prima volta in modo controllato 38 atomi di anti-idrogeno
la scoperta «anticipata» nel celebre romanzo di dan brown «angeli e demoni»
Cern: creata e imprigionata l'antimateria
Prodotti per la prima volta in modo controllato 38 atomi di anti-idrogeno

L'acceleratore di particelle del Cern (Ansa)
MILANO - Un risultato che sembra tratto da un film. Atomi di antimateria sono stati prodotti in laboratorio e «imprigionati» in un esperimento condotto al Cern di Ginevra. Il risultato è stato ottenuto dal cosiddetto esperimento Alpha, che ha permesso per la prima volta di produrre in modo controllato atomi che hanno caratteristiche opposte a quelle della materia ordinaria, come se la riflettessero in uno specchio. Sono stati ottenuti 38 atomi di anti-idrogeno e immobilizzati, in un scenario che (anche se con alcune differenze fondamentali) ricorda il romanzo «Angeli e demoni» di Dan Brown.

L'ESPERIMENTO - Come nel romanzo «Angeli e demoni», nel Cern di Ginevra è stata prodotta e imprigionata l'antimateria, ossia la materia «specchio» nella quale le particelle hanno la stessa massa ma opposta carica elettrica rispetto alla materia ordinaria. «È però impensabile portare l'antimateria a spasso in una bottiglia, come accade nel romanzo», osserva il fisico Andrea Vacchi, dell'Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (Infn). È infatti sufficiente che un atomo di anti-idrogeno venga a contatto con la materia ordinaria, ad esempio con un gas o con le stesse pareti del contenitore, perchè avvenga una gigantesca esplosione. Entrando a contatto, infatti, materia e antimateria si annullano (o annichilano) a vicenda. La cosa importante del risultato annunciato oggi dal Cern, ottenuto dal gruppo di Jeffrey Hangst, è che adesso è possibile produrre l'antimateria e «parcheggiarla» con una grandissima precisione. Questo significa che d'ora in poi i 38 atomi di anti-idrogeno diventano uno straordinario laboratorio per mettere finalmente a confronto l'antimateria con la materia ordinaria. La speranza è riuscire a risolvere uno dei più grandi rompicapo della fisica contemporanea, ossia perchè al momento del Big Bang la natura ha «preferito» la materia ordinaria all'antimateria. Entrambe sono state infatti prodotte nella stessa quantità (in modo simmetrico) e di conseguenza avrebbero dovuto cancellarsi a vicenda; tuttavia questo non è successo perchè una certa quantità di materia (calcolata in una particella ogni 10 miliardi di particelle di antimateria) è riuscita a sfuggire e grazie a questa rottura della simmetria si è formato il mondo in cui viviamo. Che cosa sia successo effettivamente è ancora un mistero, ma adesso i fisici del Cern hanno strumenti senza precedenti per fare un po' di luce.

Fonte: corrieredellasera.it (scienze)

Maria Bertuzzo
20-12-10, 10:35
Ieri ho ricevuto da uno dei miei Google Alert, questa cosa che vi giro volentieri:

Tra simbologia e religione
Solstizio d'inverno ed eclissi di luna insieme. Non succedeva dal 1554
Secondo la Wikka e gli esperti di simbologia è un momento di rinascita e rinnovamento
Stefania Arcudi 00:09

Quest'anno, per la prima volta in 456 anni (dal 1554, secondo la Nasa), il solstizio di inverno, il prossimo 21 dicembre, coincide con un'eclissi lunare totale. E, come era successo il 10 ottobre scorso - il 10-10-10 - già si stanno scatenando gli esperti di simbologia e coloro che credono nella Wikka, religione che venera i cicli della natura.
Il giorno più corto dell'anno e un momento associato con la rinascita del sole, coincide quest'anno con l'eclissi, associata alla trasformazione. "E' il passaggio simbolico dal buio alla luce, l'idea che quando la situazione personale è particolarmente buia è il momento di maggiore opportunità di trasformazione", spiega Nicole Cooper, reverendo della Wiccan Church of Canada. "Si associano in modo unico l'energia maschile del sole e quella femminile della luna", solo questo, spiega, raccontando che negli ultimi 500 anni non sono state associate particolari mitologie o superstizioni a quello che succederà martedì.
Il solstizio di inverno aveva un ruolo di particolare importanza nei riti della Grecia o di Roma antica. "Era visto come un tempo di rinascita e rinnovamento perché, da un punto di vista astrologico, è il momento in cui si torna alla luce", spiega Shane Hawkins, professore di studi greco-romani alla Carleton University. L'eclissi si potrà osservare, nella costa est degli Stati Uniti, dall'1.30 di martedì (le 7.30 in Italia) fino alle 5.30 (le 11.30 in Italia).

Fonte: http://www.america24.com/news/solstizio-dinverno-ed-eclissi-di-luna-insieme-non-succedeva-dal-1554

Maria Bertuzzo
03-01-11, 14:07
I più fortunati gli abitanti ad est e chi ha la visibilità libera, cielo permettendo...buona visione!

riporto:
(IAMM) Il 2011 inizierà con un'eclissi parziale di sole. Infatti, nelle prime ore di domani (4 gennaio) sarà possibile ammirare uno spettacolare cielo, nel quale le stelle cadenti d’inverno saranno accompagnate dall’eclissi di sole. Il fenomeno, dovuto alla Luna perfettamente allineata fra la Terra e il Sole, sarà ben visibile dall’Italia.

Le prime stelle a comparire, già in questa notte del 3 gennaio, saranno le meteore appartenenti allo sciame delle Quadrantidi, che prendono il nome dalla costellazione che si trova nella regione di cielo dalla quale sembrano provenire, il Quadrante Murario. Le stesse hanno un’intensità di poco minore rispetto ai più conosciuti sciami delle Leonidi e delle Perseidi. Ad ogni modo, l’eclissi inizierà intorno alle 7,45 di domani mattina. "Raggiungerà il massimo alle 9,06 a Palermo, alle 9,11 a Roma e alle 9,12 a Milano", ha precisato l'astrofisico Gianluca Masi, del Planetario di Roma e responsabile del progetto Virtual Telescope. L’eclissi parziale di sole interesserà anche la Sardegna, che non vedeva un fenomeno simile dal 2006. Per godere dello spettacolo è opportuno essere in un luogo in cui l’orizzonte è sgombro poiché il Sole sarà piuttosto basso sull'orizzonte. Ancora più importante è non guardare l'eclissi senza proteggere gli occhi ed evitare soluzioni improvvisate, come i vetri affumicati, per non correre il rischio di seri danni alla retina.

fonte:http://www.italia-news.it/tecnologie-e-scienze-c17/domani-4-gennaio-occhi-al-cielo--il-2011-inizia-con-un%92eclissi-di-sole-54351.html

Maria Bertuzzo
11-02-11, 09:37
Riporto da MEDIA INAF (notiziario on-line dell'Istituto nazionale di astrofisica):

APPUNTAMENTO A SAN VALENTINO
Stardust e la cometa dal cuore infranto
Il 14 febbraio la sonda Stardust effettuerà un incontro ravvicinato con la cometa Tempel 1, la stessa che nel 2005 era stata bersaglio del proiettile sganciato dalla Deep Impact, altra cacciatrice di comete della NASA. Stardust studierà il cratere prodotto da quell’impatto.

A San Valentino la sonda Stardust incontrerà una cometa dal “cuore infranto”, che porta il segno lasciatole da un precedente incontro, una ferita che non si rimarginerà. Si tratta della cometa Tempel 1 e non si può discutere del suo prossimo appuntamento con la sonda Stardust, senza prima saperne di più sul suo recente e poco tranquillo passato. Per conoscerlo è necessario parlare di un’altra sonda, la Deep Impact, e di un’altra cometa, la Wild 2. È una storia in cui si intrecciano i destini di quattro protagonisti, due artificiali, della NASA, e due costituiti di roccia e ghiaccio, fra le più antiche presenze del Sistema solare.
Era il 2004 quando la sonda Stardust raggiungeva la cometa Wild 2 e raccoglieva campioni delle sue polveri in una capsula, che poi è stata rispedita a Terra.
Su sette grani di quelle preziose polveri poterono effettuare accurate indagini anche i ricercatori italiani dell’INAF, presso i laboratori degli Osservatori di Napoli e Catania e dell’Università napoletana Parthenope.
Stardust aveva quindi concluso il suo lavoro, ma nel frattempo la sonda Deep Impact era sulla strada per raggiungere la cometa Tempel 1 alla quale avrebbe inflitto un duro colpo.
Così è stato: il bersaglio è stato colpito nel 2005, quando la Deep Impact ha sparato sulla cometa un proiettile da 372 chili, provocando un cratere. Lo scopo di questo tiro al bersaglio era portare allo scoperto gli strati interni di Tempel 1, vedere cosa c’è sotto la superficie e studiare quindi composizione e consistenza. La polvere sollevata dall’impatto, tuttavia, aveva offuscato la vista della Deep Impact alla quale non fu quindi possibile studiare con la dovuta accuratezza il cratere prodotto.
La NASA, a quel punto, si era trovata con una cometa da studiare e una sonda, la Stardust, da poter riutilizzare perché ancora perfettamente funzionante: i motivi per organizzare l’incontro c’erano tutti. Una sonda e una cometa che facevano parte di due missioni distinte, sono così diventate una nuova missione, ribattezzata Stardust-NEXT (New Exploration of Tempel 1).
Curiosamente, il momento in cui verrà effettuato il massimo avvicinamento, quando la Stardust si porterà ad appena 200 chilometri dalla Tempel 1, coincide con il giorno di San Valentino. Ma Stardust non ha perso tempo e già il 18 e 19 gennaio, quando i chilometri che la separavano dal suo obiettivo erano più di 20 milioni, ne ha ottenuto le prime immagini, giusto per iniziare per tempo la conoscenza.
Quando arriverà il giorno sospirato avrà inizio il vero lavoro. Immagini ad alta definizione della superficie, misure sulla composizione, sulle dimensioni e sul flusso della polvere emessa nella “chioma” oltre alla raccolta di nuove importanti informazioni sulla formazione e l’evoluzione della cometa: ecco un appuntamento di San Valentino che darà sicuramente ottimi frutti.

di Elena Lazzaretto
10/02/2011 10:26
fonte: http://www.media.inaf.it/2011/02/10/stardust-e-la-cometa-dal-cuore-infranto/

Maria Bertuzzo
15-06-11, 10:34
http://www.coelum.com/articoli/eclisse-di-luna-tutto-quello-che-si-puo-fare-durante-i-100-minuti-di-totalita-%E2%80%93-3

mi è passata per le mani questa cosa...

l'appuntamento è per stasera...
intanto adesso vado a farmi un giro tra le stelle, poi torno...
una buona giornata a chi passa!
Maria

Maria Bertuzzo
05-08-11, 13:01
SCOPERTE
"Acqua salata scorre su Marte"
L'annuncio arriva dalla Nasa

La ricerca è stata pubblicata su Science dal gruppo di ricercatori. A testimoniare la presenza di acqua allo stato liquido tracce scure e lunghe che compaiono sul pianeta rosso solo durante le estati marziane

"Acqua salata scorre su Marte" L'annuncio arriva dalla Nasa Un'immagine della superficie di Marte (foto: NASA/JPL-Caltech/Univ. of Arizona)

WASHINGTON - Su Marte ci sarebbe acqua salata in forma liquida, che scorre stagionalmente e in piccole quantità lungo la superficie del pianeta. Lo testimonierebbero alcune tracce scure e lunghe anche centinaia di metri che compaiono sul pianeta rosso solo durante le estati marziane. L'ipotesi è stata presentata dalla Nasa durante una conferenza stampa ed è stata pubblicata su Science dal gruppo di ricercatori coordinato da Alfred McEwen dell'università dell'Arizona.

L'idea che su Marte possa scorrere dell'acqua è nata osservando le immagini catturate dal telescopio HiRISE, che viaggia a bordo della sonda della Nasa 'Mars Reconnaissance Orbiter' (MRO). Nelle foto è infatti possibile osservare delle particolari tracce scure, delle scanalature larghe fino a 5 metri e lunghe anche centinaia di metri, che sono visibili dalla tarda primavera fino agli inizi dell'autunno marziano lungo alcuni versanti che guardano l'equatore e sono quindi più esposti al Sole. Anche se non si hanno ancora prove sufficienti a dimostrarlo, i ricercatori dell'Arizona ipotizzano che queste possano essere le tracce lasciate dallo scorrere di acqua salata. "La spiegazione più convincente che abbiamo per queste osservazioni è che si tratti di un flusso di acqua salata, anche se ancora manca una conferma ufficiale", ha dichiarato a Science Alfred McEwen del Lunar and Planetary Laboratory della University of Arizona In precedenza era stata confermata la presenza di acqua allo stato solido sotto forma di ghiaccio ai poli o l'antica presenza (centinaia di milioni di anni fa) allo stato liquido. Stavolta si tratterebbe della prima volta di acqua seppur salata allo stato liquido.

l'articolo completo nel link
http://www.repubblica.it/scienze/2011/08/04/news/acqua_salata_scorre_su_marte-20038693/