Chi segue le notizie di stampa riguardante il colloquio di selezione ha colto l’attenzione all’evoluzione in atto verso il passaggio da sistemi “tradizionali” ad altri di tipo interattivo (es. videopresentazione). Tale tendenza viene confermata da notizie sull’utilizzo di sistemi che stanno sempre più interessando aziende europee, tra cui l’Italia, allo scopo di semplificare il processo di selezione del personale. Uno di questi è “Visiotalent”, strumento che consente ai professionisti delle risorse umane di invitare i candidati a registrare una video intervista a supporto della propria candidatura. «Il meccanismo è semplice: il datore di lavoro invita il candidato a rispondere a qualche domanda e il candidato deve svolgere il “compito” in pochi minuti, ma ha la possibilità di scegliere il momento più opportuno per farlo (I. Barera, Corriere della Sera, 24 Ottobre, 2017 p.37)». Il sistema, spiega Andrea Pedrini, neo country manager di Visiotalent, serve per la valutazione delle soft skill. «Il videocolloquio, sta diventando un fenomeno a 360 gradi, che riguarda datori di lavoro di tutti i settori (a cominciare da grande distribuzione e retail dove il volume di candidature da vagliare è enorme) e candidati con età e profili diversi». Per saperne di più leggi:
http://www.corriere.it/economia/trov...0e628aa0.shtml