Pagina 1 di 5 123 ... ultimoultimo
Visualizzazione dei risultati da 1 a 10 su 44

Discussione: Cara Nipotina...

  1. #1
    Registrato al forum dal
    Jun 2008
    ubicazione
    Milano
    Messaggi
    2,551

    Thumbs up Cara Nipotina...

    Vorrei aprire un nuovo post it molto particolare, nel quale immagino che gli amici grey panther scrivano a un'ipotetica nipotina, raccontando fatti della vita, sentimenti, stati d'animo, regole di vita, suggerimenti d'uso relativi all'esistenza.
    Perchè questa idea? Perchè pur sapendo che l'esperienza ognuno se la farà da se, credo che i grey panther debbano avere, nei confronti dei giovani, la funzione di grandi nonni, vecchi saggi, punti fermi di un'esistenza sempre più problematica e difficile.
    Quante volte vedo figli di amici o figli dei figli ascoltare con interesse un aneddoto di vita vissuta, che stimola il confronto di valori tra generazioni! Mi piacerebbe che raccoglieste questo in put con grande serietà... sono convinta che presto potrebbero arrivare su questo sito anche alcuni giovani a curiosare prima, ad ascoltare dopo il nostro sincero fluire di pensieri e di sentimenti.
    Che dite? Se accogliete l'idea, prometto di scrivere, per una volta, anch'io!Affettuosamente. vp

  2. #2
    Registrato al forum dal
    Sep 2009
    ubicazione
    Ragusa
    Messaggi
    207

    predefinito

    Quote Originariamente inviata da Vitalba Paesano Visualizza il messaggio
    ...credo che i grey panther debbano avere, nei confronti dei giovani, la funzione di grandi nonni, vecchi saggi, punti fermi di un'esistenza sempre più problematica e difficile
    francamente, non me la sento di dare lezioni di saggezza a coloro ai quali stiamo lasciando un mondo peggiore di quello che abbiamo ricevuto dai nostri padri, mi sembrerebbe davvero sconveniente...
    Nello Lo Monaco - latitudine 36°54'N

  3. #3
    Registrato al forum dal
    Oct 2008
    ubicazione
    Provincia di Brescia.
    Messaggi
    1,450

    predefinito Cara nipotina..

    In effetti la nipotina, la mia, è arrivata su questo mondo da alcuni mesi!
    'Lei' è una 'nativa digitale', io invece ho vissuto il dopoguerra, fino ad oggi. Ma non solo, i miei 'masters' li ho fatti con i nonni ed i bisnonni (classi 1881, 1886, 1890, 1906 e 1908!), oltre ai genitori.
    Sono stato testimone di cose meravigliose, in una Maremma incontaminata, con la miseria diffusa, con i minatori tutti ammalati di silicosi, con la gente che moriva nelle miniere, con i missionari che arrivavano con la loro tenda grigia..
    I ricordi più belli non sono solo quelli legati ad episodi di vita meravigliosa nei campi ed in una natura a misura di uomo ma anche le conversazioni con gente semplice, quella gente semplice che non c'è più.
    Però non è vero che 'non c'è più'. Certe cose sono nei ricordi (e sono ricordi meravigliosi di 'vita vissuta'). Credo che i giovani possano trarre le loro conclusioni e magari indicazioni o comunque conoscenza.
    Credo però che 'noi' si debba stare vicino al mondo giovanile che in egual maniera ci può insegnare molto, ma proprio molto!
    **
    Tante cose potrò raccontare. Comincio con un piccolo ricordo:
    Lasciai la Maremma che ero ancora bambino. Cominciai a lavorare a Milano. Milano! Come camminava veloce la gente rispetto al nostro stile di campagna! Mi esercitavo cercando di seguire il passo della gente sui marciapiedi!
    Quando per le vacanze tornai in Maremma, mi misi a chiacchierare con il mio nonno (classe 1881). Stavamo stesi sulla Malva, nell'aia, all'ombra dell'Olmo ombroso. Mi chiedeva come era Milano, come era il lavoro..
    Quando gli spiegai della mensa aziendale, del vassoio, del self-service, del tovagliolo, del primo, del secondo..restava sorpreso di tale abbondanza ('pure il tovagliolo!'..) e mi diceva: 'anche se non ti dovessero pagare però mangi!'.
    Ultima modifica di Roberto Gioffredi : 12-01-10 a 11:44
    Roberto Gioffredi

  4. #4
    Registrato al forum dal
    Sep 2009
    Messaggi
    885

    predefinito Anche dalle briciole di una esperienza tutta personale

    si possono trasmettere piccole gemme di vita vissuta che testimoniano principi,tradizioni,valori che i giovani,nella loro ancor breve esperienza,amano conoscere!
    Se precludiamo al mondo dei giovani,ai nostri nipoti,anche questi stimoli positivi solo perchè noi stessi ci sentiamo afflitti dalla "società" o dai cattivi esempi che connotano comportamenti sociali,polici e morali indotti da noi adulti,allora,veramente,le piu' flebili speranze tramonterebbero!
    Al contrario,penso che il piu' "sconveniente" dei comportamenti sia quello di piangersi addosso,di far prevalere l'elogio al compatimento senza nessun'altra chance che possa contrastare il nostro,deleterio, pessimismo cosmico!!!
    Ultima modifica di Paolo Gruppuso : 12-01-10 a 14:20

  5. #5
    Cristina Ricchetti Guest

    Thumbs up " Sebben Che Siamo (saremo) Nonne...."

    Maria.jpgMaria Cristina.jpgCristina

    Ohi ohi ohi, vecchie sagge ??, grandi nonne ???,
    addirittura “punti fermi”, mmmhh cara Vitalba,
    noi nonne ancora non siamo, ma ... potremmo
    pensare di esserlo ...
    e allora vediamo due signore un po’ bizzarre,
    alle prese con ragazzetti tutto pepe, ai quali
    affiancarsi, con i quali essere due atipiche
    ‘compagne di merende’, un po’ appassite [?]
    magari un tantino rincitrullite [?] ma assai poco
    ‘ferme’ ed assai poco ‘grandi vecchie’, oh cielo,
    vecchie magari si ... un giorno molto lontano ...
    ma ‘grandi’ proprio no.
    Due vecchie [?] che certamente racconteranno loro
    qualcosa, ma ancor più vorranno ascoltare questi
    giovani impertinenti ed entusiasti,
    e non per poi insegnare, ma sicuramente per
    imparare !!



    Maria Bertuzzo
    Ultima modifica di Cristina Ricchetti : 12-01-10 a 15:15

  6. #6
    Registrato al forum dal
    Sep 2009
    ubicazione
    Ragusa
    Messaggi
    207

    predefinito

    Ancora una volta non sono stato capace di farmi comprendere.
    Paolo, sono in linea col tuo pensiero, e ti assicuro che nella vita quotidiana esercito le azioni da te descritte senza piangermi addosso, la mia replica era al "vecchi saggi" di Vitalba.
    Dare speranza e fornire stimoli è quanto faccio continuamente con tutti i ragazzi che mi circondano, ma elevarmi al rango di "vecchio saggio" e "punto fermo" mi pareva davvero un modo inadeguato di descrivere il ruolo che rivesto e penso di avere, senza provare un senso di forte disagio per il danno che abbiamo fatto (o non siamo stati capaci di evitare).
    Spero di essere stato un po' più chiaro.
    Mi trova ancor più d'accordo l'immagine di Cristina di discente piuttosto che docente, nei confronti di questi giovani ai quali saranno richieste doti ben maggiori e migliori delle nostre per tirare avanti.
    Nello Lo Monaco - latitudine 36°54'N

  7. #7
    Registrato al forum dal
    Oct 2008
    ubicazione
    Provincia di Brescia.
    Messaggi
    1,450

    predefinito Ah! La gioventù!

    Nello, in effetti, anche a me non calza molto il ruolo di 'vecchio saggio' o 'punto fermo'.
    Diciamo però che siamo stati testimoni di tanti avvenimenti storici, di cambiamenti di vita e di costume notevoli. Purtroppo anche nel senso negativo.
    Con i giovani possiamo condividere molte cose che sono nuove per loro ma anche per noi. Le nuove tecnologie, la comunicazione, l'informazione la vita nel suo insieme stanno cambiando e cambieranno le abitudini.
    Il 'nostro passato' è uno specchietto retrovisore che dovrebbe servire per non fare guai nell'andare avanti e magari tante piccole e significative storie possono accendere una positiva curiosità nel giovane.
    Mi capita spesso di discorrere con amici della mia età e constato sempre che ognuno ha una sua interpretazione, ancorata alle proprie idee politiche, religiose o chissa che. Ritengo che questo sia un ostacolo terribile perchè alla fine non saremo credibili agli occhi dei giovani che sono molto più flessibli ed intelligenti di quello che spesso si crede.
    Succede spesso che quando si instaura un dibattito tra amici, o conoscenti, sulla politica o sulla società, non si viene mai a capo di niente.
    Rancori, esperienze personali e ripicche hanno sempre il sopravvento.
    E poi spesso, di certi argomenti chiave non si parla mai proprio per evitare diatribe. Ho poi la sensazione che ciò sia particolarmente vero in Italia, anzi forse solo in Italia.
    Troviamo insieme qualcosa di utile da dire in merito. No?
    ***
    ps - I 'vecchi' sono spesso visti (a ragione) come un peso fastidioso. Mi dispiace dirlo ma molti 'vecchi' non si guadagnano la simpatia necessaria ad un dialogo con i giovani perchè i difetti caratteriali si accentuano notevolmente con l'età!
    Ultima modifica di Roberto Gioffredi : 12-01-10 a 17:08
    Roberto Gioffredi

  8. #8
    Registrato al forum dal
    Sep 2009
    ubicazione
    Ragusa
    Messaggi
    207

    predefinito

    Ok Roberto, vedo che man mano che ci spieghiamo meglio, troviamo più punti di contatto
    Nello Lo Monaco - latitudine 36°54'N

  9. #9
    Registrato al forum dal
    Jun 2008
    ubicazione
    Milano
    Messaggi
    2,551

    Question Intanto parliamone

    Grazie per aver raccolto lo spunto; le parole sono mobili ed è strano che ad alcuni siano suonate male quelle che ho usato e che, ahi me, mi sento proprio di riconfermare.
    Un conto, infatti, è essere grey panther tra noi, senior di nuova generazione, over 50 scatenati ed eternamente 'discenti' (questo sito nasce proprio per sottolineare il nostro diritto a essere "continuativamente giovani"), un conto è non accettare che da questa età in poi compete a noi il ruolo di saggi, di punto di riferimento per i più giovani. Senza altisonanze ed eccessi, ma come puro dato di realtà. E' inevitabile: scusate i saggi altrimenti chi sarebbero? Il che poi significa semplicemente avere molto visto e molto sperimentato, aver tratto dall'esperienza alcune riflessioni strutturate, ma via, perchè dite che questo non ci appartiene?
    Sembra che vogliate fare come i "ragazzi" del nostro tempo, che restano tali fino a 40 anni, e cercano di dimenticarsi che si è uomini, comunque, molto prima.
    Accettiamo l'impegno sociale che il tempo che passa porta a ciascuno di noi, in allegria, spensieratezza. Pieni di nuovi interessi, amori, studi e attività, non facciamo spallucce sulla nostra esperienza e, per favore, raccontiamola a chi non può che sentirla da noi. Un abbraccio a tutti, grey panther yeye!!vp

  10. #10
    Registrato al forum dal
    Sep 2009
    ubicazione
    Ragusa
    Messaggi
    207

    predefinito

    Non concordo con quanto dici Vitalba, e ritengo che questa che esponi sia la tua opinione, ovviamente valida come la mia e quella di chiunque altro.
    I saggi oggi, proprio in virtù del nostro fallimento sociale e delle nuove tecnologie che offrono stimoli inediti, non si distinguono per l'età.
    Trovo più saggi molti ragazzi di 17 anni che niei coetanei.
    Non faccio spallucce sulla mia esperienza ma, ripeto, opero quotidianamente per trasmettere dati (e per riceverne) senza sentirmi nemmeno un centimetro al di sopra di questi ragazzi, molti dei quali hanno più da insegnare che da imparare alla nostra generazione fallimentare.
    Niente pessimismi, a mio avviso, ma nemmeno orgogliosi trionfi ingiustificati.
    Andiamo avanti, serenamente, ma proprio inneggiare la nostro passato non mi pare il caso.
    Nello Lo Monaco - latitudine 36°54'N

Discussioni simili

  1. Ricordate: Una nipotina ed un concorso
    By Attilio A. Romita in forum Chiacchiere tra noi
    Risposte: 5
    Ultimo messaggio: 19-11-09, 00:08
  2. Votiamo la nipotina?
    By vitalba paesano in forum Lavoro
    Risposte: 8
    Ultimo messaggio: 09-06-09, 18:35

Regole d'invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •