Pagina 3 di 12 primaprima 12345 ... ultimoultimo
Visualizzazione dei risultati da 21 a 30 su 114
  1. #21
    Registrato al forum dal
    Oct 2008
    ubicazione
    Provincia di Brescia.
    Messaggi
    1,450

    Wink Estrarre l'audio dai video di Youtube.

    Questo sito (non è l'unico) consente di estrarre velocemente l'audio da un video di Youtube (o da altro sito).
    Si deve copiare la URL del video nello spazio a sinistra del tasto giallo Download. Si deve premere il tasto Download ed alla fine su Download mp3.
    Si ottiene anche una URL per l'invio o l'uso del file audio, per inviarlo via e-mail od allegarlo dove si vuole.
    Facile da usare.
    http://www.vidtomp3.com/

    ***
    ps - Non si deve scaricare alcun software e non è richiesta la registrazione. Tutto on-line.
    Ultima modifica di Roberto Gioffredi : 02-03-10 a 17:53 Motivo: .mp3
    Roberto Gioffredi

  2. #22
    Registrato al forum dal
    Oct 2008
    ubicazione
    Provincia di Brescia.
    Messaggi
    1,450

    Lightbulb Migliorare..

    Ho trovato la recensione di questo sito e credo sia interessante sperimentarne l'utilità per migliorare la velocità e la precisione di scrittura con la tastiera.
    Proviamo?
    http://keybr.com/
    Roberto Gioffredi

  3. #23
    Registrato al forum dal
    Oct 2008
    ubicazione
    Provincia di Brescia.
    Messaggi
    1,450

    Lightbulb Eccezionale!

    Il Parlamento Italiano aggiorna ogni mattina una Rassegna Stampa di rara completezza. Si possono trovare gli articoli anche per argomento ed usufruire anche di un archivio storico per approfondire i fatti sui vari argomenti.
    Questo servizio è fatto per i nostri Onorevoli e Senatori della Repubblica.
    Ricordo che alcuni mesi fa un onorevole fece una interrogazione parlamentare per lamentarsi del fatto che non le veniva consegnata giornalmente la rassegna stampa: non sapeva dell'esistenza di questo sito!
    Visto che in fondo è un servizio pagato con i soldi di noi contribuenti, facciamone uso noi cittadini.

    http://rassegna.camera.it/chiosco_ne...Data=2010-1-12
    Roberto Gioffredi

  4. #24
    Registrato al forum dal
    Oct 2008
    ubicazione
    Provincia di Brescia.
    Messaggi
    1,450

    Lightbulb Cloud Computing

    Niente paura! Si tratta di uno dei tanti nuovi termini che nascono nell'informatica.
    Cloud=Nuvola.....che fantasia però che hanno i creatori di questi termini nuovi!
    Con questo termine si intendono delle applicazioni usufruibili in rete, senza scaricare alcun software. Non avremo perciò problemi di aggiornamento, nè spazio occupato sul disco rigido.
    Il link che allego si riferisce ad un 'pacchetto' contenente l'e-mail, l'elaboratore di testi, foglio di calcolo, presentazioni, database, ecc
    Un totale di 12 applicazioni! Tutte di ottima, eccezionale qualità!
    Allego anche un video di spiegazione.
    Naturalmente è tutto gratuito. Se si ha necessità di avere uno spazio di memoria oltre 1GB ed applicazioni particolarmente professionali, esiste anche la versione Professionale a pagamento.
    Istruzioni:
    http://www.ictv.it/file/vedi/246/zoho/
    Link per registrarsi ed usufruire del servizio:
    http://www.zoho.com/index.html
    ***
    Personalmente ho allegato Zoho alla mia pagina di Facebook ed è sempre a mia disposizione il collegamento.
    ***
    Ma il Cloud Computing ha anche altre applicazioni, come l'elaborazione di foto od altro. Magari ne parleremo in seguito.
    Ultima modifica di Roberto Gioffredi : 14-01-10 a 14:07
    Roberto Gioffredi

  5. #25
    Registrato al forum dal
    Dec 2008
    ubicazione
    Roma
    Messaggi
    1,230

    predefinito Cloud Computing: il vecchio si rinnova....

    ...ma solo nelle parole.
    Gli informatici sono gente strana: la loro vita è legata a banali realtà che devono funzionare tutti i giorni senza troppa poesia. Allora, per sembrare più umani, fanno voli pindarici con la fantasia e ribattezzano vecchie cose con nomi nuovi.
    Tanti anni fa, quando la rete e le comunicazioni non esistevano, c'erano solo elaboratori più o meno grandi che lavoravano ognuno per conto suo (stand alone). Sto parlando solo di 50-60 anni fa.
    Poi i "telefonisti" cominciarono a migliorare le linee di trasmissione e qualcuno cominciò a pensare che era meglio far viaggiare byte sulle linee, piuttosto che carta ul treno.
    Nelle grandi società si cominciarono a sperimentare i "terminali", cioè strumenti che potevano parlare con il computer, ma solo se erano nello stesso palazzo: erano le prime pallide esperienze di nuvolette.
    I "telefonisti" migliorarono le linee e si vide che alcuni terminali potevano essere collegati lontano. Le banche iniziarono a lavorare "online", cioè le operazioni in periferia agivano direttamente sul computer centrale. Le nuvolette si allargavano e sul filo viaggiavano grandi quantità di dati.
    La tecnica dei computer andava avanti e si cominciarono a costruire "terminali intelligenti" cioè capaci di fare qualche piccola operazione prima di mandare i dati in linea. Le nuvolette in periferia crescevano e cominciavano a frequentare le elementari.
    Gli ingegneri che costruivano computer diventavano sempre più bravi e costruirono allora piccoli computer capaci di lavorare da soli o collegati con "l'elaboratore centrale". Le nuvolette cominciavano a diventare sempre più simili al "nuvolone centrale" e si cominciò a parlare di informatica distribuita e client-server.
    Siamo arrivati ai giorni nostri: i "telefonisti" ci hanno messo a disposizione linee sempre più veloci ed affidabili, "gli ingegneri informatici" hanno imparato a costruire elaboratori piccoli, efficenti e di grande potenza: il cielo si è coperto di tante nuvole simili, anzi è diventato una ragnatela (WEB=ragnatela) e tutti parlano e si scambiano dati con tutti ......siamo arrivati al Cloud Computing.
    Quali saranno i passi successivi: non lo so con certezza. Molto probabilmente esperienze passate verranno ripercorse.
    Già oggi esistono piccoli elaboratori "da palmo di mano" (i palmari) capaci di collegarsi sempre e comunque. Forse si ricreeranno nuvolette intorno ad una nuvola che fa parte di un cielo nuvoloso e qualche immaginifico informatico magari battezzerà questa architettura come "ipercloud" o qualcosa di simile!
    Attilio A. Romita

  6. #26
    Registrato al forum dal
    Sep 2009
    Messaggi
    885

    predefinito Il terminale ......

    .......un arto, come prolungamento dei comandi del Cervello Elettronico,negli anni '70 !

    il ricordo del terminale,innescato da Attilio,è emerso nella memoria all'epoca in cui lavoravo alla Pirelli spa,come Perito Industriale (filiale di Bologna).
    Eravamo ai primordi della informatizzazione in cui prevaleva la fatturazione meccanizzata,tramite le famigerate schede perforate,che successivamente venivano elaborate dal grande cervello,nel Centro Meccanizzato dell'ex "Pirellone" (attualmente sede della Regione Lombardia a Milano).
    Che sferragliamento s'udiva all'interno del Centro,con centinaia di ragazze intente a inserire i dati nel Cervellone! Quante storie di depressione si conoscevano (a causa dello stress e del rumore), ma da quella pietra migliare quanta strada è stata percorsa......
    Ultima modifica di Paolo Gruppuso : 16-01-10 a 09:27

  7. #27
    Registrato al forum dal
    Oct 2008
    ubicazione
    Provincia di Brescia.
    Messaggi
    1,450

    predefinito Un Computer (1953-1962)

    Ho fatto recentemente queste foto al Museo della Scienza del Principe Felipe a Valencia .
    Un armadio!
    Attached Images Attached Images
    Ultima modifica di Roberto Gioffredi : 15-01-10 a 19:58
    Roberto Gioffredi

  8. #28
    Registrato al forum dal
    Dec 2008
    ubicazione
    Roma
    Messaggi
    1,230

    Smile Ricordi

    Quanti ricordi Roberto con quelle foto del 659 della IBM, ho cominciato a lavorare con i calcolantori negli anni '60.
    Bellissima la parola spagnola "lamparas" per le valvole termoioiche.
    Paolo, le schede perforate sono state il mio "parco giochi" nei primi anni di lavoro quando passavo ore davanti ad una selezionatrice per mettere in ordine migliaia di schede che nascevano dalle mani agili e veloci di stanzoni pieni di ragazze che riuscivano a lavorare bene anche chiaccherando in allegria.
    Il rumore era sempre tanto e ci si faceva l'abitudine, forse anche per questo riesco ancora a lavorare tranquillamente in mezzo alla "cagnara".
    Forse perchè si pensa sempre con piacere a quando si era giovani, ma non ricordo storie di depressione maggiori di quante ce ne siano oggi.
    Conservo ancora un pacchetto di schede perforate. 15 anni fa, ad un corso per neolaureati, parlavo di schede perforate e vidi apparire su quei giovani visi un grande punto interrogativo: "Schede perforate....cosa sono?".
    Se penso a come, nel corso degli ultimi 50 anni, a sono cambiati strumenti, oggetti, dimensioni, etc. non mi sento vecchio, mi sento fiero di poter ancora dire: c'ero anche io.
    .....e spero di esserci per almeno altri 50 anni...ho tante cose da vedere e da imparare!
    Attilio A. Romita

  9. #29
    Registrato al forum dal
    Jun 2008
    ubicazione
    Milano
    Messaggi
    2,551

    predefinito Ragazzi che piacere leggervi!

    Ragazzi che piacere leggervi! Veri discorsi tra uomini di tecnica e di esperienza!
    Permettete un inserto?
    C'ero anch'io, in quegli anni, quando Olivetti a Ivrea faceva calcolatori-computer e produceva una serie di libretti (che ahimè non ho più ritrovato) nei quali spiegava le nuove tecnologie di allora. Io insegnavo alle elementari a quell'epoca e inserivo coraggiosamente nell'insegnamento l'insiemistica, affascinata da quei materiali, per la gioia dei bambini che imparavano la matematica come un gioco, passando dai diversi sistemi di numerazione con la leggerezza della mente!. Che tempi, ragazzi! vp

  10. #30
    Registrato al forum dal
    Sep 2009
    Messaggi
    885

    predefinito

    Quote Originariamente inviata da Attilio A. Romita Visualizza il messaggio
    Quanti ricordi Roberto con quelle foto del 659 della IBM, ho cominciato a lavorare con i calcolantori negli anni '60.
    Bellissima la parola spagnola "lamparas" per le valvole termoioiche.
    Paolo, le schede perforate sono state il mio "parco giochi" nei primi anni di lavoro quando passavo ore davanti ad una selezionatrice per mettere in ordine migliaia di schede che nascevano dalle mani agili e veloci di stanzoni pieni di ragazze che riuscivano a lavorare bene anche chiaccherando in allegria.
    Il rumore era sempre tanto e ci si faceva l'abitudine, forse anche per questo riesco ancora a lavorare tranquillamente in mezzo alla "cagnara".
    Forse perchè si pensa sempre con piacere a quando si era giovani, ma non ricordo storie di depressione maggiori di quante ce ne siano oggi.
    Conservo ancora un pacchetto di schede perforate. 15 anni fa, ad un corso per neolaureati, parlavo di schede perforate e vidi apparire su quei giovani visi un grande punto interrogativo: "Schede perforate....cosa sono?".
    Se penso a come, nel corso degli ultimi 50 anni, a sono cambiati strumenti, oggetti, dimensioni, etc. non mi sento vecchio, mi sento fiero di poter ancora dire: c'ero anche io.
    .....e spero di esserci per almeno altri 50 anni...ho tante cose da vedere e da imparare!
    ... è vero,ci si sente orgogliosi di aver vissuto in prima persona la nascita dei centri elettronici e di essere partecipi dell'evoluzione di sistemi informatici che non finiranno di stupirci! Ma in generale, rimane la speranza che la tecnologia supportata dalla ricerca scientifica,possa creare innovazione e nuovi stimoli per la crescita economica ! Per l'evoluzione di nuove coscienze sociali e civili non si è andati di pari passo ma, speriamo ugualmente di attrezzarci!

Discussioni simili

  1. Il nostro corso di Internet continua: in questa puntata, i "preferiti utili"
    By vitalba paesano in forum I giovani spiegano ai senior come vivere più felici con internet
    Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 09-04-12, 21:02
  2. Siti immobiliari: acquistare solo da referenti seri
    By vitalba paesano in forum Technology
    Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 31-01-11, 12:10
  3. Internet e Privacy.
    By Roberto Gioffredi in forum Technology
    Risposte: 2
    Ultimo messaggio: 18-02-10, 13:38
  4. Azioni e regali utili
    By Laura Bolgeri in forum Speciale Grandi Feste
    Risposte: 2
    Ultimo messaggio: 23-12-09, 19:58
  5. Eventi interessanti
    By Attilio A. Romita in forum Technology
    Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 09-05-09, 17:39

Tags for this Thread

Regole d'invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •